A Palazzo Vecchio la presentazione di “Cose e ombre di uno” di Carlo Stuparich – di Domenico Rosa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Lo scrittore triestino scomparse prematuramente durante la I guerra mondiale   = = = = = = 

di Domenico Rosa

.

zzzzstuparichVenerdì 19 giugno 2015, alle ore 16, in Palazzo Vecchio (“Salone de’ Dugento”), per iniziativa della V Commissione Cultura della “Città di Firenze”, verrà presentato il libro “Cose e ombre di uno” (Ibiskos) di Carlo Stuparich con la prefazione di Giani Stuparich. All’evento parteciperanno Maria Federica Giuliani, Presidente della V Commissione Cultura – Miriam Andreattini Sfilli, Delegata Regionale Associazione Venezia Giulia e Dalmazia – Giusi Criscione, nipote dello scrittore Giani Stuparich – Patrizia Hansen, Giornalista, Direttore di “Difesa Adriatica” e Pucci Cipriani, Giornalista.

Stuparich – per il critico Pietro Pancrazi – è la personificazione più completa dello scrittore di Trieste, non è soltanto il “cadetto della letteratura triestina” ma è anche e, soprattutto, il suo autore emblematico, paradigmatico, quello che dà la misura, il clima e la tensione spirituale morale di un’esperienza letteraria, come poche altre, legata all’uomo e alla sua esperienza travagliata nel mondo: “Uomo tra gli uomini” per usare una famosa espressione goethiana che venne accolta nel Mio Carso di Slataper e poi da Saba in due delle sue più famose liriche, Il Borgo e la Sesta fuga.

E il libro “Cose e ombre di uno”, pubblicato nel 1919, rappresenta un florilegio di scritti, di pensieri e brani del “Diario di Guerra” di Carlo Stuparich, morto ventenne al fronte, dove era andato volontario. La pubblicazione è un atto d’amore di Giani Stuparich, il famoso aurore di “Ritorneranno”, verso il fratello, morto da eroe, per la difesa della Patria, della sua identità nazionale: letteratura patriottica, letteratura di guerra, quella dei fratelli Stuparich ma soprattutto “alta letteratura” che merita un sentito ricordo in questo centenario della Grande Guerra del 1915-1918.

.

fonte: Il Sito di Firenze

.

CLICCA QUI per l’invito alla presentazione del libro

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su