Chiedo scusa anch’io…  –  di Giovanni Lugaresi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Da credente, peccatore ma credente, uomo di poca fede, ma sempre, comunque credente, consapevole che la misericordia di Dio mi verrà concessa soltanto se mi pentirò dei peccati commessi e farò proponimento di non più commetterne più…  Ecco, ciò premesso penso di dover chiedere scusa prima di tutto a Nostro Signore. Chiedergli scusa per avere peccato in pensieri, parole, opere ed omissioni. Scusa al buon Dio se non ho amato il mio prossimo come me stesso, se non ho santificato la festa, se ho mancato di carità nei confronti di chi era nella miseria, se non ho pregato per la conversione dei peccatori, se sono stato distratto durante messe nelle quali peraltro era il celebrante il primo a distrarsi, a prendersi licenze, a commettere abusi liturgici!

di Giovanni Lugaresi

.

zzscsDa credente, peccatore ma credente, uomo di poca fede, ma sempre, comunque credente, consapevole che la misericordia di Dio mi verrà concessa soltanto se mi pentirò dei peccati commessi e farò proponimento di non più commetterne più…

Ecco, ciò premesso penso di dover chiedere scusa prima di tutto a Nostro Signore. Chiedergli scusa per avere peccato in pensieri, parole, opere ed omissioni. Scusa al buon Dio se non ho amato il mio prossimo come me stesso, se non ho santificato la festa, se ho mancato di carità nei confronti di chi era nella miseria, se non ho pregato per la conversione dei peccatori, se sono stato distratto durante messe nelle quali peraltro era il celebrante il primo a distrarsi, a prendersi licenze, a commettere abusi liturgici!

Chiedo scusa a mia moglie se a volte, innervosito per qualcosa che non va, alzo la voce con lei che non c’entra, e chiedo scusa se in autobus inavvertitamente urto una persona. E a volte sono io a chiedere scusa se vengo urtato…

Credo, senza peccare di immodestia, o di superbia (Dio ne scampi!), di non aver nulla da imparare da quel vescovo pugliese che non perde occasione per insegnare l’abc del cristianesimo dall’alto della sua cattedra, saccente e supponente.

Predicasse e applicasse prima di tutto a se stesso l’umiltà non sarebbe cosa disdicevole, anzi!!!

Mi permetto di suggerire che la via della santità alla quale noi cristiani siamo chiamati, non è quella della costa jonica, bensì quella francese di Giovanni Maria Vianney, il Santo Curato d’Ars…

E basta con le parole in libertà. Il silenzio aiuta sempre: evita di dire spropositi, aiuta alla introspezione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

1 commento su “Chiedo scusa anch’io…  –  di Giovanni Lugaresi”

  1. Giovanni Maria Vianney, il Santo Curato ‘Ars, patrono di tutti i sacerdoti e i parroci del mondo, disse al fanciullo che gli aveva indicato la strada per Ars: -Tu mi hai indicato la strada per Ars, io ti indicherò la strada per il Cielo-. E così fece e avvenne, come avvenne tutto ciò per una infinità di fedeli che a lui ricorrevano da ogni dove per confessarsi e ricevere da lui aiuto e consolazione; da lui che consumò la sua vita in confessionale, dormendo pochissimo, quasi senza mangiare, tutto per amore di Dio e per la salvezza delle anime. Nella chiesetta di Ars, incorporata nella più grande basilica, rimasta intatta nella sua struttura e conformazione, pare ancora di vederlo, il Curato, scarno e macilento, ma forte e appassionato, mentre predica ai fedeli l’amore per Cristo Salvatore che si fa presente nell’Eucaristia per starci vicino e per non lasciarci mai. DI QUESTI PRETI ABBIAMO BISOGNO PER FARCI SANTI. Giustamente!

Rispondi a Tonietta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su