Bergoglio in America, da Cuba, all’ONU, agli USA. Quello che avremmo voluto sentire, quello che abbiamo sentito  –  di Pucci Cipriani

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

… discorsi prettamente sindacali, politici, ecologici, indipendenti totalmente dalla Fede nell’Unico Dio di cui egli dovrebbe essere il rappresentante  sulla terra. Questo si aspetta da lui il cattolico, che invece è completamente disorientato, confuso ed incerto di fronte al successore di Pietro con le sue sconcertanti dichiarazioni…

di Pucci Cipriani

.

zzzzahnfnMentre il “Vescovo di Roma” Bergoglio si prostrava ai piedi di Fidel Castro, assassino criminale, persecutore e aguzzino dei cattolici dell’Isola Caraibica, la milizia rossa castrista incarcerava cinquanta “dissidenti” che cercavano di avvicinarsi al Papa, il quale si è ben guardato di parlare di “diritti civili” o di condannare violenze o “dittature” e, anzi, lui così tagliente e diretto, con il suo spirito che vuol imitare il “trasteverino all’amatriciana”, si è dimostrato assai diplomatico e furbo e di fronte ai giornalisti che gli domandavano il perché del mancato incontro con gli anticomunisti e anticastristi cubani è caduto dalle nuvole e ha risposto, ridanciano come al solito: “No sé si estabon o no estabon…Nimguno se identificò” (“non so se c’erano o non c’erano…nessuno si è mostrato”).

Già…ad identificarli, a prenderli a randellate e a sbatterli nelle prigioni castriste ci ha pensato la milizia rossa per cui può ben commentare su “Il Giornale” un laico come Paolo Guzzanti:

“Che peccato . Dove erano finiti i ‘disidientes’ ? Papa Francesco, il presidente Obama e Raoul Castro si sono ringraziati a vicenda per aver archiviato insieme la vecchia inimicizia cubano – americana con grande vantaggio del turismo e degli affari. La democrazia, come il paradiso può attendere”)… ma quando a dire certe cose non è il berlusconiano “Il Giornale” ma l’Agenzia “Asia New” di p. Beranardo Cervellara, allora vuol dire che anche in “casa nostra” si comincia ad aprire gli occhi di fronte a questa Rivoluzione anarchica, a questo populismo cialtrone da quattro soldi, a questa “teologia della raccolta differenziata” che sta distruggendo la Santa Chiesa di Dio.

“La visita di Papa Francesco a Cuba nei giorni scorsi  – dichiara Labrador a p. Cervellara – sta risvegliando in persone di tutto il mondo molte domande: perché il papa non ha incontrato i dissidenti? Perché non ha ascoltato la loro voce direttamente , perché non ha ascoltato le loro preoccupazioni , essendo essi tra le persone che soffrono di più (a motivo della loro Fede, Santità – n.p.c.) ? Perché non chiamare le cose con il loro nome, chiamando ‘dittatura’ il Governo dell’Avana e chiedendo pubblicamente che esso garantisca ai cubani libertà e una vita senza persecuzioni e senza paura?… fa male vedere che lo stesso regime che si beffava(e si beffa) di Dio, la Chiesa, i religiosi e le religiose, il Papa, abbia ricevuto Francesco fingendo di dare l’immagine di un governo rispettoso degli esseri umani e dei loro diritti…”

E mentre Francesco Bergoglio arrivava al Congresso americano – su una “cinquecento”, sponsorizzando così la Fiat del suo amico Marchionne (campione – sic –  nella difesa dei diritti della classe operaia!), così come era andato in Columbia sponsorizzando i narcotrafficanti, con la promessa di “masticare una foglia di coca”- a parlare di cambiamenti climatici, di rifiuti solidi e liquidi, di condizionatori d’aria che vanno spenti, del rischio della scomparsa di alcune specie di vermi e d’insetti (ohibò! Almeno ci fosse la “zanzara tigre”) – dagli USA e da tutto il mondo giungono allarmi e spaventosi “bollettini di guerra”, oltretutto firmati da sacerdoti e vescovi di coraggio, che rischiano di fare la stessa fine dei Frati Francescani dell’Immacolata, l’unico Ordine fiorente nella Chiesa di fronte al totale disastro, che è stato sterminato dal novello Terminator – 

” Per quanto riguarda il mio continente di origine – afferma il Cardinale Sarah, emblema della speranza nera della Chiesa – vorrei denunciare con forza la volontà di imporre falsi valori (il gender – n.p.c.) usando argomenti politici e finanziari. In certi Paesi africani sono stati creati  ministeri per la teoria del genere in cambio di sostegno economico! La Santa Sede deve fare la sua parte. Non possiamo accettare la propaganda e i gruppi di pressione delle lobby LGTB – lesbiche, gay, trans, bisex” 

Gli fa eco su : “Christ’ New Homeland – Africa : Contribution to the Synod on the Family by African Pastors” il Cardinale Francis Arinze , nigeriano, che ribadisce l’importanza della famiglia che “viene dalle mani creatrici di Dio e dunque l’essere umano non ha autorità per cercare di reinventarla… ignorare l’ordine stabilito dal Creatore nel matrimonio e nella famiglia significa aprire la strada a problemi e sofferenze sia per la gente sia per la società intera”. 

Altro che le “nuove dottrine” eretiche del Cardinal Kasper e dei molti altri padri sinodali “bergogliani” che vogliono cambiare la Dottrina della Chiesa per cui, in giro, serpeggia già aria di scisma. Parole non mie ma del Supremo Custode della Fede, il Cardinale, Gerhard Ludwig Muller, Prefetto della Congregazione della Fede.

Ecco, di questi problemi, di questi principi non negoziabili, avremmo voluto sentir parlare, in America, Papa Francesco, che, invece, ha preferito “consegnarsi” al mondo, a Obama, il Presidente degli Stati Uniti che delle leggi mortifere e contro-natura ha fatto una bandiera. Aborto, contraccezione, sterilizzazione, eutanasia… per non parlare del divorzio, facile negli USA, quasi come quello “cattolico” voluto “manu militari” da Papa Francesco, nei Tribunali Ecclesiastici, che, forse, ha voluto dimostrare, ancor prima dell’inizio del Sinodo, la grande rivoluzione anarchico – libertaria, la ventata di follia, che sta cambiando e spazzando via la Chiesa di sempre.

“Non usate la Croce come vessillo” Così Bergoglio ha ammonito i vescovi americani. Già, almeno che la Croce non abbia sopra la Falce e il Martello, simbolo di duecento milioni di morti fatti dal Comunismo, quella Croce con falce e martello di cui Bergoglio va fiero e che, probabilmente – insieme ai vecchi guru sessantottardi che in vecchiaia si son dati alla coltura delle barbabietole, delle mele biologiche e del miele non raffinato –  ispira il Papa  nel vergare le encicliche sui rifiuti organici, l’energia elettrica e l’inquinamento ambientale, i pozzi neri, i gas urbani etc., tutte cose un tempo patrimonio dei salotti “radical chic” della contestazione pilifera dei Centri Sociali, di Pecoraro Scanio e della Francescato (li ricordate?) e delle sette buddiste.

Bergoglio ha fatto di fronte al Congresso americano, in omaggio ai “liberal” (negli USA il termina significa “radicali”… più o meno alla Pannella), una bella sparata “contro la pena di morte”… dimenticando forse che la Chiesa è sempre stata contro la pena di morte inflitta all’innocente (aborto, eutanasia etc) e non certo al reo, anzi la Dottrina della Chiesa, ribadita da tutti i Pontefici, ammette la pena di morte per il reo; infatti:

“E’ riservato al pubblico potere privare il condannato del bene della vita, in espiazione del suo fallo, dopo che col suo crimine egli s’è spogliato del diritto alla vita”.

… ma quello che lo Stato ha il diritto di fare per criminali incalliti, per assassini che hanno compiuto crimini esecrabili… nessuno ha il diritto di farlo a persone innocenti, indifese come i bambini abortiti , come la mattanza di quei cristiani innocenti che vengono sterminati a migliaia, giornalmente nei Paesi islamici… un genocidio, altro che pena di morte.

Per questi poveri morti che sembra non importino a nessuno, per questa gente di cui l’ONU se ne sbatte, per questi morti anonimi non c’è pietà. Obama, omaggiato da Francesco, ha dato “licenza di uccidere” ( in America oltre che fare a pezzi il bambino nel grembo materno, è consentito ucciderlo anche, una volta nato, aspirandogli il cervello)… non una parola di Papa Bergoglio che questi fatti dovrebbe saperli. E, vien da domandarsi, come fa a ridere sempre e, quasi a  sfida nei confronti dei suoi critici, ad augurare “buon pranzo”, “buona cena”, “buon divertimento” – al posto di Sia lodato Gesù Cristo – avendo dinanzi agli occhi (e nel cuore) le immagini di quei morti ammazzati dei quali non ha voluto parlare?

Leggo quanto scrive su Facebook un amico, Carlo Viviani, un chirurgo cattolico:

“Questo Papa continua a non piacermi, anzi mi piace sempre meno. Sono in continua attesa di un’esternazione , un pensiero, una riflessione che contenga almeno un profumo, non dico neppure un sapore, di spiritualità, un richiamo a Colui che dovrebbe essere al centro di tutto e che dovrebbe  costituire il Principio dal quale poi tutta la Dottrina sociale della Chiesa sgorga. Invece niente. Discorsi prettamente sindacali, politici, ecologici, indipendenti totalmente dalla Fede nell’Unico Dio di cui egli dovrebbe essere il rappresentante  sulla terra. Questo si aspetta da lui il cattolico, che invece è completamente disorientato, confuso ed incerto di fronte al successore di Pietro con le sue sconcertanti dichiarazioni nelle quali afferma che la Croce non deve essere una bandiera! C’è da inorridire di fronte ai milioni di martiri che per il Signore, per la sua Santa Croce, hanno dato la vita! O che prega per le altre fedi gridando che c’è un dio unico per tutti indipendentemente dal nome con cui si chiama. Fra non molto mi aspetto che Bergoglio stesso chiamerà con un nome questo dio universale che metterà tutti d’accordo. Lo chiamerà: “Grande Architetto dell’Universo” e così proclamerà che è pronto il Nuovo Ordine Mondiale. E Cristo verrà crocifisso un’altra volta”

Il commento, ahimè, non ha bisogno di chiose. Più chiari di così…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

43 commenti su “Bergoglio in America, da Cuba, all’ONU, agli USA. Quello che avremmo voluto sentire, quello che abbiamo sentito  –  di Pucci Cipriani”

  1. Marina Alberghini

    Non ho capito: se uno dice ; “Casa, Lavoro, e Terra per tutti!” gli danno del demagogo, se lo dice il papa invece gli danno di Genio Universale, e non scherzo, l’ho sentito nei media: Genio Universale!
    Questo Genio fa comodo a molti,evidentemente. Il Cristo che prendeva a male parole tutto ciò davanti al quale questo papa si è inchinato, dov’è?Mah!Certo non abita più in Vaticano.

  2. Papa, Senato Usa, aborto…
    Hanno osannato il Papa in seduta comune, al Congresso degli Usa. E il giorno dopo, tanto per dimostrare quanto avessero capito il suo messaggio, i senatori hanno affossato un disegno di legge che tendeva a impedire gli aborti dopo le 20 settimane di vita, una legge che secondo LifeNews avrebbe contribuito a salvare diciottomila bambini ogni anno.
    http://www.lastampa.it/2015/09/26/blogs/san-pietro-e-dintorni/papa-senato-usa-aborto-Kwxj3jcDmEBUwyxWOq21LO/pagina.html

    1. Questi sono gli esiti della satanica pastorale e dell’anti-magistero bergogliano!
      Sapesse che omelia eretica mi è toccato sentire ieri (e venivano citati i discorsi di Bergoglio come esempio): talmente eretica e stupida che mi sono alzato e ho abbandonato la Chiesa…sono tornato tempo dopo, solo per comunicarmi ma SENZA più partecipare a quella messa: sono rimasto in ginocchio tutto il tempo!
      Il sacerdote di cui parlo è ancora giovane (38 o 39 anni) e viene dall’Africa: ho sentito voci che dicono che è già stato praticamente deciso che diventerà vescovo e quindi si è pensato di fargli “completare” l’istruzione in Italia (ovviamente lo scopo era quello di trasformare un buon sacerdote in un immanentista-ecologista-ecumenista, in una parola, in un MODERNISTA).
      Quando arrivò (4 o 5 anni fa) predicava bene e parlava dei Novissimi…mese dopo mese è peggiorato, accelerando dopo la designazione di Bergoglio, fino ad arrivare ai livelli attuali…i modernisti vogliono invadere anche l’Africa!

  3. Ottimo intervento, come sempre pungente e arguto pur nella serietà del tema. Papa Francesco decisamente sembra voler piacere più ai non credenti che ai credenti.

  4. Ottimo articolo; grazie mille Cipriani! Bergoglio sta ormai prendendo in giro milioni di cattolici; sia chi crede in lui ( e ancora non hanno capito), come solo chi solo ora inizia a capire da che parte sta questo presunto papa, come anche noi tutti che non abbiamo mai creduto al suo terribile di pontificato. Riesce a dare sempre il peggio del peggio come la sua triste battuta in aereo quando ha detto “devo recitare il Credo?”, dopo le critiche del New Swek relativamente alla sua dubbia fede nel cattolicesimo.
    È vero… Al peggio non c’è mai fine.

    1. Ma é possibile che tutte le volte che sale su un aereo debba scandalizzare qualcuno? L’alta quota gli dà alla testa

  5. Non si può essere altro che affranti, ma era immaginabile che le cose a Cuba e al Congresso sarebbero andate così. Le considerazioni del dottor Viviani con cui Pucci Cipriani conclude il suo attentissimo e condivisibilissimo articolo, mostrano un dolore tagliente, amaro, lo specchio, credo, dello sbigottimento e dello sconcerto di tanti cattolici come lui, orfani increduli di una guida che non avrebbero mai immaginato di aver perso dal primo “buonasera” e poi via via fino all’ultima (o penultima, chissà) esternazione secondo cui “… nessuna religione è immune da forme di inganno individuale o estremismo ideologico”. Nessuna religione! -Cristo Signore, che sei morto a fare?- verrebbe da dire, -se pure il Tuo vicario considera il Tuo Vangelo possibile forma di inganno?!- Ma no, forse inconsapevolmente dice il vero se perfino finge di non sapere che esiste Planned Parenthood o perseguitati cubani in cerca di giustizia.O se portandosi a casa Cristo crocifisso fra falce e martello mostra che è cosa buona e giusta

  6. Molto bello questo articolo!
    Ricordiamo al Signore il Prof. Luigi Gedda – grande medico- genetista, fondatore della clinica ‘Gregorio Mendel’ e dell’ associazione medici cattolici, e presidente di Azione Cattolica sotto i pontificati di Pio XI e Pio XII – nel 15° anniversario della morte, avvenuta il 26 settembre 2000 nel giorno in cui la Chiesa ricorda i santi Cosma e Damiano, patroni dei medici.
    Fu fondatore inoltre della Società Operaia di spiritualità getsemanica il cui fine è la meditazione dell’ episodio del Getsemani, in particolare la preghiera di Gesù al Padre : “Non mea voluntas sed tua fiat”
    Chiediamogli nella preghiera d’intercedere per noi, insieme a San Giuseppe e alla Vergine assunta – patroni della Società Operaia, affinché emergano cattolici della sua tempra nel campo della cultura, della politica, dell’ educazione.

    1. Come lei sa, lo “sbarco dei pirati in Italia”, cioè l’occupazione dell’Italia da parte dell’odio anticattolico di stampo ottocentesco, avvenne nell’immediato dopoguerra proprio sul punto cruciale della genetica: “Alleati” occidentali e Russi comunisti concordi nell’imporre il rovesciamento dell’ereditarietà, cioè l’assurda idea secondo cui è il “Mondo” che vuole diventare Dio, e non Dio che ha creato l’Universo. Darwin e l’Accademia delle Scienze dell’URSS contro le evidenze dell’abate Mendel.
      Il professor Gedda lavorò alla salvaguardia della cultura scientifica e alla tutela del ruolo insostituibile della civiltà italiana (“Comitati Civici”), con papa Pio XII (contrario all’adesione dell’Italia alla NATO) e -dal punto di vista culturale- CONTRO la DC, protesa a spanare la strada agli Americani e a “rispettare” i Comunisti.
      Risultato: lui cestinato già negli anni ’50, papa Pio XII bollato come “vergogna della Chiesa” negli anni ”60, Guareschi messo in galera nel ’54, su querela di De Gasperi

  7. La situazione è chiarissima da tempo – C’è da meravigliarsi non di ciò che questo signore in bianco dice, ma solo:

    1- del fatto che OGNI sua esternazione sia contro la Chiesa: senza pause, senza distrazioni, senza parziali correzioni
    2- del fatto che proprio noi stiamo vivendo una tribolazione così grande – annunciata dalla Madonna recentemente, ma anche secoli fa (Madonna del Buon Successo di Quito)

    Sottolineo che il tema della pena corporale (dal ceffone al bambino alla pena di morte -vedasi la “santificazione” massonica di Beatrice Cenci, messa a morte a Roma qualche secolo fa per aver fatto uccidere il padre-, alle malattie come inviate da Dio, alle pene dell’Aldilà) è il tabù “originario” della concezione massonica: Dio/Architetto (non Personale) “non può” punire né volere alcuna punizione del peccatore (inesistente: non si può offendere un “geometra”)

    1. Sarebbe interessante conoscere un bravo psicologo per avere un confronto su cosa può spingere un vecchio di quasi 80 anni, vissuto quasi sempre in posizione piuttosto defilata e improvvisamente arrivato a ricoprire una carica così alta, a un cambiamento repentino di questo tipo, nel quale è molto evidente che ci si trova a suo agio.
      Qui gatta ci cova…

    2. Ha ragione Alex! Quando fu “scelto” come papa, intervistarono alcuni
      argentini, e uno disse che aveva sempre una faccia da funerale; fecero
      infatti vedere alcune immagini, una seduto in autobus, ed aveva in effetti
      una faccia proprio da funerale!!!
      E ora ride SEMPRE….!!!!

  8. Riconosco di essere in grande difficoltà perché mi trovo spaesato, impossibilitato a trarre delle conclusioni accettabili da un punto di vista evangelico. Eppure non mi sorprende tutto ciò. Un paradosso, una stranezza dilaniante. Non sono nessuno, un lurido peccatore, un verme schifoso che tenta di vivere la fede e per la fede, tea tante difficoltà e trappole. Nella mia ignoranza dico solo che Nostro Signore disse: Se hanno odiato me, odieranno anche voi. In due mila anni di storia, la Chiesa è stata sempre odiata e perseguitata. C’è qualcosa che non torna. Se il mondo elogia il Papa, se il potete mondano e iniquo, figlio dell’omicida, venera così il Papa, allora mi trovo in difficoltà, a fronte del fatto che il Papa si compiace e contraccambia tale ‘amore’. Sembra, dai suoi discorsi, sentire Marx e non il Vicario di Colui che ha vinto il mondo e non è sceso a patti con il mondo. Il Signore Iddio, come scritto in Isaia, ha la nausea dei buonisti e dei tiepidi, degli empi e degli ipocriti.

  9. Mi sembra che in tanti comincino a porsi dei dubbi, sia dentro che fuori il mondo cattolico, e trovo positivo che proprio dei non cattolici si pongano degli interrogativi.
    Di proposito non ho ascoltato o letto niente di questo viaggio (che già mi son bastate le poche scene viste nei titolo del TG per penare), tranne parte delle domande fatte dai giornalisti sull’aereo e fra queste qualcuna mi è sembrata riflettere dei dubbi. Mah! Vedremo.

    1. Brava Claudia ma vada oltre: non lo guardi né ascolti più, né in rado, né in TV, né sui giornali. Ovviamente questo atteggiamento deve essere esteso anche ai suoi collaboratori, ed a tutti i prelati modernisti (ma anche al basso clero, purtroppo, fino all’ultimo pretino di campagna, ben indottrinato da vescovi e professori di seminario modernisti).

    1. Ripeto, cara signora, un concetto che espressi tempo fa: la situazione è grave, ma non è seria.
      L’assalto plurisecolare a Roma -intesa come Urbs Catholica, cuore della Civiltà mondiale, sede del “dolce Cristo in terra”- ha portato sul Soglio di Pietro un “illuminato”. La Chiesa è bombardata da “fuori” (simbolicamente, dai campi fuori Porta Pia) e dall’ “alto” (Vaticano). Ufficiiali baffuti e barbuti fuori , Clero ridente in alto.

      E noi …viviamo. Non abbiamo scelto noi di essere bombardati.
      Roma non aveva scelto di essere bombardata e mitragliata nel luglio 1943, anzi tutti pensavano che il suo carattere sacro l’avrebbe fatta rispettare. Morirono 2000 persone…Roma continuò a vivere

    2. Purtroppo è una speranza (lo scisma) a cui non credo molto (anche se ci spero sempre) perché sono ancora troppi che sono dalla parte di Bergoglio e poi sarà soprattutto lui ad opporsi dato che rappresenterebbe una grave sconfitta delle sue vedute come quella di unificare tutto e tutti. Anche a mio parere sarebbe l’unica soluzione, ma sarà dura.

  10. Bellissimo quanto ha scritto Viviani. Mi sento esattamente come lui… E un po’ lo attendo. Spero nel mio cuore di vedere con questi occhi Gesù tornare prima della mia morte. “E voi vedrete il Figlio dell’uomo, seduto alla destra della Potenza, venire sulle nubi del cielo”.

  11. La scisma esiste già. Da cinquant’anni. Forse da più di cento, nonostante i fendenti calati dal beato Pio IX, dal servo di Dio Leone XIII, da San Pio X e dai Sommi Pontefici fino al Servo di Dio Pio XII. Ma i nemici della Fede hanno continuato ad agire subdolamente, nell’ombra. Pian piano son riusciti a collocarsi nei gangli vitali della Chiesa peregrina, sono diventati vescovi, cardinali, hanno conquistato i seminari, le università. Cinquant’anni fa hanno sferrato il grande attacco alla Fede con il Concilio Ecumenico Vaticano II. Cinquant’anni dopo i tempi sono stati giudicati maturi per collocare un loro rappresentante sul Soglio di Pietro. Hanno scelto un figura che si era distinta per un basso profilo, convenzionalmente ortodosso ma quanto basta, populista quanto basta, per non destare sospetti fra i pochi porporati cattolici (Eì chiaro che on sarebbero mai riusciti ad eleggere un Kasper). E lo scisma si è consumato, senza proclami (“Sciant universi christifideles …”).

  12. perfetto l’intervento di Pucci! io penso che Bergolgio non sia un papa – di più: penso che dopo Pio XII la sede sia di fatto vacante – la dottrina della chiesa post-conciliare è quella dei modernisti, dottrina interpretata con “cautela” (ipocrisia) da Roncalli e dai suoi successori – la drammatica, vergognosa scena “ecumenica” di Assisi (gli stregoni asiatici che sacrificavano galline sull’altare di Santa Chiara!) Bergoglio parla come un lettore dei numeri estratti dalla ruota del lotto – ride, ride sempre … risus…

    1. Sono 100% d’accordo con lei. Da anni mi sono resa conto che la chiesa ufficiale non è quella fondata da nostro Signore Gesù Cristo. E da quando ho capito non ho più frequentato le chiese della nuova religione eccetto per funerali e/o cerimonie a cui non potevo esimermi, ma senza partecipazione attiva. Vado solo ad una cappella cattolica non una cum dove sono certa di partecipare al Santo Sacrificio della Messa – unico sacrificio gradito a Dio – da sacerdoti cattolici formati in seminari come all’epoca pre conciliare. Certi “amici cattolici” mi hanno tolto il saluto ma sono gli stessi che ora mi chiamano per avere lumi su cosa sta accadendo. Rispondo nello stesso modo di allora: non è la chiesa Una Santa Cattolica Apostolica, perciò un cattolico non deve frequentarla. Purtroppo, i novatori hanno vilmente sfruttato la fiducia dei fedeli che si sentivano vincolati all’obbedienza al “papa”. Tutto diventa più limpido quando ci si rende conto che si sta obbedendo ad un uomo che non è il vicario di…

      1. Brava Adriana: dieci e lode! il suo coraggio è di incitamento per tutti noi, lei è l’icona di quella che amo definire la RC.A. (Resistenza Cattolica Antimodernista), una novella Giovanna d’Arco. Un abbraccio, Laudetur Jeuss Cristus !

  13. Questi orribili mostri infernali sono oramai a capo di tutte le istituzioni politiche, amministrative e religiose. Esattamente come ha detto la Madonna in un messaggio di Anguera. Riconosciuti o no, detti messaggi, purtroppo, stanno descrivendo la realtà che ci circonda.

  14. Normanno Malaguti

    Rileggiamoci, con calma, l’Apocalisse!
    Non facciamoci illusioni. Il peggio deve ancora venire.
    Lo dico a me per primo:
    Dobbiamo logorarci le ginocchia in preghiera, offrire l’angoscia per la perdita di tante anime e le nostre mende per le omissioni senza numero di una vita ancora troppo superficiale e come inconsapevole. Ma lo ripeto, parlo prima a me stesso.

  15. Se Dio permette che il cinghiale zoppo devasti la Sua vigna, questo male non può essere che per un bene più grande. E’ bene che il Gran Massone imperversi e distrugga, portandosi all’inferno la cricca di coloro che hanno brigato per farlo uscire dal comignolo come fumo di Satana. Penso ad esempio ad alcuni il cui nome mi viene in mente, ai caporioni, fossero dentro o fuori la Sistina, cui altri, forse ignari. si sono accodati. Per esempio Godfried Danneels, Cormac Murphy O’Connor, Walter Kasper, Karl Lehman, Achille Silvestrini, Giovanni Battista Re, Angelo Sodano, e via elencando. Quando il cinghiale avrà finito di devastare la vigna del Signore non rimarrà che un piccolo resto fedele. Poi si ricomincerà da quello.

  16. Lo dico con carità. Una lettura selettiva, parziale, dei discorsi del Papa, dettata dal risentimento, dall’acredine, mi sembra lontana dallo spirito evangelico e dall’amore autentico per la nostra Chiesa.

    1. Il problema è duplice. Da un lato, viste le tante contraddizioni, a leggere tutto non si capisce niente. Dall’altro, quello che “passa” ed informa di se’ il mondo è quanto si denuncia in queste pagine. Quindi, delle due l’una: o il Papa si confonde, o sbaglia del tutto. In entrambi i casi, vedo come vera carità pregare per lui e fraternamente correggerlo.

    2. Non è dettata dal risentimento e dall’acredine, ma proprio dall’amore autentico per la nostra santa Madre Chiesa! Il vederla così umiliata non può non spingere chi la ama davvero a gridare la verità, se occorre anche dai tetti. “La prima misericordia di cui abbiamo bisogno è la luce impietosa della verità” (card. G. Biffi).

      1. Gentile Mario: condivido pienamente l’ottimo commento di M.G.
        Le nostre critiche sono dettate dall’amore che abbiamo per la VERA
        CHIESA, che vediamo minacciata!!!
        Lei dice che è “Una lettura selettiva, parziale, dei discorsi del Papa”
        la causa di questi pessimi sentimenti.
        Io sostengo, al contrario, che le nostre critiche sono dettate proprio da
        una lettura e un ascolto completi di quanto esprime bergoglio!!!
        – La verità assoluta non esiste…
        – I valori non negoziabili non esistono, perché i valori sono tutti UGUALI (!!!)..
        – Non c’è un Dio cattolico, perché Dio è uguale per tutti, cioè anche Allah…
        – Ecc. con altre …eresie…

        Sono la lettura e l’ascolto completi che causano i nostri dissensi.
        Devo confessare che ora lo ascolto sempre meno, a volte per niente,
        però se riportano cose dette da lui che sono un pochettino “sinistrine”
        (termine usato da lui) mi informo se è vero o no, ma è sempre tutto
        vero..

        1. Tanto più che sono i giornali “sinistrini” come Repubblica che pubblicano
          entusiasti i vari discorsi e interventi di bergoglio…

  17. E’ la chiesa in pace col mondo che ha accettato di non essere più la Chiesa. Quella voce che parla subito se un barcone affonda tace davanti alla persecuzione dei cattolici a Cuba,.Anzi, magari avesse taciuto: ha parlato di tutto tranne che di quello. E la stessa cosa negli USA dove la libertà religiosa – e quindi anche di parola- è stata presa a mazzolate poderose dalla “cultura” gender: mi son tornate alla memoria quella coppia (marito e moglie) di pasticceri evangelici (non di chissà quale setta fondamentalista) che si erano rifiutati di preparare una torta nuziale per un matrimonio di due donne. Potevano farla e ci avrebbero guadagnato bene…una grande torta a più strati per tanti invitati non costa 2 lire…e invece si sono rifiutati in nome della libertà di religione e di coscienza. Ovviamente un giudice su richiesta delle 2 li ha multati per risarcimento e sospeso la licenza, quindi negozio chiuso. Però spengiamo il condizionatore sennò madre terra si surriscalda e i ghiacciai si sciolgono….

  18. Nonostante tutto, io credo che il compito del Papà sia quello di TACERE! TACERE! TACERE, perché altrimenti rischia di esporre la chiesa al pubblico ludibrio anche quando dice cose giuste. I suoi interventi devono seguire i canali istituzionali cioè documenti ufficiali inviati in primo luogo ai vescovi o al massimo parlare dalla sua cattedrale. Quindi basta balconate e udienze e viaggi oceanici come si sta facendo purtroppo da decenni con i risultati che tutti vedono ma che non vogliono ammettere. Insomma come il doge di Venezia cui non era consentito nemmeno di aprire la posta.

  19. Carla D'Agostino Ungaretti

    Ho letto con un po’ di ritardo l’articolo di Pucci Cipriani e mi è venuto da piangere. Da un po’ di tempo quando leggo i resoconti su questo Papa mi ritrovo le lacrime in tasca. Da quando, appena eletto, dalla Loggia di S. Pietro salutò con “buonasera” anziché con “Sia lodato Gesù Cristo”, come continua a fare tuttora, e continuando con la sua maniera di firmarsi Francesco senza il P:P. che ha un’enorme importanza perché significa Pastore dei Pastori. Visto che lui ama la franchezza, vorrei tanto che qualche giornalista gli facesse la domanda diretta sul perché lui si esprime così. Forse lo sentiremmo rispondere che quelle non sono cose importanti. Allora lodare Gesù Cristo e riconoscersene Vicario non è importante. E’ importante non usare troppo la macchina e spegnere l’aria condizionata. Questo sì che piace al mondo! Altro che sentir parlare di Dio! Veni Creator Spiritus!

  20. Cosa avrebbe detto e fatto un ANTIPAPA a Cuba e negli USA?
    Esattamente ciò che ha detto e fatto Bergoglio!

    Sono schifato dal fatto che i conservatori papolatri (che IN TEORIA dovrebbero conoscere la dottrina cattolica) ancora si ostinino a difendere il “magistero” bergogliano!

    Quando al Sinodo/conciliabolo si aprirà alle UNIONI GAY sarà molto interessante vedere se don Ariel diventerà un sostenitore della non peccaminosità della fornicazione di tipo sodomitico: ma perché meravigliarsi se lo diventasse? Quando si pensa che “se l’ha detto un atto di Magistero è sicuramente giusto” senza tenere in minima considerazione le eventuali contraddizioni con la Scrittura, la Tradizione, il Magistero precedente, il consenso unanime dei Padri, il Diritto Naturale e la ragione ed escludendo a priori la possibilità di una vacanza almeno formale della Sede, si può arrivare al “paradosso” di un don Ariel pro-sodomia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su