Lettera aperta a Papa Francesco – di Pinchus Feinstein

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

 

La lettera, per volontà dell’Autore, è stata pubblicata sul sito Revisionist History, del giornalista storico revisionista Michael Hoffman

La stessa è stata ripresa dalla rivista Chiesa Viva,
che l’ha pubblicata sul numero di aprile 2016

————————————————————————————————————————————————–

.

A Sua Santità, Papa Francesco
Città del Vaticano
Gennaio 2016

zzzzbrgbrSono un Ebreo. Ho la certezza, come Menachem Mendel Schneerson di Crown Heights, Brooklyn, di discendere direttamente da Re Davide per parte di mio padre (mia madre, mi è stato assicurato, discendeva da Hillel).

Ho 74 anni. Mi sono convertito alla Chiesa Cattolica Romana all’età di 17 anni, nel corso dell’ultimo anno del pontificato di Papa Pio XII. L’ho fatto perché ero convinto che dovevo accettare ed avere fede che Gesù Cristo è il mio salvatore, e io ho creduto. E ho creduto che per avere una possibilità di salvezza dovevo essere un membro battezzato della Sua Chiesa. Così mi sono convertito e sono stato battezzato nella Chiesa Cattolica, e dopo sono stato confermato.

Nel corso degli anni ho contribuito con decine di migliaia di dollari all’Obolo di San Pietro (il tesoro proprio del papa che a Lei ovviamente dev’essere molto familiare), alla mia parrocchia e alla diocesi.

Durante questo tempo ho assistito a migliaia di Messe, partecipato a centinaia di ore sante e di novene, ho detto migliaia di rosari e ho fatto centinaia di viaggi al confessionale.

Ora, nel 2015 e nel 2016 ho letto le sue parole e quelle della sua “Pontificia Commissione”.

Lei oggi insegna che perché io sono un Ebreo per razza, l’alleanza di Dio con me non è mai stata revocata, e non può essere revocata. Lei non spiega in questo insegnamento che io potrei fare qualcosa che potrebbe minacciare l’Alleanza, che Lei dice Dio ha con me perché sono un Ebreo.
Lei insegna che si tratta di un’Alleanza indissolubile. Lei non ha mai detto che questo dipenda dal fatto che io sia una brava persona. A rigore di logica, se l’Alleanza di Dio con me è indissolubile, un Ebreo per razza, come io sono, può fare tutto quello che vuole e Dio continuerà a mantenere l’Alleanza con me e io andrò in cielo.

La sua Pontificia Commissione, lo scorso dicembre ha scritto [vedi in calce la NdT]: “La Chiesa cattolica non conduce né incoraggia alcuna missione istituzionale rivolta specificamente agli Ebrei … essa non ritiene in alcun modo che gli Ebrei siano esclusi dalla salvezza di Dio perché non credono in Gesù Cristo quale Messia di Israele e Figlio di Dio”.

Lei è il Pontefice. Io credo in ciò che la sua Commissione insegna sotto la sua bandiera e a suo nome, e in ciò che Lei ha dichiarato durante la sua visita alla sinagoga nel mese di gennaio.
Di conseguenza, non vedo più che senso abbia alzarsi ogni Domenica mattina per andare a Messa, recitare i rosari, o compiere il Rito della Riconciliazione il sabato pomeriggio. Tutti questi atti sono superflui per me. Sulla base del suo insegnamento, ora so che in forza della mia speciale superiorità razziale agli occhi di Dio, non ho bisogno di niente di tutto ciò.

E ora non vedo alcuna ragione che spieghi perché sono stato battezzato nel 1958. Non era necessario per me essere battezzato. Non vedo più il motivo per cui vi fosse la necessità per Gesù di venire sulla terra o di predicare agli Ebrei figli di Abramo, del Suo giorno. Come dice Lei, essi erano già salvati in conseguenza della loro discendenza razziale dai patriarchi biblici. Perché avrebbero avuto bisogno di Lui?

Alla luce di ciò che Lei e la sua Pontificia Commissione mi avete insegnato, sembra che il Nuovo Testamento sia una frode, almeno per quanto riguarda gli Ebrei. Tutte quelle predicazioni e dispute con gli Ebrei erano senza scopo. Gesù ha dovuto saperlo, eppure ha persistito nel causare un sacco di guai agli Ebrei, insistendo che dovevano rinascere, che dovevano credere che Egli fosse il loro Messia, che dovevano smettere di seguire le loro tradizioni umane, e che non avrebbero potuto procurarsi il cielo se non avessero creduto che Egli era il Figlio di Dio.

Vostra Santità, Lei e la sua Commissione mi avete istruito sulla vera strada per la mia salvezza: la mia razza. Che è tutto quello di cui ho bisogno e tutto quello di cui ho avuto sempre bisogno. Dio ha un’alleanza con i miei geni. Sono i miei geni che mi salvano. Adesso i miei occhi sono aperti.

Di conseguenza, Lei avrà notizie dal mio avvocato. Sto depositando una querela contro il papato e la Chiesa Cattolica Romana. Voglio i miei soldi indietro, con gli interessi, e chiedo il risarcimento danni per il male psicologico che la sua Chiesa mi ha procurato, facendomi pensare che per andare in cielo dopo la mia morte avessi bisogno di qualcosa oltre alla mia stessa elevata identità razziale.

Contendo anche il tempo che ho sprecato e che avrei potuto passare occupandomi dei miei affari, invece di sperperarlo ad adorare un Gesù di cui oggi la sua Chiesa dice che non avevo bisogno per credere nella mia salvezza.
I suoi prelati e i suoi chierici mi hanno detto qualcosa di molto diverso nel 1958. Sono stato derubato!

Sinceramente
Pinchus Feinstein
2617646 Ocean View Ave.
Miami Beach, Florida 33239

.

P.S. – Ho trasmesso questa lettera a Hoffman, un ex inviato da New York dell’AP, aspettandomi che la porti a conoscenza di coloro che devono sapere. Lo faccio come fosse un sogno e tuttavia essa rappresenta i sentimenti di molte vittime della sua Chiesa ladrona – Pinch


Copyright ©2016 by Michael Hoffman. All Rights Reserved
www.revisionisthistory.org

.

Nota del traduttore
Si tratta di due passi (al n° 40 il primo e al n° 36 il secondo) del documento della “Commissione per i rapporti religiosi con l’ebraismo”, del 10 dicembre 2015, intitolato: “Perché i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili” – reperibile sul sito del Vaticano
.

fonte: Una Vox

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

31 commenti su “Lettera aperta a Papa Francesco – di Pinchus Feinstein”

  1. Già anch’io chiedo i danni per non aver divorziato credendo che il matrimonio fosse un sacramento ecc ecc.
    Perfettamente d’accordo…..

    1. franco valentini

      Anch’io chiedo i danni perchè ho divorziato 30 anni fa quando ero lontano dalla fede e in ottemperanza al Magistero mi sono sempre astenuto dal fare la Comunione. Nel 1995, (ai tempi della mia conversione) ho speso diversi milioni per ottenere la nullità, ho dovuto subire due sentenze, la cui ultima a Firenze fu negativa. Il tutto durò due anni e mezzo. Ora mi accorgo che hanno istituito il cosiddetto “divorzio cattolico” (chiamato cosi negli USA, dove è stato in vigore per 12 anni e poi soppresso perchè tutti ottenevano la nullità) il cui processo pare duri 45/60 giorni (altro che divorzio breve) e sarà demandato al vescovo della diocesi di appartenenza, il quale lo sub-appalterà sicuramente al consiglio pastorale catto-comunista ed il gioco è fatto. Onde per cui chiedo danni materiali e soprattutto morali…per i 30 anni che mi hanno tenuto al margine. A parte gli scherzi, ritornerò a fare la Comunione, sicuramente non nel modo di Bergoglio, ma praticando l’unico modo in cui lo permette la…

  2. Caro Phincus Feinstein : a mio modesto parere, quello che le dissero nel 1958 era la sacrosanta verità. Dopo la morte di Pio XII, invece, la menzogna si è impadronita della Chiesa, non più Chiesa di Cristo, ma di Satana; ecco spiegata la conclamata contraddittorietà degli insegnamenti preconciliari rispetto a quelli impostici da Roncalli in poi. C’è stato un colpo d stato in Vaticano, falsi pastori si sono insediati in tutti i posti di potere (con la violenza e l’inganno);i hanno indetto un falso Concilio, per stravolgere la dottrina bimillenaria di Santa Romana Chiesa, imbrogliando i fedeli con il trucco della falsa obbedienza, cioè dell’obbedienza a degli impostori, usurpatori di cariche che non meritavano in alcun modo. Hanno stravolto la liturgia (NOM), il catechismo, la dottrina, la stessa arte sacra (con le orrende chiese moderniste), con un’ evidente desiderio di vendetta e rivalsa sulla Chiesa preconciliare (in particolare contro i papi di nome Pio). La Verità è solo quella fornitaci dal magistero bimillenario preconciliare (papi, santi, martiri), tutto il resto sono menzogne diaboliche, infarcite di qualche saltuaria verità per meglio ingannare fedeli. Oggi Chiesa 2.0 è comunista (quindi scomunicata da Pio XII), protestante (perciò scomunicata dal Concilio di Trento a da S. Pio V), ecumenista (apertamente condannata da San Pio X), massonica (cardinali e papi massoni da diversi decenni).
    Caro Phincus, resti attaccato alla Chiesa preconciliare, com su solida roccia, e lasci stare chi ha scelto di servire Satana anziché NSGC. Pace e bene

  3. Avete in mente la storiella, dalle tinte un pochino anti-semite, del papá ebreo che insegna al figlioletto a saltargli addosso e l’uomo, dopo l’ennesimo salto, lascia cadere il figlioletto per terra e alle domande accompagnate dal pianto del bambino l’uomo risponde ‘mai fidarsi di un ebreo’? Ebbene, caro Feinstein, più che degli ebrei potremmo dire: mai fidarsi di un gesuita modernista, per giunta sudamericano e di origini italiane! Caro Feinstein, caro fratello nella fede e caro fratello in Cristo Gesù, neanche uno iota dell’Antica Alleanza è andato perso in Cristo Gesù. Legga San Paolo e rifletta sulla vita di quella straordinaria donna che fu Edith Stein. Ma questo, sicuramente, già lo sa.

  4. Egregio signor Feinstein,
    come darle torto?
    è palese il tono provocatorio e pienamente comprensibile del suo scritto.
    Per l’evenienza tuttavia che al suo comprensibile risentimento lei faccia seguire anche azioni contrarie al suo attuale e vivamente sentito credo cattolico, mi chiedo se non le sarebbe utile rileggere qualcosa della vicenda umana di:
    Eugenio Pio Zolli, sua moglie Emma Majonica e Judith Cabaud, tutti e tre convertiti dall’ebraismo come lei.
    La comprendo e condivido con lei il profondo senso di delusione e di risentimento per lo stato di confusione e buio in cui versa attualmente la Chiesa cattolica.

    1. Rosalba Foti

      Edith Stein , Giovanni Paolo ll le sono di grande aiuto . Comprendo le sue parole il suo stato d ‘animo comune a tanti Cristiani Cattolici . Siamo avviliti , ma ci basta S Paolo e la sua Fede .Il Signore Gesù figlio di Dio nn può tradire

  5. Questi buffoni travestiti sono riusciti a schifare persino gli ebrei, convertiti e non.

    Questa lettera mandatela pure a Fellay.

  6. Alberto Fernetti (Vienna)

    La “Pontificia Commissione” è ormai all’apostasia.
    Invece ( o quindi…), l’ex-Ebreo… fa causa per avere indietro i soldi!!!
    GRANDISSIMO!!!
    Veramente, Dio poteva incarnarsi solo in un Ebreo.

    1. Solo per la precisione dottrinale: Dio non Si è “incarnato in un Ebreo” (uomo esistente, “diventato Dio”).

      Dio è nato da Maria Vergine. Il Padre di Gesù Cristo è Dio Padre, lo Sposo della Vergine è lo Spirito Santo (e lo sposo verginale umano è San Giuseppe).
      Gesù Cristo: unico Uomo Vero, dopo la catastrofe del Peccato Originale. L’unico modo con cui Dio potesse trovarSi di fronte un vero uomo era farSi Uomo Egli stesso

  7. Caro Pinc,
    Gesù è venuto a liberare l’uomo da tutta quella sovrastruttura religiosa e politica fatta di rabbini, sacerdoti immam e formule religiose volte solo a porsi fra l’uomo e Dio per manipolarne e svigorirne la relazione. Gesù ripristina la naturale relazione con Dio riconducendola nella sostanza ad una parola,per lei familiare, ABBA. Restituisce a questa relazione la regola base ed essenziale: l’amore. Identifica chiaramente lo spazio all’Interno del quale si muove:la misericordia. Rispettato alla salvezza poi, essa non deriva dalle sue preghiere, dai suoi sacrifici o dai suoi geni, ma dall’amore compassionevole che Dio le ha usa. Visto i suoi anni non stia a perdersi dietro a geni, lettere e formule, ma ringrazi Dio come ABBA e viva una vita nell’Amore. Il resto è solo romanticismo, politica, ristrettezza. Un saluto Alberto

  8. Annarosa Berselli

    Tutta la mia ammirazione ed il mio affetto all’autore della lettera, che appartiene al popolo che
    studio dal 2 febbraio 1972! Nostro Signore non ha bisogno di dogmi, per fare entrare un’anima
    in casa Sua!

  9. Caro Pinchus non dia retta a quello che sente dire dal “papa” che abbiamo attualmente! Consideri che queste eresie non erano mai state dette dai papi precedenti che erano ancora ababstanza seri (anche se post conciliari). Continui a praticare il cattolicesimo come ha sempre fatto e non se ne pentirà. Camerateschi saluti.

  10. Lettera COERENTISSIMA: sarebbe meglio per l’anima di Pinchus Feinstein credere in Cristo e schifare i moderni apostati, che essendo modernisti NON sono cattolici ma, piuttosto che niente, speriamo almeno che sprema più soldi possibili alla neo-chiesa!

  11. Federico Fontanini

    Sono tempi bui. E queste tenebre ce le siamo meritate con i nostri peccati. Occorre pazienza e fortezza. Il problema non è Papa Bergoglio. E’ più profondo e più grave, solo che ora il bubbone comincia a rompersi e si sente il marcio che prima era solo nascosto. Bando alle contese, ai risentimenti, alle provocazioni. E’ tempo di far penitenza (come la Madonna ha più volte invitato) riconoscendo che Dio è giusto in tutto ciò che compie e anche permette e supplichiamolo perché affretti il momento della vittoria Sua e del Cuore Immacolato di Maria.

  12. Signor Feintein,una bella persona,educata,preparata e simpatica.
    Complimenti.
    Lei andrà in Paradiso,per queste sue qualità.
    Ha detto le cose giuste con semplicità e autorità,nello stesso tempo.
    Ha fatto il riassunto di tanti pensieri e idee.,E’ credibile e degno di attenzione,perchè non fa che raccontare la sua vita.
    Vorrei un po’ della sua saggezza…Non se la porti in Paradiso,la lasci a qualcuno…Ci serve.
    Un saluto dalla Calabria,Italia..

  13. Ancora ci si ostina a corrispondere con questo eretico manifesto…….Al di fuori della Chiesa Cattolica esiste assolutamente nessuna salvezza.
    Gli eretici manifesti sono esclusi automaticamente dalla Chiesa Cattolica, ne possono essere considerati dei veri Papa.

    Sia Lodato Gesù Cristo

  14. Buon giorno a tutti,
    il brutto di quanto si è potuto leggere non consiste nel fatto in sè (che già di per se è sconvolgente), ma nel retropensiero che può essere letto, e senza tanta fatica, nelle gravissime affermazioni della commissione pontificia. Se si presuppone che “La Chiesa cattolica non conduce né incoraggia alcuna missione istituzionale rivolta specificamente agli Ebrei … essa non ritiene in alcun modo che gli Ebrei siano esclusi dalla salvezza di Dio perché non credono in Gesù Cristo quale Messia di Israele e Figlio di Dio”, allora l’Incarnazione, la Passione, il Sacrificio, la Resurrezione del Verbo Divino fattosi uomo sono perfettamente e completamente inutili per la salvezza.
    E questo non solo è innanzitutto vero (?!?!) per un Ebreo, poichè la vecchia Alleanza non sarebbe stata revocata, ma lo è tanto più per qualsiasi uomo, poichè … tanto … siamo tutti figli di Dio.
    Bravi, proprio bravi! L’hanno imparata bene la lezione mondialista-pacifista!

    1. Caro Alessandro, sai chi li interroga, chi insegna loro queste manfrine ? penso sia quello che fino a pochi anni fa Padre Livio definiva “il cornutone menzognero e omicida fin dal principio”. Non ci può essere nessun’ altra spiegazione a tanta folle apostasia, nessuna giustificazione, solo puro orrore, di fronte a un sì grande tradimento di Cristo Salvatore del mondo. Vigliacchi, vigliacchi, vigliacchi, ! vi punisca il Signore (come diceva l’angelo al dèmone).

      1. Sì, hai perfettamente ragione. Ma io rimango interdetto di fronte alla conseguenza di cotanta apostasia, ossia: ma non si accorgono che così si distruggono da soli? Se è vero che Cristo è inutile per la salvezza, perchè siamo tutti figli di Dio, non solo si dà il benservito all’Apostolo Giovanni (Prologo del Vangelo, v. 12), non solo è cancellata tutta la teologia della Grazia (e tanti cordiali saluti a sant’Agostino, cosicché assistiamo ad un pelagianesimo di fatto), ma allora se ne deduce che la Chiesa non serve più a niente. Se tanto mi salvo praticamente da solo, allora a che cosa serve il Sacerdozio gerarchico, ed i Sacramenti che solo esso può amministrare? Il S.mo Sacrificio di Cristo sulla croce è diventato il beau geste socratico di una grande anima? Dall’apostasia ci si può salvare… ma dall’imbecillità autolesionista, no. Forse (ripeto: forse) è venuto il momento di passare in massa ad uno sciopero dell’8 per 0/00 per fargli capire che è ora di finirla con queste balordaggini da next age.

        1. Caro Alessandro, sappi che se non indichi niente come scelta del’8 per mille esso va allo Stato, e non è proprio una bella cosa, visti gli scandali di cui sono protagonisti i nostri politici. Io ho scelto di darlo alla Chiesa Ortodossa : saranno scismatici, ma rispetto a Bergoglio e soci sono all’empireo (mentre il clero ex cattolico, salvo rarissime eccezioni, il sommo poeta DAnte Alighieri lo metterebbe sicuramente tutto nei gironi infernali, minimo tra gli ingannatori e imbroglioni)

          1. Caro Catholicus, in effetti la mia era solo una provocazione, e comunque anch’io sono tentato a non firmarlo. Però, c’è un’obiezione: se non lo diamo alla Chiesa Cattolica, come si sostenteranno le seguenti categorie di persone? A) Preti di retti costumi e sana dottrina (per cui celebrare la S. Messa è un sacro dovere, e non una noiosa incombenza); B) frati appartenenti ad ordini e conventi in cui la vita religiosa è curata; C) suore che insegnano catechismo e preghiere ai bambini. Dammi pure del romantico sciocco, ma quando penso all’8*1000, penso alle suore che mi hanno insegnato la dottrina, oppure a quelle che (nei vari centri per la vita) lottano quotidianamente contro l’aborto. A questa gente, ed a tutti quelli cui fanno del bene vero, secondo il S. Cuore di Gesù, dobbiamo pur dare dare un piatto di minestra. Purtroppo siamo conciati così: tra un clero che ormai non ha pressoché più fede (neppure in se stesso) e tanti devoti e sinceri adoratori di Gesù. ALLEGRIA!!!!

  15. Mi associo al geniale ebreo convertito nel chiedere alla Chiesa un danno patrimoniale, come risarcimento morale per non aver goduto come un animale di tutte le occasioni che mi si sono presentate negli anni, e che ho rifiutato pensando fossero tentazioni da fuggire. Avrei potuto spassarmela, e approfittare di quest’anno 2016, così misericordioso, per un bel colpo di spugna. A quanto pare non avrei nemmeno dovuto pentirmi. Oltretutto, mi sarei risparmiato i rimbrotti del Papa (“Cristiano da sacrestia”, “sepolcro imbiancato” ecc.). Mi sento cornuto e mazziato.

  16. ANCHE IO QUOTO: GENIO! Provocatoriamente geniale, spero gli faccia causa veramente e si rifaccia dare i soldi!
    CHIESA POVERA? CHIESA POVERA!

  17. .. Un gusto così raffinato del paradosso può essere espresso solamente da una persona di cultura ebraica…

  18. Francesco Franco

    Lasciamo parlare la Beata Anna Caterina Emmerich, “Vidi una strana chiesa che veniva costruita contro ogni regola… Non c’erano angeli a vigilare sulle operazioni di costruzione. In quella chiesa non c’era niente che venisse dall’alto… C’erano solo divisioni e caos. Si tratta probabilmente di una chiesa di umana creazione, che segue l’ultima moda, così come la nuova chiesa eterodossa di Roma, che sembra dello stesso tipo…”. (12 settembre 1820), “Ho visto di nuovo la strana grande chiesa che veniva costruita là [a Roma]. Non c’era niente di santo in essa. Ho visto questo proprio come ho visto un movimento guidato da ecclesiastici a cui contribuivano angeli, santi ed altri cristiani. Ma là [nella strana chiesa] tutto il lavoro veniva fatto meccanicamente. Tutto veniva fatto secondo la ragione umana… Ho visto ogni genere di persone, cose, dottrine ed opinioni.
    C’era qualcosa di orgoglioso, presuntuoso e violento in tutto ciò, ed essi sembravano avere molto successo. Io non vedevo un solo angelo…

  19. Francesco Franco

    “Vidi cose deplorevoli: stavano giocando d’azzardo, bevendo e parlando in chiesa; stavano anche corteggiando le donne. Ogni sorta di abomini venivano perpetrati là. I sacerdoti permettevano tutto e dicevano la Messa con molta irriverenza. Vidi che pochi di loro erano ancora pii, e solo pochi avevano una sana visione delle cose. Vidi anche degli ebrei che si trovavano sotto il portico della chiesa. Tutte queste cose mi diedero tanta tristezza”. (27 settembre 1820), “Nel centro dell’inferno ho visto un abisso buio e dall’aspetto orribile e dentro di esso era stato gettato Lucifero, dopo essere stato assicurato saldamente a delle catene…Dio stesso aveva decretato questo; e mi è stato anche detto, se ricordo bene, che egli verrà liberato per un certo periodo cinquanta o sessanta anni prima dell’anno di Cristo 2000. Mi vennero indicate le date di molti altri eventi che non riesco a ricordare; ma un certo numero di demoni dovranno essere liberati molto prima di Lucifero, in modo che tentino gli uomini e come strumenti della vendetta divina.”.
    Questa è la Chiesa odierna, da essa risorgerà la “Chiesa di Cristo” Luce dei popoli, per noi rimane solo la preghiera e l’ancora della Traditio.

  20. I demoni berati “molro prima di Lucifero” sicuramente saranno stati i primi modernisti, oppure gli eroi del nostro Risorginemeto (Garibaldi, Mazzini, Cavour, ecc.), o ancora i gicaobini francesi, guidato da quel massone d Bonaparte (ha, dimenticavo i massoni inglesi, nemici dle papa e del Regno dele due Sicilie)..

  21. L’abominio della desolazione in Vaticano, (Daniele 12: 1-13). Ricerca di vincenzo russo: http://www.webalice.it/iltachione
    Ovvero: quando con la nuova messa è stato abolito il sacrificio di Cristo e negata la reale presenza di Cristo nell’ostia.
    LA MADONNA A FATIMA CHIESE LA CONSACRAZIONE DELLA RUSSIA AL SUO CUORE IMMACOLATO DA SUBITO. SI SAREBBERO COSI’ EVITATE SOFFERENZE E GUERRE PER L’UMANITA’ FIN DA QUELL’ATTO DI CONSACRAZIONE, ED IL MODERNISMO ED IL COMUNISMO NON SAREBBERO DILAGATI NEL MONDO A DANNO DELLE FAMIGLIE E DELLE NAZIONI, (ABORTO, GUERRE, DIVORZIO, FEMMINISMO, CORRUZIONE, FIGLI CONTRO I GENITORI, RIVOLUZIONE SESSUALE, MAMMISMO E DISPREZZO PER LA FIGURA PATERNA, ECC.). SAREBBE SOPRAVVENUTA INVECE UN’ERA DI PACE ED IL MONDO INTERO AVREBBE ACCETTATO IL CATTOLICESIMO COME VERITA’ RIVELATA.
    NON ESSSENDO STATE ESAUDITE PERO’ LE RICHIESTE DI DIO, NEPPURE MOLTI ANNI DOPO IL 1917. TRAMITE ULTERIORI PRESSIONI DI SUOR LUCIA, LA MADONNA CHIESE CHE TALE ATTO DI OBBEDIENZA, NON FOSSE RIMANDATO ANCORA, MA CHE ENTRO IL 1960 FOSSE RIVELATO COMPLETAMENTE L’INTERO SEGRETO. COSI’ DIO…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su