Cristiani e musulmani sono fratelli? – di Lorenzo Penotti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Lorenzo Penotti

zzzzfrgbrg

.

Se ci atteniamo con rigore alla dottrina cattolica, musulmani e cristiani non sono fratelli. Per il semplice motivo, tanto evidente e da sempre insegnato fino a una cinquantina di anni fa, che i musulmani non sono battezzati e perciò non sono figli di Dio ma solo sue creature, sebbene chiamate a diventare suoi figli per vie misteriose che solo Dio conosce oppure tramite il battesimo. La figliolanza divina infatti – e non è opinione su cui chi abbia un briciolo di conoscenza di dottrina cattolica possa opinare – è un dono che si riceve col battesimo. Se poi consideriamo che Gesù chiamò gli scribi e i farisei figli del demonio per l’opera di tentare di ucciderlo, non è erroneo attribuire la stessa paternità ai musulmani che non è un segreto abbiano il compito di “uccidere gli infedeli” fra i quali i cristiani.

Chiamare i musulmani fratelli dei cristiani si può solo intendere allora come un lodevole auspicio, ma allora non va usato l’indicativo. Si dovrebbe quindi dire che “dovrebbero essere fratelli”. Grande auspicio religioso per noi cattolici, non altrettanto per i musulmani per i quali non è possibile che diventiamo fratelli nemmeno se tutti ci convertissimo all’islam per il semplice motivo islamico che “Allah non ha figli perché è Dio e non un uomo”. Forse però si può intendere questo auspicio in senso politico, al fine di eliminare i rischi dell’attuale conflitto che vede i cristiani vittime e i musulmani carnefici. Come tale auspicio politico sia realizzabile è tutt’altro che facile da immaginare.

Ma un auspicio politico non si dovrebbe trovare sulla bocca del Vicario di Cristo in terra, ché è sì un sovrano, ma parla più come Vicario di Cristo che come sovrano. Se poi dovessimo intendere in maniera rigorosa la frase “Cristiani e musulmani sono fratelli”, delle due l’una: o tutti abbiamo come padre Dio Padre, Padre di Cristo, il che non è teologicamente vero, e allora la frase sarebbe erronea, oppure abbiamo tutti come Padre Allah, che è dimostrato nei fatti e nella teologia non essere Dio, perché ordina l’uccisione anche dei cristiani e la negazione della divinità di Cristo: ma anche tale comune paternità di Allah è falsa, perché per noi cristiani non c’è altro Dio che quello Uno e Trino espressamente negato dall’islam. Non siamo perciò figli di colui che è espressamente anti-cristico.

L’unica cosa che come cattolici possiamo dire e sperare è che – tramite l’evangelizzazione – tutti diventiamo figli dello stesso Padre grazie alla conversione al cristianesimo degli islamici. Frase che tuttavia forse non sarebbe stata gradita né ai musulmani né alla stampa. Sappiamo che Gesù parlava non per essere gradito però, ma per offrire la salvezza.

Ma allora cosa conservare di quella frase?

.

fonte: La Voce di don Camillo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

41 commenti su “Cristiani e musulmani sono fratelli? – di Lorenzo Penotti”

  1. Cosa conservare di questa frase?
    L’ulteriore prova che Bergoglio (papa o pseudopapa che sia) non è teologicamente affidabile!!!
    L’ulteriore prova che il politicamente corretto, per Bergoglio, viene prima della salvezza delle anime: con questa frase quanti avrà confermato nell’ERRORE?

  2. cattolico triste

    Con quella bocca può dire ciò che vuole
    Era lo spot pubblicitario del famoso “Carosello” che rese popolare una bella e brava attrice italiana, Virna Lisi. Ora non sembra affatto disdicevole applicarlo ad una Pope star che vuole raggiungere lo stesso obiettivo in campo ecumenico. Nel mondo globalizzato e massmediatico l’importante è essere sempre al primo posto nella Hit Parade proprio l’opposto di “Ecce Homo”. D’altronde lo ha dimostrato con l’indizione del Giubileo straordinario della sua Misericordia per ricordare il Grandioso Evento che ha cambiato la Storia della Chiesa, il Concilio Vaticano II, col quale al posto di Cristo è stato messo l’uomo!

  3. Molto, ma molto, ma molto, importante.
    Recentemente ho avuto la gradita sorpresa di sentire lo stesso concetto dal Viceparroco, in una normale omelia: l’essere umano non battezzato è creatura di Dio, NON figlio di Dio.

    Aggiungo:
    1- che l’Islam è tecnicamente -a mio giudizio- antiCRISTIANO, non antiCRISTICO. Cioè la sua aggressività perpetua è rivolta essenzialmente contro i “miscredenti” adepti del Messia.
    Invece l’odio squisitamente anticristico è quello farisaico di 2000 anni fa e quello massonico di oggi. Dire che “il Cristianesimo è una delle tante religioni dell’Umanità – fiorita inaugurando l’Era Volgare” significa semplicemente dire che Cristo fu un bestemmiatore e un impostore
    2- che la nostra adozione alla Figliolanza Divina è, appunto, un’adozione. “Figli nel Figlio” è la formula. Cioè possiamo essere Figli di Dio -e lo siamo realmente! – PERCHÉ Dio ha un Figlio a Lui consustanziale, il quale ci vuole Suoi fratelli

  4. giorgio rapanelli

    NO. Possono solo tollerarsi fino a quando i musulmani non vogliono prendere il sopravvento sui cristiani, così come ordina il Corano. Che è chiaro: “Non fare amicizia con cristiani ed ebrei”. Il Cristo non è morto in croce. ma qualche altro fu reso agli occhi simile a lui. Non lo hanno ucciso, ma Dio lo ha innalzato a sé”… e così via. Dio è Dio, ma non Padre. Quindi non siamo “fratelli”. E neanche amici. Ci considerano impuri e infedeli.,.. Magari non hanno torto nel considerarci accoliti di Satana per il Gender, LGBT, omosessualità, eccetera. Ma anche essi non sono da meno. vedi la Storia sessuale dei musulmani e come si comportano oggi con l’omosessualità qui da noi.

    1. Quale sarebbe la storia sessuale dei musulmani? Come si comportano, qui, con gli omosessuali? Scusate la mia ignoranza. Potreste essere più chiari? Grazie.

  5. E’ il solito Bergoglio che parla per frasi fatte, che piace tanto a chi si esprime solo con un twitter, incapace di argomentare. Bel inizio di giubileo, della fratellanza universale e dello spirito ecumenico che diviene il dogma della nuova chiesa. In questo anno ne vedremo di tutti i colori e credo che la barca di Pietro? a forza di accogliere tutti, incominci a imbarcare acqua prima della fine del giubileo.

  6. Di sicuro siamo tutti creati da Dio! Certamente non possiamo dirci fratelli nella Fede.
    Se i musulmani vengono considerati fratelli dei cristiani; coloro che si professano atei o di altre confessioni cosa sono?
    Gesù Cristo ci insegna ad Amare tutti persino i nemici, ma come ci insegna molto bene nel Vangelo, mia madre e i miei fratelli sono coloro che fanno la Volontà del PADRE MIO!!!
    Se uno ammazza mio figlio, con tanta grazia posso arrivare a perdonarlo ma come posso sentirmi fratello???
    Purtroppo come Vicario di Cristo é anche uomo e ci crea qualche confusione di troppo.
    La mia ferma speranza é che il Signore sa scrivere diritto anche sulle righe storte dell’uomo.
    Saluti Giuseppe

  7. Cosa conservare del “Vangelo secondo Bergoglio”? Un’accozzaglia di “sparate” solo apparentemente imprudenti o incoscienti; in realtà sono continue gocce che hanno come scopo quello di scavare la roccia della Tradizione e della Dottrina Cattolica! Secondo il VdR i musulmani e i cristiani sono fratelli… Si, come Caino e Abele!!! Ma non hanno insegnato niente 12 secoli di storia?

  8. E io, che ai bambini a catechismo ho insegnato che l’islamismo è sotto TUTTI i punti di vista una falsa religione ed i suoi adepti costituiscono una setta immorale e ripugnante avente per padre il Demonio…. sarò forse “scomunicato”? Speriamo che il “misericordioso” non lo venga a sapere!

    1. Caro Alessandro, cosa mi tocca leggere: lei è un INTEGRALISTA, un CRISTIANO IDEOLOGICO!
      Se le autorità sapranno come si comporta, la rieducheranno con un anno da passare a Bose…così imparerà quanto è “gioiosa e libera” una religione ecumenica!

    2. Caro Ale90, sappia che anch’io sono sulla sua stessa barca: al catechismo mi barcameno come meglio posso tenendo fede alla retta dottrina, sia dialogando con i ragazzi e facendo loro capire come stanno veramente le cose, sia aiutandomi col Catechismo di S.PioX che tengo ben nascosto in borsa e che tiro fuori al momento opportuno. Dell’insulso testo che di tutto sa, meno che di catechismo, non tengo per niente conto; vado avanti ogni volta chiedendo allo Spirito Santo di ispirarmi perché riesca a entrare nel cuore di quei giovani indicando loro la strada giusta. Insomma più che in me stessa, confido nel Signore. E speriamo di non venire scomunicata!…………..

      1. Vada tranquilla signora, chi non è Papa non può scomunicare nessuno tanto più se, davanti a Dio, e’ lui stesso ad esser fuori dalla Chiesa! Riguardo all’insegnamento catechistico, sto studiando insieme al Signore il momento opportuno per rimettere il mandato e salutare la mia sedicente parrocchia! Non prima di aver lasciato ai bambini che Dio ha messo sulla mia strada tutte le indicazioni per tornare, quando Lui lo vorrà, nel Sacro Ovile che non può essere quello della apostatica satanica e frammassonica chiesa conciliare!

  9. A parte il fatto che non credo la frase sia stata scritta davvero da Bergoglio, ma uno dei suoi compiacenti flabellari, purtroppo credo anche che rispetti il suo pensiero, che esprime un cristianesimo fai-da-te, emozionale e sentimentale, molto terra-terra, in cui ben poco posto hanno non solo una teologia sistematica – che dico mai? – ma in ultima analisi lo stesso Vangelo.
    Sul metodo, poi: ma come si fa anche soltanto a pensare di poter esercitare il ministero pontificio attraverso twitter … ma siamo seri!
    La prossima enciclica che faranno, ce la manderanno via e.mail o via sms …?

    1. Non si tratta di sentimentalismo, ma di Massoneria: la mitica Fraternité fra uomini nati (dalla mitica “Umanità”) Liberi ed Eguali, che si dedicano alla gestione di un mondo perfetto…avendo prima la gravosa incombenza di liberare il mondo dalle scorie inspiegabilmente presenti, tramite le epurazioni fisiche e mentali.
      L’opposto del Cattolicesimo, che insegna che gli uomini nascono schiavi del Demonio e disuguali, sia per storia e personalità (fatto positivo) sia per condizionamenti di salute ed eccessi di ogni genere (fatto negativo), e vengono costituiti fratelli di Cristo se aderiscono a Dio con la Fede e il Battesimo (Mc 16, 16)

  10. il Corano è “Immutabile”. Ogni “buon mussulmano” ha il diritto di “applicarlo” così come è scritto, a seconda degli accadimenti, “nel bene e nel male”. Bene e Male condizionati dal Corano: Tagliare la testa agli “infedeli”, è il “Bene”, convertirsi ad altra Religione il “Male”. Il povero curato Bergoglio, del “volemose bene”, non ha ancora capito che la stirpe dei Cainiti prosegue coi Mussulmani. Fratelli in “Adamo”? Forse, ma solo in “Adamo”. Abele aspetta ancora Giustizia. Fratelli del Nulla.

  11. “Se ci atteniamo con rigore alla dottrina cattolica, musulmani e cristiani non sono fratelli”..

    Se ci atteniamo alla dottrina cattolica tutti gli uomini sono fratelli. Poi ci sono coloro ai quali la Rivelazione cristiana è stata annunciata (alcuni l’hanno accettata , altri no) e coloro ai quali non sono stati raggiunti dalla buona novella (oggi è più difficile ma possono esserci ). Su questi ultimi nulla si può dire. Le gigionate di Bergoglio sono ormai una consuetudine , ma in definitiva il tweet non è così sgangherato.
    Specie se l’alternativa è la grancassa cristianista.

    1. ‘ Tramite una comune professione di Fede , un comune essere membri nello stesso corpo , e per il comandamento di Carita’ , LA CHIESA lega differenti nazioni in una fratellanza , la fratellanza degli uomini , FIGLI DELLO STESSO DIO ‘ ( Catechismo U.S.A.’ My Catholic Faith ‘ , 1949 ) . Il Battesimo pertanto e’ mezzo indispensabile per essere figli di Dio , e quindi fratelli .

    2. Siamo fratelli, in quanto figli di Dio ma, certamente, non fratelli nella Fede. E questo, un Papa che sia tale, dovrebbe specificarlo per non generare un’uniformazione stile NWO.
      Simpatico l’eufemismo “gigionate”…

    3. Caro Angheran,
      Il “Catechismo della Chiesa Cattolica” ci dice che gli uomini sono tutti fratelli:
      360 A motivo della comune origine il genere umano forma una unità. Dio infatti « creò da uno solo tutte le nazioni degli uomini »
      361 « Questa legge di solidarietà umana e di carità », 468 senza escludere la ricca varietà delle persone, delle culture e dei popoli, ci assicura che tutti gli uomini sono veramente fratelli.

      Il Catechismo di San Pio X ci dice che diventiamo fratelli di Gesù (e quindi fra di noi) con il Battesimo.

      Discendiamo tutti da Adamo ma è un motivo troppo debole per dire che i musulmani sono nostri fratelli (altrimenti anche i pastafariani e i satanisti sarebbero nostri fratelli)!

      Il CCC fu approvato dall’ecumenista Giovanni Paolo II (che disse varie eresie e non esitò a baciare il corano) e non è dappertutto ortodosso ad esempio:…

    4. …841 Le relazioni della Chiesa con i musulmani. « Il disegno della salvezza abbraccia anche coloro che riconoscono il Creatore, e tra questi in primo luogo i musulmani, i quali, professando di tenere la fede di Abramo, adorano con noi un Dio unico, misericordioso, che giudicherà gli uomini nel giorno finale ».
      Questa frase è IN CONTRADDIZIONE con il Magistero precedente e pertanto è ACATTOLICA (il Magistero NON può contraddirsi): di un catechismo che contiene errori non so che farmene…io mi tengo stretto al Catechismo di San Pio X (e credo che tutti i VERI cattolici facciano lo stesso)!

      1. Parlare di “VERO” catechismo presuppone che quello attuale non sia valido (o sia ugualmente ignorato) e già questo potrebbe creare qualche problema per chi si professa cattolico (v. 836,841,842 ecc.). S.Pio X era la persona più lontana da qualsiasi forma di razzismo e probabilmente riderebbe in faccia alla chiamata alle armi che tanti osannati personaggi rivolgono al mondo cattolico. Nel merito il tweet di Bergoglio (o chi per lui) è certamente approssimativo e fonte di possibile confusione , ma non è detto che sia rivolto alla fratellanza di fede , per la quale occorre ieri come oggi il battesimo. Quanti sono i battezzati e i praticanti tra coloro che invitano i cattolici a mettersi l’elmetto e a scendere in trincea?

        1. Che c’entra il razzismo?
          Il vero problema è credere a qualcosa di CONTRARIO rispetto a quello che il Magistero ci ha GIÀ insegnato, come la frase da me citata: Dio NON si contraddice e TUTTO ciò che contraddice il Magistero precedente è ANTIMAGISTERO, piaccia o non piaccia ai conservatori!
          Se il Magistero, su di un argomento, si è GIÀ pronunciato, TUTTI i VERI cattolici non crederanno mai a qualcosa di diverso, da CHIUNQUE quel qualcosa provenga!

  12. Se ci atteniamo alla dottrina cattolica tutti gli uomini sono fratelli.
    ***
    Attenzione…. leggiamo n. 551-552 Catechismo Maggiore di S. Pio X: ” Il Sacramento del Battesimo conferisce la prima grazia santificante…CI FA FIGLIOLI di Dio, membri della Chiesa ed eredi del Paradiso….” TUTTI gli altri sono semplicemente creature ragionevoli composte di anima e corpo a cui è stato dato razionalità e volontà per ricercare il VERO ed UNICO Dio = Padre, Figliolo e Spirito Santo. (Cfr. n.48-43 Catechismo Maggiore di S. Pio X).

    Ciò che è stato scritto in questo articolo è sacrosanto e doveroso, tuttavia Bergoglio non ha detto una novità, poichè queste affermazioni sono il cavallo di battaglia dell’eretico ekumenismo propagato e incentivato da TUTTI i suoi predecessori a partire da Roncalli e dove Il massimo esponente fu Wojtyla con gli incontri di Assisi e molto altro ancora….

  13. La frase è errata da qualunque parte la si guardi. Se si intende fratelli secondo la carne, ovvero creature di Dio, allora è errato dire che cristiani e musulmani sono fratelli, se tutti gli uomini sono fratelli, non lo sono in senso soprannaturale. Costituire una categoria di identificazione su base spirituale e religiosa parlando di cristiani e musulmani rende implicito
    ed ineludibile che si stà parlando su un piano metafisico e quindi non creaturale, altrimenti si sarebbe dovuto dire: a prescindere dall’essere cristiani o musulmani tutti gli uomini sono fratelli; questa frase sarebbe stata corretta, mentre invece dire solo: “cristiani e musulmani sono fratelli” è errato sia se si intende fratellanza in senso creaturale sia se si intende fratellanza in termini soprannaturali (si diventa fratelli in Cristo solo in conseguenza del Battesimo).

    Un vero papa non può sproloquiare fesseria in libertà, per questo Bergoglio fa così. Bisognerà aspettare che ritorni un vero papa.

    1. La frase è errata da qualunque parte la si guardi. Se si intende fratelli secondo la carne, ovvero creature di Dio, allora è errato dire che cristiani e musulmani sono fratelli,

      No, non lo è. La dottrina è chiara. La chiesa cattolica non ha mai avallato la minima distinzione di razza , nè ieri nè oggi.
      Inutile tirare in ballo S.Pio X. Che cosa sarebbe andata a fare a predicare in Africa , in Asia se riteneva esistessero differenze di razza?

      se tutti gli uomini sono fratelli, non lo sono in senso soprannaturale.

      Non è desumibile dal tweet la certezza che si riferisse alla fratellanza di fede e non alla semplice fratellanza umana.
      Conoscendo la tendenza di Bergoglio a evitare qualsiasi approfondimento teologico è molto probabile che si riferisse al primo caso. Quindi nel dubbio non ci sono gli elementi per sparare a palle incatenate , tutto qui.

      1. Cosa c’entrano il razzismo e le differenze di razza?
        Un nero battezzato è mio fratello, un bianco non battezzato NON è mio fratello!
        È OVVIO che la Chiesa non ha mai fatto distinzioni di razza, ma questo cosa c’entra col dire che i musulmani sono nostri fratelli?
        Se per fratelli si intende che tutti discendiamo da Adamo ed Eva, allora anche i buddisti, i satanisti e gli indù sono nostri fratelli…non c’era bisogno di dire “tra cristiani e musulmani”!
        Ma è MOLTO più verosimile che Bergoglio si riferisse al SECONDO caso: ha letto la “preghiera” che le ha segnalato Ale90?

  14. massimo trevia

    i musulmani odiano il vero Dio.loro malgrado ,ovviamente,visto che ci ha fatti tutti Dio,siamo un po’ fratelli.ma come fratelli uno del quale non vuole conoscere il padre!quindi,ne fatti l’unica fratellanza che apparentemente positiva potrebbe esserci,muovendoci reciprocamente ad un bene reciproco che però nonostante le apparenze è falso,è quella che ci vogliono imporre (spingendo i musulmani ad invaderci),imponendoci una convivenza che se non ci ribelliamo distruggerà la nostra civiltà! e chi ,idolatrando il valore della accoglienza e trasformando la fede in un insieme di valori in spregio a Cristo,vuole in nome di un falso Cristo farlo?i massoni,i modernisti e compagnia! dove un islamico bacia il pavimento lodando allah,lì egli ringrazia allah per il dono di quel centimetro a lui conquistato!ma che bravo…come prega bene! allocchi!nel suo animo è già guerra a noi,che da quel momento saremo intrusi nella (nostra)terra…che ora per lui è di allah! questo,cavolo,la chiesa doveva da tempo non volere!

  15. Magari è OT, però… e se ci sbagliassimo tutti, alla grande? Se “Adamo ed Eva” fosse solo una favola alla stregua della favola di Darwin? La prima, una “infantile” spiegazione della Onnipotenza di Dio, Signore (per chi ha Fede) di tutte le Galassie… La seconda, una velleitaria, se non ridicola, spiegazione pseudoscientifica (senza prove e non replicabile) che ci farebbe risalire ai Primati. Entrambe stanno in piedi come sacchi vuoti. Le nostre vere origini sono ancora il più grande mistero… In ogni caso non siamo fratelli… Lo siamo diventati, fratelli, con il supremo sacrificio di Cristo che ha versato tutto il suo sangue, perché noi tutti (islamici compresi) lo diventassimo in Lui. – Poi, accostare il Corano al Vangelo e Cristo a Maometto, è la più grande di tutte le Bestemmie: Siamo a pochi passi dall’Eresia. A meno che “… hai nascosto queste cose ai Sapienti e le hai rivelate ai semplici…” Bergoglio più che semplice… un allegro facilone, se non un “sempliciotto”

    1. Adamo (che significa “terra rossa”: tratto dalla terra) ed Eva (che significa “vita”: “L’uomo chiamò sua moglie Eva, perché ella fu la madre di tutti i viventi”- Gen 3, 20) non sono una favola, caro Gian Piero.
      Per molti motivi, fra cui la realtà della Caduta d’Origine, senza la quale la tribolazione e la peccaminosità in cui ci troviamo non ha la minima spiegazione. Rom cap.5; At 17, 26.

      Basta non farsi influenzare dalla propaganda evoluzionistica -che configura la “stirpe” come Soggetto Automodificante, cosa puramente assurda- per vedere che ognuno (singolo) dipende dai propri predecessori (singoli), e che non si può risalire a tempi “infiniti”

  16. … lo so Raffaele, “Narrazione Biblica”, ma temo che la “nostra origine” sia stata trasposta nella Genesi con un linguaggio accessibile ad un Popolo di pastori erranti, per la maggior parte “ignoranti analfabeti” … dunque, oggi, nulla è da escludere a priori sulle nostre remotissime Origini “divine”. — I “mussulmani nostri fratelli”? Neanche per idea, stando proprio al Corano. L’albero dell’Islam è tossico, tutta la sua Storia lo dimostra, come il suo fondatore, “ispirato” dal “Decaduto”: In ogni e qualsiasi caso, NON ispirato da Dio. E’ la sua stessa Storia, la sua Biografia a smentirlo clamorosamente. – “Dai frutti riconoscerete l’albero…” Bergoglio questo lo sa, ma fa finta di niente..? Oppure non lo vuole sapere..!? In ogni caso sta sconfinando nell’ Eresia più devastante nella Storia del Cristianesimo. Preghiamo davvero per questo poveretto, assurto non si sa perchè a Vicario di Cristo. Lo Spirito non si è “distratto”, i “principi della Chiesa”, Sì.

    1. Nel frattempo però c’è stata la Chiesa che per voce dei Successori di Pietro, assistiti dallo Spirito Santo, ha offerto un insegnamento inequivocabile! Lei, sig. Piero, chi sta aspettando che si pronunci ancora per avere le idee chiare?

    2. Sono da escludere due cose, carissimo:
      – il poligenismo (molti uomini e donne “comparsi” contemporaneamente), espressamente escluso da papa Pio XII
      – il panteismo, nel senso di considerare il cosiddetto “Mondo” un’entità in sé conchiusa, racchiudente gli esseri umani come proprie parti ed escludente il principio di Personalità degli uomini e di Dio. Proprio quello che Cristo ha rivelato e ha inserito con forza nella vita dei Battezzati

  17. Ale90… invidio tutti coloro che con l’avvento di Bergoglio hanno oggi, “inequivocabilmente”, le “idee chiare”. A me le ha confuse ancora di più… temo di non essere il solo a non vederci “più chiaro” con questo “Vicario di Cristo”. A me pare più un vecchio curato di campagna, o un discreto Sindacalista, un futuro “eleggibile” Leader del NWO, più che un vero grande Papa… seppure ancora in vita, dicono già operi “miracoli”. E tutti, incensandolo, già lo “adorano” (culto della Persona), soprattutto gli antichi nemici della Chiesa e i nemici di Cristo e della sua Dottrina. Tutto questo la dice molto lunga.. Mah..! Mi fermo qui.

  18. — “Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi.
    Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i falsi profeti” —

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su