A ciascuno il suo. La lunga strada dell’idillio con l’islam

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Redazione

.

z.bcgd

.

Il sito Una Vox pubblica un’interessante galleria fotografica a documentazione dell’idillio con l’islam “in crescendo” dei papi conciliari. È molto istruttiva per capire che la malattia viene da lontano e che (OMISSIS), in fondo, non fa che completare l’opera. Non è farina solo del suo sacco, insomma, ma lui ha la giusta dose di rozzezza per dare gli ultimi colpi di piccone.

Pubblichiamo tre foto tratte da questa interessante galleria, che potrete vedere completa cliccando qui

.

z.trdrss

.

z.trd1

z.trd2

z.trd3

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

43 commenti su “A ciascuno il suo. La lunga strada dell’idillio con l’islam”

    1. No, certo che non ci risulta, ma tutto questo, amici miei, non fa altro che sprofondarci nell’angoscia più tremenda: proprio quello che vuole il demonio. Invece affidiamoci alla speranza, al soccorso della Madonna Santissima, altrimenti qui ci perdiamo tutti. E ricordiamoci anche di quei famosi “altri progetti” di Dio. Il male non potrà vincere.

  1. Penso sia una astutissima mossa diabolica per unificare tutte le religioni. Presto si comincerà a discutere se dare la comunione anche ai musulmani (ho letto da qualche parte che in Germania già lo fanno ) . Trasformando così il sacrificio di Cristo in un semplice gesto di fratellanza e solidarietà tra gli uomini e le fedi.
    Ci arriveremo, prima di quanto immaginiamo. È così che cercheranno di abolire il Sacrificio quotidiano. È così che satana crede di distruggere il cristianesimo.

    1. Santa Domenica nell’Unico Signore Gesu’ Cristo, Brava Luce, questo abominio e sacrilegio e’ il punto dove chiaramente “omissis” & Co. Vuole arrivare, da troppo FASTIDIO CRISTO VIVO EUCARISTICO, MEGLIO INCHIODARLO IL CREATORE, il plagio satanico avviene giorno per giorno tramite scellerate e mirate prediche delle periferie, con un menzognero buonismo disgustoso. Ed oggi quanti Consacrati credono nella transustanziazione? Cosi’ invece di fare sane catechesi edificanti, si portano le anime a dannazione. PECCA QUANTO VUOI E CONFIDA IN DIO, lutero giustamente scomunicato diventa per “omissis & Co.” un santo, ed ha osato pure mettere un velo sulla Madonna per non offendere i “fratelli” anti-Cristo, non sia mai. Comunque anche se arriveremo all’estremo di togliere l’Eucarestia piano piano, CRISTO VINCE, GLI INFERI NON PREVARRANNO, ED IO SONO CON VOI TUTTI I GIORNI FINO LA FINE DEL MONDO. Preghiamo oggi per riparare questo abominio ecumenico e per i Sacerdoti. Sia Lodato Gesu’ Cristo ora e sempre…

  2. Immagini ABOMINEVOLI di tre tristi personaggi: uno è già stato sottoposto al Giudizio di Dio per TUTTO il male che ha fatto alla Chiesa alle anime e all’Italia, (così come i suoi predecessori) gli altri due lo devono ancora attendere……. e di certo dovranno RENDERE CONTO di OGNI gesto e parola.

    Essi sono COMPLICI dei nemici interni ed esterni della Chiesa e dell’Italia, COMPLICI dei criminali che stanno lavorando al nostro genocidio spirituale, culturale, materiale e fisico.

    1. Stefano Mulliri

      Lo sai Giustina commincio a pensare anche io che i benefici portati alla Patria in cui i Pontefici per ordine di provvidenza Divina sono stati insediati , siano proporzionali ai benefici che essi hanno arreccato alla chiesa ,e mi spiace constatare che quest’ultimo Pontefice ha arreccato parecchi danni.

      1. Caro Stefano, come ben dice di “benefici” alla Chiesa i pontefici postconciliari non ne hanno portato alcuno: dice bene quando parla di proporzionalità con quei inflitti all’Italia e gli Italiani in particolar modo.
        5 anni con g23 =conciliabolo vat2 e l’inizio degli obbrobri all’interno della Chiesa;
        15 anni con p6=eliminazione della S. Messa di sempre della Chiesa Cattolica e imposizione della cena protestante e naturalmente ekumenismo;
        27 anni con gp2= ekumenismo ad oltranza, nuovo concordato tra stato e Chiesa con eliminazione della Religione Cattolica come unica Religione di stato, lavaggio del cervello sull’accoglienza del “migrante” e da qui l’inizio della nostra invasione, libertà religiosa a iosa, poteri ed onori ai vari movimenti ekkumenisti che da sempre strizzano l’occhio all’islamismo e giudaismo, blasfeme adunate di Assisi ecc…;
        8 anni b16= stesse idee dei tre predecessori, con l’aggravante di aver istituito la figura del papa “emerito”;
        3 anni f1= idem come sopra con…

        1. molto utile questo riassunto, sarebbe utile completarlo con le infinite opere d’arte che la “Chiesa mondana” del passato ha promosso, come ancora oggi quelle opere d’arte nutrano spiritualmente l’intero pianeta, credenti o non credenti e di tutte le religioni possibili. Oggi la chiesa si lascia pacatamente cancellare dagli sconosciuti signori della “globalizzazione”.

          1. Grazie Luciana!
            Quando lei accenna alle Opere d’Arte promosse dalla Chiesa ante conciliabolo vat.2, sfonda un enorme portone aperto: Opere dove sono state plasmate ai colori la Fede di quei periodi che si respirarva nell’aria, tanto che anche pittori ed artisti che non erano molto praticanti, respirandola ne traevano beneficio e lo trasmisero alle loro Opere!!!

            Dopo il conciliabolo vat.2 è entrato uno spirito immondo nell’aria e nelle menti; i risultati si vedono proprio a cominciare dall’architettura ecclesiastica e nella produzione “artistica” moderna.

    2. Papa Wojtila avrà commesso anche molti errori però secondo me è stato un grande papa molto fedele alla dottrina ed intransigente….fra lui e Bergoglio c’è un abisso!
      Io credo proprio che sia in paradiso. Benedetto è un po’ un mistero: secondo me è stato costretto a dimettersi dalla massoneria, proprio perché non voleva unificare tutte le religioni in una unica come si propone di fare il massone Bergoglio. Personalmente credo che, agli occhi di Dio, sia Ratzinger il papa legittimo e Omissis è un usurpatore Non bisogna fare di tutta l’erba un fascio

      1. @ IL CAMERATA – ha ragione !

        Il bacio del corano di Giovanni Paolo II è un gesto molto grave e scandaloso ma in sè non rappresenta nè può rappresentare un atto di apostasia nè una eresia formale.
        Lo stesso dicasi (e a maggior ragione) per le strette di mano di Benedetto XVI.
        E’ con l’arrivo dell’argentino che siamo arrivati alla dichiarazione che cristiani e musulmani ed ebrei hanno lo stesso Dio, (negazione implicita del dogma trinitario) sempre Omissis ha dichiarato che il Ramadan produce frutti spirituali (ovvero che il culto idolatrico ad un falso dio produce grazie)… etc.. etc.. .
        Solo l’argentino è caduto in eresia formale più e più volte ed in esse resta pertinace. Il non voler prendere atto dei fatti non è servizio alla Verità ed il mantra secondo cui i problemi derivano tutti dal concilio, seppur vero, non tiene conto della gravità del punto a cui siamo, che è del tutto originale: un eretico che usurpa la Prima Sede.
        Non si era MAI giunti a questo, neppure nello scisma…

      2. Scusi “camerata” su quali basi lei pensa che un Vicario di Cristo che ha governato per 27 anni, che ha firmato un concordato dove si elimina la Religione Cattolica come UNICA Religione di stato; che ha indotto e spinto la lenta invasione nel nostro Paese; che ha baciato il corano; che ha promosso le adunate blasfeme di Assisi; che ha promosso “movimenti ecclesiali” che nulla hanno a che fare con la Tradizione perenne della Chiesa Cattolica; che ha cambiato la severa parassi per giudicare le reali virtu’ eroiche di un Santo; ecco dopo questi brevi cenni, anche se c’è molto di piu’, credo che affermare che sia in Paradiso sia davvero azzardato!!!
        Dire che Ratzinger è papa legittimo e Bergoglio è un usurpatore è quanto meno singolare. Guardiamo in faccia alla realtà della Chiesa dal conciliabolo vat.2 in poi e osserviamo la degenerazione provocata alla società e al nostro amato Paese SEDE del Vicario di Cristo!

      3. Tutti i “papi” conciliari hanno contribuito alla distruzione della Chiesa. Ronacall. Montini, Woityla, Ratiziger (sia da “papa” sia assieme a GP ll per moltissima anni come prefetto della CdF), Bergoglio. Quest’ultimo non potrebbe nemmeno sognarsi di compiere ciò che sta compiendo se la la strada non fossa stata spianata sapientamente dai suoi predesessori.

  3. giorgio rapanelli

    Se il mio ritorno da ex-nemico della Chiesa Cattolica nella Chiesa Cattolica fosse stato dettato dalla mia mente, me ne scapperei a gambe levate da questo lupanare. Magari mi farei musulmano. Col Corano le cose sono più chiare, nel senso che ti dice cosa fare dei nemici dell’Islam, oltre ad usare la Taqiyyah, ossia la dissimulazione per ingannare i nemici quando sono più forti.
    Invece, oggi ho la consapevolezza che dal 197’0 i miei passi sono stati guidati. Il fatto che sia con Riscossa Cristiana lo dimostra. Il Cristo ci ha dato il Vangelo. Il Vangelo è uno e non può essere cambiato da papi e vescovi. Qui lo stanno cambiando. Poiché Satana vuole corrompere la mente degli umani, questo papa sta corrompendo al mente dei cattolici. E’ difficile resistere ad un papa. Lo sto vedendo in famiglia, quando mi metto a criticare il Bergoglio mia moglie si ribella. Pur esternando tutte le nostre preoccupazioni in fatto di Islam. Però il papa è il papa e ha ragione lui.
    Spirito Santo pensaci tu…

    1. Caro Giorgio, quando si dice mal comune… mezzo gaudio. Io con mia moglie non posso più parlare né di religione né di politica, se voglio mantenere la pace familiare; è tanto triste vedere il lavaggio del cervello che anni di Famiglia Cristiana e di omelie filocomuniste, protestantizzate ed ecumeniste traditrici della nostra fede hanno prodotto nei nostri cari, specialmente i più semplici, buoni, aperti. Questi serpenti velenosi li hanno completamente plagiati. Ora capisco quando Nostro Signore diceva che ci sarebbe stata la divisione a causa Sua anche nelle famiglie, sembra impossibile, ma è così. Coraggio, comunque, e avanti fidando nella Provvidenza, nel Dio che vede e provvede, anche là dove noi non possiamo far niente. Pace e bene.

      1. Caro fratello di fede, lei ha perfettamente ragione e Dio la ricompenserà anche per i disagi che deve sopportare in famiglia a causa della sua grandissima Fede!
        Pace e bene a lei.

  4. Io penso che nei secoli i papi avessero due possibilità: allearsi col potere o combatterlo per prenderlo! Le foto che ho visto mi fanno pensare che i papi di oggi, siano a favore di servire il potere, i motivi possiamo immaginarli, non sono una novità, sono gli scandali da coprire e la ricchezza da governare. Quando sento parlare della Chiesa “mondana” del passato, mi viene una rabbia incontenibile, la chiesa del passato ci ha lasciato un patrimonio spirituale, culturale, artistico e quant’altro si possa immaginare e nessuno sembra farci caso, ma la rabbia più grande è che la chiesa non rivendichi quanto ha contribuito alla nostra qualità della vita, specie dalla caduta dell’impero romano in poi, che ne sarebbe stato di quelle macerie se non ci fossero stati i cristiani a ricostruire?

    1. Che potere ha mai avuto il primo papa? San Pietro, morto crocifisso a testa in giù?

      Che potere ebbero tutti i papi martiri, da Callisto I a Stefano I ? Da Fabiano I a Sisti II etc.. etc.. ????

      Che potere ha avuto Pio VI, morto tra patimenti fisici e morali, nelle carceri francesi?

      Che potere aveva (tranne la grandezza spirituale e morale) Pio XII ?

      Accomunare queste figure di papi all’impostore attuale non è possibile.

  5. Con Benedetto XVI però siete ingiusti. Lui all’islam ha detto in faccia le cose come stavano nel celebre discorso di Ratisbona. Soltanto dopo le polemiche fatte sorgere ad arte dai media massonici ( repubblica in primis ) egli fu costretto a compiere dei gesti distensivi nei confronti dell’islam come la visita nella moschea blu, durante il suo viaggio in turchia a cui si riferisce la foto che pubblicate. Fu sempre a causa di queste polemiche, che lo costrinsero a convocare un raduno di religioni ad Assisi. E pensare che lui aveva mostrato contrarietà al primo raduno interreligioso di Assisi voluto da Giovanni Paolo secondo. Purtroppo Benedetto XVI era circondato da avvoltoi e noi cattolici non l’abbiamo saputo sostenere.

    1. Tranne l’ammirevole Raffaella lombarda, con il suo importante blog e i partecipanti, in maggioranza donne – alcune di grande pregio

    2. E grazie a Ratzinger che ora abbiamo Bergoglio (con cui dice di essere d’accordissimo. E non dimentichiamo che grazie al lui ora abbiamo due “papi”. Ratzinger era tutto e il contrario di tutto. Modernista sin dal seminario.

  6. Rispondo a Ioannes: non hanno alcuna difficoltà a baciare il vangelo, solo che… Solo che è la loro versione del vangelo. Per l’ortodossia islamica i 4 Santi Testi sono la falsificazione tardiva del vero Al-Injil, cioè la rivelazione profetica che Gabriele avrebbe fatto al “profeta” Isa (nome arabo di Gesù). In realtà esso non è nient’altro che il vangelo di Barnaba, un apocrifo del VI sec.d.Ch. E noi ce li portiamo in casa!

    1. Thanks! La riprova che l’apparenza inganna, ovvero non è tutto oro quello che luccica …e quando luccica troppo, abbaglia!

    2. Noi siamo condannati a non avere più né Dio, né Patria, né Famiglia (e quindi casa).
      Dalla Centrale della demolizione della “Dimora di Dio con gli uomini)” (= Chiesa =Civitas Cathlica), di cui i papaveri in tonaca del Clero-senza-tonaca sono parte integrante.

      Ma abbiamo un Dio (Quello in Tre Persone), una Patria, una Famiglia. Loro no

      1. Mi scuso con Ioannes: quello del VI sec. e’ il documento conosciuto come Atti di Barnaba. Il vangelo apocrifo di Barnaba non è neanche uno scritto appartenente alla tarda antichità: e’ uno scritto del tardo XIV sec. È scritto direttamente nella Spagna ancora islamica, ed è il vangelo ufficialmente riconosciuto da tutte le scuole islamiche (al-injil). Mi ripeto: e noi dialoghiamo con gente che proclama “Non dite TRE! Basta!” (Corano sura IV,171).

        1. Non siamo “noi”. È la fascia massonica del Clero Cattolico. È la Mafia di San Gallo, strutturata per anni nel tentativo di far eleggere il card. Martini o un suo discepolo

  7. una sola fede

    La storia di appoggio e apertura all’Islam parte dal CVII.

    A certi documenti si sono rifatti poi con una robusta messa in pratica GPII, BXVI (che del Concilio fu anche nominato tra i consulenti) e BERGOGLIO naturalmente.

    Nella LUMEN GENTIUM, importante documento conciliare, fu scritto:

    “..Ma il disegno di SALVEZZA abbraccia anche coloro che riconoscono il Creatore, e tra questi in particolare i MUSULMANI, i quali, professando la fede di Abramo, adorano CON NOI un Dio UNICO, misericordioso, che giudichera’ gli uomini nel giorno finale”

  8. una sola fede

    E in un altro documento del Concilio Vaticano II, la NOSTRA AETATE:

    “La Chiesa guarda CON STIMA I MUSULMANI, i quali adorano l’UNICO DIO, vivente e sussistente, misericordioso e onnipotente…

    Essi cercano di sottomettersi con tutto il cuore ai decreti di Dio, come vi si è sottomesso anche ABRAMO, a cui la FEDE ISLAMICA volentieri si riferisce..

    Pur NON RICONOSCENDO GESÙ, tuttavia lo venerano come profeta e onorano la sua madre la Vergine Maria… .

    Inoltre (i MUSULMANI) attendono il giorno del Giudizio, quando Dio retribuira tutti gli uomini risuscitati…

    Hanno in stima la vita morale e rendono culto a Dio con preghiere, elemosine e digiuno.

    Se nei secoli ci sono stati non pochi dissensi e inimicizie tra cristiani e musulmani, il sacro CONCILIO esorta tutti a DIMENTICARE IL PASSATO e ad esercitare una mutua comorensione, nonché a difendere e promuovere insieme per tutti gli uomini la GIUSTIZIA SOCIALE, LA PACE E LA LIBERTÀ ”

    Quindi un programma tracciato mezzo secolo…

    1. NOSTRA AETATE è ERETICA: eretica lei e tutti quei pseudo cattolici (modernisti e papolatri) che la difendono (a meno che non siano affetti da ignoranza invincibile)!
      Chi non riconosce la divinità di Cristo e non Lo adora come Dio NON adora Dio!
      Secondo chi ha scritto e chi difende Nostra Aetate, Dio avrebbe ispirato una vera religione diversa da quella da lui personalmente fondata e che nel suo “libro sacro” contiene 123 sure anticristiane?
      La chiesa modernista, ovvero la FALSA CHIESA dei vari eretici, crede che i musulmani adorino l’UNICO DIO, la Chiesa Cattolica sa che non è così!

  9. Purtroppo, con grandissimo rammarico, occorre ammettere che non ci sono più i papi di una volta…
    Man mano, essi si sono allontanati sempre più dal Vangelo, seguendo il (marcio) mondo, invece la Parola di Dio, è immutabile;
    Gesù ha detto: “passeranno il Cielo e la Terra, ma le mie parole mai” e invece assistiamo ogni giorno, con questo papa massone amico dei nemici di Santa Madre Chiesa, alle sue, oltre che noiose, insensate parole, e discorsi fuori da ogni grazia di Dio!
    Basti pensare come si è presentato al mondo, nel giorno della sua elezione: “buonasera”.
    Non c’è altro da aggiungere…

    1. Perciò:

      – o questo è semplicemente un personaggio che “fa il Papa” senza esserlo
      – o è un Papa che brucia anni di vita della Chiesa, producendo solo danni e vacuità, e bisogna solo pensare che ne verrà uno “normale”
      – o siamo in un passaggio apocalittico, caratterizzato anche dallo stravolgimento della fonte del Magistero

      – o una combinazione delle tre possibilità, in percentuali da definire.

      In ogni caso
      – bisogna sentire e seguire altro, altre persone (che non sono Papi, ovviamente)

      1. Raffaele, rifacendomi a Quelo-Guzzanti, alle tue ipotesi vorrei rispondermi: “La seconda che hai detto!” …ma credo che la cosa sia ben più tragica.

  10. una sola fede

    Caro Diego, già, è così e io ho inserito quel brano del documento conciliare NOSTRA AETATE proprio per ribadire da dove nasce la progettualità sincretista che poi abbiamo visto ampiamente sviluppata e trasformata in realtà fattiva dai papi degli ultimi tre decenni.

    In particolare ecco poi cosa ne pensava della genesi della “Nostra aetate” BENEDETTO XVI il 14.2.2013, cioè tre giorni dopo l’annuncio del suo abbandono:

    “Inaspettatamente è cresciuto un documento che rispondeva in modo più sintetico e concreto alle sfide del nostro tempo, e cioè la NOSTRA AETATE.

    I vescovi dei Paesi ARABI non erano contenti di questo (cioè che in quel documento si fosse parlato anche dell’Antico Testamento e quindi del popolo ebraico), temevano una glorificazione dello Stato di Israele. E dissero: parlate anche dell’ISLAM, solo così siamo in equilibrio. Anche l’ISLAM è una grande sfida e la Chiesa DEVE anche chiarire la sua posizione con l’ISLAM.

    Oggi sappiamo quanto fosse NECESSARIO”

    Segue..

  11. una sola fede

    Continuo a trscrivere stralci del discorso di BENEDETTO XVI. al clero romano 14.02.2013 a proposito della genesi del documento conciliare NOSTRA AETATE.

    “Quando abbiamo cominciato a lavorare anche sull’ISLAM, ci hanno detto: Ma ci sono anche altre religioni nel mondo, pensate al BUDDISMO, all’INDUISMO ecc.

    E così,invece di una Dichiarazione solo sull’antico Popolo di Dio, si è creato un testo sul DIALOGO INTERRELIGIOSO, anticipando quanto solo trent’anni dopo si è mostrato in tutta la sua INTENSITÀ E IMPORTANZA.

    C’è l’ESPERIENZA RELIGIOSA CON UNA CERTA LUCE UMANA DELLA CREAZIONE e quindi è possibile e NECESSARIO ENTRARE IN DIALOGO, e così APRIRSI L’UNO ALL’ALTRO e APRIRE TUTTI ALLA PACE DI DIO, di tutti i SUOI FIGLI,di tutta la sua famiglia.

    Ancora stiamo lavorando per capire meglio questo insieme tra unicità Rivelazione di Dio, unicità dell’unico Dio incarnato e MOLTEPLICITÀ DELLE RELIGIONI con cui CERCHIAMO LA PACE e pure il CUORE APERTO PER LA LUCE DELLO SPIRITO SANTO(sic!)

    1. Gentile una sola fede, nessun vero tradizionalista può rimpiangere Ratzinger: Bergoglio è ancora peggio ma la strada gli è stata tracciata bene!

  12. si etiam omnes

    Fatemi spezzare una lancia nei confronti di Benedetto XVI, anche se avrà tutte le mancanze da molti di voi riportate. Lui è stato il mezzo che Nostro Signore ha usato per farmi diventare cattolica. Quindi, gli devo riconoscenza. Al di là delle mie faccende individuali, poi, bisogna ammettere che almeno ci ha provato ( Ratisbona, Summorum Pontificum, recupero della Tradizione, sensibilità e amore per la storia e cultura d’Europa…), e che era avversato da OGNI parte, va detto. Averlo oggi Benedetto! Tra lui e quest’uomo c’è un abisso.

    1. una sola fede

      Gentile “si etiam omnes”, rispetto naturalmente la sua posizione su Benedetto. Io mi limito, per quanto mi riguarda, a ricordare e rimettere sotto gli occhi quegli aspetti, zone di ombra profonda, che i papi degli ultimi cinquanta anni a più riprese hanno – ahinoi -mostrato.

      Partendo dalle teorie ben tracciate in documenti del Concilio, che ho più volte riportato. Poi che ciascun pontefice abbia fatto sicuramente qua e la cose più o meno buone (a parte l’attuale di cui non mi sovengono al momento) è ovvio, direi. Ma io tendo in questa sede a riportare ciò che stride GRANDEMENTE con la Dottrina da sempre e che tali Capi hanno contribuito a rendere oramai cosa naturale, a forza di colpi di PICCONE

      Seguendo però alcune delle idee del Concilio, come le stesso Benedetto (che in tale contesto fu CONSULENTE TEOLOGICO) ci ha detto anche tre anni fa come ho avuto modo di riportare, e lo fece in quel febbraio pure con VANTO, se si leggono bene tali dichiarazioni al clero romano fermo restando poi che in confronto a omissis tutto il resto pare ottimo, ma ricordiamoci pure che egli non è lì per caso, bensì frutto di decenni di questo andazzo e di una strategia ben precisa.

      C’è quindi solo da sperare e pregare che venga quanto prima cambiata, smantellata.

      Altrimenti possono anche mutare i singoli protagonisti magari, ma se la linea del governo ecclesiale poi resta la stessa, non andiamo molto lontano e ci faremmo solo illusioni

Rispondi a Nobody Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su