“FUORI MODA” – la posta di Alessandro Gnocchi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Mercoledì 21 dicembre 2016

.

.

Cari amici,

come si fa tra gente di casa, questa settimana ci scambiamo gli auguri di un santo Natale. Da parte mia, vi invio questa poesia di Aldo Fabrizi: penso che dica quanto avete nel cuore anche voi. Buon Natale.

Alessandro Gnocchi

Sia lodato Gesù Cristo

.

La notte di Natale

.

Ier sera,
a mezzanotte meno ‘n quarto,
uscenno pè la messa de Natale,
m’è capitato un fatto..
un fatto tale,
che non so come non me pija un infarto.
All’ultimo ripiano,
all’improviso,
me so’ urtato de fianco,
con un vecchio impalato addosso ar muro
e margrado in quer punto fusse scuro,
vedevo bene solamente il viso
incorniciato da un barbone bianco,
la parete scura dove stava appoggiato,
a poco a poco è diventata azzura.
-“Io so’ papà Natale”- m’ha spiegato
-“lo stesso de quann’eri regazzino,
de quanno m’aspettavi,
guardanno nella cappa der cammino,
che te portassi quello che sognavi.
Sino a quarch’anno fa, quanno arivavo io,
se respirava er bene assieme all’aria
e l’ommeni de bona volontà,
senza la malattia contestataria,
credeveno alla nascita de Dio,
mo co’ ‘sta libbertà confusionaria,
c’è tanta gioventù che stenta a crede
e mette in discusione er fonnamento de’la religione,
giocannose er conforto de’la fede,
purtroppo anno pè anno
la vita sta cambianno,
pre esempio li pupetti, mo vonno:
er mitra, e’ razzo, l’aprioggetti,
er casco d’alluminio,
l’abitacolo pè annà a scoprì un pianeta
e la stella commeta
che illuminò la notte der miracolo
per annuncià er messia,
pè ricordalla non ce sta poeta,
purtroppo hanno ammazzato la poesia.”-
Ho arzato l’occhi ar cèlo
come pè dì..”ce penserà quarcuno”..
quanno l’ho riabbassati,
avanti a me nun c’era più nesuno,
c’era solo un sacchetto, un cartoncello
co’quarche giocarello cascato giù per tera,
un cavalluccio a dondolo, un tamburo,
‘na sciabbola, ‘na tromba, ‘n bambolotto,
un sordatino cor fucile rotto
assieme a ‘no straccetto tricolore,
robbetta antica senza più valore.
Le campane de Roma in quer momento
hanno detto fra poco è mezzanotte
non fate tardi al vecchio appuntamento,
ma doppo que’ rondò de pace e bene
c’è stato ‘no scombussolo,
la notte s’è riempita de urli e de sirene
e va a capì chi fosse
o pompieri o pantere o crocerosse,
mentre stavo così,
c’è stata pè guastamme la nottata,
un’antra novità, la messa bitte
difatti da ‘na chiesa quà vicino
me arivato un fracasso indiavolato
de batterie, sassofoni, chitare,
che avrà fatto tremà Gesù bambino
e tutte le fiammele de’l’artare,
entranno a casa,
ho messo er catenaccio dicenno
-“Mo che faccio..”- poi ho detto
-“..perdoneme Gesù, si pregherò quàssù”-
e pensanno l’armonium effatato,
sentivo er sono più scommunicato
e mentre che a’la radio
parlava er Santo Padre,
io me so’ inginocchiato
davanti all’artarino
de mi madre.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

28 commenti su ““FUORI MODA” – la posta di Alessandro Gnocchi”

  1. Grazie gentile Dr. Gnocchi,
    bellissima la scelta di questa dolce poesia…che si contrappone molto bene al “frastuono” di questi giorni, privi di qualsiasi senso religioso.
    Che il Bambinello Gesù, faccia scendere su di lei e su tutta la redazione di Riscossa Cristiana, le Sue più elette benedizioni…
    Buon Santo Natale.
    vittoria

  2. La “messa bitte” è la “Messa beat” (anni ’60).
    Fantastico pensiero poetico che quel fracasso indiavolato facesse tremare “tutte le fiammele de’l’artare” !!

  3. Tanti auguri di santo e sereno Natale a tutti gli autori e lettori di questo sito… persone che sento miei fratelli e correligionari… e compagni di martirio.
    In alto i cuori, preghiamo di essere degni delle promesse di Nostro Signore e della corona di gloria riservata a coloro che persevereranno!!!

  4. Enzo Ricciardi

    Grazie di cuore. Auguri di un Santo Natale, in compagnia di Gesù, Maria e Giuseppe, a tutti voi di Riscossa Cristiana, e a tutti quelli che come me sono affezionati lettori. Dio ci benedica.

  5. Grazie! Buon Natale anche da parte mia, a tutti i collaboratori e lettori di questo sito. Che la pace di Cristo regni nei nostri cuori.

  6. commosso dalla lettura della poesia del mio “grande” (in tutti i sensi) concittadino. a tutti voi auguri di buon natale.

    1. Li e’ la stella, la vita, la speranza, l’amore, il principio.La mamma del cielo ha generato la luce, divenite voi lanterna per quella luce figli miei- dice DIO- Tanto piu’ forte sarà la luce, tanto più i cuori che non vedono avranno occhi. La luce è quel Bimbo, nato in povertà e umiltà. E… quella luce trionferà sino alla fine dei giorni, sarà la fiammella accesa per tutti ad indicare la via. Seguitela, lasciatevi prendere per mano da quel Bimbo, lasciate che quel soffio di luce scenda su di voi ed in voi trovi dimora. BUON NATALE DI CUORE A TUTTI………

  7. Caro Gnocchi, cari amici,
    buon Natale a voi tutti, stretti intorno alla mangiatoia per adorare il Re Bambino.
    Offriamo le penitenze della Vigilia e la Comunione del giorno di Natale per la Chiesa!
    Dio vi benedica.

  8. Una notizia fresca fresca… immagine della Chiesa conciliare. accade in Versilia, a Pietrasanta (prov. Lucca) :
    “Albero di Natale capovolto in omaggio al surrealismo stravagante di Salvador Dalì di cui la cittadina versiliese ospita una mostra. L’abete, alto circa sei metri e decorato come da tradizione, è stato messo nella centrale piazza del Duomo dove sono installate, fino al 5 febbraio, anche sculture in bronzo dell’artista spagnolo ”
    L’arte moderna, sacra e profana, è da tempo che ha perduto la bussola e il clero modernista gli si è accodata.si sa, oggi i preti vogliono avere “l’odore delle pecore”, e così vietano l’esposizione dei presepi nei cimiteri, la pronuncia del nome di Gesù nelle canzoncine di Natale (a Brescia), confondendo educazione e rispetto con capitolazione e tradimento della propria fede. Una Chiesa a rovescio in un mondo a rovescio !

  9. Dimenticavo : tanti cari auguri di un Santo Natale e Felice Anno Nuovo nel Signore Gesù ad Alessandro Gnocchi, al direttore Paolo Deotto e collaboratori, ed agli amici tutti di questo meraviglioso blog. In corde Jesu et Mariae.

  10. Un Santo Natale a tutti i pochissimi cattolici rimasti fedeli alla Santa Fede della Chiesa. Teniamo duro e andiamo avanti. La venuta del Signore e’ vicina.

  11. Un uomo è forte dello spessore delle proprie attese. E non vi è attesa più dolce e bella della nascita di Nostro Signore. Santo Natale a voi tutti

  12. Un buon e santo Natale anche da me a tutti gli amici di RC, a chi scrive e a chi legge. Perché torni finalmente da quest’anno, che comincia col Natale di Colui che volle assumere la nostra dimensione umana unendo terra e cielo, un po’ di pace e di silenzio, soprattutto nei nostri cuori. Nella speranza che il 2017, così denso di significati nelle sue ricorrenze e di aspettative per cambiamenti positivi, ci dia non ragione delle nostre idee (poveri miseri peccatori, non lo meritiamo), ma ristabilisca un po’ della ratio divina nel mondo.

    1. È profondamente cattolico amare la Ragione (Verbum, Logos), carissimo.
      È profondamente ereticale amare lo “Spirito” (che NON procederebbe dal Figlio… Spirito che “invasa”): Luterani e Musulmani, in parte anche Ortodossi

  13. Auguri di cuore a tutti per un Santo Natale da trascorrere con i propri cari in Famiglia con Fede e Speranza, raccogliemento e preghiera.

  14. Un Natale sereno e non urlato a tutti voi. La mia preghiera e’ per i cristiani perseguitati in tutto il mondo, per gli anziani che le scarpe ortopediche non se le possono comprare, per chi continua a dire che Gesù è Dio, e che Lui è l’unica Via Verità Vita.

  15. Stefano Mulliri

    Grazie di tutto cuore caro amico !.Mi scusi se mi permetto ma mi è proprio un caro amico dottor Gnocchi , anche se non ci conosciamo personalmente. Quindi anche io auguro un buon Natale a lei e a tutta la redazione di questo preziosissimo giornale.
    E naturalmente estendo gli auguri a tutti voi lettori , affinchè l’anno che viene sia per tutti gli Italiani e per tutti i cattolici, un buon anno.

  16. Aldo Fabrizi artista di un altro passo e di un mondo genuino e schietto. Non sò se era un fervente cattolico, ma dalla poesia spicca una forte religiosità popolare che è quella che piace al Signore, perchè crede senza ragionare troppo, perché si fida, quella fede semplice ed umile che ha fatto grande l’Italia e la Chiesa.
    Buon Natale a tutti Voi di Riscossa Cristiana e che il Signore Gesù che Viene ci doni nel 2017 quel tanto auspicato Trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

  17. Un Santo Natale a TUTTI VOI che non mi fate sentire sola in questo autentico cammino! Grazie. In ogni vostro messaggio ho ritrovato un po di me stessa. Sto aspettando con voi la venuta di Cristo in attesa del centenario della Madonna di Fatima. Vi voglio bene e teniamo duro fino alla fine senza paura!!! Buon Natale a Alessandro, Paolo e collaboratori di RC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su