SULLA CRISI FINANZIARIA E ALTRO – un documento di Ordine Futuro di Milano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Riceviamo dall’amico Marco Sudati, che ringraziamo, un documento redatto da Ordine Futuro di Milano, sul tema del signoraggio. E’ un utile contributo al dibattito su Euro e Lira, aperto pochi giorni fa con l’articolo di Savino Frigiola: “Europa-Italia. Ritorno alla lira”.

PD

 

5 lire

La crisi finanziaria che da qualche anno condiziona pesantemente la vita di intere nazioni – e che negli ultimi mesi ha subito un’ulteriore accelerazione, capace di portare al governo dell’Italia uomini molto vicini ai cosiddetti poteri forti cosmopoliti – offre l’occasione di svelare ai popoli le dinamiche, disoneste e sconosciute ai più, che conducono al loro insensato ed opprimente indebitamento.

Cuore del problema indebitamento, che affligge la vita dei popoli, è la sovranità monetaria, detenuta oggi, nel caso dell’Italia e degli altri stati che utilizzano l’Euro, dalla Banca Centrale Europea (ente privato).

Gli sprechi, il malaffare, le ruberie e gli ingiustificati privilegi che caratterizzano da decenni la vita della Repubblica italiana, per quanto siano fenomeni deprecabili e da spazzar via, assieme alla classe dirigente che li ha promossi e/o tollerati, non sono sufficienti a giustificare la situazione di enorme indebitamento in cui versa lo Stato italiano.

Bisogna individuare e colpire la causa del problema indebitamento alla radice!

Occorre, dunque, denunciare la grande truffa che sta alla base del sistema di emissione della moneta, la quale, oggi, viene stampata dalla banca centrale (che ne risulta essere proprietaria) e prestata agli stati, i quali hanno l’obbligo di restituirla in base al valore nominale di quanto ricevuto, con l’aggiunta dell’interesse applicato dalla banca stessa. Così, per esempio, una banconota da 100 Euro (valore nominale), che alla banca costa 0.03 Euro (valore intrinseco della banconota, dato dal costo della carta e della stampa), deve essere restituita dallo Stato alla banca al valore di circa 103 Euro (valore nominale + tasso di interesse applicato).

Alla luce di ciò, si evince come il debito contratto dallo Stato con la banca sia ingiusto.

E ciò in quanto la proprietà della moneta deve essere dello Stato, e non della banca, come legittimo rappresentante della sovranità monetaria detenuta dai cittadini, i quali, accettando di attribuire valore alla moneta, danno un senso alla sua esistenza. Se la gente cessasse di attribuire valore al denaro e stabilisse di assumere quale misura del valore delle cose un altro sistema, il denaro diverrebbe immediatamente carta straccia.

Il cuore della questione è, quindi, costituito dal signoraggio il quale altro non è che il lucro che si genera dal creare moneta. Oggi la Banca Centrale Europea, ente privato, crea denaro dal nulla traendone un lauto guadagno attraverso la pratica usuraia del prestito ad interesse. Un guadagno a vantaggio dei privati che detengono la proprietà della Banca Centrale.

Una situazione insopportabile che vede nell’indebitamento perpetuo dei popoli la fonte di una spropositata ed ingiusta ricchezza di pochissimi, ossia dell’oligarchia cosmopolita che controlla i governi delle nazioni, condizionando in maniera decisiva il destino di milioni di uomini.

Ma la crisi finanziaria in atto – che sta già producendo un impoverimento diffuso e destinato ad aumentare – ad una attenta lettura, non può che apparire come un aspetto di un processo più vasto di attacco all’integrità fisica e morale dei popoli europei – già fortemente segnati da decenni di cultura laicista – e di quello italiano in particolare. La massiccia invasione di genti extraeuropee ed in buona parte di religione islamica, volta a stravolgere l’identità delle nazioni europee, ed i rivolgimenti che ancora stanno sconvolgendo le regioni del Nord Africa e del Vicino Oriente, sono fatti inquietanti che, è ragionevole crederlo, produrranno effetti devastanti sul destino delle nazioni europee. A tutto vantaggio di quei poteri forti che perseguono, in maniera sempre più evidente, l’antico obiettivo massonico della Repubblica Universale; il governo unico mondiale destinato a dominare un’umanità informe e caratterizzata dal meticciato fisico e spirituale.

Uno scenario spaventoso, al quale è necessario opporsi invocando l’aiuto di Dio ed attingendo alle fonti della migliore tradizione italiana che è romana e cristiana.


Ordine Futuro – Milano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su