Due antagoniste hanno devastato il Presepe di Bruxelles

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

zzschf

.

E’ una scena che ferisce in ciò che una persona custodisce di più intimo e prezioso ovvero la propria fede ed i suoi Valori: vedere due attiviste del Collettivo anonimo, gruppo autodefinitosi farneticamente «anarchico-poetico», colpire ripetutamente le statue del Presepe allestito sulla Grand-Place di Bruxelles segna nel profondo per l’inutile e stupida dissacrazione, che comporta tale gesto non solo vandalico, bensì sacrilego. Preceduto dalla solita provocazione ideologica, l’esposizione di uno striscione recante uno slogan, il cui senso, reso in un linguaggio più urbano, suona più o meno: «Truffa i poveri».

E’ quanto avvenuto lo scorso 2 dicembre. Le autrici dell’efferato gesto, travestitesi peraltro da poliziotte, sono state arrestate dagli agenti, quelli veri. Cui han dichiarato d’aver agito in segno di denuncia e di protesta contro il governo Michel: «Abbiamo proceduto all’espulsione di una famiglia povera, probabilmente rifugiati clandestini, accovacciati insolentemente sul suolo della nostra cara Grand-Place», recita un loro delirante comunicato, riferendosi alle statue di San Giuseppe e della Madonna, colpite a manganellate. Dopo aver spostato quella di Gesù Bambino. Aggiungendo poi una serie di recriminazioni tipiche dell’antagonismo classico no global contro l’esecutivo per la politica del lavoro adottata, contro le multinazionali e contro la criminalizzazione dei centri sociali.

Commenta in merito il giornale on line DirectMatin.fr: «E’ ormai divenuto un vero e proprio rituale in tempo di Avvento: i presepi di Natale finiscono nel mirino dei fautori europei d’un laicismo radicale. Da Bruxelles alla Vandea [dove la magistratura ha costretto a smantellare la Natività, allestita nella sede del Consiglio Generale: si legga qui -> NdR], le ostilità sono cominciate». Vanno fermate. Possibilmente prima che possano portare a compimento simili, dissacranti messe in scena.

.

fonte: NoCristianofobia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

13 commenti su “Due antagoniste hanno devastato il Presepe di Bruxelles”

  1. natale del grande

    Se al posto del presepe fosse stata esposta una copia del Corano, le due “coraggiose”, siamone certi, si sarebbero ben guardate dal toccarlo. Un po’ come il”coraggio” del preside che ha vietato il tradizionale (scusate la parolaccia)presepe nella scuola da lui diretta. Ma forse hanno ragione loro, in fin dei conti “chi siamo noi” per rispettare le nostre tradizioni millenarie?? Pero’, ora che ci penso, un compromesso c’era : sarebbe forse bastato sostituire la stella cometa con una mezza luna, no?? Quanta sporca, ipocrita, vigliacca demagogia ci circonda!!!

    1. Le do’ pienamente ragione, caro Natale: Sono anni e anni che penso e ho anche detto quanto
      lei scrive!!!
      Da tanti anni e molte volte hanno preso in giro alla TV e sulla stampa, la SACRA FAMIGLIA,
      GESU’ CRISTO!!!!
      Ad esempio. tempo fa trasmettevano su Rai 3 i film di ciprì e maresco, finanziati dall’addetto
      alla cultura del governo, l’esimio veltroni!!!!
      Li ho guardati qualche volta (non tutto il film!!!) perché avevo letto le critiche (sic), erano immagini
      non storie, in bianco e nero: nel periodo natalizio fecero un film sul PRESEPE!!!
      Mi sento male a ripensarci, dire blasfemo è un complimento…
      E ricordo che pensai proprio all’Islam: se i signori finanziati da veltroni avessero fatto un film
      del genere su allah o maometto, che cosa sarebbe successo???
      GESU’ E MARIA AIUTATECI !!!!

      1. natale del grande

        Cara Paola, del resto, se le stesse Orsoline permettono a suor cristina di andare a “le iene” con teo mammuccari e ilary blasi travestiti da suore che le rivolgevano domande sulla sua verginità ed altre idiozie alle quali lei, saltellante, rispondeva beotamente sorridente … che ci aspettiamo?? Poi,pero’, si perseguitano i Francescani dell’Immacolata (quelli veri)per il loro povero e sobrio stile di vita!! Ah!gia’ ! loro sono “cripto lefebvriani”!! Tra poco basterâ fare il Segno della Croce davanti ad una Chiesa (come,da sempre, faccio io) per essere tirati in catene davanti ad un tribunale per aver mancato di democratico rispetto a chi non ci crede! …”oh! tempora! oh! mores!”

  2. Annarosa Berselli

    E’ un comportamento che, da ex insegnante di religione, definisco soltanto PUERILE e SCIOCCO.In ogni caso,
    la sensibilità religiosa degli altri va sempre rispettata! Od è stato abolito il rispetto della coscienza altrui, in nome
    di un ecumenismo che non esito a definire fasullo?

  3. Questi sono i frutti della mala pianta, del propagarsi dei nuovi principi, delle nuove ideologie: un atto che attesta come siano state assimilate le “nuove regole” in materia di istruzione, educazione, rispetto del prossimo, libertà, democrazia.::! Misere loro, poveri noi!

  4. C’è poco da commentare, queste notizie fanno solamente orrore, prendersela con il presepe è una cosa solamente vergognosa. Il presepe, non bisogna mai dimenticarlo, non semina odio, non semina guerre, esso è simbolo di amore, di pace, di vita. Oggi viviamo in un mondo strano, in cui si è perduto il senso dell’amore e dell’amare, si sono perduti i valori veri della famiglia, della fratellanza, della fede, quei valori che i nostri avi ci hanno tramandato. Oggi si pensa solo al rubare, a celebrare le nozze gay sorridente in faccia agli italiani ironicamente (vergogna), a distruggere quello che è la cosa più bella: IL PRESEPE. Questi indegni personaggi non hanno diritto di vivere in una società civile, la loro dimora è nella melma. La vendetta, l’odio non potranno mai essere portatori di pace nel mondo , odio e vendetta sono portatori esclusivamente, per vincitori e vinti, guerre, morti e povertà.

  5. Matteo 7,6 : “Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi” . Ecco, questo è l’effetto che deve aver fatto la visione della Natività a queste “antagoniste”.

  6. marco mercalli

    Ciò che mi sorprende ( ma forse non ho capito bene ) è che nessuno sia intervenuto per affrontarli e impedire la loro azione vandalica , cioè se io mi fossi trovato li , e vi assicuro che non sono hulk come minimo succedeva una rissa , certo poco cristiana , ma io a costo di prenderle avrei scatenato l’inferno , e qualcuno oltre a me sarebbe finito in ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su