Francescani dell’Immacolata. Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Redazione

.

ffi2È curioso: dopo la pubblicazione dell’articolo sul trasferimento di P. Leopoldo Maria dei Francescani dell’Immacolata (“Fra’ Sorriso”), con tempestività sono arrivate alcune mail in redazione, nelle quali si lamenta il fatto che siamo precipitosi, che non c’è ancora alcuna decisione definitiva, che si tratta di una voce. Addirittura uno degli scriventi sostiene che ci siamo inventati tutto.

È sempre la solita storia: chi fa certe cose, si secca molto se vengono rese pubbliche… ma, come dice il proverbio, “il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi” e così quel che c’è in pentola lo possono vedere tutti.

E lo hanno visto già in molti; infatti del trasferimento di “Fra’ Sorriso” e dello sconcerto che ha suscitato tra i fedeli questo provvedimento (P. Leopoldo è molto apprezzato come catechista, ma è anche gravemente malato) parlano anche altri organi di informazione.

Ne parla Il Sito di Firenze, nella pagina che potete leggere CLICCANDO QUI, e ne parla il Corriere Fiorentino, edizione di Firenze del Corriere della Sera, con l’articolo che vi riportiamo qua di seguito (cliccateci sopra per ingrandirlo):

 crfrtnt

 

.

Insomma, con buona pace dei sospettosi, non abbiamo fatto congetture o oscure manovre per ostacolare l’opera di “rinnovamento” (?) dei Francescani dell’Immacolata (a noi pare un ‘opera di demolizione, comunque…). Ci siamo limitati, come sempre, a esporre i fatti. E i fatti sono quella faccenda che meno piace a chi agisce nelle tenebre, perché nelle tenebre si trova a suo agio.

Capita allora che arrivino delle mail di semi-smentita che sono così tempestive, ma così tempestive, da lasciare qualche legittimo sospetto. Però, come dicevamo prima, anche stavolta il diavolo ha fatto la pentola, ma col coperchio proprio non sa cavarsela.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

5 commenti su “Francescani dell’Immacolata. Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi”

  1. Mi permetto ripeterlo ancora una volta: SE VOGLIAMO RISOLVERE UN PROBLEMA O UNA SITUAZIONE ODIOSA E INCREDIBILE COME QUELLA CHE RIGUARDA I FRANCESCANI DELL’IMMACOLATA,OCCORRE DIVULGARE LA NOTIZIA A QUANTE PIU’ PERSONE POSSIBILE.OCCORRE RENDERLA PUBBLICA. GLI AUTORI DEL “DELITTO” HANNO BISOGNO DEL SILENZIO,DEBBONO ASSOLUTAMENTE AGIRE NELL’OMBRA. UNA VOLTA SCOPERTI SONO DESTINATI ALLA SCONFITTA E A RIVEDERE IL LORO TURPE COMPORTAMENTO!!!
    Piergiorgio

  2. Il caso dei Francescani del’Addolorata mi sembra la più pesante conferma di una deriva della Chiesa che ho verificato anche nella mia personale esperienza, che ha le radici nel periodo immediatamente successivo al Concilio, in cui si è rapidamente espunta dalla cultura e dal costume la tradizione dottrinale e la cultura umanistica. Non a caso, insieme! Attualmente i cattolici attivi nella società civile sono in maggioranza di sinistra, e nemmeno moderata, nella cultura e nei media lavorano di concerto con la sinistra laica e laicista, che finge benevolenza verso la Chiesa purché si presenti disarmata e dialogante. I cattolici tradizionalisti, o cristiani tradizionali, come io preferisco definirmi, sono per tutti costoro la bestia nera, il capro espiatorio. E le conseguenze si vedono. Non vi insospettisce il fatto che Ritanna Armeni sia responsabile del supplemento femminile dell’Osservatore romano, come se il mondo cattolico non potesse esprimere una personalità femminile all’altezza della carica?

  3. Il santo desiderio dei genitori di educare i propri figli nella fede Cattolica da santi sacerdoti cattolici dovrebbe trovare ascolto e pronta accoglienza da parte dei loro vescovi.

  4. Giovanni Vannicelli Casoni

    Padre Massimiliano Kolbe e padre Pio intercedano presto presso il trono di Dio e i frati di buona volontà dell’ordine agiscano e il loro parlare sia sì sì no no senza buonismo servilismo

  5. Giuseppe Fiorentino

    ho letto …. vergognoso è poco , è l’attuale rettore che fa? che esempio da ? ha paura forse di diventare martire e santo? o forse invece di imitare Gesu’ preferisce imitare il suo TRADITORE? penso e spero che se ha una coscienza si ribelli e abbia il coraggio di difendere quelli che gli sono stati affidati, dicendo la verita e facendo capire una volta per tutte con chi sta , con il TRALCIO o preferice essere staccato dal tralcio , vi invito cari francescani dell’immacolata alla ribellione non alla chiesa non al papa ma a questo manipolo di vigliacchi che non sanno con chi prendersela , se hanno il coraggio( cosa molto difficile a chi non è UOMO come lo è GESU’ ) di prendersela con me non perchè sia più forte o più …., ma solo perchè ho il coraggio di dirvi ora e sempre VIGLIACCHI E CODARDI , non prendetevela con chi è più UBBIDIENTE Di voi , si perchè il vostro è un bell’esempio di DISUBBIDIENZA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su