Sex and the church. L’Amoris Laetitia invade Cracovia  –  di Elisabetta Frezza

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Alla giornata mondiale della gioventù sono stati distribuiti ai ragazzi convenuti da ogni angolo di mondo opuscoli di educazione sessuale il cui contenuto non può che togliere ogni dubbio sulle intenzioni dei suoi ideatori e promotori, e sulle loro pulsioni profonde. Senza nemmeno il tentativo di mascherarle sotto un velo pietoso di pudicizia perché, tutto ormai si consuma nel segno dell’esibizione. Cosa devono ancora vedere le anime belle per capire l’abisso in cui è scivolata la neochiesa?

di Elisabetta Frezza

.

z.ssshpLa neochiesa di Bergoglio e dei suoi collaboratori, bisogna dargliene atto, nonostante tutto riesce ancora a stupire.

Alla giornata mondiale della gioventù sono stati distribuiti ai ragazzi convenuti da ogni angolo di mondo opuscoli di educazione sessuale il cui contenuto non può che togliere ogni dubbio sulle intenzioni dei suoi ideatori e promotori, e sulle loro pulsioni profonde. Senza nemmeno il tentativo di mascherarle sotto un velo pietoso di pudicizia perché, tutto ormai si consuma nel segno dell’esibizione. O meglio, dell’esibizionismo.

Ne parla il sito americano Lifesitenews (clicca qui per l’articolo e clicca qui per vedere le istruttive pornoimmagini dell’opuscolo), mettendo in luce come nel nuovo programma vaticano sia scavalcato il primato educativo dei genitori, e come sia cancellato del tutto il concetto di peccato (e di peccato mortale) in sfregio alle ammonizioni di Nostra Signora di Fatima, di cui corre il centesimo anniversario. E l’autore non manca di avvertire i lettori che la visione del materiale in oggetto nuoce gravemente alla salute: «Caution: Sexually explicit images».

Sappiamo che educazione sessuale, secondo le direttive socio-politiche del momento, covate in decenni di alacre lavorio nelle centrali di potere sovranazionali, significa erotizzazione precoce e precoce avviamento dei discenti a tutte le variabili della sessualità, a mezzo pornografia. L’OMS e i vari organismi preposti dettano la linea; i governi recepiscono e mettono mano alle riforme del caso. E noi infatti abbiamo già la nostra “buona scuola”, corredata dalle sue buone linee guida, partorite l’una come le altre con la preziosa collaborazione dei politici “cattolici” ispirati dalle accolite “cattoliche” di riferimento: cioè, dalla galassia di enti inutili alimentati con l’otto per mille, su su fino al titolare episcopale del conto.

Ma la corrispondenza di amorosi sensi che già serpeggiava tra istituzioni laiche ed ecclesiali sul fronte educativo è sfociata in pubblico amplesso quando la chiesa si è finalmente dichiarata in mondovisione con tanto di proclama ufficiale. L’Amoris Laetitia ha offerto la teorizzazione compiuta del nuovo orizzonte magisteriale (clicca qui per l’articolo precedente in materia), in conclamata opposizione col magistero del passato: un suo intero settore è intitolato, senza troppi giri di parole, «Sì all’educazione sessuale» (capitolo settimo, paragrafi 280 e seguenti).

E ora, approfittando della occasione succulenta della GMG, il Pontificio Consiglio per la famiglia ha presentato il programma educativo vaticano secondo gli intenti – condivisi ad ampio raggio nelle stanze curiali – del suo primo firmatario. Esortati dall’esortazione, i consiglieri se ne sono fatti solerti esecutori, cogliendo appieno lo spirito del documento papale. L’amore di cui si dev’essere lieti è il sesso più o meno sfrenato, e la neochiesa erotomane e relativista può gettare ogni maschera per ballare l’orgia collettiva del terzo millennio.

Inutile dire che tutto l’edificante corredo sarà travasato in tempo reale negli insegnamenti delle scuole paritarie cattoliche, che se già erano sottoposte al ricatto economico della riforma renziana, ora possono a buon diritto liberarsi da ogni residuo imbarazzo e sventolare tanto di supporto programmatico magisteriale in faccia agli sparuti genitori resistenti.

L’esperta sessuologa signora Teresa Rando, che a Treviso inaugurava il sistema di propaganda divulgando materiale erotico sulla piazza cittadina (clicca qui), può impallidire al confronto coll’opera dei monsignori nell’agorà globale della GMG.

E tuttavia, ci sembra che in fondo i suoi omologhi esperti vaticani abbiano un po’ peccato di ingenuità, perché i ragazzi di Cracovia queste cose le conoscono bene e sono andati fino lì proprio per praticarle all’ombra del palco e delle bandiere papaline. Non hanno certo bisogno di essere istruiti in argomento dai consiglieri pontifici per la famiglia che, pur forniti di tutte le competenze del caso – su questo non si discute – parlano un linguaggio troppo sofisticato e allusivo nella sua malcelata oscenità, che non si sa quanto ai giovani possa essere gradito. Più che perdersi in tante sottigliezze, giustamente, meglio andare direttamente al sodo.

E buon sesso a tutti.

.

Ecco una parte delle istruttive immagini dell’opuscolo distribuito alla GMG. Per la galleria completa, cliccate qui

.

IMG_1247

IMG_1248

IMG_1249

IMG_1251

IMG_1252

IMG_1253

IMG_1254

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

29 commenti su “Sex and the church. L’Amoris Laetitia invade Cracovia  –  di Elisabetta Frezza”

  1. Il giorno dopo la grande nottata di preghiera agostana del 2000, nella spianata di Tor Vergata presso Roma, i corvi del Farisaismo si aggirarono da quelle parti, dando per ovvio che la spianata fosse piena di “segni degli accoppiamenti”.
    Mi risulta che siano ripartiti a becco vuoto.

    Adesso, se ripartiranno a becco vuoto, sarà un dolore per il Clero. “Che ragazzi scapestrati ! Lenti a cogliere il Nuovo Messaggio!! !

  2. Ora basta!
    L'”Amoris Laetitia” NON è cattolica!
    L’attuale Pontificio Consiglio per la famiglia NON è cattolico!
    L’ATTUALE PAPA NON E’ CATTOLICO!!!
    La Chiesa Cattolica è attualmente usurpata e okkupata dalla bergogliana “chiesa delle banane”!
    Non ci stò a fare la scimmietta!
    I pochi, veri cattolici rimasti hanno il DOVERE di REAGIRE!!!
    GRIDIAMOLO DAI TETTI!!!

    1. Condivido le vostre prese di posizione Sig.ri Ioannes, Diego, Rolando, Luciano Pranzetti, Maria Teresa, e Michele.
      Anch’io sono senza parole ma il peggio deve ancora arrivare… basta leggere quanto successe alle Tre Fontane a Roma quando apparve la Madonna a Cornacchiola. Tocca pregare moltissimo per gli uomini di Chiesa (se ce ne sono rimasti ancora molti) ed agire nel limite del possibile… una cosa è certa, chi tace acconsente!
      Rispondo al Sig. Ioannes, dicendo che certamente l’esortazione apostolica “Amoris Letitiae” risulta di per sé un vero nonsenso perché il contenuto del capitolo successivo contraddice il precedente per cui non porta di certo chiarezza, anzi, addirittura sembrano esserci punti che contraddicono i precedenti pontefici! Penso che il papa San Pio X, così chiaro e preciso, sia davvero molto preoccupato guardando la Chiesa di Cristo che sta umanamente andando a rotoli 🙁 meno male che Marcel Lefebvre intervenne al tempo del Concilio Vaticano II altrimenti staremmo peggio di…

      1. In effetti caro Philippe, ancora sono rose e fiori (ovviamente si fa per dire, per non piangere) il peggio ma quello veramente brutto è quasi arrivato, ho letto il libro di Cornacchiola e non solo quello, sono arrivati i tempi della resa dei conti, la Chiesa di nostro Signore Gesù Cristo sussisterà sempre, anche se in mezzo alle macerie, e da quelle risorgerà più splendente di prima, a noi, che più di parlare non possiamo, ci rimangono le armi più potenti, Santo Rosario, preghiera, Novene, Adorazione Eucaristica, la Santa Comunione.
        Ti suggerisco di leggere il Catechismo della chiesa cattolica al numero 675 e 676, lo sanno anche loro quello che l’aspetta, ma non se ne curano per niente.

      2. na satana vuole educare la gioventu’ alla perversione per farli dannare, ecco il suo piano, poi abbiamo commenti ERETICI come galatino (compagnia di “omissis”) talmente sapiente da riscrivere la BIBBIA, i liturgisti appositamente mettono domenica scorsa nel novus ordo la lettura di Abramo che intercede per Sodoma e Gomorra, ma attenzione si mette un punto per manipolare il SIGNORE e la VERITA’. Insomma un passaporto per la sodomia, tanto Dio e’ Misericordioso peccate quanto volete senza pentirvi anzi non e’ piu’ peccato la sodomia.
        Ma ci sono Sacerdoti Veri ed uno lo conosco bene che ha spiegato poi cosa e’ successo di sodoma e gomorra DISTRUTTE. http://blog.messainlatino.it/2016/07/monsgalantino-gmg2016-sodoma-la-citta-e.html S. Caterina da Siena: la sodomia fa schifo anche ai demoni. Catechismo di S. Pio X PECCATI CHE URLANO VENDETTA AL COSPETTO DI DIO LA SODOMIA OSSIA INFERNO. Ed io devo seguire “omissis & Co,? LA DIVINA GIUSTIZIA CI PENSERA’. ORA E’ TROPPO DIO CI LIBERI DA “OMISSIS” ED…

    2. L’attuale sedicente papa non è papa, lo è stato forse, ma è un eretico e pertanto è decaduto ipso facto.
      Dato però che chi davanti a Dio ha il dovere di deporlo, pensa solo a magnà beve e dormì (tre o quattro però hanno scritto dei libri, mi pare) l’impostura e l’eresia dilaga e stà devastando completamente la Chiesa e provocando scandaloe disastro di anime. Questo scempio ricadrà su tutti. Che Dio faccia presto giustizia, specie di questi primi responsabili, traditori, apostati e vigliacchi.

  3. Ecco la conseguenza di uno scandaloso ed eretico atto di antimagistero che i due papolatri di una certa ‘isola’ continuano a difendere, insultando San Paolo, i veri cattolici e i Vescovi e i Cardinali che si sono debolmente opposti a quel documento osceno e anticattolico!
    Il fatto che uno dei due papolatri in questione si riferisca implicitamente o esplicitamente al sesso in quasi tutti i suoi articoli non fa che confermare quanto siano ‘cattolici’ e ‘profondi’ i suoi ragionamenti…da uno così ci si poteva forse aspettate una critica ad un’ oscenità che approva l’educazione sessuale nelle scuole e che autorizza (nelle note, per evitare l’accusa di eresia da parte di una chiesa docente che trova ogni scusa pur di non opporsi all’eresiarca) la profanazione del Santissimo Corpo di Cristo?

    1. Papolatri e normalisti sono simili ai vecchi comunisti. Questi accettarono senza fiatare nel 1939 il patto tra Molotov e Hitler: quelli accetteranno senza fiatare la riabilitazione di Lutero, il diniego della presenza reale e dell’Immacolata Concezione etc.

  4. luciano pranzetti

    Fu reso noto come, anni or sono, nel raduno della GMG ai Pratoni del Vivaro, a Roma, gli addetti alla nettezza urbana trovarono, il giorno dopo, sparsi sull’erba in quantità industrialei, mozziconi di spinelli e preservativi. La cosa fu subito messa sotto silenzio ma oggi, con la sacrilega “Amoris. . . Goduriae” tutto è sdoganato. Basta sapere che gli spettacoli giovanili di Cracovia 2016, alla presenza OMISSIS, sono stati organizzati e diretti da tale lesbica Lodovica Comello, madrina della manifestazione sodomitica di Milano, 24 giugno 2016. Da voltastomaco. Roma novella Babilonia.

    1. Lei fa confusione, caro amico.
      Era Tor Vergata (i Pratoni del Vivaro sono in mezza montagna, lontano d Roma), e gli occhiuti “modernizzatori” insieme ai loro amici giornalisti speravano, davano per scontato, di trovare ciò che lei dice. Che non trovarono.
      Fu preghiera.
      Anche oggi moltissimi certamente sono andati per pregare e conoscere meglio Cristo. Purtroppo trovano un alto Clero largamente eretico

  5. C’é ancora qualche ingenuo cattol(A)ico adulto-moderno che, sino a qualche mese fa, si ostinava a scrivere su questo sito che dovevamo aspettare ulteriori eventi prima di giudicare il neo papa?
    C’é ancora qualcuno di questi “criticoni” (nei nostri confronti), che osa ancora difendere el papapampero?
    Dove sono finiti questi struzzi sostenitori del vdr, che – a loro dire – ribadiva (in qualche frase sporadica) il magistero? (mentre se la ricordiamo noi la vera dottrina, siamo arroganti, tradizionalisti, scocciatori….)
    Che deve fare ancora il signor buonasera, affinchè si accorgano che a Roma siede un apostata?

  6. Culparubetvultusmeus

    Già, “solerti esecutori” quindi “la prassi” e con urgenza parrebbe, sì cari amici, “la prassi”, per il popolino/la massa ci vuole la prassi che nella nuova versione è declinata secondo le regole del “POP” , invece per la propria, speriamo tormentata, “coscienza” e per l’ uditorio più colto e laicista, l’ obolo della più raffinata e bifida dialettica del nulla.
    c

    PS
    dead line 13/05/2017

  7. Il peggio del peggio, cui non sembra esserci fine. Oltretutto controproducente ed autocontraddittorio. Come pretendere che un adolescente scelga di essere eunuco per il Regno dei Cieli, se quella stessa chiesa di cui dovrebbe essere il sacro ministro gli dona il kamasutra durante le GMG? E’ come chiedere ad una pornostar di tenere una relazione sulla virtù della castità!

  8. ….anziché pensare a pregare. Circondati dalle testimonianze di Fede e santità di una grande nazione. Se i fatti si sono svolti nei termini descritti, questi personaggi hanno perso la ragione e il decoro.

  9. articolo magistrale che descrive la discesa in “campo” (il marciapiede) della nuova (surrealista & manicomiale) teologia
    complimenti all’autrice alla quale rivolgo una domanda:
    nell’ottica (parola adatta a indicare la cecità) della teologia al potere, Maria Goretti è ancora Santa?

  10. Ogni giorno sembra un incubo da cui vorrei risvegliarmi, invece è la terribile realtà. Fino a quando il Signore permetterà
    questa apostasia nella sua Chiesa? Gesù dacci la forza di pregare, restare saldi nella fede e darti testimonianza, con l’aiuto
    dello Spirito Santo,dell’intercessione di Maria Santissima, San Giuseppe, San Michele… e tutti i santi.

  11. Antonella LIgnani

    Mi sento così avvilita che spero ancora nell’iniziativa di una “scheggia impazzita” piuttosto che in una iniziativa ufficiale della GMG.

  12. Siamo sicuri che non sia meglio dedicare più preghiere di riparazione per la GMG che per il GP?
    Il soglio di Petrus è come la casa di Ulisse invasa dai proci! Confidiamo in NSGC affinché torni al più presto e faccia Giustizia perfetta.

  13. Annarosa Berselli

    Forse, certe immagini dovevano censurarle, perché troppo forti…..dove sono finiti pudicizia,
    rispetto per il proprio corpo, sentimenti? Se non proprio amore, almeno stima reciproca!

  14. E noi, poveri scemi, che testimoniamo a tutti che il Vangelo ci dice chiaramente di vivere in castità: ma come possiamo essere noi creduti, quando il Vaticano fa esattamente il contrario?

  15. Antonella Lignani

    Il materiale completo è visibile in italiano sul sito: http://www.educazioneaffettiva.org/
    Si tratta di 6 unità, delle quali la quarta è dedicata al peccato: http://www.educazioneaffettiva.org/unita-4/
    Vedendo le cose nel complesso, lo sgomento si è ridimensionato. Evidentemente si tratta di un tentativo di dare una risposta cristiana ad un percorso educativo che è richiesto per le legge nelle scuole. Prima queste cose le facevano i pedagogisti cattolici, ora lo fa direttamente il Vaticano. Certo, alcune foto sono assolutamente biasimevoli, ma sono diffusissime, perché spesso fanno parte di mirate campagne pubblicitarie. Le didascalie dovrebbero spingere i giovani a riflettere e a distaccarsi da una realtà che, purtroppo, invade i nostri muri e le nostre case.

  16. Dr.ssa Frezza, ottimo il suo articolo. grazie
    Aggiungo una riflessione ( anche se non c’entra con il tema da lei proposto), ebbene alla GMG, una delle ultime “trovate” del papa è stata che: “a certe domande non ci sono risposte”.
    E quali sono le domande?: la morte dei bimbi ( perché?).
    Il papa dopo un’attenta pausa, ha partorito il suo “egregio pensiero” e cioè che certe domande non hanno risposta!!!!!!!!!!!
    Neanche la mia bisnonna sarebbe stata capace di una simile e così alta riflessione…
    E il “disegno di Dio”, che ha su ciascuno di noi? il progetto che Egli ha per ogni vita che nasce?…
    Non voglio questa specie di papocchio.

    1. IL NEMICO ALLE PORTE

      Be’ mi sembra coerente con tante OMELIE da “CASA SANTA MARTA ” o quando parla “A BRACCIO” con i giornalisti in aereo. Dice cose “DA BAR” – tutto e il contrario di tutto. Poi se ne esce con qualche “non so….penso che nominerò una commissione che studi il problema ” (da un PAPA ci aspetteremmo qualche altra cosa) . A CASA SANTA MARTA ha detto che “GESU’ CI HA DETTO (scusate la ripetizione) …FATE QUEL CHE POTETE …..” riferito evidentemente ai comandamenti e alla legge in generale e all’impegno che i credenti dovrebbero metterci (d’altronde è perfettamente il linea con la tendenza attuale a liberalizzare e minimizzare tutto)
      Ma dico io : dove le legge queste fesserie ? ma che VANGELO ha ? inventa dei pezzi di VANGELO che non esistono !! ce lo fa leggere anche a noi …
      Perfino in VATICANO fanno i salti mortali per giustificare o “interpretare” certe uscite …

  17. Ormai siamo ben oltre la frutta e il caffè!

    Questo grande articolo di denuncia fa chiaramente capire come ormai questi sedicenti pastori, col loro capintesta (personaggio dai molteplici pruriti e fantasie senili) vorrebbero far diventare la Chiesa di Cristo un lupanare.

    Il tempo dell’istruttoria è finito. Ora occorre agire, prima che questi vergognosi erotomani marchettari comincino a predicare – in nome della comprensione, della misericordia, delle porte aperte e delle periferie esistenziali – l’accoglienza dei poliamorosi e degli incestuosi.

    E ritengo che ormai tocchi ai laici muoversi – CON URGENZA – vista la paralisi che sembra aver colpito il clero, forse in nome di un ipocrita concetto di obbedienza che gli ha obnubilato il discernimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su