Giuristi per la Vita – comunicato stampa n. 2 – 2014

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

gpv2

 

 

 COMUNICATO STAMPA 2-2014

.

I Giuristi per la Vita apprendono con un certo stupore e vivo disappunto il comunicato stampa apparso il 6 dicembre 2013 sul sito istituzionale del Consiglio Nazionale Forense, intitolato Famiglia e Unioni di fatto, Alpa (CNF): Italia in ritardo su una legislazione che riconosca nuovi diritti.

Nel predetto comunicato, infatti, si dà conto, tra l’altro, delle posizioni dello stesso Presidente del C.N.F., Guido Alpa, circa un asserito deprecabile ritardo nella normazione in Italia sulle unioni di coppie dello stesso sesso e sull’adozione da parte dei single, auspicando il modello francese.

Davvero singolare, poi, il concetto che Alpa mostra di avere della democrazia parlamentare: poiché la politica apparirebbe bloccata da una «conflittualità ideologica», allora spetterebbe alla magistratura ed all’avvocatura il compito di intervenire «sul tema sensibile dei nuovi sistemi familiari, delle unioni di fatto, delle coppie dello stesso sesso, delle adozioni da parte dei single». Il tutto, sempre secondo il Presidente del C.N.F, attraverso la cosiddetta «interpretazione creativa» e il “diritto vivente”.

L’idea di espropriare la delicatissima funzione legislativa agli organi costituzionalmente preposti, per affidarla ad un élite di giuristi illuminati, appare alquanto pericolosa per lo stesso concetto di Stato di diritto e di democrazia.

Secondo il Presidente del C.N.F. oggi «non c’è più una nozione monolitica di famiglia, il rapporto tra i coniugi non è più stabile come un tempo, si accreditano figure diverse di famiglia, come le convivenze di fatto, i rapporti stabili tra persone dello stesso sesso, si differenziano anche i rapporti di filiazione», e quindi occorre guardare alla Francia «per un intervento legislativo risolutivo con riguardo alle unioni di fatto, secondo il modello francese, e, volendo, con riguardo alla convivenza di persone dello stesso sesso e alla adozione da parte del single».

Le affermazioni rassegnate da Guido Alpa in qualità di Presidente del Consiglio Nazionale Forense rischiano di far passare la falsa idea di un’intera avvocatura schierata nel modo più liberale su tali tematiche. Questo pare grave, considerato che trattasi di temi eticamente sensibili che senz’altro vedono posizioni diverse tra gli appartenenti alla categoria forense.

Il Presidente Alpa ha evidentemente espresso una sua personale opinione, e per il delicato ruolo rappresentativo che riveste avrebbe fatto meglio a specificarlo. E’ una questione di stile e di correttezza.

.

IL PRESIDENTE

Avv. Gianfranco Amato

.

per scaricare il documento in pdf, CLICCA QUI

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

4 commenti su “Giuristi per la Vita – comunicato stampa n. 2 – 2014”

  1. Siamo ai limiti dell’assurdo. O del ridicolo, ma non c’è proprio nulla da ridere.
    Avremmo dunque una nuova supercategoria di illuminati in mezzo a tanta oscurità, che invece di limitarsi ad applicare le leggi, non solo ne vuole essere l’autore, ma si arroga pure il diritto di stabilire ciò che è bene e ciò che è male.
    Meno male che ci sono eccellenti professionisti come l’avvocato Amato e la sua associazione, altrimenti ci sarebbe da aver paura…

  2. Poichè la mania del diritto libero e dell’interpretazione evolutiva è molto diffusa, specie, ma non solo, a sinistra, mi piace ricordare le parole di Vittorio Scialoja: ” Il diritto libero, invero, significa questo: l’onore, il patrimonio e tutti gli interessi di ciascuno di noi rimessi all’arbitrio di Tizio, di Caio o di Sempronio solo perchè siedono sopra un determinato scanno. Or nessuno al mondo può tollerare una cosa simile; e, se per evitarla dovremo legarci alquanto, ci legheremo, ma non seguiremo quella via”

  3. Cari amici, giurisprudenza creativa è un modo gentile di dire “eversione”. Lo Stato non esiste più e siamo alla guerra per bande fra élite mascherata da democrazia fatta da elezioni in cui il popolo è manipolato da media a senso unico (“La fabbrica del consenso” – Chomsky; paradossalmente Chomsky è un pensatore ultra-liberal, ma i meccanismi che descrive sono esattamente quelli che sono all’opera per propagandare l’ideologia laicista). Il popolo si muova e si liberi dei nuovi oppressori.

  4. Assenza di “metus reverentialis”, interpretazione rigorosa del Diritto e senso dello Stato : tutto questo traspare, ancora una volta, dagli scritti dell’Avv. Gianfranco Amato. E alla base della sua solida formazione giuridica, la luce della Fede. L’Augurio piu’sentito per il Nuovo Anno e’ che nei diversi settori nei quali e’ chiamato ad operare, il Cristiano possa dimostrare sempre analogo impegno, civile e morale.
    Un ringraziamento particolare a tale valoroso Professionista.
    Francesca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su