Fiducia Ok. E’ partita la rivoluzione antropologica omosex. – di Andrea Peracchio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Tutto come previsto, da pochi, ma illuminati pensatori. Ai tanti cattolici impegnati, dirigenti, intellettuali, politici, sacerdoti e prelati…, ai tanti cattolici del dialogo, ai normalizzatori… Ancora il male minore…  Ecco, oggi, avete vinto! Complimenti, il demone è servito. Mi dissocio.

di Andrea Peracchio

.

zzzzdmlznLa fiducia al Senato sul D.L. Cirinnà, pur attenuato, segna la vittoria di chi, da una parte e dell’altra, fin dall’inizio, ha cercato il compromesso. Una vittoria servita sul piatto d’argento ai peggiori nemici. Su questo almeno non ci sono dubbi. Sarà sorprendente vedere come alcuni faranno a gara per smarcarsi e giustificarsi, generalmente senza ammettere alcun errore!  Ma resterà a lungo nella storia che una larga e determinante fetta di cattolici, di clero, di vescovi, di sacerdoti, tacendo o addirittura impegnandosi per un’esplicita soluzione, per un manifesto su un generico ed ambiguo Si alla famiglia, per qualche inesistente diritto per le unioni civili…, hanno collaborato, con la propria mente, con le proprie mani, alla legittimazione sociale, legale e morale della sodomia. Invece di rammentare la depravazione, invece di spronare contro simili rivoluzioni ed i loro militanti, invece di affidarsi a Dio e sfidare i demoni a servizio del male, invece di confidare nella Provvidenza, nelle preghiere e nelle Sante Messe, combattendo seriamente anche contro ogni speranza umana, e lasciando a Dio l’eventuale vittoria…, hanno denunciato e annunciato, esitato e manifestato, ammonito e favorito, proposto e minacciato, in un miscuglio di interviste, slogan, affermazioni e contraddizioni degne del più evoluto modernismo, quello ben definito da Pio X, s’intende, quello che è, e sarà sempre, cloaca di tutte le eresie. Per vincere…, loro? Per mediare? Per ottenere un male minore?

Da una perversione pratica, da una prassi degenerata e diffusa qual è stata quella di Sodoma e Gomorra, approfittando della misericordia di Dio, nell’anno Santo della Misericordia, tanti intellettuali, tanti cattolici, tanti dirigenti di Associazioni e Movimenti (Qualcuno un elenco lo farà!), usurpando una larga fiducia popolare, usurpando quel che resta del sensus fidei che ha animato migliaia e migliaia di uomini, donne, famiglie…, hanno collaborato a quest’ennesimo atto di rivoluzione verso il creato, verso l’ordine voluto da Dio. Non nella prassi, ma – ancora in base ai distinguo: cerchiamo ciò che unisce / troviamo una soluzione / io non lo farei, ma non posso impedire ad un altro di…/ se c’è l’amore… / che male c’è?… / ecc. ecc. – nella Legge! In quella legge che gli Uomini si danno, che giuristi raffinati, professori accademici, avvocati ed azzeccagarbugli, pensatori e opinionisti,  d’area –  sedicenti cattolici – hanno inseguito, mirato, coltivato, blandito, fin da subito, nella confusione di una dottrina ormai spenta da un buonismo becero, che ha pervaso la religione cristiana, che ha “sostituito” la religione del Dio che si è fatto uomo, con la religione (perché tale è) dell’ Uomo che si fa dio. Anche questa volta, nessuno scontro, nessun anatema, solo una pacifica e multicolor (arcobaleno) “sostituzione”.

Grazie cari amici, ci avete dimostrato ancora una volta che preferite sempre e comunque un male (ipoteticamente minore) ad un non male. Ci avete dimostrato la vostra illusione, la vostra superbia di saper o poter “controllare” un fenomeno che è evidentemente molto più grosso di voi, per il quale vi siete svegliati con 10, 20, 30 anni di ritardo, nella patetica illusione Conciliare di un uomo nuovo, adulto, non più bisognoso di rigore o anatemi, ma ormai capace di riprovare dottrine false e quelle forme di esistenza che ignorano Dio e le sue leggi! (dalle Dichiarazioni di apertura e chiusura del Concilio Ecumenico Vaticano II – concetti e parole di San Giovanni XXIII e del Beato Paolo VI   d’obsolescenza evidente).

Ora possiamo annoverare uno straordinario primato: l’Italia, il Pese della Città del Vaticano, il Paese dei primi martiri e dei Papi, ha tutti i provvedimenti legislativi maggiormente rivoluzionari: divorzio, riforma del diritto di famiglia, aborto, fecondazione artificiale, omosessualismo e gender nelle scuole, unioni civili omosessuali, siglati da esponenti e/o partiti cattolici (quanti danni dai cattolici in politica!). Molto probabilmente il lavoro dovrà proseguire: tasse, patrimoniali, riduzione della proprietà privata, espropri, sequestri, liberalizzazione delle droghe, eutanasia, multi famiglie omosex, polisex, animalsex, ecc… via via verranno sostituendo la normalità, sostituendo le bellezze di sempre, per seminare solitudine, malattie, psicosi, suicidi e tanto, tanto dolore.

Dall’altra parte… han lavorato bene! Non sono mancati soldi, organizzazione, fantasia e lobbying, ma più di tutto ha contato la fede. Una fede che non è interessata al dialogo, che non flette sui principi, non tratta sui valori, che è adulta e punta al massimo, sa cosa vuole e sa farsi strategia. Una fede che si basa sulla gnosi di pochi, che promuove quel liberalismo e libertinismo illusorio di un uomo nuovo e disincantato, senza se e senza ma, senza Dio e senza regole, ma proteso verso una (terrena ed illusoria) felicità con quel neo-malthusianesimo che fa da sfondo e sostegno all’egoismo e al nichilismo odierno! Han fatto la loro parte, han vinto l’ennesima loro battaglia. Potranno presto proseguire. Il Principe di questo Mondo ringrazia, ma non l’avrà vinta fino alla fine!

E’ da questa parte che è tragica! E se la Chiesa non sono riusciti a distruggerla religiosi, preti e vescovi, è perché è di Dio! E sopravvivrà anche ad un Papa che nel medesimo tempo denuncia un Trump per ipotetiche gestioni di confine e si lava le mani di un Renzi che impone un abominevole decreto che grida vendetta al cospetto di Dio. Ma l’Italia? Quell’espressione geografica ormai in preda ad avventurieri, finanzieri, tecnocrati e massoni… ? Che ne sarà dell’Italia, devastata anche dai cattolici del dialogo e del compromesso?

Preghiera e Sante Messe, come Alessandro Gnocchi ed altri, da questo sito, hanno proposto, chiesto ed ammonito. E che Dio abbia pietà di noi.

Quanto a Voi, novatori e normalizzatori, “umanisti moderni, rinunciatari alla trascendenza delle cose supreme”, come non avete quasi in nessun caso avuto ripensamenti sugli errori / orrori del passato, c’è da temere che non avrete n’è l’umiltà, n’è il coraggio di riconoscere gli errori / orrori del presente. Troverete sempre qualcosa per sbandierare un ottimismo di facciata e per giustificarvi dalle vostre omissioni e confusioni. E’ molto probabile che lo farete dinnanzi allo specchio, ai vostri figli ed alla storia. Ma dinnanzi a Dio ? Là ve la vedrete da soli, coi demoni che avete servito a farvi da accusatori, senza alcuno che vi cavi dai vostri orrori, dinnanzi ai vostri peccati. Come tutti, del resto, ciascuno per il suo però!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

53 commenti su “Fiducia Ok. E’ partita la rivoluzione antropologica omosex. – di Andrea Peracchio”

  1. Annalisa Peracchio

    Il progetto di completa dissoluzione dei costumi sembra avverarsi pian piano. Non ci rimane che Nostro Signore!

  2. Bellissimo: semplice, chiaro e profondo. Non avrei saputo trovare parole più belle e chiare per dimostrare non l’inutilità, ma la nocività di ogni compromesso con chi è disponibile a scendere a patti sulle questioni di fondo ed a barattare i principi con qualche sempre più temporanea poltrona. Grazie Signor Presidente.

  3. Ma come siamo rozzi su “Riscossa Cristiana”! Non avete sentito Enrico Mentana, ieri sera al TG delle 20:00? La società ha fatto dei passi avanti, ma c’è chi è rimasto indietro (scilicet noi cattolici integralisti).
    Mi vengono in mente le “meravigliose sorti e progressive” sbeffeggiate da Leopardi…

  4. Marina Alberghini

    E avete visto con quale diabolica malizia hanno messo nella legge anche le adozioni?Eh sì!Perché l’adozione di un figliastro alla coppia gay la decide il giudice e sappiamo bene di che panni si vestono i giudici politicamente, quando non sono gay anche loro!
    Ma l’Italia è “moderna” e tutti esultano…

  5. Finalmente ha vinto l’amore e l’Italia si è felicemente adeguata ai Paesi europei più civili. Insomma, abbiamo gioiosamente fatto il nostro ingresso nella casa comune, luciferina fonte di ogni perversione!
    GRAZIE INFINITE A CATTOLICI COME ALFANO E AI SUOI DEGNI COMPAGNI.

  6. Elisabetta Frezza

    Grande Andrea.
    La battaglia continua. Più infuria, più noi dobbiamo serrare le fila e contrattaccare con determinazione, affilando le nostre armi.
    Ci fa gioco il fatto che l’idiozia regna sovrana e il ridicolo è sempre una risorsa da sfruttare. Inoltre, sempre più, sarà necessaria una netta scelta di campo: gli schieramenti si fanno via via più chiari, per forza di cose.
    L’insidia maggiore sarà il ricatto sentimentale (l’amore, i bambini) al quale dobbiamo essere pronti a rispondere alzando il tiro senza lasciarci intrappolare nella melassa appiccicosa che tanto attrae i post-cattolici.

  7. Siamo immersi nell’onda gigante che ci sta inghiottendo, ma ancora ci chiediamo quando arriverà? Questo è l’uomo senza Dio, ma è talmente accecato dalla propria superbia da non accorgersene.

  8. “Molto probabilmente il lavoro dovrà proseguire: tasse, ecc… via via verranno sostituendo la normalità, sostituendo le bellezze di sempre, per seminare solitudine, malattie, psicosi, suicidi e tanto, tanto dolore.” Che è poi il vero fine di questi soggetti perversi: creare il caos per stabilire una nuova forma dittatoriale.
    Qualcuno si ricorda dei demoni di Dostoevskij?

    1. Marina Alberghini

      E si ricorderanno della frase di Dostoevskij, “Senza Dio tutto è possibile”?E’finito il timor di Dio sostituito da una cialtrona misericordia che accetta tutto.A parte che in Dio non crede più nessuno e allora “tutto è possibile” e si vede!

  9. TUTTO PURTROPPO VERO!
    IMMAGINO LA SOFFERENZA DI PAPA RATZINGER.NON CERTO DEL BERGOGLIO
    E DEL SUO: ” CHI SONO IO PER GIUDICARE?”. INFATTI E’ UNA NULLITA’ PER IL
    POSTO CHE INDEGNAMENTE OCCUPA.

  10. Il pinocchio Renzi, burattino del perverso mondialismo, ha detto che finalmente “ha vinto l’amore” (???!!!) …io invece ho dovuto vincere la nausea!
    SIgnori cattocomunisti, neodem, sedicenti “cattolici adulti”, spiegatemi come fate a mettere a tacere la vostra coscienza votando PD, sinistra, centrosinistra, centro, quasicentro, ecc. Ne avete una? …la sedate?

  11. Bellissimo ,forte, chiaro, direi magistrale articolo : un ” Manifesto di Fede Vera” ,..è un tuonare tipo S.Caterina da Siena. Ma la realtà italiana è questa : dissoluzione e debravazione di menti,cultura, fede , con dottrine indegne del pensiero umano . E’ potuto accadere,..c’è stato tanto silenzio , soprattutto da CHI doveva parlare per ammonire, avvisare, ricordare gli insegnamenti dottrinali ,correggere la deriva morale, difendere la famiglia. Al contrario c’è stata una mediazione,..su come ingannare meglio ed essere in linea con una moda ..imposta dal pensiero malato dell’ Europa – succube e prona a voleri infestati di progressismo e nichilismo- d’oltreoceano . E’ in atto la battaglia finale. La Chiesa stessa dovrà essere ricosruita,..perchè questa non è la Chiesa di Cristo,…è piena di Giuda… troppi.

  12. giorgio rapanelli

    Per intanto occorre marcare le differenze. Questa sera Crozza parlava delle recenti vicende delle unioni omosessuali, stigmatizzando il fatto che non ci uniamo sulle adozioni alle scelte civili europee. Ho cambiato canale e non vedrò più Crozza. E probabilmente non vedrò più la 7 di Cairo, se continuerà ad affrontare questi problemi in modo settario pro-gay. Come non mangerò più la Barilla dopo il voltafaccia seguito alle rimostranze gay. Poiché numericamente siamo più di pederasti e lesbiche, facciamo valere il numero. Se quelli cinguettano la loro rabbia, la nostra vibrata protesta sià maggiore e più incisiva, con un ricatto su tutta la linea e finendo con le elezioni amministrative e politiche.

    1. La lista delle trasmissioni che non vedrò più (la strada dei miracoli) e i prodotti che non acquisterò più e’ sempre piu lunga. Sarebbe utile un elenco in continuo aggiornamento su segnalate da tutti noi. Senza parlar male di nessuno, senza commenti, riunire le varie pubblicità che parleranno già da sole. Potrò scegliere quale pasta mangiare no? Vi chiedo: le nostre tasse che vanno per sanità aborti, fecondazioni eterologhe, ora matrimoni gay con pensioni e altro … c’è un modo per esercitare l’obiezione di coscienza?

  13. Vergogna a Renzi che con il voto di fiducia ha tarpato il dibattito parlamentare su un tema che non era nel l’agenda di governo e doppia vergogna ai sedicenti cattolici ncd che per un piatto di lenticchie (lo stralcio delle adozioni, che comunque la magistratura creativa reintrodurrà ) sono stati complici e strumento di questa vergognosa legge, di cui non si sentiva certo il bisogno

  14. “E sopravvivrà anche ad un Papa che nel medesimo tempo denuncia un Trump per ipotetiche gestioni di confine e si lava le mani di un Renzi che impone un abominevole decreto che grida vendetta al cospetto di Dio”. E che si prepara ad andare ad ossequiare la papessa dei luterani nei festeggiamenti organizzati per il cinquecentenario della nascita dell’eresia di Lutero … Questa non è più la nostra Chiesa Cattolica Apostolica Romana: si avvia a diventare quell’unica religione mondiale che assumerà come suo capo e protettore l’anticristo!
    Anselmo

  15. Io adesso anche se la Madonna appare a Medjugorje e sta trattenendo da diverso tempo il braccio di Suo Figlio, qualche CASTIGO me lo aspetto nel nostro (ex) Bel Paese che fu. Ce lo siamo meritato . Al pari dei francesi e degli spagnoli ed inglesi visto le leggi ( si fa per dire) che hanno approvato.

  16. Ha vinto un pensiero predominate non cattolico oggi predominante nella chiesa, ma resta sempre una etnia sui generis non omologabile!

  17. Un solo monito, dal Klockerkarkopf (o Vetta d’Italia, per chi ancora ci crede) a Pantelleria (per chi ancora ci crede):
    GUARDATEVI DAI PD-OFILI!!!
    Al di là dei giochi di parole: converrà avvisare il vicino di casa che va al CAF della CGIL, il pensionato dello SPI etc. che portano acqua al vespasiano pedofilo. Sarà il caso di aggirare le censure e sbandierare ogni contiguità LGBT-Pedofilia (o PDofilia), illuminando quella P nascosta dietro l’impronunciabile e immonda (a quanto pare solo per una minoranza dei patres conscripti) sigla invertita. Non è certo difficile. E’ più facile di una equazione di primo grado per un laureato in matematica. La soluzione? X=P, anzi PD=P

    1. Interessante, caro Marco, ma credo che le soluzioni ad una tale equazione siano molte di più di quelle di una semplice equazione di 1° grado, proprio ieri ne è uscita un’ennesima : Verdini (dopo Casini, Follini, Fini, ecc.). Forse si tratta di un’equazione trascendentale, a con innumerevoli soluzioni. Fuor di metafora, c’è sempre chi ama saltare sul carro dei vincitori, di qualunque colore siano (ne sa qualcosa Berlusconi, il politico più tradito dell’italia repubblicana). Ricordate la gag di Walter Chiari sperduto nel deserto del Far West durante la guerra di secessione, che vedeva arrivare un drappello di soldati e cambiava giacca a seconda del colore che gli sembrava di scorgere nelle uniformi dei cavalleggeri? Quando il suo compagno gli disse : “hanno giacca grigia” lui si vestì da sudista : sfortunatamente per lui, una volta arrivati i soldati, si accorse che erano tutti impolverati (con le divise ricoperte di polvere grigia), e che sotto la polvere spuntava il colore blu delle casacche nordiste

  18. Bravo! Ho letto questo articolo due volte assaporando l’amarezza della rabbia che ho e che non avrei saputo mai esprimere così compiutamente. Ma ho ritrovato nel leggerlo anche una certa forza in contrasto con l’angoscia che mi assale quando questa triste e quasi inimmaginabile realtà si fa più tangibile e reale. E’ vero noi ora siamo perdenti, come in fondo è apparso Cristo morendo sulla Croce. Lui ha vinto la morte e ha vinto la gloria, noi avremo ancora molto da patire. Ma la fine della storia è già stata segnata e noi non abbiamo paura.

  19. E’ come se si avesse paura di dire qualcosa fuori dal coro.
    Un coro fatto di gente colta.
    E’ come se non avessimo tempo per pensare,un attimo in più.
    Per valutare le conseguenze.
    E’come se si avesse fretta di fare cose nuove,diverse.
    Ci fa sentire forti.

  20. Ecco allora, come diceva il buon Gnocchi, (tanto lo sapevamo benissimo tutti quanti come sarebbe andata a finire) lasciamo sbollire la rabbia, la delusione se c’è stata e ciascuno faccia celebrare una S. Messa per l’Italia in generale, perché questa “fiducia” è stata la penultima goccia che farà traboccare il vaso. L’ultima sarà il documento di papa Francesco promesso prima di Pasqua, la parola definitiva sul Sinodo di ottobre. Sono certa che a leggerlo tutto d’un fiato sembrerà bellissimo, ma qualcuno saprà togliere il coperchio e ci farà vedere cosa c’è effettivamente dentro a quel pentolone…. e aspettiamoci poi, come diceva Nicola, l’alluvione… Si salvi chi può (io non so nuotare ma recito discretamente il S. Rosario).

  21. Io immagino con orrore quei bambini che assistono alle effusioni amorose dei suoi due papà o due mamme.
    Che ne sarà di loro ? quale civiltà sodomitica stiamo costruendo ? . Se chiamiamo, come ha fatto Renzi, questo spettacolo nauseabondo “trionfo dell’amore”
    quale giudizio divino si abbatterà su di noi ?

    1. Sicuramente Renzi se la vedrà con Cristo Giudice (esauritosi il temnpo della misericordia), ma secondo il nostro sommo pastore noi non dovremmo “impicciarci” di queste cose, mantenndo la nostra militanza cattolica in ambito strettamente personale, privato. Che gigante della fede, questo Bergoglio ! altro che San Pio V, o San Pio X ! Che se ne infischi anche lui del giudizio finale ? del suo, intendo, quando i cardinali massoni non potranno appoggiarlo, adularlo, difenderlo, quando ci sarà solo il diavolo ad accusarlo davanti a Cristo. Ci pensi, Santià (sic!), ci rifletta sopra, è per il suo bene. Pace e bene.

  22. Mi è venuto in mente in questi giorni questo pensiero: come mai queste idee (teoria del gender, omofilia, sodomia….) sono maturate e si sviluppano solo (mi sembra) nelle società occidentali cristiane ed ex-cristiane e non per esempio nelle società che si rifanno alle culture buddiste, induiste, islamiche? Una ragione ci dovrà pur essere…..Qualcuno può illustrarla?

  23. Il demonio non vuole che a sporcarsi siano solo i perversi di professione, gli iniqui di carriera, vuole vedere nel fango quelli che dicono di servire Dio, e ne gode, così per far passare ogni legge più sporca e menzognera, da sempre l’ultima parola ai “cattolici” e i cattolici, quelli all’aqua di rose, si gasano, si gonfiano d’orgoglio, perchè credono di aver fermato il disastro, con un male minore. E il demonio se la ride, perchè i cattolici tiepidi, quasi al rigor mortis, non sanno che ogni rivoluzione ha una strategia: proporre cose abnormemente contrarie alla legge di Dio, con l’intendo reale di far passare almeno qualcosina. Il demonio lo sa che la rivoluzione si fa a passettini, lui ha l’eternità a disposizione per perdere le anime.I cattolici invece pare non lo sappiano. I “cattolici” non si oppongono, non fanno un muro granitico, loro lottano perchè la legge passi, ma passi come piace a loro, un po’ meno violenta, più ricamata, proprio come voleva il demonio.Complimenti!

    1. Sono d’accordo, usano anche la tattica del “se vuoi ottenere 10 chiedi 100, se vuoi ottenere 100 chiedi 1000” …e i vari Alfano si sentono eroi per aver (secondo loro) limitato i danni. Puah!

  24. Marina Alberghini

    Oggi ho letto su Televideo che la Cirinnà sta preparando al più presto un decreto legge sulle adozioni gay. Appoggiata dalla Boschi.Ma queste donne sono impazzite?

    1. Le donne sono le più facili a cedere al demonio, ed anche le più accanite nella lotta contro la Verità. Basti citare la Marianna, simbolo della rivoluzione francese, notoriamente anticattolica, anticristiana, massonicca, antipapista, protocomunista, ecc. Nessuna meraviglia, quindi : la donna è stata la prima ad essere ingannata, a cedere all’inganno del serpente infernale, coinvolgendovi a sua volta l’uomo (e noi ancor oggi ne subiamo le tragiche conseguenze). Però, se da una donna venne la rovina, da un’altra Donna è venuta la Redenzione, il riscatto, e stiamo certi che l’Immacolata ci salverà ancora una volta, come ci ha salvati a Lepanto, a Czestochowa, a Vienna, e stavolta sarà la volta definitiva per Satana, che lo sa benissimo, ragion per cui impazza furioso su tutta la terra, spingendo le sue “suffragette” (vedi le Femen) a fare più danni possibili, a convolgiare verso di lui quante il maggior numero di anime.

  25. sia lodato G. C.

    “Una società senza Dio è una società violenta” ( Dostoevskij). Grazie a Riscossa che ci rende chiaro quanto sia vero.

  26. Grazie mille a Andrea Peracchio e Riscossa Cristiana. Non si può essere che d’accordo su tutto!
    Comunico che per iniziativa della Società Operaia – Reparto Operai Diocesano di Bologna – domani lunedì 29 febbraio alle ore 7,30, presso il monastero delle Clarisse Cappuccine a Bologna, la Santa Messa (con il S. Rosario che seguirà la Messa) sarà celebrata con questa intenzione : “Riparazione delle offese al Sacro Cuore di Gesù e al Cuore Immacolato di Maria a causa dei peccati contro la vita umana, specialmente quando è più debole e minacciata come al sorgere nel momento del concepimento e nell’imminenza della morte”.
    Grazie mille a chi vorrà unirsi spiritualmente.

  27. Perché dobbiamo essere costretti a vivere ogni giorno nell’angoscia per il futuro dei nostri figli e nipoti che ,senza l’intervento divino,vivranno in una società atea, materialista e priva di valori nella costante paura di un inevitabile castigo?

    1. Perchè c’è il Diavolo scatenato; un terzo (grosso modo) della nostra popolazione completamente “andata”, cioè inchiodata da decenni nell’etichettare il Bene come male e il Male come bene (vedansi la Chiesa “di” Torino, ossequiente alla Mole, e i Rossi Immutabili di Firenze e Bologna… come esempi); e i Vescovi stregati dalla “Democrazia”.

      Vogliamo fare il confronto fra un’Italia “cresciuta”, come quella odierna, e l’Italia del 1960 -diciamo-, con le Famiglie e il lavoro? Se lei fosse un Vescovo, sarebbe orgoglioso della sua Diocesi oggi o lo sarebbe stato allora?

  28. 28-02-16 – da http://www.stranocristiano.it:
    E’ nato il figlio biologico del compagno di Nichi Vendola: per la precisione, è nato il figlio di Eddy Testa (canadese), partorito da una donna indonesiana (con passaporto americano) in California, da cui pare provenga anche la madre genetica – quella che venduto l’ovocita. Non si capisce quindi a che titolo lo chiamino “figlio” di Vendola, visto che il piccolo con lui non ha niente a che fare: probabilmente perché Vendola ha messo i soldi, e per questo chiederanno a un giudice in Italia di stabilire che sia lui il secondo padre. Sicuramente Vendola ha firmato un contratto, che gradiremmo leggere, insieme al conto finale e al dettaglio spese.

    Proletarie di tutto il mondo, svegliatevi!

    1. Ed evidentemente hanno avviato la cosa nove mesi fa, sapendo che l’Arcobaleno si sarebbe lluminato a fine febbraio.
      Se qualcuno vuole rischiare di morire davanti al computer e vuole sapere chi ha il Potere e come lo esercita, apra la home page di Tiscalii.

      Vendola (comunista entrato in Parlamento senza sufficiente numero di suffragi, se ben ricordo; Omo-governatore di una delle due Regioni più cattoliche d’Italia, insieme alla Sicilia- Kommissariata tramite Crocetta) è certamente il prossimo residente del Consiglio, o simili.

      Per confronto:
      https://it.wikipedia.org/wiki/Xavier_Bettel
      Questo signore “ha un diploma in diritto ecclesiastico”. L’anno scorso si è sposato in Municipio con un uomo. Manca solo il matrimonio in chiesa (celebrato da una sacerdotessa, o pitonessa)

  29. Grazie, Andrea, per la tua lucida testimonianza. Il dolore è grande, ma più grande la certezza che da tanto male nostro Signore sa far scaturire un Bene più grande. A noi fare tutta la nostra parte.
    Cristina & Dario

  30. E cosa fa l’arci gay di Ferrara? invita a testimonianza il monsignore Gay , Charamsa (forse per provocare mons Negri?), che naturalmente ricorda a tutti come il Papa sia d’accordo con i gay, mentre purtoppo nella Chiesa vige ancora un certo oscurantismo. Da qui si può vedere come il male in realtà è causato dagli uomini di Chiesa che hanno apostatato, non tanto dai nostri politici lobotomizzati dalla massoneria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su