Dio castiga? Una conferenza di P. Serafino Lanzetta

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
zzpslnztt
.
Ringraziamo gli amici del sito Café Teologico, che ci danno la possibilità di ascoltare una conferenza di P. Serafino Lanzetta sul tema “Dio castiga?”.
La conferenza si è tenuta in Verona mercoledì 25 febbraio 2015. Il video è accessibile CLICCANDO QUI. L’argomento, sempre di grande importanza per una retta conoscenza della Dottrina, è trattato da P. Serafino Lanzetta con la profondità e la chiarezza che ben conosciamo. A tutti i nostri amici lettori consigliamo quindi vivamente un ascolto attento, che non potrà che portare giovamento in questo periodo di grande confusione.
PD

.

zzcftl

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

4 commenti su “Dio castiga? Una conferenza di P. Serafino Lanzetta”

  1. Ma se l’ eterno Padre onnipotente, creatore del cielo e delle terra, e nostro creatore Padre celeste, L’ ETERNA BONTA’ INFINITA ci ha lasciato i 10 comandamenti ci sara’ un motivo, pero’ ci ha lasciato una grande grazia, la liberta’, ma se noi non mettiamo in pratica i suoi comandamenti, e cadiamo nel peccato perche’ siamo creature deboli, non e’ l’ eterno Padre a castigarci, o punirci, siamo noi stessi che non seguiamo i suoi precetti, i suoi comandi, molti di noi sono di dura cervice, cuori induriti, e poi stanno male, L’ Eterno Padre misericordioso dopo la prima caduta di Adamo ed Eva, ha mandato suo figlio, e ci ha dato una seconda prova, CREDETE IN ME, E IN COLUI CHE MI HA MANDATO, ma noi continuiamo ad essere di dura cervice, orgogliosi, e pensiamo di riuscire da soli, GESU’ STESSO: CHI NON CAMMINA CON ME, CAMMINA NELLE TENEBRE, ma non facciamo come moltI di noi adesso, ho fede ma non sono praticante, san Paolo disse: LA FEDE SENZA LE OPERE E’ MORTA
    SIA LODATO GESU’ CRISTO

    1. Caro Andrea, il sacerdote che ha tenuto l’omelia alla Messa a cui sono stato oggi Le avrebbe risposto in questo modo (che è parte di ciò che disse nell’omelia): i 10 Comandamenti non devono essere visti come regole o leggi ma come doni di libertà, perchè solo seguendoli noi viviamo pienamente e liberamente!
      Visto a cosa si è arrivati? Secondo certi preti i Comandamenti ci sono stati dati per vivere MEGLIO in QUESTA VITA, ma guai a parlare di Inferno o di punizioni per chi trasgredisce ad Essi!
      Un altro sacerdote, in un’omelia di alcuni anni fa, disse: non seguire i Comandamenti non è peccato perchè lo dice Dio, ma perchè non seguendoli noi viviamo peggio!
      Con ecclesiastici così, come possiamo sperare che negli uomini sopravviva ancora il timore di Dio e la voglia di impegnarsi seriamente per procedere verso il bene?

  2. Ho avuto la fortuna di conoscere personalmente a Firenze P. Serafino e ho iniziato con lui la preparazione per la consacrazione al Cuore Immacolato di Maria poco prima che l'” Inqusizione” lo allontanasse dalla mia città e bloccasse ogni fermento di Amore per Maria. Mi ha fatto piacere riascoltarlo davvero bravo e credo che sia un peccato grave che la chiesa abbia agito in modo sciagurato contro una persona con grandi competenze teologiche e sopratutto con grande amore per la Verità.
    Grazie a chi mi ha permesso di ascoltare questa illuminata catechesi vi sono riconoscente

    1. Ha una faccia che significa “Dio mi è testimone che vorrei fare il consulente teologico per i Vescovi, e invece mi tocca correggere, con i poveri mezzi che ho, gli strafalcioni più dannosi che alcuni di loro mettono in circolazione: che “è un dovere dubitare di Dio” (card. Martini) e che “Lutero è un grande” (ambiente tedesco, Modernismo in generale) “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su