DDL: Fino a 2 anni di carcere e da 10mila a 50mila euro di multa per chi si oppone al “gender diktat”  –  di Rodolfo de Mattei

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Fino a 2 anni di carcere e 50mila euro di multa se a commettere il “reato” sono gli addetti ai lavori: psicologi, pedagogisti, consulenti, educatori e assistenti sociali

di Rodolfo de Mattei

.

zscDurissime pene e salate sanzioni per chi osa “reprimere” l’orientamento sessuale di un minore attraverso le cosiddette “terapie riparative”. Il 14 luglio è stato infatti ripresentato in Senato presso la sala “Caduti di Nassiriya” il ddl 2041 “Norme di contrasto alle terapie di conversione dell’orientamento sessuale dei minori”, composto da tre articoli di cui l’Osservatorio Gender aveva già dato notizia lo scorso 26 maggio. 

L’ideologico disegno di legge, depositato a Palazzo Madama da alcuni senatori del Pd (primo firmatario il senatore gay Sergio Lo Giudice, oltre all’immancabile Monica Cirinnà), di Sinistra italiana (fra cui la capogruppo Loredana De Petris), delle Autonomie e del Misto, prevede fino a 2 anni di carcere e da 10mila a 50mila euro di multa, oltre alla sospensione dalla professione, nel caso in cui i “colpevoli” fossero psicologi, pedagogisti, consulenti, educatori o assistenti sociali. Da questi ultimi, in prima linea nella gestione di casi di “orientamento sessuale”, si attende infatti una scontata e supina adesione al “gender diktat” dominante.

tre articoli del DDL definiscono il campo d’azione, i destinatari e le particolari sanzioni alle quali vanno incontro coloro che osano contrastare tale visione ideologica della sessualità umana.

L’articolo 1 specifica che cosa si intende per “conversione” dell’orientamento sessuale:

 “conversione dell’orientamento sessuale si intende ogni pratica finalizzata a modificare l’orientamento sessuale di un individuo, inclusi i tentativi di modificare i comportamenti, o le espressioni di genere, ovvero di eliminare o ridurre l’attrazione emotiva, affettiva o sessuale verso individui dello stesso sesso, di sesso diverso o di entrambi i sessi”.

L’articolo 2 è invece intimidatorio, elencando una ad una le categorie professionali obiettivo di tale disegno di legge:

“Chiunque, esercitando la pratica di psicologo, medico psichiatra, psicoterapeuta, terapeuta, consulente clinico, counsellor , consulente psicologico, assistente sociale, educatore o pedagogista, faccia uso su soggetti minorenni di pratiche rivolte alla conversione dell’orientamento sessuale è punito con la reclusione fino a due anni e con la multa da 10mila a 50mila euro. La condanna comporta la pubblicazione della sentenza e la confisca delle attrezzature utilizzate”.

Infine, all’articolo 3, puntualizza la sospensione professionale per chi dovesse incorrere in tale accusa:

“se la condotta è posta in essere nell’esercizio di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dallo Stato, la condanna comporta la sospensione dall’esercizio della professione da un minimo di un anno a un massimo di cinque anni”. Nel testo si precisa che non sono soggetti a sanzione, ed anzi incoraggiati, gli interventi “che favoriscano l’auto-accettazione, il sostegno, l’esplorazione e la comprensione di sé da parte dei pazienti senza cercare di cambiare il loro orientamento sessuale”.

La premessa del disegno di legge “Norme di contrasto alle terapie di conversione dell’orientamento sessuale dei minori” rappresenta un vero e proprio excursus ideologico della propaganda omosessualista in cui i proponenti hanno messo insieme le conquiste ottenute dal movimento LGBT lungo il “percorso di depatologizzazione dell’orientamento omosessuale” a partire dal fatidico 1973, anno in cui l’American Psychiatric Association eliminò la diagnosi di omosessualità egosintonica dal DSM, il Manuale Diagnostico e Statistico delle Malattie Mentali. Una derubricazione – è superfluo ricordarlo – frutto non di particolari risultati scientifici raggiunti ma piuttosto del singolare contesto socio-politico di quegli anni.

I firmatari del progetto di legge si richiamano alla politica promossa in materia dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama, affermando come

“La depatologizzazione dell’omosessualità è un percorso ormai compiuto dai professionisti della salute mentale di tutto il mondo, le associazioni professionali e scientifiche, italiane e straniere, hanno a più riprese dovuto chiarire l’antiscientificità e la pericolosità delle terapie di conversione“.

Per un approfondimento sull’argomento rimandiamo qui all’articolo pubblicato dall’Osservatorio Gender il 26 maggio 2016.

.

fonte: Osservatorio Gender – Famiglia Domani   

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

18 commenti su “DDL: Fino a 2 anni di carcere e da 10mila a 50mila euro di multa per chi si oppone al “gender diktat”  –  di Rodolfo de Mattei”

  1. Toh, ma guarda… senatore gay del PD e la Cirinnà ispirati dal democratiicissimo Obama: MA CHI L’AVREBBE MAI DETTO! Ehi tu, psicologo, medico psichiatra, psicoterapeuta, terapeuta, consulente clinico, counsellor , consulente psicologico, assistente sociale, educatore o pedagogista: non permetterti neanche di indicare il “bagno delle signore”: potresti essere pesantemente sanzionato!

  2. Non Metuens Verbum

    Ovviamente, sarà applicato con tutto il rigore anche ai preti, ricompresi nella categoria degli educatori.

  3. conati di vomito……

    ma verrà, o se verrà il giorno del vostro Giudizio e allora per voi sarà pianto e stridore di denti …..

  4. Questi “elementi” sono gli stessi che favoriscono l’immigrazione . Quindi doppiamente idioti, per dare contro alla morale cattolica (di buon senso), vanno a incrementare l’odio con le loro stesse mani. Non so come facciano i gay a farsi rappresentare da certa gente!

    1. “Certa gente” (DI SINISTRA) si rimpinza di voti corteggiando i froci e gli immigrati (quasi tutti musulmani!).

    1. Stefano Mulliri

      Evviva evviva , nell’ anno misericordioso auguro , a tutti questi individui di finire nel paradiso misericordioso di Pannella.
      In compagnìa del caprone.

      1. Mai augurare l’inferno a nessuno, Stefano! Mai! “Convertitevi e credete al Vangelo!” Questo è il grido degno del cristiano. “Mandare” qualcuno all’inferno, ecco ciò che desidera da noi il Caprone!

  5. Lentamente ed inesorabilmente stiamo consumando tutto il male. Le pagine bibliche sul destino di Sodoma ci danno ancora qualche speranza.

  6. Pietro Romano

    Questi sono chiari sentori di un prossima dittatura in tutti i paesi occidentali. In Scozia stesso schifo, un progetto di legge inseririrà un incaricato governativo nelle famiglie per controllare la questione dell’orientamento di genere sui minori.

    1. Ormai la dittatura è conclamata, caro Pietro!! Si guardi intorno e si accorgerà come l’oscuro potere che governa il mondo regge i fili delle marionette che siamo tutti noi, privati di ogni libertà non solo materiale, ma anche di pensiero.

      1. et ego dico tibi quia tu es Petrus et super hanc petram aedificabo ecclesiam meam et portae inferi non praevalebunt adversum ea. Hai ragione Tonietta, la dittatura Silente ora spudoratamente e’ scoperta. Mai visto in tutta la storia un abominio del genere. Ovviamente non si potra’ proclamare la PAROLA DI DIO dove parla chiaramente della sodomia e GUAI A CHI TOCCA I MIEI PICCOLI. Quando tornero’ trovero’ ancora la fede? Preghiamo per una fede eroica ardente, piuttosto morti che TRADIRE CRISTO AGONIZZANTE DIO CELO CONCEDA E’ QUESTIONE DI POCO TEMPO DAI SEGNI CAPIRETE (SENZA ESSERE VEGGENTI). Tutto Sta scritto, quando ci sara’ l’abominio nel posto Santo. Sono le doglie del parto ma rallegriamoci perché il CUORE IMMACOLATO DI MARIA TRIONFERA’. Prepariamoci con IL TRATTATO DELLA VERA DEVOZIONE A MARIA DI S. LUIGI MARIA GRIGNON DE MONFORT CHE PREPARA GLI APOSTOLI DI MARIA DEGLI ULTIMI TEMPI. CRISTO VINCE CRISTO REGNA CRISTO IMPERA. Ad majorem dei gloriam

  7. Pensate che tutta questa gente non sappia ciò che va realizzando? Che non sia consapevole della propria battaglia contro l’umanità e sopratutto contro Dio? Lo sanno benissimo, sanno di essere al servizio del principe di questo mondo e per loro sventura hanno scelto il gregge dei capri invece di quello delle pecore. Il maligno vuole distruggere l’uomo e il pianeta su cui esso vive. Ma nonostante tutto non potrà prevalere!

  8. Ioannes, nel calderone “infernale” della sx c’è tutta, ma proprio TUTTA la feccia, di questa povera umanità…quindi i pederasti, i barbari seguaci di quel morto di fame di maometto,( che era figlio di gente povera, incolta e ignorante) e altro…quindi di cosa meravigliarsi?!

  9. E poi parliamo male delle epurazioni di Erdogan….le motivazioni e i numeri sono diversi, ma la “filosofia” dittatoriale è la stessa: guai a chi, per motivi ideologici o di coscienza, si oppone al regime: “giusto e voluto dal popolo” (radical islamico o sodomita che sia…)

  10. Il regime integralista islamico si impone attraverso il sangue.
    Il regime sodomita si impone attraverso la vaselina …anche ai “non consenzienti”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su