Cari buonisti, siete crudeli (perchè ingannate gli immigrati?) – di Marcello Foa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

La depenalizzazione del reato dell’immigrazione rappresenta uno straordinario incentivo per i trafficanti di uomini – autentici, moderni luridi schiavisti – che si arricchiscono sulle spalle di persone sovente ingenue. Complimenti vivissimi al governo Renzi.

di Marcello Foa

 .

brcmmgrntDunque Alfano annuncia il prossimo sbarco di 600’000 immigrati. Disperati, in cerca di una vita migliore o, forse, illusi dal mito, propagato dai media, dal cinema e dalle leggende metropolitane, di un’Europa Eldorado dove tutto è facile, bello, e dove ci si può arricchire facilmente. Le ragioni dell’immigrazione sono molteplici, però alcuni dati sono incontrovertibili.

La depenalizzazione del reato dell’immigrazione rappresenta uno straordinario incentivo per i trafficanti di uomini – autentici, moderni luridi schiavisti – che si arricchiscono sulle spalle di persone sovente ingenue. Complimenti vivissimi al governo Renzi.

L’Unione europea continua a incoraggiare – di fatto -l’immigrazione extraeuropea, promuovendo così il modello di una società multietnica, senza aver elaborato modelli di integrazione e, come sempre, senza aver chiesto ai popoli europei se queste dinamiche sono di loro gradimento. La politica di immigrazione europea è talmente contraddittoria, scriteriata e priva di buon senso che ci si può legittimamente chiedere se il vero scopo non sia quello di una destabilizzazione e di uno sradicamento identitario e culturale della civiltà europea.

Sia chiaro: l’immigrazione è un fenomeno storico, inevitabile e, se gestito sapientemente, salutare. La Svizzera, la mia Svizzera, lo dimostra da sempre. Ma anche la Svizzera – unico Paese al mondo con una percentuale di immigrati superiore al 20% – a un certo punto dice basta, come avvenuto in occasione della votazione del 9 febbraio.

Ecco perché la situazione dell’Italia è ancora più paradossale. Il Paese è in ginocchio, la disoccupazione è ai massimi storici, quella giovanile degna di un Paese sottosviluppato, il tessuto industriale sapientemente sradicato da economisti di straordinaria lungimiranza alla Mario Monti. E da 20 anni non è stato sviluppato un modello credibile di integrazione.

La domanda sorge spontanea: cosa vanno a fare gli immigrati in Italia? Il lavoro non c’è per gli italiani, figuriamoci per loro. Lo Stato non ha più le risorse per mantenere lo stato sociale. Forse il governo Renzi e l’Unione europea vogliono cortesemente rifornire di manodopera la criminalità organizzata? La mia ovviamente è una provocazione, ma non posso non chiedermi:

Che senso ha farli arrivare?

Permettere loro di sbarcare significa condannarli alla disperazione. E questo nel nome di un indefinito, romantico ma nei fatti crudele buonismo…

.

fonte: Il Giornale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

11 commenti su “Cari buonisti, siete crudeli (perchè ingannate gli immigrati?) – di Marcello Foa”

  1. Lo fanno solo per convenienza e bieco interesse nel tentativo inconsapevole di mettere a tacere una coscienza che li infastidisce e di cui negano sfacciatamente l’esistenza!

  2. Cosa ci si poteva aspettare da un governo di sinistra? La sinistra è quella di sempre, nemica del cristianesimo, altro che storie.

    1. Appunto. E’ ora di dire le cose come stanno. Chi vota sinistra o anche solo indirettamente favorisce la sua ascesa al potere, agisce contro il Vangelo e contro la Chiesa, quindi, se oltretutto asserisce di appartenervi, agisce soprattutto contro se stesso e per questo può essere a ragione tranquillamente definito un EMERITO IDIOTA!

  3. “… ci si può legittimamente chiedere se il vero scopo non sia quello di una destabilizzazione e di uno sradicamento identitario e culturale della civiltà europea” : infatti.

  4. giorgio rapanelli

    Ha fatto scalpore a Macerata la vicenda di una nigeriana che ha staccato con un morso una falange della mano di un controllore del bus che le chiedeva di esibire il biglietto. Sta passando nell’inconscio colletttivo degli Italiani e degli Africani che ai Neri tutto è permesso e tutto è concesso. Qualche domenica fa un amico mi ha detto che in un albergo ristorante del maceratese aveva visto un certo numero di Neri mangiare a pranzo. L’albergatore gli ha detto che vengono da Lampedusa e che lo Stato paga la retta concordata. E’ una fortuna per lui in un momento di crisi come questo… A Macerata la Caritas ormai ospita nelle sue strutture solo i “profughi” africani, cacciando perfino gli Italiani… Avrete letto che l’ex-ministro Mauro aveva proposto di dare la cittadinanza a questi profughi a patto che avessero fatto il servizio militare in Italia. Il povero ministro non sa cosa diventa una Africano in divisa e con un’arma in mano… Ci sono state migliaia di persone in Congo – bianche e nere – che hanno saputo cosa è la furia tribale, primitiva e selvaggia dei Simba. Solo che non possono più raccontarlo, perchè sono morte…
    Esiste un piano per destabilizzare l’Italia e L’Europa con un a politica criminale. Hanno, in nome della fasulla “primavera araba”, reso insicuri i nostri confini mediterranei. Già abbiamo problemi con tutti questi che vengono a lavorare in Italia dall’Est slavo, portandosi dietro pure criminali dello spaccio e del banditismo. Tanto in Italia siamo buoni e cristiani… Il piano per destabilizzare la nostra società è iniziato con il divorzio, l’aborto e la modica quantità per la droga. Arriveremo all’eutanasia volontaria e involontaria. Ma il disastro avverrà con l’integrazione forzata di immigrati con civiltà tribali e musulmane. I musulmani non si integreranno mai, in quanto la loro è una religione forte e radicata, e non bisogna lasciarsi abbacinare dalla “taqiyyah”, la dissimulazione che usano quando sono deboli, ma che scomparirà quando saranno politicamente forti… Dietro alle parole d’ordine “multiculturalismo, pacifismo, accoglienza, richezza della diversità, e così via” si cela il piano per distruggere la nostra civiltà greco-giudaico-cristiana, a cui parte della Gerachia, del clero e delle sette ecclesiali partecipano. Purtroppo, la Sinistra è la mosca cocchiera di questo movimento. Una Boldrini e una Kyenge, nella loro inutilità, e il Renzi, un’ultima spiaggia dei grossi Poteri internazionali dopo il fallimento dei Monti e dei Letta, sono espressione di questo sfascio, di questa “rottamazione” gattopardesca perchè tutto cambi affinchè nulla cambi per i grossi interessi del dominio sul pianeta. Le elezioni europee dovranno essere una risposta a questa politica criminale.

  5. grazie a Giorgio Rapanelli. Ma dal suo quadro disperante manca la potente macchina da guerra omosessualista che tiene in pugno oltre all’informazione anche le istituzioni e ha messo le mani sulla scuola

  6. secondo me stiamo vivendo nella dittatura perchè se la costituzione dice che gli italiani sono il popolo sovrano come mai non hanno scelto gli italiani il presedente del consiglio? E come mai il presidente Napolitano ha firmato il trattato di Lisbona sensa sentire il parere degli italiani attraverso un referendum?

  7. Paolo Tomasello

    E’ in atto un complotto mussulmano, massone, omosessuale- comunista dal 1973 per distruggere la nostra civiltà Greco/Romana &Giudaico/ Cristiana!!
    E’ la triade satanica che si è messa in moto la trasfigurazione dell’ anticristo, la bestia e il falso profeta!
    Sponsorizzati dagli stati canaglia : Stati Uniti D’America, Arabia Saudita, Qatar, Pakistan, Turchia!
    Ironia della sorte solo Vladimir Putin con la grande Madre Russia Ortodossa è assurto a strenuo difensore della Cristianità e dei valori ad essa collegata!
    Barack Obama fa il doppio gioco è un mussulmano pilotato travestito da cristiano.
    Condivido pienamente quello che ha scritto Giorgio Rapanelli

  8. Nicola Olita

    Bisogna aggiungere che la visita di Papa Francesco a Lampedusa, molto riuscita dal punto di vista dell’immagine, molto mediatica, non ha però certamente contribuito a chiarire il fenomeno, a far luce sul complesso problema dell’immigrazione, dal momento che ha solo creato sensi di colpa e di vergogna alle comunità occidentali, di cultura cristiana, anziché sottolineare la pericolosità delle politiche immigratorie succedutesi nel tempo, intrise di populismo e buonismo, asservite al potere economico sovranazionale e massonico, capaci solo di contribuire a destabilizzare la convivenza civile e col tempo a distruggere la società cristiana. Chissà a quanti cristiani quella visita ha fatto versare lacrime di pietà!… Ma il problema non si risolve accogliendo interminabili barconi di disperati. Così non si risolve il loro dramma, ma si crea solo il fondamento per l’insorgenza del nostro dramma. Allora sì che verseremo lacrime molto più amare. I sintomi, purtroppo, già si intravedono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su