Nuovi abusi di potere: Il vescovo di Fort Worth proibisce la Messa tradizionale – di Lupo Glori

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Lupo Glori

Bishop-Olson1Continua il giro di vite attorno alla Messa celebrata secondo il rito straordinario. Il sito “Rorate Caeli”, sempre attentamente informato, riporta, infatti, l’ultimo sorprendente e preoccupante episodio che vede coinvolto Michael Olson, giovane arcivescovo, fresco di nomina, della diocesi di “Fort Worth” in Texas il quale ha improvvisamente ed arbitrariamente  vietato la celebrazione della Messa secondo il Rito romano antico presso la cappella del “Fisher-More College”, dove la celebrazione era frequentata con grande successo e partecipazione di studenti da ben 3 anni.

“Rorate Caeli” è venuta in possesso della lettera originale visualizzabile qui, che riportiamo di seguito tradotta in italiano. In essa l’arcivescovo Olson formalizza, senza tanti giri di parole, quanto già comunicato a voce al presidente del college Michael King, ossia la sua decisione di proibire, del tutto e con effetto immediato, la celebrazione della Messa secondo il rito straordinario, inclusi domeniche e giorni feriali, presso la cappella del campus studentesco, sottolineando come la Messa tradizionale sia già celebrata la domenica presso un’altra parrocchia della diocesi. Il testo si conclude con la paradossale affermazione che tale decisione pastorale viene presa a tutela degli studenti del “Fisher More College”  e al fine di salvaguardare l’anima di Mr. King!

Il sito americano pubblica anche un interessante ed autorevole parere canonico del “Canon Law Centre” nel quale viene evidenziato in maniera chiara e inappuntabile come dopo la promulgazione del motu proprio “Summorum Pontificum” da parte di Benedetto XVI non sia più nelle prerogative di un funzionario ecclesiastico, sebbene arcivescovo, permettere o proibire la celebrazione della Messa secondo l’usus antiquior. I fedeli hanno, infatti, il diritto, sancito dalle legge ecclesiastica, di poter assistere alla Messa ed accedere ai sacramenti secondo il vetus ordo.

La decisione dell’arcivescovo Michael Olson è dunque illegittima in quanto contraddice la superiore norma ecclesiastica rappresentata dal motu proprio e per questo raccogliamo l’appello del sito “Rorate Caeli” a diffondere e far conoscere il più possibile la notizia di questo nuovo abuso contro la Messa tradizionale. 

.

La lettera di mons. Olson

24 Febbraio 2014

Gentile Sig. King,

Grazie per la Sua visita di oggi.  Le scrivo per mettere per iscritto formalmente quello che le ho comunicato durante il nostro incontro.  Le seguenti norme entrano in vigore immediatamente.

  • Voi non avete il permesso di celebrare pubblicamente la forma Extraordinaria della Messa nella Cappella del Fisher More College.  Questo comprende sia la domenica che i giorni feriali.  La celebrazione della forma Extraordinaria per i fedeli è svolta ogni domenica presso la ‘St. Mary of the Assumption’ Chiesa Cattolica, di Fort Worth.
  • Voi potete solo avere la celebrazione della Messa nella forma Ordinaria, con sacerdoti che sono stati esplicitamente incaricati da me, per tale celebrazione  quale Vescovo di Fort Worth.
  • La mancata messa in pratica delle norme sopracitate risulterà nella revoca del permesso di celebrare l’Eucaristia nella vostra cappella ed anche nel ritiro del permesso di tenere Il Santissimo nella Capella.

Ordino queste norme con uno spirito di premura per gli studenti di Fisher More College ed anche per la Sua stessa anima. La invito a seguirle. La prego di comunicare agli studenti la mia gratitudine per il loro dono di preghiera e di rassicurare loro della loro presenza nelle mie.

Fedelmente in Cristo,

Reverendissimo Michael F. Olson, STD

Vescovo di Fort Worth.

.

fonte: Corrispondenza Romana

]]>

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

12 commenti su “Nuovi abusi di potere: Il vescovo di Fort Worth proibisce la Messa tradizionale – di Lupo Glori”

  1. E pensare che qualche illustre – e forse venerabile – teologo auspicava che l’inferno esistesse sì, ma vuoto …

  2. luciano pranzetti

    Ecco un altro di quei preti che san Pio da Pietrelcina vide flagellare Gesù che, apparsogli ” tutto malconio e sfigurato” rivolto alla turba di sacerdoti che disattendevano ai proprii doveri, li apostrofò: Macellai! . (Luigi Peroni – Padre Pio da Pietrelcina – ed. Borla 2002 pag. 150 ).

  3. Questo è l’effetto ” delle pillole di Misericordina e della Tenerezza, e della religione dell’allegria, ” La S. Messa antica, eterno patrimonio della Chiesa Universale non piace agli allegroni, perchè è troppo seria, perche a costoro il sacrificio di Nostro Signore Gesù Cristo da fastidio, per cui la S. Messa non è più calvario, non è più sacrificio, non è più olocausto, ma solo e semplicemente un banchetto, una cenetta tra amici, un ricordo e basta.

  4. Il noto americano Father Z (Zuhldorf , mi sembra ) ipotizza che ci sia ‘dietro’ molto di piu’ del Vetus Ordo . Forse qualche messa celebrata dalla SSPX o dal sospeso noto ‘ Fatimista’ Padre Gruener .
    Un altro sacerdote americano sostiene che il V.O. non c’entra nulla. C’e’ un fattore da tenere presente : qualche mese fa il College Fischer More , l’unico college tradizionalista cattolico negli interi Stati Uniti ( mentre le scuole elementari e ‘medie’ tradizionaliste sono in pieno boom e in pochissimi anni hanno , sebbene totalmente autofinanziate dai genitori , superato quota cento ) ha organizzato una colletta nazionale per poter sopravvivere , FORSE ALL’INSAPUTA DELLE AUTORITA’ ECCLESIASTICHE , e ce l’ha fatta in tempo rapidissimo ! Comunque e’ triste constatare come un vescovo , di 47 o 48 anni , possa in questo modo ‘ correre con la lepre e cacciare con il cane da caccia ‘ Cioe’ benedettino con Benedetto XVI e francescano con Francesco …Il mondo tradizionalista U.S.A e’ in subbuglio – parlano tutti di ‘ uproar’ – pero’ nessuno sa cosa si possa fare nel concreto , anche se il Motu Proprio e’ chiarissimo a riguardo…

  5. … ed io comprendo la diffidenza della Fraternità Sacerdotale San Pio X nei confronti delle attuali autorità ecclesiastiche (Ed anche dell’Autorità suprema). Mah …

  6. Perche’ non denunciarlo direttamente al Pontefice ? Facciano tutti una veglia di preghiera per la salvezza dell’ anima di tale prelato e sotto il suo domicilio. Comattere e’ lecito cpome ci ricordano i Cristeros

  7. Dante Pastorelli

    Quali i motivi di tale episcopale decisione? Mistero. Nella sua lettera il presule dichiara di scrivere per ribadir formalmente ciò che aveva già detto a voce. Ma siccome quel che aveva detto a voce, e cioè le ragioni dell’abolizione della Messa VO nel college, non è dato conoscerlo, nella lettera eventuali abusi e serie motivazioni avrebbero dovuto esser esplicitati, trattandosi di un documento “formale”, e pertanto ufficiale e giuridicamente obbligante.
    Ci si trova, quindi, ancora una volta, come ai tempi dell’indulto, tanto per richiamar alla memoria le lotte sostenute da noi più anziani, e come attualmente insegna il caso doloroso dei Francescani dell’Immacolata, dinnanzi ad una condanna non motivata, se non con la semplice satrapesca volontà del rubicondo vescovo. Ci sono anche in questa surreale circostanza presunti colpevoli a cui non si contestano precisi reati né si riconosce loro, di conseguenza, il diritto di difesa e ricorso alle istanze superiori. L’Autorità Suprema si guarda ben dall’intervenire in fatti ritenuti marginali. In fondo si tratta soltanto della negazione d’uno strumento di santificazione a tanti giovani che lo richiedono e del quale han pieno diritto, e della violazione d’una legge generale della Chiesa.
    Naturalmente occorre esser pronti a ricredersi qualora il vescovo motivi esaurientemente e con prove incontrovertibili la necessità del suo intervento a tutt’oggi inspiegabile,

  8. a me ricorda un documento che ho letto sulle disposizioni dei fratelli massoni ai vescovi massoni in cui si pongono l’obbiettivo di eliminare il prima possibile la messa in latino e di trasformare la Santa Messa in una festa, una cena…fino poi, col tempo ad andare a tentare di manomettere il rito della consacrazione eucaristica.

  9. Piergiorgio

    La cosa migliore da fare è intervenire tutti e smascherare,denunciandoli all’opinione pubblica,gli abusi di certi “consacrati” i quali anzichè adoperarsi in ogni modo per attrarre alla Chiesa le persone,fanno di tutto per allontanarle.
    E’ quanto sta accadendo a me dopo quanto sta avvenendo sotto i miei occhi sempre più stupiti!
    Guardiamo cosa è accaduto ai poveri Francescani dell’immacolata,colpevoli di essere poveri,proprio come vuole il Papa,e ossequiosi alla regola di Frate Francesco,loro fondatore.
    La cosa migliore per farci sentire,quindi, è far conoscere a tutti e divulgare quanto sta accadendo,altrimenti l’avranno vinta loro!!
    Piergiorgio

  10. domande per il vescovo che abusa del potere: Lo sa che la messa tradizionale fa unità in tutto il mondo in quanto tutti pregano con la lingua latina che è la madre lingua che unisce? Lo sa che l’esorcismo è più efficace in Latino? Lo sa che celebrando la messa con il rito tradizionale in qualsiasi parte del mondo il cristiano va può capire la la santa messa e al contraio chi non conosce la lingua della nazione che ospita non capisce la messa? Cosa le dirà Gesù dell’abuso di potere? Queste cose vanno smascherate!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su