Brexit: il meteorite sulla testa dei dinosauri  –  di Giampaolo Rossi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Giampaolo Rossi

.

zdnsrSAURI E RETTILI

Sono lì rabbiosi e sconcertati. Trattengono a stento la loro ira; il paonazzo Junckeril  freddo Schulzil sadico Tusk. Ogni tanto grugniscono, il più delle volte lanciano sibili disperati. Eppure mostrano la loro solita arroganza generata dalla pretesa di considerarsi l’anello terminale di una catena evolutiva che ha trasformato l’homo europaeus in homo globalis.

Sono i brontosauri dell’eurocrazia, i predatori famelici che hanno distrutto il sogno dell’Europa, quella dei Padri fondatori, trasformandola in un’ideologia stupida e funzionale al potere usuraio dell’élite finanziaria.

Sono i rettili del pensiero molle, gli intellettuali allineati al potere, il nulla neuronale che solo la stupidità di un conformismo stomachevole riesce a considerare “maestri del pensiero”; quelli come Roberto Saviano, cheparagonano la Brexit all’avvento del nazismo, come ignobili manipolatori della verità.

Sono i sobri tecnocrati e i grigi maggiordomi al servizio del potere invisibile che ci governa a Bruxelles e a Francoforte: quelli come Mario Monti che hanno la faccia di palta di dire che la Brexit è un “abuso di democrazia”, loro che la democrazia l’hanno violentata, calpestata garantendosi il potere sulla pelle dei cittadini.
Quelli come Giorgio Napolitano, il collaborazionista che definisce “azzardo sciagurato” il referendum britannico; e che da Presidente della Repubblica non ha esitato a costruire il complotto contro il proprio paese e contro un governo legittimo e democratico, calpestando quella sovranità popolare che lui avrebbe dovuto difendere.

SONO LORO AD AVER DISTRUTTO L’EUROPA
L’Europa sta morendo non per colpa dei cittadini britannici che hanno scelto il proprio destino ma perché la scelta di uscire da questa Europa è stato presa a causa di politici, tecnocrati, banchieri e intellettuali illuminati, che hanno imposto a tutti noi la più grande menzogna: il sogno ecumenico di un continente ridotto a dominio di un’oligarchia illegittima.

Sono loro ad averci imposto la schiavitù del debito come nuova condizione dove incatenare il nostro futuro; l’imbroglio dell’accoglienza di fronte ad un dramma dell’immigrazione costruito a tavolino nelle stanze chiuse dove si pianifica il nuovo ordine mondialista. Sono loro che stanno trasformando l’Europa in Eurabia, con l’irresponsabilità di chi è pronto a cancellare religioni, tradizioni, storia in nome di un globalismo funzionale al sistema economico e finanziario.

Perché è molto più facile dominare popoli senza più identità (e quindi privi del senso di sé) che non popoli memori del proprio passato (e quindi forti di un futuro); perché è più conveniente un continente lacerato da conflitti sociali, guerre di religione, fallimenti multicuturali così che loro possano ergersi a garanti dell’ordine, della sicurezza, della Pace e far credere che questa sia la via giusta; perché il sistema di dominio prende sempre forma attraverso la manipolazione del reale. Lo spiegava Aldous Huxley nel celebre discorso all’Università di Berkeley, quando ricordava che questa ultima rivoluzione consente ad una “oligarchia dominante di portare le persone ad amare la propria schiavitù”.

L’ARCA DI NOÈ
Ora i guardiani dello zoo sono in subbuglio. L’unica possibilità che hanno di mantenerci in gabbia è scatenare il terrore. Provare a raccontarci che se abbattiamo la gabbia non sopravviveremo.
Gia iniziano, sui loro giornali e nelle loro televisioni a narrare la fine del mondo, il prossimo Diluvio Universale che cancellerà la vita in Europa.
Trasformeranno questa bagnarola che chiamano UE, nell’Arca di Noé e saranno pronti a dirci che se non restiamo a bordo di questo relitto alla deriva della storia, moriremo tutti.

Hanno già iniziato spiegandoci che ora torneranno le guerre in Europa; che i prussiani stanno per invadere la Francia e che forse l’Italia riproverà a conquistare l’Albania e la Grecia. Stolti senza onore che non ricordano che negli ultimi 30 anni le guerre in Europa e nel mondo le hanno scatenate loro con le finte primavere arabe e le rivoluzioni colorate.
Vi diranno che fuori dell’UE crollerà l’economia, come se questa mostruosità, mix di feudalesimo e comunismo, non stia già distruggendo il nostro sistema produttivo, le nostre imprese, la nostra economia reale, imponendo una moneta creata dal nulla da folli alchimisti e una pressione fiscale autoritaria ed espropriante.

UN VOTO CONTRO L’ÉLITE
Ma la storia rimane un percorso imprevedibile anche per i più scaltri pianificatori. Per questo il voto inglese va letto non contro l’Europa ma contro l’élite che domina l’Europa.

Per questo, vecchi e rabbiosi dinosauri, io spero che la Brexit sia solo il primo meteorite di una pioggia che vi spazzerà via, riconsegnandoci il nostro destino.

.

Su Twitter: @GiampaoloRossi

Articoli correlati:
Il razzismo degli eurocrati
Perché gli eurocrati odiano la democrazia

.

fonte: Il Giornale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

12 commenti su “Brexit: il meteorite sulla testa dei dinosauri  –  di Giampaolo Rossi”

  1. Sì, ne abbiamo gioito con i nostri amici che ci hanno guardato allibiti e più loro erano allibiti più la nostra gioia si trasformava in dolore per loro. Anche loro infettati dal veleno della propaganda. Com’è successo? Quando è accaduto? Tanti discorsi, tanto sentirsi uniti davanti alle “stranezze” di questa Europa, ed ora questo mutamento improvviso, radicale. Per i soldi? Per la sanità? Per la paura della paura? Non so. Continuo a gioirne. E’ chiaro che saranno sferrati colpi bassi, ci saranno intrighi e tradimenti. Ho fiducia, una Europa nuova sta per nascere. Il parto sarà doloroso e necessita di tutto il nostro accompagnamento, la nostra attenzione, la nostra determinazione, la nostra capacità di discernimento. E la nostra preghiera. Maria Santissima, guidi ognuno a compiere la volontà di Dio, Uno e Trino.

  2. Stefano Mulliri

    Non vedo l’ora che crolli tutto , io a farmi commandare da merkela draghi e quell’ubriacone cirrottico di junker , non ne posso proprio più.

  3. Bravo Rossi! Sono d’accordissimo. Queste marionette del mondialismo massonico (compreso il pinocchietto Renzi) andrebbero cacciate tutte a pedate! La gente forse comincia a svegliarsi e a stufarsi delle loro farse. Si seppelliranno da soli quando la famigerata UE imploderà.

  4. Concordo totalmente e la ringrazio signor Rossi.Quello che più mi angoscia e deprime è il constatare che molte perso0ne anche cattoliche non si rendono conto del grave pericolo che ci sovrasta.

    1. Se ne accorgeranno, se ne accorgeranno, se ne accorgeranno…. oh se se ne accorgeranno…..quando sarà tardi per loro.

  5. Negli anni settanta e ottanta la Destra missina sosteneva il mito dell’EUROPA NAZIONE ma era tutta un’altra cosa;non era l’Europa dei banchieri,era l’Europa occidentale cristiana che doveva costituire la terza forza mondiale tra USA ed URSS,tra il capitalismo ed il comunismo. Ricordo i tentativi di Almirante di costituire l’EURODESTRA assieme al vecchio Le Pen e allo spagnolo Blas Pinar.Sono sogni ormai tramontati e soffocati dall’imperversare della Europa finanziaria che ha travolto l’Europa dei valori perenni,arrivando a cancellare il cristianesimo dalla costituzione europea:questo è l’apparente trionfo di un’Europa massone e satanica che non potrà che scivolare verso la sua stessa dissoluzione totale.

  6. “Sono lì rabbiosi e sconcertati. Trattengono a stento la loro ira; il paonazzo Juncker, il freddo Schulz, il sadico Tusk. Ogni tanto grugniscono, il più delle volte lanciano sibili disperati. Eppure mostrano la loro solita arroganza generata dalla pretesa di considerarsi l’anello terminale di una catena evolutiva che ha trasformato l’homo europaeus in homo globalis.” Già, l’anello finale: gli orchi di Tolkien. Tanta arroganza e superbia unita al dispotismo, lo sfregio per il popolo (anche quello, che è competente più di loro in materia- si badi bene!- ma non allineato con loro), che non deve votare (perchè inferiore a loro “illuminati”), mi rammentano le parole della Vergine ad alcuni veggenti di questi nostri tempi.
    Maria Santissima ha rivelato che “veri demoni incarnati” avrebbero conquistato tutti i vertici politici, amministrativi e sociali. Come non crederle? Basta guardarli.

  7. Cara Maria Teresa mi angoscia il fatto che purtroppo pagheranno anche gli innocenti che hanno gridato, inascoltati e derisi, la verità sui pericoli di una cultura relativista e nichilista.

  8. Sottoscrivo l ‘ intero articolo, corretta e profonda analisi della situazione :ben detto. Quello che indigna e infastidisce è il parlare arrogante dei nostri politici-al potere,.quelli di sempre di sinx,e i loro fiancheggiatori ..una volta dalla part deal popolo ( lotta armata ),..ora a questo popolo ( ignorante..)loro vorrebbero “togliere il voto”- perché ..non si è evoluto come loro-: da capi-proletari-pro…classeoperaia,. a pro…-fiananza,…pro- polically correct ! Hanno rinnegato tutto il loro pensiero di giustizia ,democrazia, libertà, divenendo la classe dell’ élite politico-finanziaria “che..non ammette mai di aver sbagliato-quasi tutto ” ,..ma si autoripropone invertendo il la causa della lotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su