Brexit? A questo punto è inutile votare. Ha già perso (e ha vinto lo spin)  –  di Marcello Foa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Marcello Foa

.

zbrxtSeguo la politica internazionale da 30 anni e c’è una regola quasi ferra: ogni volta che gli elettori sono chiamati alle urne sull’onda di una forte emozione collettiva, soprattutto quando viene versato sangue innocente, l’esito diventa facilmente prevedibile e ha una portata tale da ribaltare il quadro politico.

Un esempio recente, la Turchia: alle ultime elezioni politiche, il partito di Erdogan rischiava di perdere la maggioranza necessaria per completare le riforme costituzionali ma la bomba esplosa durante il corteo dei pacifisti ad Ankara ha modificato valori e percezioni degli elettori, inducendoli ad unirsi attorno alle istituzioni. Risultato: Erdogan vinse di nuovo.

Un lettore mi segnala un episodio molto simile a quello avvenuto in Gran Bretagna l’altro ieri. In Svezia nel 2003 gli elettori furono chiamati a votare in un referendum pro o contro l’introduzione dell’euro. I sondaggi davano il no in vantaggio, ma a quattro giorni dal voto, la portavoce del fronte del sì, una donna, Anna Lindh, venne aggredita e uccisa. Le analogie sono straordinarie, anzi stupefacenti: stessa età della Cox (42 anni), omicidio perpetrato da un folle.

Lo stesso scenario avviene ora in Gran Bretagna, amplificato in un Paese che è molto più sensibile della Svezia ai condizionamenti dello spin. Anche perché l’omicidio è stato, sin dall’inizio, marchiato politicamente: l’assassinio avrebbe gridato “Britain first”. Dico avrebbe perché a udire questa frase è stato solo un testimone, mentre altri presenti sulla scena non hanno udito nulla. Ma in questi frangenti le ricostruzioni accurate valgono poco. Conta solo la prima impressione, contano i primi titoli delle agenzie che danno il tono alla vicenda. E infatti tutti hanno titolato “Sangue sul Brexit”, associando implicitamente l’omicidio di Jo Cox agli anti-Ue. Un’operazione vergognosa, ma tipica dello spin.

Il mix è micidiale:
– una giovane deputatessa uccisa mentre fa campagna. Ha il volto pulito, aveva un marito esemplare, lascia orfani due creature.
– Uccisa da un pazzo che la massacra gridando slogan nazionalisti.

Il tono della campagna cambia: le argomentazioni lasciano spazio al cordoglio, i toni si annacquano e soprattutto muta la psicologia degli elettori indecisi: la rabbia lascia lo spazio alla paura, allo smarrimento. E quando c’è insicurezza non si abbandona la via percorsa finora.

Sarebbe stato corretto – e in una certa misura doveroso – rinviare di alcuni mesi il voto. Ma questo non avverrà, non sarà certo l’establishment a proporlo.

Quell’establishment era angosciato fino a pochi giorni fa e ora dorme sonni tranquillissimi, come certificano i bookmakers e una Borsa improvvisamente ottimista.

Il Brexit ha già perso. Nel peggiore dei modi per una democrazia.

—————————–

Seguimi anche sulla mia pagina Facebook (è così semplice, fai click qui) e su twitter @MarcelloFoa

.

fonte: Il Giornale  

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

18 commenti su “Brexit? A questo punto è inutile votare. Ha già perso (e ha vinto lo spin)  –  di Marcello Foa”

  1. giorgio rapanelli

    Ormai lo sappiamo che bombe e assassini ad opera di psichiatrizzati facilmente influenzabili vengono utilizzati a fini politici. Come l’assassinio del giovane Regani, attuato per colpire il governo di Al Sisi e fare rompere le relazioni commerciali e politiche del regime egiziano con l’Italia.
    Per quanto evoluto, il popolo inglese è sempre un branco che si può scatenare, o guidare dove si vuole. E’ l’inconscio di gruppo che lo spinge. Chissà cosa c’entra un assassinio con una idea politica. Personalmente voterei per come avevo già deciso di votare. Però esiste la mente animale dell’inconscio che generalmente guida le azioni di un individuo e quindi del branco.

  2. Democrazia? E’ una delle tante ideologie morte e che alcuni ancora si ostinano a celebrare. A meno che non ci sia qualcuno che creda che i due assassinii delle due donne siano una coincidenza

    1. Variazioni sul tema, ma la sostanza è sempre la stessa: ogni tipologia di ‘democrazia’ si basa sul principio di ‘fazione’.

  3. Abbiamo fatto le stesse riflessioni anche noi in famiglia. Certezze non ne abbiamo, ma forti dubbi sì: un episodio capitato proprio al momento giusto e con le caratteristiche che (giovane donna, carina, madre di bimbi, altruista) ricordate. Non poteva andare meglio. E la borsa ha già captato.
    Io sono raggelata: pare che non ci si possa più ribellare a questo mostro dispotico che è la UE.

    1. Già. Sai in quanti lo pensiamo? Sembra capitato come il cacio sui maccheroni.
      In realtà questo mostro dispotico che ci governa è capacissimo di questo e altro……

    2. Le ideologie, cara Claudia, sostanziano sempre caratteristiche omogenee alla fonte madre: la rivoluzione del 1789. L’umanità ha subito il liberalismo, il socialismo, il comunismo, il fascismo, il nazionalsocialismo, tutte varianti sul tema portante, la distruzione della libertà e dell’Uomo.

  4. Cesaremaria Glori

    Nell’assassino mi sembra di rivedere quell’Oswald che uccise Kennedy. Arriverà al processo? Ne dubito.

  5. Anche l’attentato terroristico in Spagna (Madrid, 2004) produsse un effetto istupidente sulle masse: infatti vinse Zapatero!

    Come fa la gente ad essere in gran parte così stupida e autolesionista?
    La risposta è facile: chi non ha come punto di riferimento costante le immutabili Leggi di Dio è preda di ogni vento ideologico/dottrinario, degli istinti e dei sentimentalismi…tutte cose sfruttate da Satana per corrompere sempre di più la società e per trascinare più anime all’inferno!

  6. Sì, siamo tutti d’accordo: Brexit ha già perso il referendum. Anche le Borse lo dicono. Non c’è altro da aggiungere.

  7. Viene il forte dubbio che i poteri forti occulti della massoneria abbiano organizzato l’assassinio al momento giusto per impressionare l’opinione pubblica.

  8. giorgio rapanelli

    Azzeccato il riferimento di Cesaremaria Glori… Non, non troveranno colo che sono dietro l’assassinio… Come non troveranno i mandanti del delitto Regani in Egitto. Dovrebbero cercarli fuori dell’Egitto, sempre in Occidente.
    Però, al voto gli inglesi dovranno andare, per contarsi. Servirà molto pe poter cambiare politica, se non vogliono finire peggio. Guardiamo a Renzi, che, lacchè di Obama sulla vicenda chiusura commerciale con Mosca dietro all’affaire Ucraina, oggi è ritornato ad aprire uno spiraglio per dare ossigeno e speranza all’Italia.

    1. Renzi da perfetto servitore, si atterrà alle direttive di Obama. L’incontro con Putin e solo fumo negli occhi, in attesa del referendum. Saluti

  9. Ho letto anche il commento del Dott. Marcello Foa. Debbo dichiarare che appena ho avuto notizia di quel crimine ho pensato esattamente quanto ha esposto l’illustre articolista.
    Un assassinio è cosa da nulla per gli adoratori di mammona, ne hanno ben altri sulla coscienza, posto che un brandello di coscienza l’abbiano ancora, qui si tratta del piano mondialista, in atto da molti decenni,che stava per saltare!
    Purtroppo non disponiamo di strumenti sufficientemente efficaci per svergognarli e denunciarli ai quattro venti per cercare di far invertire la rotta all’opinione pubblica.
    Abbiamo comunque l’obbligo di gridare con tute le nostre forze all’enorme imbroglio per li quale si è
    ancora architettato questo ennesimo delitto contro l’umanità,

  10. La campana a morto (purtroppo reale per la povera vittima – metaforica per centinaia di milioni di utenti dei media) è stata la reboante dichiarazione, non ricordo di chi, “L’uscita del Regno Unito dall’Europa segnerebbe la fine della civiiltà occidentale”.
    Affermazione anche corretta, se per “Civiltà Occidentale” intendiamo il mostruoso apparato ipermassonico piazzato sulle due sponde dell’Atlantico, di cui chiaramente Londra è il fulcro.
    L’apparato dei “Santi” che hanno vinto la guerra settant’anni fa, cooperando con gli altri “Santi” del Comunismo Sovietico, e che oggi aborriscono i non-fanatici Russi non-rossi. Cè un bell’articolo di Socci sul suo sito

  11. Gli inglesi se fossero intelligenti dovrebbero meditare su quello che ha svelato il politico conservatore Nick Farage (e che David Cameron si è ben guardato dal rivelare). Ovvero che la Merkel ha ceduto su tutta la linea con Erdogan.ed ha concesso visti illimitati per la libera circolazione dei cittadini turchi in Europa.
    Ovviamente il provvedimento è fermo per il momento e verrà attuato solo DOPO il referendum inglese che ormai sappiamo come andrà a finire. Studi specializzati rivelano che con i passaporti facili è prevista l’entrata di circa un milione e mezzo di turchi in Gran Bretagna nei prossimi anni…..Dopodiché gli inglesi piangeranno per il voto che avranno espresso (No Brexit).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su