Regno Unito: 30.000 sterline per le scuole che assumono insegnanti gay

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

zzzzscmdcLa proposta di legge inglese evidenzia le storture e gli incredibili paradossi di un ottuso paradigma ideologico che pretende di cambiare forzatamente la realtà senza alcun criterio di ragione e di elementare buon senso.

Il quotidiano inglese “The Telegraph” ha riportato la notizia che in questi giorni nel Regno Unito si sta discutendo riguardo una proposta di legge che prevede £ 30.000 di finanziamenti extra alle scuole che assumeranno insegnanti omosessuali.  L’iniziativa ha subito provocato un vespaio di critiche ed è stata bollata come “profondamente sbagliata”, dal momento che ignora gli elementari principi di uguaglianza, costringendo dirigenti scolastici a dover selezionare ed assumere gli insegnati sulla base di ideologiche “quote sociali” invece che sulle effettive capacità e talenti personali.

La proposta prevede che le scuole potranno ottenere un finanziamento fino a £ 30.000 a progetto per fornire formazione agli insegnanti esistenti o per assumere del nuovo personale in maniera da colmare le lacune dell’istituto sul tema della diversità, come il basso numero di insegnanti gay, insegnati più anziani o personale con bambini.

Il fondo ha incoraggiato le domande sulla base delle cosiddette caratteristiche protette, definite dal “Equality Act”, la legge sulla parità del 2010. Queste includono l’età, la disabilità, il cambiamento di sesso, il matrimonio e il partenariato civile, la gravidanza e la maternità, la razza, la religione o le convinzioni personali, sesso e orientamento sessuale.

Secondo David Green, fondatore del think tank “Civitas”, si tratta di una norma profondamente sbagliata:

“Credo che quel denaro possa essere speso molto meglio, innanzitutto privilegiando il merito e le qualità degli insegnanti per favorire un alto livello di istruzione anche a quegli studenti provenienti da situazioni svantaggiate”.

La pensa allo stesso modo anche David Nuttall, deputato conservatore, che intervistato dal Telegraph ha dichiaro che il provvedimento è vera e propria “sciocchezza”, spiegando che

“Paradossalmente alcuni presidi saranno indotti ad assumere insegnanti non sulla base del merito bensì su quella dei loro gusti sessuali. E’ una follia inaccettabile”.

La proposta di legge inglese evidenzia le storture e gli incredibili paradossi di un ottuso paradigma ideologico che pretende di cambiare forzatamente la realtà senza alcun criterio di ragione e di elementare buon senso.

.

fonte: Famiglia Domani

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

7 commenti su “Regno Unito: 30.000 sterline per le scuole che assumono insegnanti gay”

  1. Ormai non mi stupisco più… devo solo migliorarmi ancora un poco sul controllo del vomito! Chiediamoci di chi è il “lungo braccio” che vuole, promuove, organizza e finanzia simili SCHIFEZZE!

  2. Fabio Trevisani

    Domanda: la bozza della legge dice anche come si fa a VERIFICARE che un insegnante assunto è omosessuale? Perché se devo dimostrare che uno è maschio (o femmina), magari ce la posso fare, ma documentare l’omosessualità con certezza…. è una bella impresa. E’ l’eclissi della ragione e della ragionevolezza, prima ancora che della fede.
    Facciamo una proposta: facciamo pagare il 30% di meno di tasse a coloro che hanno come colore preferito il giallo. Scommettete che ci sarà un’improvvisa epidemia di preferenze per il giallo?
    Dio ci salvi dall’idiozia….

  3. Se gli uomini rimasti uomini e le donne rimaste donne non prenderanno in mano la situazione, diventando padri e madri consapevoli ed educando i loro figli da cattolici maschi e da cattoliche femmine, se questo non accadrà prestissimo nel giro di pochissimo ci troveremo con una razza di semi uomini, maschi e donne, probabilmente sterilizzati.I semi e il DNA saranno venduti, avranno prezzi diversi a seconda della qualità.Insomma anche la riproduzione andrà sul mercato. Come comincia ad esserlo con gli affitti e simili. Intanto l’ibrido fa da apripista. Sfuma le differenze. Le giovani generazioni avranno difficoltà a distinguere ciò che la mia generazione distingue a colpo d’occhio.
    Quindi una sana educazione cattolica, catechismo di San Pio X, senza tanti dialoghi, papà è papà e mamma è mamma:Maschio e Femmina Dio li creò. Avanti tutta a dritta, per la via stretta e la porta strettissima, quelle giuste.

  4. Quanto a paradigmi ideologici, in Italia non siamo da meno. Ora ci approfittiamo anche di ingenui ragazzi down facendo dir loro cose che manifestano oscenamente la perversa volontà di chi mette loro le parole in bocca: un peccato che, considerando l’animo semplice e direi innocente come quella dei bambini di queste persone, grida vendetta al cospetto di Dio. Guardare per credere: http://www.la7.it/tagada/video/nicole-la-campionessa-con-sindrome-di-down-09-12-2015-169846

      1. “Perché non posso essere anch’io lesbica” dice quella povera creatura, come se essere lesbica fosse una cosa da inviadiare alle ragazze “normali”. Che sciagurati questi manipolatori del pensiero, specie di quello degli innocenti, come i bambini e questi fratelli/sorelle svantaggiati. Ma ne risponderanno davanti a Crito Giudice, e allora sananno cxxxi amari per loro, ne stiano certi.

Rispondi a Ioannes Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su