Alto Adige: bacio omosessuale sul diario scolastico  –  di Rodolfo de Mattei

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Rodolfo de Mattei

.

z-stfnIl nuovo anno scolastico è all’inizio e la propaganda gender non si fa attendere. Ad insorgere contro l’ennesima iniziativa di“normalizzazione” dell’omosessualità sono i genitori altoatesini indignati per la messa in circolazione di un popolare diario scolastico, destinato ai bambini, raffiguranti in copertina un bacio tra due uomini.

L’osceno diario è stato pubblicato dall’editore Raetia di Bolzano che ogni anno commercializza un diario in tre lingue intitolato “DAI”, rivolto ai giovanissimi studenti delle scuole altoatesine.

Come si legge a tale proposito sul sito della casa editrice:

“Il DAI si basa sul calendario per l’anno scolastico della provincia di Bolzano e nasce ogni anno da una collaborazione con numerosi giovani: sono loro a creare non solo il concetto grafico della copertina, ma anche i contenuti e le illustrazioni. Sono i loro sforzi che hanno trasformato il DAI in un accompagnatore prezioso per ogni studente altoatesino durante l’intero anno scolastico”

UN’IDEA DI GRUPPO

Il bacio gay di quest’anno – riporta il quotidiano online locale “Alto Adige” – nato da un’idea di Gerda Gius, è un lavoro di gruppo, al quale hanno collaborato, tra gli altri, il liceo Pascoli, il liceo artistico «Cademia» di Ortisei, Young Caritas, il campo profughi «Ex casa del lavoratore» a Merano e Centaurus l’unione rappresentante ufficiale per gay, lesbiche, bisessuali, transgender, queer, ed intersessuali in Alto Adige .

Giovanna Arminio, consigliera di circoscrizione a “Europa Novacella”, una delle cinque circoscrizioni cittadine di Bolzano, ha denunciato l’inaccettabile messaggio sbattuto in faccia ai giovani studenti altoatesini, commentando così l’iniziativa:

« Ci giungono diverse segnalazioni da parte di genitori che hanno acquistato per il loro figlio il diario scolastico, rivolto, senza distinzione alcuna, ad alunni ed alunne che vanno dalla scuola primaria al liceo, come si evince dal cartellone pubblicitario presente nelle cartolerie della città, in cui è raffigurata proprio una bambina di una decina d’anni. Appare evidente l’intento, in particolare di Centaurus, non solo di promuovere surrettiziamente le serate a tema del circolo Arcigay, ma di fare proselitismo tra giovani e giovanissimi, infilando all’interno del diario scolastico, luogo intimo e personale dello studente, messaggi subdoli, domande pretestuose, allusive, invadenti, in totale spregio sia della volontà dei ragazzi che, ignari, si troveranno di fronte l’immagine di un bacio gay». Criticate domande come «da dove credi che venga la tua eterosessualità? Quando e perché hai deciso di diventare eterosessuale?».

“NORMALIZZAZIONE” OMOSESSUALE

A coloro che si domandano stupiti, “ma cosa è il gender ?” , eccone un esempio emblematico. Con il termine “gender” s’intende il, sempre più aggressivo, piano di “normalizzazione” di ogni tendenza sessuale che utilizza ogni mezzo di comunicazione per veicolare il proprio folle e anti-umano messaggio ideologico, arrivando a servirsi di un mezzo subdolo e “potente” come il diario scolastico per inculcare nelle innocenti menti dei giovanissimi l’idea della “normalità” omosessuale.

.

fonte: Osservatorio Gender – Famiglia Domani

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

7 commenti su “Alto Adige: bacio omosessuale sul diario scolastico  –  di Rodolfo de Mattei”

  1. Caro De Mattei mi indigno dei genitori. Quando furono avvertiti del “bel governo” che ci impone luride ed oppressive leggi sotto la minaccia di crack finanziari, gli italiani ridevano e minimizzavano convinti di confluire in una repubblica evoluta e colma di benessere. La verità è che comportarsi come Pinocchio, che si avventurò per il paese dei balocchi, porta a una sola conclusione. Si lamentano, ma poi tacciono e si sottomettono ….. per 80 denari.

  2. Egr. Dr. Rodolfo de Mattei grazie per la notizia, ovviamente di grande indignazione perché spudoratamente e con una dittatura mediatica-psicologica usando ogni mezzo, vogliono togliere la purezza ai bambini, GUAI A CHI SCANDALIZZA I BAMBINI, DICE IL SIGNORE GESU’ L’UNICO E RIPETIAMOLO CONTRO QUESTO MALEDETTO RELATIVISMO ERETICO, non basta ogni sorta di perdizione, perversione sodomia e non sanno piu’ cosa inventarsi per fare dannare all’inferno che sia chiaro perché DIO CI HA AVVISATI di cio’, i sodomiti, ma qui la sodomia e’ poco, e’ violentare abusare il mondo la creazione i bambini, distruggere la famiglia. Insomma il piano satanico di fare diventare il mondo peggio di sodoma e gomorra, che ovviamente fu BRUCIATA e solo Lot si salvo’, altro che le predicazioni eretiche anti-Cristo di galantino, e non credo sia cosi’ ignorante da non sapere che sodoma fu bruciata, fu ninive ad essere salvata. Penso al Signore che ha una pazienza infinita, ma la rovina di queste anime piccole ignare?

    1. hanno studiato tutto per mettere a tacere addirittura con multe, tra un po’ vieteranno di PROCLAMARE IL VANGELO, da’ troppo fastidio a satana e tutti i suoi seguaci. E genitori aperti, separati quasi tutti, ovviamente “modernizzati” e noi siamo i cattivi che giudichiamo, no MISERICORDIA E’ AVVISARE I SODOMITI CHE SE PRATICANO LA SODOMIA FINISCONO PER SEMPRE ALL’INFERNO ECCO LA VERITA’. E chi fa osceni diari e gender rovinando i bambini e’ meglio che si legasse una macina al collo e si gettasse giu’ da un dirupo lo dice l’UNICO DIO. Consacrati senza fegato e zelo per le anime amore a Cristo che accondiscendono, sono “MISERICORDIOSI” buoni e non giudicano, e la salvezza delle anime? NON IMPORTA A QUASI NESSUNO questa impudicizia a dir poco e nauseabonda meglio morire che seguire il mondo e non stare con il Signore e la Madonna. Sia Lodato Gesu’ Cristo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su