“FUORI MODA”. La posta di Alessandro Gnocchi – rubrica del martedì

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

… il sedicente Apostolato della Preghiera è seguito da innumerevoli fedeli i quali, in buona fede, si trovano di fatto a pregare secondo le intenzioni di un’altra religione convinti di farlo ancora per quella cattolica.

= = = = = = = =

 .

Ogni martedì Alessandro Gnocchi risponde alle lettere degli amici lettori. Tutti potranno partecipare indirizzando le loro lettere a info@riscossacristiana.it , con oggetto: “la posta di Alessandro Gnocchi”. Chiediamo ai nostri amici lettere brevi, su argomenti che naturalmente siano di comune interesse. Ogni martedì sarà scelta una lettera per una risposta per esteso ed eventualmente si daranno ad altre lettere risposte brevi. Si cercherà, nei limiti del possibile, di dare risposte a tutti.

 .

Il successo di questa rubrica è testimoniato dal numero crescente di lettere che arrivano in redazione. A questo proposito preghiamo gli amici lettori di contenere i propri testi entro un massimo di 800 – 1.000 battute. In tal modo sarà più facile rispondere a più lettere nella stessa settimana. Ringraziamo tutti per la gentile attenzione e collaborazione.

PD 

.

Martedì 2 giugno 2015

.

è pervenuta in Redazione:

.

Caro Alessandro Gnocchi,

scrivo per segnalare un fatto a mio avviso incredibile, ulteriore segno dello stato confusionale della Chiesa nei nostri tristi tempi. Seguo da anni l’Apostolato della Preghiera e, tutti i giorni, iniziando al mattino le mie preghiere quotidiane, mi unisco alle intenzioni proposte per ogni mese dal Papa e dall’episcopato. Nell’iniziare oggi le intenzioni di giugno, ho un soprassalto. Dopo aver mandato giù con qualche fastidio l’intenzione molto buonista e generica ad accogliere comunque e sempre “migranti” e rifugiati, mi imbatto in questa incredibile intenzione, proposta dall’episcopato italiano: “perché venga annunciato il cuore del messaggio cristiano, piuttosto che alcuni aspetti dottrinali e morali”. Come se dottrina e morale fossero inutili orpelli, pesi da rimuovere, avanzi di fariseismo inutile. Dopo che per secoli la Chiesa ha cercato di sistematizzare, approfondire e catechizzare i contenuti della Fede perché fossero compresi ed assimilati per diventare vita vissuta, ecco che i nostri fantastici vescovi ci invitano a pregare perché sia buttato tutto a mare a vantaggio di un non meglio precisato “cuore del messaggio cristiano”. Quale cuore? Un indistinto volemose bene, libero da ogni inutile regola e precetto? L’Apostolato della Preghiera è seguito da un’infinità di persone, spesso le intenzioni mensili sono affisse all’entrata delle chiese. Penso che una parola chiarificatrice sia utile e necessaria per tanti fedeli che rischiano di essere ulteriormente confusi, scandalizzati e disorientati.

Grazie per l’attenzione

Stefano

.

zrbrpsCaro Stefano,

il miglior commento alla sua lettera lo ha dato il sito stesso dell’Apostolato della preghiera con l’illustrazione che fa da corredo all’intenzione che l’ha giustamente scandalizzata. A questo punto chiederei alla redazione di riportarla a beneficio dei nostri lettori.

Non c’è immagine migliore del “cuore del messaggio cristiano” per spiegare come lo intende l’episcopato italiano. Questo evanescente correre di palloncini colorati verso il cielo rappresenta tutto quello che i cosiddetti pastori, i successori degli apostoli, hanno nell’anima, nel cuore e nel cervello: un soffio di aria variopinta buono per tutte le stagioni e niente di più.

Caro Stefano, che altro potevano mettere per illustrare il senso di tale abominevole intenzione? Non certo la Croce, che è dottrina che si fa vita, sacrificio e morale. Molto meglio un volemose bene in technicolor che fa da pendant con l’altra intenzione da lei citata e che, a beneficio dei nostri lettori, riporto per esteso: “Perché i migranti e i rifugiati trovino accoglienza e siano trattati con rispetto nei Paesi  nei quali giungono”. Un bel palloncino colorato anche per ciascuno di loro e così la Nuova Chiesa Interreligiosa avrà fatto un altro passo avanti nel suo apostolato.

zzzzadpMa non c’è proprio nulla da stupirsi. Ricordo ancora, a beneficio di quei bravi cattolici che non vogliono capacitarsene, che l’attuale Pontefice ha definito “Grazia” l’interreligiosità. Mi dica un po’, caro Stefano, se in un orizzonte simile possono trovare posto la dottrina e la morale: nella Chiesa della misericordia, è tutta zavorra da buttare per seguire su nel cielo arcobaleno lo svolazzare di quei palloncini colorati, senza il peso di quel ciarpame d’altri tempi che divide invece che unire.

Non vado oltre perché non farei altro che ripetere ciò che ognuno di noi sa benissimo e dice continuamente. Vorrei però sottolineare, come segnala lei, caro Stefano, che il sedicente Apostolato della Preghiera è seguito da innumerevoli fedeli i quali, in buona fede, si trovano di fatto a pregare secondo le intenzioni di un’altra religione convinti di farlo ancora per quella cattolica.

Questo è il frutto della perfida tecnica che monsignor Lefebvre attribuiva al “colpo da maestro di Satana”: pervertire la fede dei cattolici in virtù dell’obbedienza. È quanto è avvenuto in questi ultimi cinquant’anni: seguendo l’insegnamento di pastori incamminati verso altri pascoli, altri lidi, altri cieli, generazioni di fedeli hanno finito per praticare un’altra religione convinti di essere ancora cattolici.

Quanto segnala lei, caro Stefano ne è un esempio. E noi siamo chiamati proprio a mostrare l’inganno a quanti sono ancora in grado di comprenderlo. Non dobbiamo stancarci di farlo, anche se ci sembra inutile e faticoso. Ogni buon cattolico strappato al sonno della religione arcobaleno si adopererà per svegliarne un altro. Dobbiamo innescare questa catena virtuosa convinti che la verità non va nascosta negli orticelli, ma va urlata dai tetti.

Per concludere, caro Stefano, visto che siamo in periodo di dichiarazione dei redditi, mi permetta di concludere con una domanda: secondo lei, un episcopato che invita a mettere da parte dottrina e morale merita ancora il sostegno dell’otto per mille? Non sarà il caso, prima o poi, di chiudere il rubinetto con tanto di raccomandata agli interessati per spiegarne il motivo? Pensiamoci.

Alessandro Gnocchi

Sia lodato Gesù Cristo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

30 commenti su ““FUORI MODA”. La posta di Alessandro Gnocchi – rubrica del martedì”

  1. Splendido articolo: basta con l’8 per 1000 ai modernisti: essi non sono Chiesa Cattolica (ne sono TUTTI fuori per la scomunica di San Pio X, oltre che per le varie eresie)…iniziamo ad affamare i lupi!
    Lefebvre aveva ragione parlando di “colpo da maestro di Satana”: quanti cattolici hanno mutato la Fede in nome dell’obbedienza?
    È ciò che sta avvenendo ancora oggi con i papolatri…se tutti fossero stati così saremmo TUTTI ariani (o il cristianesimo sarebbe già scomparso).
    Bisogna avere a che fare il meno possibile con questa pseudo-gerarchia modernista, non ci convertirà alla nuova religione neppure puntandoci un fucile alla testa…ma il massimo che possono fare è una ridicola e INVALIDA scomunica per chi non accettasse l’eventuale esito eretico del Sinodo e le altre loro eresie…non abbiamo NULLA da temere da loro!
    Noi convertiremo persona per persona, riguadagneremo metro su metro, in barba alle false preghiere e alla “religione arcobaleno” che ha rinnegato Cristo e le Sue Leggi!

  2. Se il ‘gran colpo di satana’ trova i frutti maturi oggi in virtù dell’obbedienza, mi par di capire che solo Cristo Gesú può porre fine a questa situazione. Se così fosse, allora prepariamoci a tempi straordinari e terribili. Non mi ricordo chi fosse, se non erro don Bosco, disse che esistono due tipi di guerra: una per la Chiesa e una contro la Chiesa. Solo due tipi di guerra! Aggiungo, così la penso, che tutto dipende dalla Chiesa: la situazione del mondo, dal punto di vista morale, politico, etico, economico, geopolitico, ecc…, tutto è in relazione alla Chiesa. La Chiesa è in crisi, anche il mondo è in crisi. Non potrebbe essere altrimenti.
    Fate attenzione ai segni. Non è un caso che, proprio in questi tempi, sull’orlo di sconvolgimenti epocali, ogni sorta di buonismo, pacifismo e sincretismo raggiungono l’apogeo. Satana ha messo in moto i demoni, che sono le divinità delle altre religioni, false religioni, per concretizzare il suo progetto di falsa pace, falsa caritá, falsa beneficenza, ecc…

    1. Ottimo come sempre l’articolo di Gnocchi, e giustissimo il suo commento.
      Come già ho scritto, Gesù Misericordioso dice a S. Faustina che sta
      prolungando il tempo della sua Misericordia ma dopo verrà il suo Giudizio
      e aggiunge: “…guai a chi non riconoscerà i segni della mia ultima venuta!”
      Come non sperarci? Anche se la maggior parte delle persone non ne vuole
      sentire parlare, compresi i cattolici che frequentano assiduamente la Chiesa.
      Io ci spero, come ho già scritto tante volte, e comunque questa attesa non ci
      dispensa assolutamente dalla Buona Battaglia.
      Sia fatta la SUA volontà.

  3. Io non faccio parte dell’apostolato della preghiera e quindi non so quale siano le regole da osservarsi però mi domando: non sarebbe più opportuno offrire le nostre preghiere alla Madonna per le Sue intenzioni e non per le intenzioni di chi ha dimostrato di essere totalmente fuori strada e di voler portare il gregge sull’orlo del burrone per buttarvelo giù.

  4. Mi piavrrebbe se qualche blog mettesse a confronto con foto le facce dei Vescovi e cardinali d spicco di una cinquantina d’anni fa ( es. Lefebvre, Schuster, ecc) con quelle dei vescovi e cardinali di spicco oggi (es Galantino, Forte, Marx, ecc..). Si vedrebbe in modo evidentissimo la metamorfosi dall’uomo spirituale, (con quella luce e compostezza che gli e’ propria), all’uomo politico, con la menzogna stampata in faccia. Si potrebbe fare tutto uno studio su questo, traendone le debite considerazioni.

    1. Credo che la Sua proposta caro Angelo sarebbe interessante da portare avanti. Le differenze si avrebbero al colpo d’occhio.

  5. amos previero

    Da un po’ di tempo vado a messa al mattino. Prima della messa si recita la preghiera dell’apostolato. Ieri ho fatto un sobbalzo alla lettura della bergogliata in argomento e mi è uscito uno spontaneo “pazzesco!”. La dottrina è la fede trasferita nella quotidianità. Non riesco a capire come si possa essere arrivati a tanto.

    1. E’ semplice e pazzesco insieme: hanno perduto la fede, completamente, recitano, sono menzogneri, ingannano tutti. Sparano “boiate pazzesche” per dirla col Fantozzi della Corazzata Potionkmin. Alcune delle boiate che ho sentito io in queste ultimi mesi: il cristiano non deve guardare in alto, ma in basso, non deve fare un cammino di perfezione (mettendone al corrente il confessore) perché così divide anziché unire. Il racconto dell’Ascensione (i Marco e Luca) è infantile, non è credibile, non si può pensare a Gesù che sale in alto come un missile; quello che è successo è che ad un certo momento non l’hanno più veduto e hanno creato questa storia. Infine: preghiamo perché i nostri fratelli ebrei ci insegnino a leggere la Bibbia. S. Pio X avrebbe usato la frusta con questi elementi.
      O Maria, sine labe originali concepta, libera nos dal clero ereticus !

      1. Caro Catholicus, Lei sembra pensarla come me in TUTTO, anche nei Suoi interventi passati!
        Che ne direbbe di uno scambio di indirizzi e-mail?
        Se vuole può dare un indirizzo che non La identifichi…la prudenza è al primo posto!
        Credo che ne nascerebbe una bella amicizia e tante conversazioni interessanti…è così che ho conosciuto dal vivo l’utente Alessio e non me ne sono mai pentito, anzi!
        Risponda pure liberamente e senza il timore di offendermi…in ogni caso io continuerò a stimarLa!
        Diego

        1. Grazie della fiducia e dell’amicizia, caro Diego, che ricambio di vero cuore. Adesso penso a come realizzare questo contatto e poi mi rifaccio vivo. Per l’intnto la saluto molto cordialmente

          1. Grazie a Lei per avere accettato, caro Catholicus: vedrà, avremo moltissime cose da dirci!

  6. Ieri, alla fine della Messa, ho avuto tra le mani il medesimo foglietto dell’adp e all’udire la incredibile intenzione che ha denunciato Stefano ho avuto il suo medesimo soprassalto.
    In quella chiesa usano spesso il foglietto dell’adp quale “postcommunio”. Si limitassero alla prima parte, con l’offerta, mi andrebbe benissimo, ma purtroppo leggono tutto il fogliettino…
    Che ieri sera mi sono astenuta visibilmente dal leggere, tuttavia trattenendomi dallo sbottare con chi me l’aveva dato.
    Noto anche che adesso (mi pare sia una novità assoluta, di foglietti dell’adp ne ho visti in giro per anni), c’è una “simpatica” immagine stilizzata – riconoscibilissima! – di Bergoglio.
    Cosa possiamo fare????? Le pie donne, a leggere idiozie del genere, ci crederanno!!!! Dove si trovano, di questi tempi, le vecchie zie di Gnocchi&Palmaro? Quelle che conoscevo (credevo di conoscere) io leggono estasiate il foglietto suddetto e non si accorgono di niente.

  7. E’ ormai evidente da tanto tempo che l’obiettivo del “Papa” è quello di unificare tutte le religioni in un’unica religione mondiale; questo è il progetto perseguito da secoli dalla massoneria universale che ora sta per realizzarsi. Il passo successivo sarà l’abolizione del Sacrificio della Messa che sarà sostituita da una cerimonia stile protestante. Verranno quindi abolite sia L’Eucarestia che la Confessione. Poi il “papa” cederà il comando della chiesa all’anticristo che instaurerà la sua tirannia mondiale….sono fantasie di un pazzo? Ve ne accorgerete nei prossimi mesi!

    1. Non posso che confermare il plauso meritatissimo ad Alessandro Gnocchi che mi ha letteralemnte tolto le parole dalla bocca. Ringrazio anche Stefano che ha sottoposto il quesito e ha denunciato questa orribile “intenzione di preghiera” che agli occhi di Dio è una bestemmia. E’ stato Dio ha disporre e a pretendere la divisione della terra e ha dato ad ognuno la sua.

      Ricordo ai pseudo pastori di questa chiesa postconciliare, che assieme ai comunisti e ai liberali massoni ed eretici anticristici di ogni risma, avete programmato questa invasione voi dovrete rendere conto a Dio delle vostre azioni del genocidio culturale e spirituale del popolo italiano ed europeo e spero che quel giorno avvenga quanto prima. Questa “spirito di accoglienza” NON viene da Dio ma da satana, oramai è chiaro e lampante!!!

  8. Ecco perchè la Madonna alla Salette piangeva, come si fa anon piangere nel vedere tutto ciò? Chi si sarebbe immaginato pochi decenni fa che il Papa potesse essere la causa della distruzione della fede, inconcepibile per un cattolico.

  9. Voglio ringraziare pubblicamente il nostro Alessandro Gnocchi per la pregevole risposta alla mia lettera. Mi sento un tantino consolato per la brutta sorpresa e per l’amarissima esperienza. Per non farmi mancare nulla, nel fine settimana sono stato al Santuario di Santa Rita a Cascia (splendido) e mi sono confessato da un sacerdote francescano peruviano. La confessione è stata un penoso spot al pontificato di papa Bergoglio: che tristezza! Segnalo che oggi si celebra la memoria dei Martiri ugandesi, uccisi perché, per la loro ferma Fede cristiana, si sono rifiutati di sottostare alla volontà del vizioso re Mwanga, che voleva usarli per le sue pratiche omosessuali, per le quali si era fornito di un nutrito harem di paggi, servi e figli dei nobili della sua corte. Propongo di invocarli come forti protettori nella lotta contro l’ideologia gender e le trame delle lobby lgbt, che hanno allungato le loro losche mani anche dentro la Chiesa. I palloncini la dicono lunga… Grazie ancora Alessandro!

  10. Ma che scemenza è questo apostolato della preghiera? Sinceramente non lo conosco. So solo che il Signore ci ha spiegato nel vangelo come, dove, e chi dobbiamo pregare? Perché complicarsi la vita?

    1. Mi permetto di rispondere per dire che l’Apostolato della Preghiera non è affatto una scemenza! Basta leggere cosa hanno scritto i Sommo Pontefici a riguardo: l’associazione ha 170 anni, e’ ormai invecchiata e in declino ma il valore spirituale c’è ancora tutto. La scemenza invece riguarda l’intenzione mensile dei vescovi italiani che fa proprio piangere.

      1. Certo Simone, però purtroppo questi traditori di NSGC pretendono d essere essi soli la “vera”” Chiesa di Cristo, per cui, se la riducono a un putridume, cosa possiamo dire? si indica il contenitpore ma ci si rivolge a chi lo ha deturpato, ovviamente. Il marcio sta in loro, è ovvio, non c’è nessun dubbio al riguardo.

      2. Non è scemenza una sintesi troppo stringata. Perché dobbiamo essere maligni? Gesù diceva: ”Ciò che esce dalla bocca viene dal cuore ed è quello che contamina l’uomo”. E’ un desiderio male espresso di andare al cuore dei problemi superando l’esteriorità degli ipocriti. Socci ha scritto che Bergoglio non adora perché l’artrosi non lo fa inginocchiare come se non fosse una questione di cuore ma di ginnastica. Gesu’ aborriva ipocrisie e doppiezze.

  11. Domenica scorsa sono restata di stucco leggendo la stessa intenzione di preghiera in fondo al foglietto della messa: allucinante davvero; come se il cuore del messaggio cristiano sia chissà quanto lontano dalla dottrina e dalla morale. Si va giù a raffica con questi tipi di preghiere, ce ne sono di tutti i generi, ma l’essenziale è che siano originali, lontani quanto più possibile da tutto ciò che possa ricordare la tradizione della religione cattolica. Bisognerebbe farne una raccolta ed usarla come presentazione della “nouvelle religion”. Forse avrebbe fortuna in quel di Bose o in luoghi similari oggi tanto di moda.

  12. COMINCIAMO A “STOPPARE” L’OTTO PER MILLE SPIEGANDONE A CHI DI DOVERE IL MOTIVO!
    INTANTO FACCIAMO COSI’….POI SI VEDRA’
    PGB

  13. Piergiorgio Buglioni

    Intanto cominciamo a “stoppare” l’otto per mille………poi vedremo. Facciamo pervenire agli interessati il motivo,però,altrimenti non se ne accorgerebbero nemmeno!
    PGB

  14. Dottor Gnocchi,
    La prego, tranquillizzi il suo corrispondente. NON c’è “Apostolato della preghiera” che tenga.
    Le intenzioni di preghiera, universalmente fissate per lucrare le indulgenze, sono quelle STORICHE dei SOMMI PONTEFICI.
    Ovvero: estirpazione delle eresie; trionfo ed esaltazione della SANTA Madre CHIESA e concordia dei governanti cristiani.

    1. … In effetti è così Nicola anche per l’Apostolato della Preghiera. Le vere intenzioni, quelle teologiche, sono presenti nella stessa Preghiera di Offerta al Sacro Cuore, quando si dice ” … In riparazione dei peccati e per la salvezza di tutti gli uomini, nella Grazia dello Spirito Santo, a Gloria del Divin Padre.” Le intenzioni mensili che vengono date poi dai vari “organismi” ( ormai mi viene da chiamarli così)… Basta via, non voglio aggiungere niente di più ai commenti già fatti con cui concordo pienamente.

  15. Rosalia Friello

    Io, da tempo, prego dicendo in cuor mio o ad alta voce, a secondo del contesto,…”Signore, Spirito Santo o Santissima Trinità, guida i pensieri, le parole e le azioni del papa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su