“El Papa” a conclave segreto con le 7 sorelle e Blackrock, che vuole investire “sul clima” (e mons. Parolin invitato al Bilderberg) – di Maurizio Blondet

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

da: Blondet & Friends

Improvviso interesse della centrali globaliste per l’Italia. Negli stessi giorni in cui il gruppo Bilderberg si raduna a Torino, a Roma, Bergoglio (El Papa) presiede un vertice, che ha lui convocato, con le Sette Sorelle  –  per la precisione, con i capi supremi delle multinazionali del greggio – e le loro finanziarie ausiliarie  transnazionali.   L’incontro si produrrà il 7-10 giugno. Le informazioni su questo enigmatico vertice Papa-Petrolieri  sono all’incirca scarse come quelle sul Bilderberg. L’incontro è infatti definito ”private”, ossia segreto e su inviti.

Come mai El Papa “delle periferie”, della “accoglienza” degli immigrati, che predica una Chiesa che prenda “l’odore delle pecore”,  si riunisce in  privato coi più potenti capitalisti, miliardari globalisti ossia attivi promotori delle  feroci iniquità del capitalismo terminale? “Chiedetelo a loro”,  vien voglia di dire parafrasando lo slogan dell’8 per Mille.

La scusa  per l’incontro, a leggere i comunicati-stampa ufficiosi, è la  comune preoccupazione dei miliardari del greggio e di El Papa per i mutamenti climatici. “E’uno dei più altamente significativi sviluppi”, sviolina il comunicato, “a dimostrazione di come  le grandi corporations lavorano con gli altri leader mondiali sui cambiamenti climatici, in coincidenza con il  completo ritiro del presidente Trump dal tema del riscaldamento globale”.

“Un anno fa Trump annunciava l’intenzione di ritirare l’America dal patto sul clima di Parigi,  che oggi è sostenuto da tutti i paesi tranne gli Usa. Tre anni fa, il Papa  Francesco ha scritto la sua enciclica Laudato Si sull’importanza di affrontare il cambiamento climatico: una prima volta nella storia della Chiesa”.

Lo si può ben dire:   la neo-chiesa di Bergoglio ha sostituito all’ansia per la salvezza  eterna delle anime la ansiosa sete per la salvezza del pianeta  –  minacciato,  come tutti sanno, da quell’inquinatore che è il genere umano.  In questo,  con perfetta coerenza, nel gennaio dell’anno scorso, il Vaticano ha chiamato alla Pontificia Accademia delle Scienze,  come relatore al convegno “Salvare il mondo naturale”, ossia  ad istruire i cristiani sui  loro nuovi compiti morali urgenti, l’entomologo Paul Ehrlich, celebre promotore dell’aborto selettivo e della sterilizzazione di massa per  disinnescare quella che chiamava “the Population Bomb”, la bomba demografica.

Il clima, il pianeta da salvare nelle sue  aree selvagge , belve e foreste, è una preoccupazione urgente per la sinistra intelligente, ovviamente, per i ricchi”progressisti”.  E quindi anche di Francesco.

Il comunicato dà una prima lista di partecipanti, avvertendo che è incompleta.  Ci saranno:

  • Larry Fink, CEO  di BlackRock, “la roccia invisibile che governa il mondo”, la sviolina  un articolo del Corriere, ossia il più grande fondo d’investimento del pianeta, “ con un patrimonio gestito di 6.3 trilioni di dollari, il Pil di Francia e Spagna messe insieme, quasi tre volte il nostro debito pubblico. La roccia nera deve la sua fortuna alla gestione patrimoniale: fondi pensione, banche, Stati”. E il “primo investitore straniero in Europa (e in Italia), azionista di peso in banche come la Deutsche Bank, Intesa San Paolo, Bnp, Ing, azionista rilevante anche nei settori dell’energia, chimica, trasporti, agroalimentare, aeronautica, immobiliare”.
  • https://www.corriere.it/video-articoli/2018/05/07/cos-davvero-blackrock-roccia-invisibile-che-governa-mondo/2a7fb442-51d8-11e8-b9b9-f5c6ed5dbf93.shtml
  •  Il mega-fondo ha messo l’occhio sul busines rappresentatato dai sistemi pensionistici d’Europa  ancora non abbastanza privatizzati: “Spinge la Commissione Ue a varare un piano di previdenza privata, poi gestisce il primo progetto pilota”, ha scritto il Fatto (BlackRock va all’assalto delle pensioni europee) https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/blackrock-va-allassalto-delle-pensioni-europee/  (ecco a cosa serve la Commissione UE).

Praticamente, Fink è  quel che  Don Vito Corleone è per Cosa Nostra:   è il “capo dei capi”  del globalismo. Ovviamente (cosa andate a pensare?) è un benefattore e un mecenate di tutte le buone cause “democratiche” nel senso del termine dell’ex presidente Obama (che tanto ha fatto per l’elezione di El Papa). Infatti BlackRock ha immediatamente dato un giudizio “negativo” sul governo italiano nuovo, il che ha fatto “impennare lo spread”, in combutta con la BCE, prima che intervenissero  JP Morgan e Citigroup, repubblicani, a rimetterlo al passo.

Gli altri invitati da Bergoglio nel privato conciliabolo:

Bob Dudley, presidente-amministratore delegato  (CEO)  di BP, la British Petroleum, sede a Londra, fatturato 240 miliardi di dollari.

Darren Woods, CEO di Exxon Mobil.

Incidentalmente,  sono le due compagnie più inquinatrici della storia, avendo la BP accettato di pagare 1,8miliardi di dollari per uno sversamento-monstre nel Golfo del Messico nel 2010, che ha distrutto l’attività della pesca in quel vasto tratto. E della Exxon si ricorda il disastro della superpetroliera Exxon Valdez, 1989, che ha inquinato il mare dell’Alaska.

Andiamo avanti. El Papa  voleva riunirsi anche con “Ben Van Beurden, CEO della oyal Dutch Shell”, che ha declinato avendo un precedente impegno.

Invece ci  saranno Eldar Sætre, CEO di Equinor, la petrolifera privatizzata parzialmente posseduta dal governo norvegese; lord John Browne,  oggi presidente esecutivo della petrolifera L1 Energy, ma ex CEO della BP.

E non mancherà – come poteva? – Ernest Moniz,  già segretario all’Energia  sotto l’allora Presidente Obama.

Ernes Moniz, l’ex ministro per l’energia di Obama

Questa presenza  è una conferma:  del fatto che Bergoglio è uno strumento volontario e attivista (un “asset”, dicono alla Cia) della multiforme strategia dell’asse Clinton-Obama: depurare la Chiesa degli aspetti sacramentali e soprannaturalistici che ne impediscono la “fusione-acquisizione” col protestantesimo; operare la suddetta fusione, generando un “cristianesimo generico” funzionale all’ideologia globalista: umanitaria (nel senso degli “Interventi umanitari”), moralistica (no alla “corruzione  dei politici” –   Mani Pulite nel Mondo come propone il cardinal Maradiaga braccio destro di Francesco), climatica e ambientalista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

21 commenti su ““El Papa” a conclave segreto con le 7 sorelle e Blackrock, che vuole investire “sul clima” (e mons. Parolin invitato al Bilderberg) – di Maurizio Blondet”

    1. Giusto, Lei sì. Al solito invece, quelli che non devono sapere con quali personaggi si intavolino le trattative, siamo noi. Nell’articolo di Blondet parrebbe un ulteriore passo verso il globalismo, più che in direzione dell’unità dei cristiani. Senza considerare i loschi mediatori a cui si affiderebbe tale compito. Una chiesa politica e non più purista? Ma d’altronde è la direzione che sinora si sta seguendo..

  1. Cesaremaria Glori

    Mi chiedo come mai tanta fretta per questo convegno di magnati? E che ci fa il Papa fra tanti magnati? E’ come se Gesù avesse convocato, magari presso la casa del ricco Lazzaro ove c’era pure una bella donna da ammirare come Maria e una premurosa padrona di casa come Marta, i notabili giudei da Caifa ad Anna a Gamaliele e compagnia brutta. Inimmaginabile, vero? L’inimmaginabile è divenuto realtà al giorno d’oggi, un giorno che forse potrà essere breve, troppo breve, sia per l’inizio della grande persecuzione, sia per l’inizio della grande svolta, della inimmaginabile svolta che nessuno , ma proprio nessuno, su questa terra avrebbe mai potuto prevedere. Dio, il Dio Unico e Trino è un grande sublime umorista e potrebbe metterci il dito e scombinare proprio tutto, un poco come hanno fatto i nuovi inquilini del Parlamento italiano, anche essi, forse, inconsapevoli profeti del mutamento atteso ab immemorabili e utili strumenti per un disegno totalmente imprevisto e imprevedibile. Convengo con Piero Nicola: la Provvidenza sa quello che fa e questo è quel che basta.

    1. penso che Gesù li incontrasse spesso i ricchi e i potenti, visto che i farisei e i pubblicani lo invitavano a mangiare a casa loro

      1. Gesù andava per ammonirli e convertirli al Regno dei Cieli e poi se ne andava, anche perchè la maggior parte rifiutavano di convertirsi. Certo non stava lì a far baldoria e a parlare d’altro!

  2. Chiesa, centro sinistra, liberalismo, radicalismo, filo europeismo senza se e senza ma e buonismo derivante, rappresentano un’unità clerico-politico-ideologica da tenere a debita distanza.
    La chiesa cattolica (sottolineo “cattolica”) ormai è un miscuglio di cristianesimo pressappochista, di buonismo (a senso unico) e ideologismo sinistrorso, a cui anche una certa fetta del popolo italiano filo centro-destra ancora crede. Dopotutto anche politicamente il PD e Forza Italia in questi ultimi giorni, trasversalmente rappresentano l’opposizione a questo neo governo italiano non particolarmente simpatico e servile all’europa

  3. Si va verso la religione unica universale promossa ufficialmente da Onu e massoneria che ormai manovrano anche la Chiesa Cattolica.
    Che la Divina Provvidenza ci dia la forza per combattere e spazzare via dalla Santa Chiesa questi eretici.

    1. La Divina Provvidenza non ha tempo per certe quisquiglie e per assecondare dei perditempo. Per avere esatte informazioni sull’ attività e sul lavoro svolto dalla Divina Provvidenza prego rivolgersi agli esperti: Orione Luigi, Cottolengo Giuseppe Benedetto, Bosco Giovanni e Cafasso Giuseppe.

      1. Lei non può determinare l’azione della Divina Provvidenza, la si può solo invocare.
        Quelle che lei definisce quisquiglie sono una minaccia per la Chiesa e per l’umanità.
        Le persone che lei si è permesso di tirare in ballo e mettere in contrapposizione sono state anche canonizzate, per adesso i Santi esistono ancora per la religione cattolica a differenza del protestantesimo.
        Da quello che scrive sembra approvare l’operato anticattolico della massoneria e della nuova religione universale ufficialmente promossa poiché definisce perditempo chi denuncia questi fenomeni.

        1. Signor Filippo, non riesco a comprendere, anche mettendomi a pensare nel modo più negativo possibile, le sue assurde, ripeto assurde prese di posizione verso le azioni e le parole di Papa Francesco e dei Vescovi italiani e di altre conferenze episcopali riguardo all’ ecologia, [non è una eresia!!!] e alla salvaguardia del creato. Provi a leggere l’enciclica “Laudato sì”: l’argomento principale è il rispetto dell’ambiente, in cui viviamo tutti e il nome trae spunto dal Cantico delle creature di San Francesco, che lodò il Signore per le meraviglia del creato e cerchi di comprendere le parole del Santo Padre e lasci perdere massoni, satanisti, protestanti ecc.ecc. che non centrano niente.

          1. Non confondiamo l’ecologia con l’ecologismo proposto in chiave religiosa. È di dominio pubblico il fatto che viene incoraggiata la nascita della religione universale fondata sull’ecologismo e sul neo-malthusianesimo allo scopo di eliminare le differenti religioni “che sarebbero la causa delle guerre”. L’enciclica Laudato sì, come l’esortazione Amoris Letitia, sono oggetto di discussione nella Chiesa. A questa enciclica ha dato il suo contributo Jeffrey Sachs, ambientalista neo-malthusiano che ritiene che l’uomo non debba riprodursi. Tale promotore dell’anticreazione è un pupillo dell’argentino mons. Sorondo. Purtoppo già Paolo VI denunciava pubblicamente che il fumo di Satana è entrato nella Chiesa, oltre a Benedetto XVI e Padre Gabriele Amorth che ha rivelato pubblicamente il fatto che ci sono vescovi e cardinali masssoni e satanisti.

  4. L’ultima eresia è l’ecologismo, religione universale ufficialmente promossa da Onu e massoneria. I massoni e i satanisti hanno ruoli di spicco anche nella Chiesa, sono lupi travestiti da agnelli.

      1. Magari fosse solo un “mixone” purtroppo è la complessa realtà in cui adesso si inizia a realizzare di essere immersi.

  5. Ho letto gli interventi che mi hanno preceduto e dalla lettura di questi, sale in me la convinzione che chi ha scritto, è convinto che l’essere umano sia solo anima e niente corpo. Se così fosse la chiesa dovrebbe interessarsi solo della salvezza delle anime e mai interessarsi dei corpi. Allora dove, mettiamo e consideriamo le opere di santa Teresa di Calcutta verso gli ultimi, parimenti a quelle di San Vincent à Paul e di tanti altri santi. Ma senza scomodare i santi del Paradiso pensiamo solo alle opere di carità compiute dalla parrocchie e da altri per sollevare le sofferenze dei poveri. Allora ben venga un accordo sul clima per migliorare il respiro alle persone, e le persone respirano tutte allo stesso modo: massoni, cattolici, luterani, ortodossi, ebrei, mussulmani, zoroastriani, comunisti, fascisti, leghisti, anarchici e globalisti!!!

    1. La Chiesa non è una Onlus.
      L’ecologismo, una religione studiata a tavolino, è l’ultima eresia che subordina l’uomo alla centralità della natura con la scusa “di portare la pace”, in realtà per portare la menzogna e scardinare il fastidioso cattolicesimo.
      Le migrazioni inoltre, come sosteneva esplicitamente il segretario dell’ONU Kofi Annan nel discorso del 2000 a New York, sarebbero necessarie per favorire il sincretismo religioso che porterebbe alla religione universale.
      Il neo-malthusiano abortista Ehrlich dovrebbe essere processato per crimini contro l’umanità e invece riceve anche l’onore di entrare in pompa magna in Vaticano, invitato dalle Pontificie Accademie di Scienze e Scienze sociali guidate da monsignor Marcelo Sanchez Sorondo.

      http://www.iltimone.org/news-timone/se-luomo-simbolo-del-controllo-delle-nascite-viene/
      http://www.lanuovabq.it/it/caro-papa-non-puo-insegnarci-la-moralechi-ha-provocato-la-crisi-ambientale
      https://www.radicicristiane.it/2008/04/notizie/ecologismo-mons-crepaldi/
      http://ordinefuturo.net/2017/04/03/disintegrante-integrazione/

      1. a parte che l’ecologismo (applicazione dei principi scientifici della scienza nota come ecologia) non ha lo scopo di ‘portare la pace’ ma di favorirte un progresso che non depauperi le risorse del nostro mondo, che è finito, come purtroppo siamo stati in grado di fare
        le opzioni descresciste elencate da mons Crepaldi non hanno più credito scientifico e ormai tutte puntano sul progresso trainato dal libero mercato e cose simili per risolvere le questioni ambientali

        1. L’ecologismo viene proposto come religione, viene approcciato pastoralmente e non scientificamente. Gli ecologisti neo-malthusiani sono abortisti, ritengono che devono nascere meno uomini, l’uomo è opzionale per loro sulla terra, molti si fanno sterilizzare. L’abbassamento delle nascite ha portato meno crescita di Pil, è per questo nato il consumismo provocato dal libero mercato che a sua volta ha spinto la delocalizzazione e l’aumento delle emissioni nei paesi emergenti. I danni all’ambiente sono stati causati proprio dagli ecologisti come spiega molto dettagliatamente ormai da qualche anno il prof. Ettore Gotti Tedeschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su