“FUORI MODA”. La posta di Alessandro Gnocchi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

… nella blasfema cerimonia della lavanda dei piedi inscenata lo scorso Giovedì Santo, Bergoglio non ha voluto inchinarsi davanti a qualcuno che potesse realmente simboleggiare gli apostoli… bisogna spiegare che cosa sia questa “fratellanza” nella quale, secondo il verbo di Bergoglio, si può rimanere pregando “ognuno nella sua lingua religiosa”: riesce difficile immaginare che sia qualcosa di diverso dalla “fratellanza” anticristica propagata da sempre dall’antichiesa gnostica e dall’antichiesa massonica.

= = = = = = = =

.

Ogni settimana Alessandro Gnocchi risponde alle lettere degli amici lettori. Tutti possono scrivere, indirizzando le loro lettere a info@riscossacristiana.it , con oggetto: “la posta di Alessandro Gnocchi”. Chiediamo ai nostri amici lettere brevi, su argomenti che naturalmente siano di comune interesse. Ogni settimana sarà scelta una lettera per una risposta per esteso ed eventualmente si daranno ad altre lettere risposte brevi. Si cercherà, nei limiti del possibile, di dare risposte a tutti.

 PD

.

Mercoledì 30 marzo 2016

.

È pervenuta in redazione:

.

Caro dottor Gnocchi,

mi sono commosso nel vedere Papa Francesco fare la lavanda dei piedi anche a tre musulmani. Sono sicuro che quel gesto di grande carità sia un’ammonizione per noi tutti: di fronte all’odio rispondere con l’amore e mettendosi al servizio, mostrare come si possa essere fratelli anche se si dà un nome diverso a Dio. Sono convinto che anche tanti musulmani che forse avevano qualche simpatia per i fondamentalisti siano stati colpiti da un esempio così forte. È vero che Papa Francesco tante volte ha detto cose che hanno lasciato dubbi, però la grandezza del gesto della lavanda dei piedi non lascia dubbi. Io credo che anche lei questa volta abbia ammirato il Papa.

Floriano Macrelli

.

zrbrpsCaro Macrelli,

se non ce ne fossero già in natura, i cattolici come lei andrebbero inventati. In numero ristretto, visto che a tutto c’è un limite, ma andrebbero inventati perché a questa miscela di ingenuità e provocazione non si può proprio rinunciare. Questo pensare bislacco fatto di violenti salti logici e di sfumati nonsense è come una droga per il cervello attento e fedele alle leggi della ragione. Gli amanti del genere ci trovano con soddisfazione molto del signor Veneranda inventato da Carletto Manzoni e di Groucho Marx: e io, caro Macrelli, amo molto il genere.

Mi sono proprio gustato l’analisi con cui mi spiega che il “gesto” della lavanda dei piedi di Bergoglio (ha dimenticato di definire “profetico” e lo aggiungo io) ha sicuramente folgorato i cuoricini di folle musulmane sulla via di “Santa Marta”. E come trattenersi dall’applauso a scena aperta quando, con sprezzo del pericolo, si dice convinto che un vecchio arnese della fede come me ne sia entusiasta?

Non so come la vedano le schiere di seguaci di Maometto a cui si riferisce, ma se pensa che io possa ammirare un qualsivoglia “gesto” di questo Papa, mi permetta di dirle che nella sua lettera ha dimenticato Biancaneve, i sette nani, Cenerentola, Cappuccetto Rosso e tutti i visetti buoni del paese delle fiabe in cui i cattolici come lei vivono, e soprattutto dormono, beati.

Ma siccome nessuno è ingenuo integralmente, lo confessi caro Macrelli che nel suo candido pensiero c’è un sottinteso malizioso, neanche tanto ben nascosto. Lei ha dimenticato Biancaneve & Compagni, però, in qualche modo, ha voluto evocare il lupo cattivo che, nei cattoprogressivi sogni a occhi aperti, compare sempre sotto forma del cattolico refrattario ai secoli che spensieratamente corrono e alla dottrina che gioiosamente li insegue. Un lupo brutto e cattivo capace solo di tramare ai danni dell’immacolato eroe occupato a trasformare minacciosi kamikaze in piazzisti della pace un tanto al chilo.

Caro Macrelli, non so se la risveglio bruscamente e mi fa persino specie argomentare seriamente in simili frangenti, ma devo dirle che il “gesto” di Bergoglio mi fa orrore. Allo stesso tempo è una colossale bestemmia, la negazione dell’unicità salvifica di Nostro Signore Gesù Cristo e l’istituzione del nuovo sacerdozio di una nuova religione. Mi pare che basti. Anche per una sola di queste ragioni, il “gesto” che tanto la entusiasma, dovrebbe fare orrore anche a lei.

zzzzlvndSe per la lavanda dei piedi ai profughi perpetrata il Giovedì Santo a Castelnuovo di Porto si trattasse solo di demagogia, si potrebbe persino passarci sopra. Il “gesto” d’amore e d’umiltà del Papa ancora più Buono del “Papa Buono” contrapposto al “gesto” di morte e di superbia degli attentatori di Bruxelles potrebbe finire senza tanti problemi nel magazzino delle tante pagliacciate mondane di cui questo pontificato è costellato, ammesso che ci sia ancora posto. Ma qui c’è ben altro e lo spiega lo stesso protagonista nell’omelia quando parla di “(…) tutti noi, insieme, musulmani, indù, cattolici, copti, evangelici ma fratelli, figli dello stesso Dio, che vogliamo vivere in pace, integrati”. E poi ancora dice: “(…) noi, tutti insieme, diverse religioni, diverse culture, ma figli dello stesso Padre, fratelli, (…). Ognuno di noi ha una storia addosso, ognuno di voi ha una storia addosso: tante croci, tanti dolori, ma anche ha un cuore aperto che vuole la fratellanza. Ognuno, nella sua lingua religiosa, preghi il Signore perché questa fratellanza contagi il mondo, perché non ci siano le 30 monete per uccidere il fratello, perché sempre ci sia la fratellanza e la bontà. Così sia”. Con la seguente chiosa al termine della cerimonia: “Adesso vi saluterei uno a uno, di tutto cuore. Vi ringrazio di questo incontro. E soltanto ricordiamoci e facciamo vedere che è bello vivere insieme come fratelli, con culture, religioni e tradizioni differenti: siamo tutti fratelli! E questo ha un nome: pace e amore. Grazie”.

Se ha seguito il profetico “gesto” con attenzione, caro Macrelli, mi riconoscerà di aver tagliato dal breve discorso soltanto la fuffa e di aver tenuto l’essenziale senza malevole interpretazioni. Avrei volentieri evitato di commentare le gesta dell’immacolato eroe della pace perché, ormai, occuparmi di Bergoglio mi procura la nausea e, alla fine, si finisce sempre per dire le stesse cose: che vuole distruggere la Chiesa cattolica e che lotta contro Cristo. Non è poco, è vero, ma riconosco che ormai non è originale. Però, visto che lei mi ci tira così gentilmente per i capelli, voglio farle notare qualche aspetto della vicenda che forse le è sfuggito.

zzzzXtomcrCominciamo dal concetto di figliolanza divina. Non è vero, come invece afferma e ha affermato più volte il Papa, che tutti “musulmani, indù, cattolici, copti, evangelici” sono figli di Dio. La dottrina cristiana, a cominciare dal Vangelo di San Giovanni, è chiara in proposito: “A quanti però l’hanno accolto, ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome, i quali non da sangue, né da volere di carne, né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati”. Anche a praticare le periferie esistenziali e ad avere poco tempo per sfogliare il Vangelo, non dovrebbe essere difficile imbattersi in questo passo perché sta proprio nel Prologo, ai versetti 12-13. Dai quali, senza dover applicare troppo acume, si evince facilmente che solo quanti accolgono Gesù Cristo diventano figli di Dio.

Caro Macrelli, solo i cristiani possono essere “figli di Dio”. Se il Papa attribuisce questo carattere a chi pratica false religioni, si può solo pensare che non conosce uno degli elementi basilari della dottrina cattolica oppure che intende modificarla. Dato che chiunque è in grado di arrivare ai versetti 12-13 del Vangelo di San Giovanni, propendo per la seconda ipotesi.

E poi, bisogna spiegare che cosa sia questa “fratellanza” nella quale, secondo il verbo di Bergoglio, si può rimanere pregando “ognuno nella sua lingua religiosa”: riesce difficile immaginare che sia qualcosa di diverso dalla “fratellanza” anticristica propagata da sempre dall’antichiesa gnostica e dall’antichiesa massonica. Non a caso, nella blasfema cerimonia della lavanda dei piedi inscenata lo scorso Giovedì Santo, Bergoglio non ha voluto inchinarsi davanti a qualcuno che potesse realmente simboleggiare gli apostoli. Non poteva farlo perché gli apostoli, come recita il Vangelo di San Giovanni, chiamavano Gesù “Maestro e Signore”, mentre qui era necessario rivolgersi a qualcuno che non lo potesse e non lo volesse fare.

Ed è proprio questo il punto più inquietante di tutta la pantomima che ha mandato in sollucchero le televisioni, i giornali, i siti web, i Bar Sport e i saloni da parrucchiera di tutto il mondo. A che cosa abbiamo assistito sul palcoscenico di Castelnuovo di Porto caro Macrelli? Alla nascita di un nuovo sacerdozio proprio nel giorno in cui viene ricordata l’istituzione di quello cattolico. Quando Bergoglio si rivolge a quella parodia del collegio apostolico dicendo “Ognuno, nella sua lingua religiosa, preghi il Signore perché questa fratellanza contagi il mondo” esprime il palese ammonimento ad ammaestrare le genti in un nuovo vangelo, istituisce di fatto gli apostoli e i sacerdoti della nuova religione della Casa Comune. Non caso, come abbiamo già ricordato, al termine della cerimonia ha spiegato: “Vi ringrazio di questo incontro. E soltanto ricordiamoci e facciamo vedere che è bello vivere insieme come fratelli, con culture, religioni e tradizioni differenti: siamo tutti fratelli! E questo ha un nome: pace e amore. Grazie”.

Trascuro il fatto che questo Papa non si inginocchia davanti a Cristo nell’Eucaristia, ma lo fa volentieri davanti agli uomini. Le faccio solo tre domande in proposito: pensa che nell’ostia consacrata non ci sia Cristo? Pensa che sia Cristo a doversi prostrare davanti a lui? Pensa che Cristo sia meno importante di un uomo qualsiasi?

Ma andiamo a capo ad attendere, secondo i suoi sogni, le folle di musulmani inginocchiate a pregare rivolte verso “Santa Marta” dopo aver rinnegato la Mecca. Se saranno pari alle annunciate e mai pervenute maree di fedeli che avrebbero dovuto intasare i confessionali e poi fare a botte per arrivare primi alla comunione, caro Macrelli, vuol proprio dire che lei vive beato nel paese delle fiabe. Per favore non si svegli, potrebbe farsi male, continui a sognare. E ogni tanto, mi raccomando, scriva.

Alessandro Gnocchi

Sia lodato Gesù Cristo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

82 commenti su ““FUORI MODA”. La posta di Alessandro Gnocchi”

  1. Mah… pensavo che i prosciutti li avessero finiti, e invece devo notare che ancora tanta gente ama metterseli davanti agli occhi….

    1. Se anche l’argentino si iscrivesse al Grande Oriente e promosso al 33 grado con tanto di grembiulino assieme a Lombardi mandasse in onda in diretta la cerimonia della sua investitura a gran maestro questi si commuoverebbero lo stesso. Giovanni Paolo II rifiutò il premio massonico Galileo Galilei ma a Bergoglio me sà che non possono darlo visto che è riservato solo ai non massoni… però sai che bei pianti si facevano questi quà?

      Tanto vale eleggerlo lavatore di piedi dell’anno, vincitore del premio scalfari-cecchi-paone e gran trituratore di foglie di coca…. e giù lacrimoni no????

      In fondo se vonno piagne ….famoli piagne…

      1. Ripeto: i “tantissimi che amano commuoversi per il Biancovestito” io non li vedo.

        Prego tutti di non attribuire alla propaganda mediatica (dal “Papa rottweiler” siamo passati al “Papa della Gente”), e a quella clericale, il benchè minimo grado di affidabilità

  2. Federico Fontanini

    Il gesto di Bergoglio è contrario alla tradizione secolare della Chiesa e liturgicamente errato. Questo gesto inoltre ha captato tutta l’attenzione quasi fosse il centro del giovedì santo, mentre lo è l’istituzione dell’Eucaristia. Trovo il dr. Gnocchi molto critico nei confronti di Bergoglio. Ma in questo caso devo dargli ragione.

  3. Michele Beghin

    Ancora una piccola perla della collana gnocchiana… Aspetto sempre con trepidazione l’uscita dell’articolo della rubrica “Fuori moda”, perché leggere il nostro Gnocchi che argomenta in punta di penna senza mai abbandonare ironia e senso dell’umorismo, anche se la materia del contendere è grave, è un vero piacere per lo spirito. E poi adoro sentire sottilmente presi in giro i cattolici “adulti” e i bergoglionidi, ad ogni dì che trascorre vieppiù immersi nel brago delle loro convinzioni enzobiancamente corrette. Che dire di più? Nel mio piccolo, sono rabbrividito quando mia zia pluriottuagenaria, che aveva visto la satanica scimmiottatura della lavanda dei piedi, mi ha detto che forse siamo noi a sbagliare, che bisogna aprirsi agli altri. Mia zia per fortuna non vede di buon occhio l’argentino e forse è ancora recuperabile. Infatti le farò leggere questo articolo stasera stessa e spero che ne trarrà buon frutto. Il frutto che cresce sull’albero della Verità, che nessun eretico potrà sradicare.

    1. Caro Michele, posso farle una confidenza? sto leggendo per la seconda volta i libri della premiata ditta “Gnocchi e Palmaro” (adesso sono a “Il logorio del laicismo moderno”) e le dirò che mi piacciono ancor più della prima volta; è un piacere sottile dell’anima, una profonda consolazione, una comunanza di spirito e di intelletto, ciò che ritrovo in quei libri. Per me sono un dono dle Cielo, una grazia di Dio, il meglio di quanto ho letto di religione in quedti ultimi dieci anni. Se a ciò aggiungiamo che rifuggo da ogni scritto del VdR e della sua coorte modernista (anche in video e in audio, ovviamente), ne deriva un quadro idilliaco, una gioia celestiale, non inquinata dal modernismo. Laudetur Jesus Cristus !

      1. Caro Catholicus, anch’io apprezzo molto i libri di Gnocchi e Palmaro: finora ne ho solo tre ma credo che ne acquisterò altri!

        1. MICHELE BEGHIN

          E ben farà! Gioielli da gustare per respirare pura aria cattolica apostolica romana, contro i miasmi pestiferi del modernismo…

      2. MICHELE BEGHIN

        I libri del magico duo Gnocchi-Palmaro penso di averli letti tutti, come pure quelli del solo Gnocchi. Mi specchio perfettamente nel loro pensiero. Ho conosciuto questi campioni del cattolicesimo ai tempi in cui li si poteva ascoltare su Radio Maria (emittente che allora andava controcorrente e dalla quale ci si aspettava molto; ora ho chiuso i miei rapporti con Padre Livio, che vorrei proprio sapere come possa continuare ad osannare il Bergoglio). Poi li ho incontrati ai convegni della FSSPX, alla marcia per la vita ecc.. Purtroppo Palmaro non c’è più e la buona battaglia la conduce il solo Gnocchi, che come ha visto sa affrontare con spirito assai combattivo e con grande intelligenza ed arguzia il “nemico”. Dio lo protegga e gli conduca la penna. Semper laudetur.

  4. Aggiungerei che è ben strano nascondere la Croce pettorale per non offendere i fedeli di altre religioni e poi invitare i fedeli di altre religioni ad un rito cattolico come la lavanda dei piedi. A meno che non si voglia ribaltarne il senso ed il significato. Come ormai è evidente

    1. Marina Alberghini

      Non ho capito:nascondi la Croce per non offendere quelli di altre religioni(che poi sono gli islamici, non mi risulta che per gli ebrei si abbiano avuto queste sensibilità) e poi nel far questo offendi quelli della tua religione?Ma di dove è arrivato questo??

  5. Alla sua domanda posta verso la fine, risponderei di sì, dottor Gnocchi: questo “Papa” -che io chiamo il Biancovestito o Mangiafuoco, e che riesco benissimo a NON ascoltare- pensa che sia Cristo a doversi prostrare dinanzi a lui.
    Dal punto di vista formale, perchè ritiene che “il Figlio dell’uomo sia venuto per servire” (cosa verissima, ma che era ed è straordinaria perchè Colui che si fece uomo per noi è Dio, e non “un povero cristo” qualunque); dal punto di vista sostanziale, perchè lui è un alto dignitario dell’occupazione della Chiesa da parte della Inimica Vis.

    Molto importante il richiamo all’autentica figliolanza divina, in base al Prologo di San Giovanni. Si tratta di figliolanza di ADOZIONE (Ef 1, 5; Rm 8, 15).
    Chi non è battezzato è creatura di Dio, non suo figlio (“nel” Figlio)

  6. Stefano Mulliri

    Caro dottor ,Gnocchi, a questo punto, vorrei chiederle ,ma esiste ancora la chiesa, come la ha istituita, Nostro Signore ?

  7. E si, bisogna dire che Bergoglio nel giovedì santo ha toccato l’ apice dell’ apostasia. Il papa dei massoni e degli gnostici non cessa di sorprenderci. Ma – attento – di sorpresa in sorpresa potrebbe trovarne una per lui, confezionata dal Suo Padrone ( che non è il gran fratello massone di turno).
    Corrisponde alla figura dell’ antiCristo prefigurato nel Vangelo. Alla perfezione.
    E inganna molti. Comprese le anime semplici. Le quali poi – meno male – seguono la Tradizione dopo averlo di facciata omaggiato perché è il papa.
    Che dobbiamo fare ? Semplice. Vivere da veri cattolici. Osservando dottrina e prassi da duemila anni in vigore.
    Prima che una certa assise la modificasse. Consapevole che sarebbe stata una sciagura. Ma prona alle ispirazioni di quel personaggio furbissimo che è il Demonio.
    Fino a quando Cristo permetterà un tale scempio della sua Sposa ? Difficile dirlo. Noi possiamo solo pregare.

    Gaetano

  8. massimo trevia

    floriano,ma come fai a non capire?bergoglio,da lampedusa in poi,invita qui gli islamici,nella nostra terra!e sai che faranno essi alla nostra terra?sai che faranno a noi,se non ci ribelliamo?ora,bergoglio ne è uno dei responsabili.e io dovrei gioire perché gli lava i piedi?i farisei erano quelli che mettevano pesi sulle spalle altrui che essi non avrebbero portato,disse Cristo!!!

  9. Gent.mo Gnocchi non crede che dovremmo trovarci un nuovo pastore?
    Non crede che dovremmo disconoscere il falso profeta apertamente?
    Perche` non affidiamo il corpo mistico di Cristo a un vero Cattolico.?
    Avranno S.Pietro, ma senza la fede.
    Il collegio cardinalizio e` totalmente inficiato per pensare a un prossimo papa retto.
    Al momento siamo senza papa.
    Lo si sostenga apertamente.

    1. Non siamo affatto senza papa come dice qualcuno,si dimenticano di Benedetto XVI che,non a caso,ha voluto mantenere la veste papale,il titolo papale e la residenza in Vaticano,mentre avrebbe potuto ritirarsi in Roma vestito da cardinale.Diciamo la verità:le sue dimissioni non furono valide (come sostenne anche Socci) perchè fu costretto a darle.Lui non ebbe la forza per opporsi al Male personificato,alla massoneria che voleva giungere ad un’unica religione mondiale;Benedetto XVI si è rifiutato di fare quello che invece Bergoglio sta facendo e quindi è stato messo da parte,ma agli occhi di Dio è sempre il Suo unico vero Papa,poichè non possono esserci due papi contemporaneamente (solo uno è il vero Vicario di Cristo) anche se vecchio,malato e decadente com’era l’ultimo Wojtila,però rappresenta sempre Cristo e la Sua Chiesa;per ora può solo pregare per la salvezza della Chiesa e certamente lo fa in continuazione;può darsi che un giorno (presto) torni anche alla guida diretta della Chiesa.

      1. La Sua speranza è a dir poco “fantasiosa”.

        Le dimissioni (a differenza della elezione di Bergoglio su cui pure qualche dubbio può esserci) sono state del tutto legittime e pertanto Ratzinger non è più papa.

        Riguardo la eventuale costrizione alle dimissioni va provata e non vi sono prove, Socci non ne presenta alcuna (né lui né altri).

        Riguardo infine il mantenere la veste papale, il titolo e la residenza in vaticano siamo di fronte ad un altro guaio: la presenza di due papi di cui uno emerito infatti induce a vedere il papa come un normale vescovo (il papa emerito non esiste in termini di diritto canonico e non ha ragione di esistere), introducendo ulteriore confusione tra i fedeli ed indebolendo e svilendo il concetto stesso di primato papale.

        Per tornare papa poi Ratzinger dovrebbe essere nuovamente eletto da un conclave, cosa assai poco probabile.

        Può pregare, ovvio, ma quello possiamo farlo tutti, mentre se non si fosse dimesso di certo non saremmo a questo punto.

  10. Prima o poi...

    Per evitare ogni ulteriore conato di vomito, ho smesso da tempo di guardare cosa fa Bergoglio , perchè non vuole servire Gesù, non vuole esserne il Vicario, perchè dunque continuare a farsi del male? Io sto solo aspettando che finalmente si converta o se ne vada, in un modo o nell’altro smetta di spaccarci il fegato e specialmente smetta di offendere Dio.

    1. Dirò di più: secondo me è falsa. Chiedo scusa al Dott. Gnocchi, del quale ho molta stima e che leggo sempre volentieri, ma questa volta ha voluto trovare un argomento per parlare della lavanda di Bergoglio, così ha tirato in ballo una lettera. Perché non è possibile una vera lettera di questo tipo, indirizzata proprio a lei!
      Per quanto mi riguarda, ho trascorso una buona quaresima e Triduo Santo, tenendomi lontana il più possibile da questo papa. Le poche volte che accendevo la Tv per ascoltare il TG, se compariva Bergoglio toglievo l’audio e me ne andavo. Sarò anche esagerata, ma ho bisogno di difesa. Non voglio perdermi.

      1. Cara Signora Claudia, anche a me piacerebbe che certe lettere non fossero vere. Purtroppo ne arrivano invece, di questo tipo (e anche peggio). Del resto i lettori di Riscossa Cristiana sono molti e quindi tra di essi può esserci un po’ di tutto. Ad esempio, oggi è arrivata in redazione una lettera da un caporedattore di Famiglia Cristiana. L’ho trovata così interessante da dedicarle una paginetta. Veda su http://www.riscossacristiana.it/la-garbata-e-signorile-critica-di-un-caporedattore-di-famiglia-cristiana-e-una-proposta-del-direttore-di-riscossa-cristiana/ .

        Come vede…

        un cordiale saluto

        Paolo Deotto

        1. Grazie per la risposta. Che dire? Se la lettera è vera, sono ancor più basita. Però, anche qui, fino ad un certo punto, perché non posso nascondermi che invece questo papa desta ammirazione in molti, cristiani o no. E’ il papa a lungo desiderato da quella parte del mondo cattolico, e no, tenuta a freno da GPII e BXVI. L’hanno voluto, lo vogliono, lo esaltano e lo seguono.
          Un piccolo episodio personale. Proprio questa mattina mi è capitato tra le mani un opuscolo di una struttura cattolica francese, datomi da un’amica all’inizio degli anni ’90 e abbandonato dietro uno scaffale. Vi ho trovato scritto – 25 anni fa – le stesse idee perseguite maggiormente da Bergoglio. Inoltre questa frase: aggiornare il Vangelo oggi. Sono rimasta di sasso. Se l’avessi letta all’epoca, avrei pensato a una infelice traduzione dal francese. Oggi no: volevano dire esattamente quel che c’è scritto.
          Sono straziata per tutto quel che succede nella Chiesa, ma al tempo stesso, grazie all’ aiuto del buon Dio, in pace.

  11. Bergoglio è un eretico, un apostata e uno pseudopapa: bisogna essere pronti a respingere l’acattolica esortazione post-sinodale che sicuramente farà e mi riferisco soprattutto ai prelati: è così difficile chiamare le cose con il loro nome? E’ così difficile scegliere di stare dalla parte di Nostro Signore?
    ‘ Non resistere all’ errore e’ approvarlo , non difendere la verita’ e’ ucciderla . Chiunque manca di opporsi ad una prevaricazione manifesta puo’ essere considerato un complice occulto ‘ ( Papa Felice III )

  12. Infatti, anche i massoni, tra loro, si chiamano “fratelli”… vogliamo parlare della “Fratellanza Universale”? …oppure “peace and love, fratello!” … oppure “dammi 5, fratello!” …oppure… A leggere ciò che scrive il Sig. Floriano viene da dire, come per i bambini, “beata innocenza!” ma, come dice Gnocchi, mi sa tanto di provocazione… invece, come disse Totò, dico: Macrelli, “ma mi faccia il piacere!!!” Ne riparleremo nel caso “l’umile” Bergoglio-senza-orgoglio dovesse piegare il ginocchietto durante la consacrazione dell’Eucaristia.
    Laus Tibi Christe!

  13. Cattivone Dott. Gnocchi! Vada subito a confessarsi! Anzi, non ci provi nemmeno, ché per lei non ci sarà l’assoluzione, automaticamente impartita invece a chi senza pentirsene avesse abortito, divorziato, tradito la fede. Vada ad ingrossar le fila delle anime perse, in marcia verso l’inferno: bigotti antiabortisti, conigli sforna-figli, liturgisti, tradizionalisti, inquinatori di mari laghi e fiumi, e naturalmente negatori del riscaldamento globale.

  14. Al di fuori della Chiesa Cattolica esiste assolutamente nessuna salvezza.

    Papa Eugenio IV, Concilio di Firenze, Cantate Domino, 1441, ex-cathedra: “La Santa Romana Chiesa
    crede, professa e proclama fermamente che tutti coloro trovantisi al di fuori della Chiesa Cattolica,
    non solamente i pagani ma anche gli Ebrei o gli eretici e gli scismatici, non possono condividere la vita
    eterna ed andranno nel fuoco eterno preparato per il Diavolo ed i suoi angeli, a meno che essi siano
    uniti alla Chiesa prima della fine delle loro vite; che l’unità di tale corpo Ecclesiastico è di tale importanza
    che solamente per coloro i quali abitano in esso i Sacramenti della Chiesa contribuiscono alla salvezza ed I
    digiuni, l’elemosina ed altre opere di pietà e pratiche della milizia Cristiana producono ricompense eterne;
    che nessuno può essere salvato, non importa quanto egli abbia elemosinato, anche se egli avesse
    asperso sangue nel nome del Cristo, a meno che abbia perseverato nel petto e nell’unità della…

  15. San Roberto Bellarmino, Cardinale e dottore della Chiesa Cattolica, De Romano Pontefice, Libro 2, Capitolo 30: “Un Papa manifestamente eretico cesserebbe automaticamente, per sé, di essere Papa e capo, proprio come egli cesserebbe automaticamente di essere un Cristiano ed un membro della Chiesa. Laonde, egli potrebbe essere giudicato e punito dalla Chiesa. Questo è l’insegnamento di tutti gli antichi padri, i quali insegnarono che gli eretici manifesti perdono immediatamente tutta la giurisdizione.”
    Sia Lodato Gesù Cristo

    1. Alla Chiesa spetta il compito di giudicarlo, sul fedele incombe il dovere di non seguirlo e non approvare né in privato né in pubblico quello che fa.

      I Lettera di Giovanni contro gli anticristi:
      “Da questo potete riconoscere lo spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell’anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo. Voi siete da Dio, figlioli, e avete vinto questi falsi profeti, …. Costoro sono del mondo, perciò insegnano cose del mondo e il mondo li ascolta.
      II Lettera:
      Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l’anticristo!
      …non ricevetelo in casa e non salutatelo; poiché chi lo saluta partecipa alle sue opere perverse.

      Basta col falso profeta e anticristo che come scrive Gnocchi “bestemmia, nella negazione dell’unicità salvifica di Nostro Signore Gesù Cristo”…

  16. Proviamo a riassumere, dottor Gnocchi: tutto ciò che lei ci ha descritto – e a cui personalmente mi conforta non aver assistito – si chiamerebbe a questo punto “strumentalizzazione” a fini “politici” di uno dei più importanti avvenimenti della storia umana.
    Nostro Signore non lavò i piedi agli apostoli per stabilire una “fratellanza”, ma per ribadire loro, con la Divina Umiltà che solo a Lui era possibile, il mandato ad andare con coraggio e fiducia ad annunciare la Buona Novella “fino agli estremi confini della terra”. In quell’occasione, di tutto si parlò tranne che di diverse “lingue religiose”, tant’è che per non cambiare “linguaggio” molti fra gli stessi apostoli finirono per rendere testimonianza con il martirio.
    Quanto alla “Pace”, invece, Nostro Signore stesso ci ha lasciato detto, tra l’altro, di darla “non come la dà il mondo”. Se questo è il parametro di riferimento, bisognerebbe chiedersi quanto gli eventi di Castelnuovo di Porto siano conformi al Dettato evangelico.

    1. Maria Teresa

      Non solo:
      “Questi dodici Gesù li inviò dopo averli così istruiti:
      «NON ANDATE FRA I PAGANI e non entrate nelle città dei Samaritani; 6 rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele….
      11 In qualunque città o villaggio entriate, fatevi indicare se vi sia qualche persona degna, e lì rimanete fino alla vostra partenza. 12 Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. 13 Se quella casa ne sarà degna, la vostra pace scenda sopra di essa; ma se non ne sarà degna, la vostra pace ritorni a voi. 14 Se qualcuno poi non vi accoglierà e non darà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dai vostri piedi.”
      Altro che lavargli i piedi…..

  17. Anch’io sono rimasto di “sale”. Sarà che sono vecchio e non capisco nulla dello “spirito del concilio” mentre i testi dicono tutt’altro (qualcuno li ha letti? La maggioranza dei preti sicuramete no). Ma se così stannno le cose che fesso sono stato: potevo fare tutto ciò che volevo, potevo saltare le messe domenicali quelle “noiose” ed insulse prediche, potevo evitare di raccontare i fatti miei in confessione, potevo …
    “La Chiesa si farà piccina fino a scomparire, poi risorgerà più splendente ..” (da profezia di Benedetto XVI quando ancora era cardinale), avremo la fortuna di vederla?

  18. se davvero la” fratellanza “predicata da Bergoglio è quella anticristica e massone , vuol dire che siamo arrivati ad un livello direi apocalittico dell’apostasia (annunciata)dei vertici della Chiesa cattolica. Chi avrebbe mai potuto pensare, chi mai avrebbe potuto prevedere , solo cinquanta anni fa che sul trono di Pietro si avrebbe avuto un pontefice che predica dottrine massoniche ed anticristiche?
    Se non vogliamo o non possiamo credere a tale interpretazione dei fatti , non ci resta che una via.:quella di pensare che invece Bergoglio sia solo un gesuita non molto colto, non molto intelligente, cresciuto coi luoghi comuni della Teologia della liberazione, digiuno di teologia e alquanto confuso di idee, insomma una persona non all’altezza del ruolo che ricopre ma magari in buona fede . Personalmente io oscillo ogni giorno fra le due interpretazioni: o è una lucida intelligenza diabolica volta alla distruzione della Chiesa o è semplicemente una persona inadeguata al ruolo che ricopre.

    1. Caro Discepolo, le due interpretazioni sono ormai motivo di scommessa: i bookmaker ci speculano! Questo “personaggio” abbiamo e questo (per ora, purtroppo) ci teniamo. Ciò non preclude che si possa continuare ad amare la Santa Madre Chiesa, Una, Santa, Cattolica, Apostolica.
      Laus Tibi Christe!

    2. La sua oscilazione le fa onore, caro Discepolo, ma purtroppo la buonanima di Andreotti ci ha insegnato che a pensar male si farà, sì, peccato, ma molto spesso si coglie nel segno. Per questo non posso che invitarla a riconsiderare la validità dela sua prima inerpretazione : “lucida intelligenza diabolica”. Restiamo ben saldi nella fede bimillenaria di Santa Romana Chiesa (fino al 1958); di quello che possono fare e dire Bergoglio, Kasper, Ravasi, Cantalamessa ecc. ecc. ecc. “non ce può fregar di meno”, come dicono a Roma. Pace e bene, caro fratello in Cristo.

    3. Gentile Discepolo, capisco il suo dubbio (‘questo papa sarà semplicemente un inadeguato al ruolo che ricopre?’). In effetti, di fronte alla molteplicità confusa e contraddittoria dei suoi discorsi, sarebbe bello pensarla così.
      Purtroppo però E’ VITALE uscire dall’abitudine di prendere ogni suo discorso e ogni suo gesto come un unicum, analizzato magari in ogni particolare, ma come un unicum.
      Occorre infilare tutto in un filo comune, come in una collana. Solo così si può avere una visione completa della collana bergogliana: in questa, ormai molto pesante, fan mostra di sé ‘perle’ che sono un pugno nell’occhio e un vero colpo alla coscienza (che solo palati di grana grossa, o persone di infima ‘cultura’ cattolica, possono accettare di guardare senza scandalizzarsi).
      Alessandro Gnocchi ha esposto con dovizia di ragionamenti, a più riprese, tutto quanto. Unisco comunque un link a nuova (parziale) riprova di quanto si tratta:
      http://www.difendiamolaverita.it/page_54.html

      1. sicuramente si può vedere nelle “perle” che Bergoglio inanella a getto continuo un filo conduttore e soprattutto una “strategia” ad uso dei media e come captatio benevolentie dei poteri mondani.Tuttavia non riesco proprio , sinceramente, a vedere grande intelligenza , grande strategia , grande furbizia , insomma non vedo nulla di”grande” nella personalità di questo papa che a volte mi sembra addirittura iongenuo.
        E siccome anche per essere diabolici, anche per il male ci vuole una certa “grandezza” anche se rivolta al male, mi stupisco che l’Anticristo o chi lo precede si presenti nei panni mediocri e quasi ridicoli di un personaggio più da operetta che da tragedia. Sarà pure una lucida mente diabolica, diciamo che però sembra una non- lucida mente di prelato sudamericano cresciuto a pane e teologia della liberazione. Più che l’ Anticristo, un povero cristo.

        1. Ma guardi che in fin dei conti il tentatore è solo mediocre e ridicolo, non c’è nulla di grande in lui. Pensi alla prima tentazione. Non le sembra ridicolo l’invito a mangiare il frutto perché poi sarete come Dio? Certo oggi, col senno di poi, possiamo guardare a questo episodio e trovarvi il ridicolo, qualcosa che non sta in piedi, ma allora, a chi veniva tentato (Adamo ed Eva), la cosa assumeva un non so che di grandioso. E così continua.

    4. La verita’ la sa solo Dio, l’unico Gesu’ Cristo, a mio parere bergoglio e’ molto astuto, ben istruito dal suo padre spirituale martini gesuita modernista, e sa molto molto bene dove vuole arrivare. In combutta con la MASSONERIA e il NWO Nuovo Ordine Mondiale, abbiamo sotto il naso l’apocalisse, leggete il MONFORT, le ERESIE E BESTEMMIE VANNO CONDANNATE PERCHE’ GESU’ DICE I TIEPIDI LI VOMITO. Non bisogna essere teologi per vedere e capire, mi rifiuto, io sono molto ignorante senza studi ma ho letto molto e pregato e vedo come mai? Studiata bene l’unica religione mondiale, la massoneria nella chiesa ci siamo scordati di LA SALETTE? E la Beata Caterina Hemmerich? La Madonna del Buon successo APPROVATA apparsa a Quito dove descrive questi terribili tempi? L’11 maggio riceve la bonino, poveretta, ma non e’ pentita anzi continua le sue diaboliche lotte, ma lui e’ cosi’ misericordioso o vuole plagiarci per innestare una mentalita’ che tradisce CRISTO E IL VANGELO e lavora per il demonio? Ad majorem…

  19. Christian Omenomen

    Un gesto plateale senza senso spirituale e morale ad uso e consumo dei media e del NWO. Gesù, con la lavanda dei piedi, invita tutti i suoi discepoli a lavarsi i piedi gli uni gli altri con umiltà affinché nessuno si senta primo e pecchi di superbia. Un segno che invita alla conversione poiché i cristiani che fra loro si mettono al servizio gli uni verso gli altri, invita gli i non cristiani ad unirsi al loro modo di vivere ed essere alla sequela di Gesù. Bergoglio ha annacquato un gesto che invita a diventare cristiani, a godere della bellezza ed unicità della nostra fede.

  20. Quest’anno,tanto bene, prevedendo il peggio,il Giovedì Santo non ho voluto sapere dove e in che modo il vdr volesse compiere la lavanda dei piedi. Poi, invece, l’ho saputo lo stesso e proprio da un prete. Ma è inutile che stiamo a ripetere sempre le stesse cose, come dice giustamente A.G. Prendiamo atto ancora una volta che qui non siamo più di fronte al capo della cristianità, ma al promotore e al patrocinatore di una pseudoreligione mondialista di stampo anticristico e di ispirazione massonica che incanta folle immense ormai totalmente ignare di quello che fu il cattolicesimo; un capo che a Pasqua vuole far credere che Cristo quel giovedì non fece quel gesto d’ amore divino mandando gli apostoli -proprio e solo loro, Suoi sacerdoti neoconsacrati- a evangelizzare il mondo affinché nel Suo nome ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra e ogni lingua proclami che Gesù Cristo è il Signore”, ma per mostrarsi umile e pari a loro.
    Come dire: “pace, amore e… tanta, ma tanta fantasia”.

  21. È nostro dovere continuare a pregare per il papa e per i vescovi, la Chiesa siamo anche noi e siamo sicuri che mai saremo lasciati soli

    1. E’ nostro dovere pregare perché i tanti vescovi eretici compreso l’attuale sedente a Roma si convertano e smettano di distruggere la Chiesa che non è loro ma di Cristo.

      E’ pure nostro dovere pregare perché si sradichi l’eresia dalla Chiesa e gli eretici vengano messi alla porta.

      Non c’è alcun bisogno della compagnia di eretici, abbiamo alcuni buoni pastori di anime abbiamo Nostro Signore e basta e avanza, gli eretici
      vanno messi in condizione di non nuocere più e siccome sappiamo che gli anticristi ci sono sempre stati non dobbiamo seguirli ma denunciarli
      e allontanarli perché come dice Lei giustamente, la Chiesa siamo anche noi.

  22. Maria Teresa

    “E soltanto ricordiamoci e facciamo vedere che è bello vivere insieme come fratelli, con culture, religioni e tradizioni differenti: siamo tutti fratelli! E questo ha un nome: pace e amore. Grazie”.
    Caro Lucignolo Bergogliolo tutto ciò ricorda il paese dei balocchi e la torre di Babele.
    Siamo ben lieti di non aderire al tuo invito, abbiamo altro da fare….
    Che sdolcinatezze sessantottine.

  23. Federico Fontanini

    Ho letto l’omelia di quel “particolare” Giovedì Santo. Certo quell’insistere sul tema della fratellanza e leggere in quella chiave il gesto di NSGC è davvero inquietante. Speriamo che – tra le due ipotesi – Bergoglio non sia consapevole pienamente di quel che ha detto. E’ anche possibile che Bergoglio sia in buona fede e voglia esprimere così il suo gran desiderio di vedere uniti tutti gli uomini al di là della loro fede. Purtroppo i termini nei quali si esprime non sono corretti (es. siamo tutti creature di Dio ma non tutti figli dello stesso Padre) L’atteggiamento migliore per noi credo sia quello adottato da molti miei conoscenti che semplicemente non lo ascoltano e non leggono quel che dice. Naturalmente ci sono occasioni nelle quali si esprime in modo cattolico e accogliamo queste mentre cerchiamo di vivere secondo gli insegnamenti della Chiesa.

  24. la mia convinzione e’ che Bergoglio sia molto intelligente, anche se potrebbe non sembrare, e che la sceneggiata della lavanda dei piedi agli islamici potrebbe essere un qualche messaggio per qualcuno che magari, di questi tempi, e’ meglio ingraziarsi onde evitare drammatiche conseguenze (attentati?). Comunque e’, almeno apparentemente, un segnale di sottomissione all’islam. Probabilmente noi non ci vogliamo credere, ma qualcuno ha gia’ “venduto” il nostro paese a loro…e Bergoglio non fa che comportarsi di conseguenza. Fantastico troppo?

    1. esatto: un segno di sottomissione all’Islam. Come tale causa dei morti cristiani nel mondo. Se il papa si sottomette all’Islam e lo riconosce come religione superiore, perché i cristiani non vogliono convertirsi? Allora devono morire…..questa è la conseguenza sciaguratissima di questa sottomissione.

  25. Ottimo articolo Dott. Gnocchi ma quest’ultima mail pervenuta non è per niente dissimile dal sentire della gente comune che si intenerisce ogni volta che il VdR si inginocchia, sempre davanti a creature, “ferite o meno”, ma mai davanti al Creatore. I poveri, gli immigrati, i carcerati, gli omosessuali, rigorosamente “feriti”, sono la “carne di Cristo” ed è per questo che è necessario inginocchiarsi, mentre la Santa Eucaristia è solo un simbolo che merita tutt’al più di un formale atto di riverenza. Riguardo poi alla lavanda dei piedi, bisognerebbe ricordare che Nostro Signore istituì tale pratica il Giovedì Santo non per solo atto di umiltà, ma per ricordare che chi è già pulito (puro, santificato), non ha bisogno di essere lavato integralmente (nuovo battesimo), ma di essere mondato solo della sporcizia che si accumula nel contatto col mondo (cioè simbolicante sotto i piedi, unici elementi di contatto). E’ in pratica la anticipazione figurata del sacramento della Confessione-Riconciliazione.

  26. Bergoglio puo’ essere considerato eretico nelle affermazioni e nei gesti, tanto piu’ per la tenacia con cui persevera il suo obiettivo, stravolgendo non solo la dottrina, ma, cosa piu’ grave, la lettura della Parola di Dio nelle prediche di santa marta. Ma non bisogna essere disfattisti, ne’ vale la pena perder tempo a leggere gli ossequi che certa stampa fa nei suoi confronti. E’ solo l’inizio, vedrete che per l’anno prossimo i musulmani saliranno a dodici.

  27. mariano chimetto

    mi associo a quanto scrive “discepolo”, e spero sempre che la seconda opzione sia la più vicina al vero. Sono comunque molto perplesso (eufemismo ) sui vari scivoloni di Francesco.
    oggi sono passato in una libreria e per ingannare l’attesa, mentre mia moglie sceglieva alcuni libri per sé, ho ochhieggiato sullo scaffale della “religione”. Su circa 40 volumi presenti,
    ben 14 titoli erano di opere di papa Francesco (possibile ??) e 3 volumi parlavano di lui. Mi sembra una desolazione.

  28. Mi aggrappo tenacemente alla dottrina che ho avuto la fortuna di conoscere da bambino. Ho provato a parlare in giro dell’evidente sconfessione che fa Bergoglio di ciò che dice il Vangelo, ma mi sono solo sentito improperi tipo “irrecuperabile” e sinonimi vari. L’evidenza con cui propugna l’irenismo questo papa è talmente lampante, la proclamazione della religione universale è talmente chiara che mi chiedo dove arriverà. Mi pare che lui e i suoi principi siano ormai così sicuri di sè che non tentano nemmeno di nascondere le proprie intenzioni. Penso che fra non molto la contraddizione degli insegnamenti evangelici sarà così forte che anche i più ostinati saranno costretti ad ammettere l’evidenza. Il vecchio prete che mi ha confessato prima di Pasqua, quando gli ho palesato con timore le mia perplessità mi ha risposto, mettendosi le mani sulla testa: “Preghiamo, preghiamo …”. Preghiamo dunque, cos’altro possiamo fare?

    1. Chi ama Cristo soffre terribilmente quanto e’ in continuazione Crocifisso, e vive la persecuzione. Tutto annunciato nella S. Scrittura (sto cercando e trovato da EFFEDIEFFE Vangeli antichi preconciliari, perché dagli anni 70 in poi hanno protestantizzato tutto per rovinarci e fare gli affari del diavolo, PROSSIMO PASSO? Diverse persone mi hanno detto che toglieranno l’Eucarestia, mi sono sentita male ma quando accadra’ sara’ un abominio indicibile. Poveri protestanti e anticristi, non si puo’ mica offenderli e non rispettarli tenendo il S.S.. Ed avverra’ l’abominio degli abomini, ma CRISTO HA DETTO SONO CON VOI TUTTI I GIORNI FINO LA FINE DEL MONDO. Siamo nel venerdi’ santo della Chiesa che rinascera’ dalle ceneri. Fatevi scorte di BIBBIE AUTENTICHE IN ITALIANO PRECONCILIARI, basta vedere ravasi cari fratelli massoni, che ha commentato la Bibbia di Gerusalemme. Meglio morire che tradire i Signore L’UNICO ASSOLUTO altro che relativismo massonico satanico. E il divorzio cattolico non va contro la…

      1. Nel Novus Ordo, Messa fatta da bugnini e altri 4 protestanti, hanno cambiato persino le parole: BEVETE E MANGIATENE TUTTI QUESTO E’ IL MIO CORPO VERSATO PER TUTTI. NON E’ VERO, LA BIBBIA VERA che viene detta nelle Messe in Latino DICE: QUESTO E’ IL MIO CORPO VERSATO PER MOLTI.
        Abolito LA PAROLA DI DIO MI LIBERI DA OGNI PECCATO. Prima tutti verso il S.S. Ora nelle Chiese moderne specie i tempi massonici (chi comprenda comprenda) non sanno piu’ dove nascondere il TABERNACOLO. IL CUORE EUCARISTICO DI DIO NASCOSTO INVECE DEL CENTRO. SIGNORE PIETA’ ABBREVIA I TEMPI. Cristo Vivo Messo in un angolo, e poi migliaia di persone in fila ad adorare il corpo di S. PIO, o se potesse parlare ribalterebbe i tavoli peggio di Cristo. CHI AMA DIO IN PRIMIS ADORA L’EUCARESTIA, altro che fede superstiziosa, va bene venerare i Santi, ma GESU’ ABBANDONATO NEL TABERNACOLO per guardare una salma di un Santo? VI SEMBRA UNA COSA GIUSTA? RIFLETTETE. Accecati pure a Pietralcina, dove i simboli massonici sono incastonati nel…

  29. mussulmani,indu,copti,evangelici,cattolici,atei,pederastri,abortisti lgbt vogliono vivere tutti nella fratellanza,dimenticando il vero DIO TRINITARIO, uniti insieme al nuovo dio-satana del benessere e
    del godiamocela finche’siamo al mondo:per far questo sono ancora disposti a insultare condannare,flagellare,crocifiggere e uccidere COLUI che rappresenta l’UNICA VIA DI SALVEZZA
    di questa povera umanita’perversa.DA tutti coloro che non sono disposti a rinunciare alla loro primogenitura salga unanime la preghiera VIENI SIGNORE GESU’,RIDONA UN SANTO PASTORE
    ALLA TUA SANTISSIMA CHIESA SPOSA PER NOI TUO PICCOLO GREGGE.ALLELUIA ALLELUIA ALLLELUIA ,CRISTO E’ VERAMENTE RISORTO ALLELLUIA

  30. Entrate per la porta stretta, perchè larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entreranno per essa; quanto stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano!
    Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci. DAI LORO FRUTTI LI RICONOSCETE. Cosi ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi;un albero buono non puo’produrre frutti cattivi nè un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro loro frutti dunque li potrete riconoscere. Matteo13- 20 PAROLA DI DIO. La Mamma Celeste per il momento ci invita a recitare il Santo Rosario che è l’arma piu’ potente per combattere il demonio che mai come in questi tempi duri e difficili, si sia scatenato contro DIO E I SUOI FIGLI. CREDO FERMAMENTE CHE DIO CHE NEL MOMENTO PIU’ DURO SI MANIFESTERA’.

  31. L’argentino sforna eresie e pagliacciate a nastro e questi continuano a “commuoversi”, nutrendo la assurda pretesa che la loro “commozione” debba condurre adoratori di falsi dei e cultori di religioni anticristiche ad una implausibile conversione derivante dalle assurdità di un oriundo sudamericano che sostiene che la conversione non serve e che il proselitismo e una sciocchezza.??!!!???
    La mia domanda è: ma se fosse vero che ha ragione l’oriundo argentino e che tutti (compresi i tizi coi piedi lavati) possono essere salvi
    a prescindere da come pregano e da chi pregano…. ma allora lui… proprio lui, biancovestito (ma con la scarpe da quattro soldi)
    a che serve ??
    In definitiva se si salvano tutti, compresi gli indù, gli atei e musulmani figuriamoci se non si salvano quei cattivoni di tradizionalisti
    che da tempo hanno capito che sul trono di Pietro c’è un cripto-massone.
    Prima lo si depone e meglio è, tanto a questi che si commuovono basta pure la de filippi, anzi avanza.

    1. talmente stolto e’ il maligno, che si fa da solo autogoal, la gente (magari non molti rispetto al mondo) iniziano a vedere le eresie-bestemmie, e quindi, il modernismo esasperato portera’ ad una tale nausea che fioriranno tradizionalisti come i funghi, ma non quelli estremisti sedevacantisti dotti sapienti e che si spacciano per teologi, ma quelli umili ortodossi alla Tradizione di S. Madre Chiesa e al Catechismo di S. Pio X. Il bello e’ che tento di parlare fare capire a qualcuno che ho vicino e mi sta a cuore, credente, conoscono la scrittura, niente da fare. Questo e’ il papa (lui non si e’ mai dichiarato papa, falsa umilta’ o negare il PAPATO e quindi la Successione di Pietro ennesima eresia?) e’ ispirato dallo spirito santo e’ infallibile. O si, anche davanti all’eresia e andando contro CRISTO SPUDORATAMENTE? Ma non si vergogna di quell’indecente spot mediatico blasfemo per un’unica religione mondiale? ANATEMA (LO DICE SAN PAOLO NON IO CHIUNQUE VI PREDICHI UN VANGELO DIVERSO DAL NOSTRO…

  32. Complimenti Alessandro Gnocchi, mi ha rincuorato leggere la sua GIUSTISSIMA risposta, perché la mia indignazione non solo per questa eresia blasfema anticristo della lavanda dei piedi per aprire le porte al buonismo falso e menzognero dell’ecumenismo (tutto contro La Sacra Scrittura). Il problema e’ l’ignoranza di chi ignora, per forza ci hanno formato Sacerdoti modernisti protestanti che non meditano il Vangelo di Cristo che parla Chiarissimo. Penso al mio Papa Benedetto l’ultimo Papa cosa gli hanno fatto leggete http://www.imolaoggi.it/2015/09/29/come-lo-swift-banche-ricatto-benedetto-xvi-per-costringerlo-a-dimettersi/ ecco cosa la massoneria e il NWO (NUOVO ORDINE MONDIALE) HA FATTO AL MARTIRE PAPA BENEDETTO LIGIO ALLA SACRA SCRITTURA, DAVA FASTIDIO, RICATTATO IN MANIERA IGNOBILE (HO SEMPRE PENSATO CHE MAI AVREBBE DATO LE DIMISSIONI E POI HO AVUTO LE PROVE). Non bisogna essere teologi per capire, studiare e leggere Vangelo e Catechismo S. Pio X. Non porta il Crocifisso non si inginocchia davanti…

    1. Un articolo prezioso, quello che lei cita a proposito dell’ “INTOLLERABILE” per antonomasia, Benedetto. Grazie!

      Aggiungo: Benedetto condannato moralmente a morte quando, nel 2000, come Cardinale, scrisse la “Dominus Iesus” (della Congregazione per la Dottrina della Fede, ma sottoscritta direttamente dal Papa), che dice semplicemente che solo in Cristo c’è salvezza

  33. Marina Alberghini

    Nella mente islamica il gesto si è tradotto così:Il grande Capo della Chiesa Cattolica ha fatto sottomissione ad Allah!E d’altronde, che altro devono pensare?Resta da capire perché il papa lo ha fatto.Crede davvero di convertire l’Islam?Ha paura di saltare in aria?Che sia protetto da loro è indubbio, sarebbe già morto da tempo.A noi va male perché il gesto unito al continuo richiamo di accogliere tutta questa gentaglia nullafacente e idolatra sarà la rovina del nostro paese.Bergoglio odia gli italiani.

  34. Bellissimo il commento del Dr. Gnocchi alla lettera del Macrelli. Come non essere d’accordo…
    Purtroppo i seguaci del vescovo di Roma, sono tutti ,come questo lettore, cioè con il prosciutto sugli occhi!!!!
    ne conosco personalmente alcuni, mi tengo a debita distanza…ovvio.
    Anche perché, vi confido,in nome di Dio, potrei anche mettergli le mani addosso. e diventare violenta,mna sentire certi loro stupidi quanto insensati discorsi, sale il sangue al cervello!
    Tornando poi a noi…
    credo che oramai l’Occidente si sia già(da tempo) arreso ai seguaci di maometto.
    Per il futuro non nutro molte speranza, anzi nessuna.
    Non ci resta che pregare…salvarsi l’anima è l’UNICA COSA che conta per noi cristiani fedeli alla Parola di Gesù.
    Sia lodato Gesù Cristo

  35. Il Pastore entra dalla Porta, il ladro no. Costui non usa della Porta ma scavalca… L’angoscia è tanta , costui è il nemico, il ladro, il lupo, il brigante. Ciò è certo ormai. E quelli di prima chi erano? Iniziò tutto con Roncalli, anche questo è certo , continuato in Montini, messo in opera col CVII. GPII era in buona fede? Chi ci dirà la verità su questi anni anticristici? Quando ci sarà qualche prelato che avrà il coraggio di dire basta? Ed avere pietà di noi che non ci capiamo più nulla in questo totale marasma? Una cum o non una cum? Quali sacramenti sono validi , quali eretici, quali nulli? Cosa è successo ? Qualcuno oda il grido del Corpo Mistico (vero) e agisca per amore di Gesù Cristo. Oltre a questo scempio non sappiamo più a chi credere….Nessuno pare aver ragione al 100% e nessuno aver torto al 100%, salvo il vescovo biancovestito che forse neanche vescovo è, che di certo è al 100% in torto.

    1. Finchè c’è stato un Papa, cioè fino al 2013, ogni Suo atto e ogni Sua parola era accolto con sbuffi di impazienza: “Ancora a raccontarci la vecchia cantilena?”. “Accolto” dalla canea dei media, ovviamente.
      Da quando c’è il Biancovestito, abbracci e baci. Uno dei primi fu quello con la “Presidenta Cristina” (della Repubblica Argentina), poco dopo madrina di una bambina “figlia” di una coppia di donne (voleva esserlo, non so se lo sia stata).

      Questo per dire che è inutile e dannoso fare le “analisi del sangue” ai diversi Papi, per definirne il tasso di cattolicità: c’è un’evidenza clamorosa dello sbalzo fra il Papato e la sua caricatura violenta.

      Estraggo dall’articolo citato da Maria Luisa: ” si spiegano benissimo le accoglienze trionfali che Bergoglio ha ricevuto in America, all’Onu, da Obama, le standing ovation al Congresso – già, perché poi un Papa regnante viene invitato al Congresso degli Stati Uniti? “

  36. Papa Bergoglio non si inginocchia davanti al Corpo e al Sangue di Nostro Signore durante la celebrazione eucaristica (e sì che alle Messe, da lui officiate, le telecamere non mancano…).
    Basterebbe questo.

    1. Cara Marisa, ho notato più di una volta che, durante la Consacrazione, nel momento in cui Bergoglio DOVREBBE inginocchiarsi, la regia stacca pietosamente l’inquadratura sui fedeli che assistono all’Eucaristia. Ogni commento ulteriore mi pare superfluo.

  37. Non si riesce più a gurdarlo e a sentirlo, ma cosa c’è ne facciamo di un Papa che odia i cattolici, non li conferma nella fede, non li incoraggia, non li sostiene? Un papa che non si cura di Dio della sua sposa la Chiesa, che non ha nessun gesto di tenerezza verso il Santissimo Sacramento, che ci sta a fare a S.Pietro? Ma di chi è vicario, di Maometto?
    Speriamo il buon Dio abbia misericordia di noi e ci dia finalmente, al più presto, un Papa cattolico.

    1. Non ci serve questo personaggio vestito da quasi-papa che ogni giorno procura impunemente danni enormi alla Santa Romana Chiesa. C’è un gran bisogno di un Papa cattolico!!!

  38. caro Sandro,
    dalla tua professione di “orrore” in poi è perfetto, io non avrei saputo rispondere: mi sapeva quasi di provocazione… non posso credere a tanta gratuita cecità.
    emanuel

  39. Caro Sig. Gnocchi, sembra proprio che quanto stiamo vivendo e soffrendo trovi una incredibile conrrispondenza con quanto descritto dal poeta e filosofo Soloviev alla fine del 19° secolo ne “il racconto dell’anticristo”. Sconcertante e profetica la descrizione del protagonista del racconto le cui parole e azioni ricordano in modo incredibile quelle del Vescovo di Roma. Che Dio (Gesù Cristo, ben s’intende) ci aiuti.

  40. mannaggia..non riesco a reperire in internet una foto nitida sul baciapiede fatto da Bergoglio alla lavanda dei piedi dello scorso anno.notaio che uno dei carcerati aveva un “bel tatuaggio stilizzato” sulla attaccatura del piede e Bergoglio, lo baciò in pratica…qualcuno ce la reperisce ingrandita??

  41. Non riesco nemmeno più a superare queste cose con un po’ di ironia.
    Non so voi, ma mi sembra di avere un masso sul cuore a vedere trattato così il mio Signore, tanto da desiderare davvero che
    questa marea nauseabonda abbia un fine al più presto.
    Vero è che non è assolutamente possibile la copresenza di due Papi quindi è possibile che l’unico Papa sia Benedetto XVI e
    non mi sembra di peccare a pregare per lui in quanto Papa e per Bergoglio sacerdote e vescovo fidandomi dell’Economia Divina che sa comunque disporre tutto per la Sua Gloria.
    Siamo nella prova, una prova terribile: la chiesa profanata da eresia – empietà -impurità contemporaneamente. Santa Caterina Da Siena, San Pier Damiani, Sant’Atanasio che in tempi diversi furono baluardo alla Sposa di Cristo intercedano con Maria Santissima in questo tempo terribile.

  42. La beata Anna Caterina Emmerich e le profezie della Chiesa
    Vidi una strana chiesa che veniva costruita contro ogni regola. Non c’erano angeli a vigilare sulle operazioni di costruzione.In quella chiesa non c’era niente che venisse dall’alto. C’erano solo divisioni e caos.Si tratta probabilmente di un chiesa di umana creazione, che segue l’ultima moda.
    Ogni sorta di abomini venivano perpetrati la’. Vedo che la falsa chiesa sta facendo progressi,e vedo la tremenda influeza che ha sulla gente.Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa.L’ho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella citta’ di Roma.Vidi la battaglia, la Madonna si trovava in piedi su una collina,Era una guerra terribile.Alla fine ,solo pochi combattenti per la giusta
    causa erano sopravvissuti,ma la vittoria era loro.Allora vidi che la chiesa veniva prontamente ricostruita ed era piu magnifica di prima.Vidi un nuovo Papa che sara’molto rigoroso.Non e’ romano ma è italiano…

  43. Guerriero di Dio

    Le profezie dei Templari e di Padre Pio indicano chiaramente che l’eresia dei Camoliani si traduce in tempi moderni nell’eresia dei Rettiliani di cui il VDR e’ membro insigne, come riportato in documenti segreti recentementi venuti alla luce dopo l’enunciazione del terzo segreto di Fatima. Ma una speranza resta nelle parole della beata Mariuccia di Agropoli: “Il papa buono sostutuira’ il papa cattivo prima che tutto sia compiuto”. Sorretti nella fede indossiamo le armature e andiamo incontro all’armata delle tenebre capitanata dal VDR. Vivremo abbastanza per vedere la vittoria, come dice p. Augusto di Cividale.
    Un guerriero di Dio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su