Gli auguri di buon Natale e buon anno dall’Ungheria, con un grande gesto di solidarietà

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

I nostri amici ungheresi ci hanno inviato questo messaggio:

Il Primo Ministro Orbán ha annunciato che il Governo ungherese ha approvato una donazione di 150 milioni di fiorini per la ricostruzione della Chiesa del Sacro CuoreTolentino, gravemente danneggiata dal terremoto dello scorso 30 ottobre. Con questo messaggio di solidarietà auguriamo a tutti i nostri amici italiani un buon Natale e buon nuovo anno!

Andras e Manuela Kovacs  

.

Ringraziamo gli amici Andras e Manuela Kovacs e a loro, ai loro figli e a tutti gli amici ungheresi contraccambiamo di cuore gli auguri, con l’assicurazione delle nostre preghiere affinché l’Ungheria possa continuare ad essere una luce di civiltà nell’Europa agonizzante.

Ci sembra anche doveroso specificare che la somma stanziata dal governo ungherese è pari a circa 480.000 euro. Come mai l’Ungheria ha deciso questo intervento?

Riassumiamo brevemente quanto potete trovare per esteso nel sito Acistampa e in pochi altri. Infatti la notizia non è stata diffusa dalla “grande stampa” perché, come si sa, il governo ungherese deve essere giudicato brutto e cattivo. Lo dicono lorsignori…

Il priore della Venerabile Confraternita del Sacro Cuore di Gesù, proprietaria della chiesa del Sacro Cuore di Tolentino, dopo il terremoto aveva scritto a Viktor Orban, Primo Ministro ungherese, per chiedere aiuto per il restauro, “considerando anche quanto egli stava facendo in Ungheria per la salvaguardia delle radici cristiane”.

Orban ha risposto assicurando il suo interessamento, volendo “esprimere la solidarietà degli ungheresi verso i nostri fratelli cristiani italiani colpiti da calamità naturale, perché solo ritrovando i valori cristiani, i quali rappresentano tuttora la più importante forza di comunione per una città e per un Paese intero, si può giovare al futuro dell’Europa”.

Eduard Habsburg-Lothringen, ambasciatore di Ungheria della Santa Sede e nipote del Beato Carlo d’Asburgo si è recato in visita a Tolentino; successivamente il governo ungherese ha deciso la donazione.

Nella chiesa del Sacro Cuore di Tolentino sono conservate le reliquie del Beato Carlo d’Asburgo.

.

Concludendo, di nuovo grazie per questo gesto di concreta fraterna solidarietà e i più sinceri auguri di ogni prosperità e di ogni bene in Nostro Signore agli amici ungheresi e al loro governo.

PD

.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

14 commenti su “Gli auguri di buon Natale e buon anno dall’Ungheria, con un grande gesto di solidarietà”

  1. Questa è la vera Europa!
    Un’Europa Cattolica, che si dimostra vicina non a chiacchere, ma con i fatti.
    L’altra, quella della parodossale Unione Europea, ci aiuta,come dicono i romani, per la sciesa-

  2. luciano pranzetti

    Cacciato il FMI e la Banca Rothschild, moneta firmata dal presidente, Cattolicesimo come fondamento di civiltà: ecco l’Ungheria gradita al Signore. Immediato il pensiero a Dante di cui mi piace, cambiando una particella, ricordare la lode a questa nazione. “O beata Ungheria, che non si lascia / più malmenare! ” (Par. XIX, 142/143)

  3. Ringrazio gli Amici di Riscossa Cristiana che hanno pubblicato questa bella notizia che ha portato una ventata di speranza nella nostra martoriata terra colpita dal terribile terremoto.
    Non abbiamo più chiese, non abbiamo più Organi da suonare o campane che risuonano festosamente.
    Ma Gesù è nato tra i nostri canti festosi sotto le tende!
    Grazie agli Amici Ungheresi particolarmente al Primo Ministro Orban che , dopo l’appello che Gli abbiamo inviato, ricostruirà la nostra Chiesa per l’Adorazione quotidiana dal Santissimo Sacramento e per la celebrazione della S.Messa nell’antico rito.
    Vi prego di raddoppiare le Vostre preghiere affinchè cessino le scosse di terremoto!
    In unitate orationis
    Andrea Carradori ( Priore della Confraternita del Sacro Cuore – detta dei sacconi)
    NB Fino alla riapertura della chiesa le celebrazioni “more antiquo” saranno nella Chiesa della Madonna degli Angeli a Civitanova Alta: la stessa sorte di forzata migrazione di tanti miei concittadini.

  4. Il beato Carlo, divenuto Imperatore durante la Grande Guerra, agiva fortemente per la salute dei feriti, dei malati, dei prigionieri.
    È probabile perciò che la sopravvivenza di mio nonno, preso prigioniero a Caporetto, sia stata anche merito suo

  5. Sonia Alessandrini

    Dio sia lodato! Una bellissima notizia! Fratelli e sorelle in Cristo sapere che si può contare sull’aiuto vicendevole di tante persone di buona volontà è una carezza al cuore. Che la ss. Vergine ci copra tutti sotto il Suo manto santo durante questo nuovo anno donatoci da Dio Padre! Sonia

  6. Gianmarco Sguazzardo

    Il governo italiano invece fa delle donazioni ad un candidato alla presidenza degli usa abortista e guerrafondaio che per fortuna o grazie a qualche altro tipo di intervento, ha perso.
    E gli incivili sarebbero gli ungheresi, mah!…

  7. Stefano Mulliri

    Credo che quando si leggeranno gli eventi di questo infame periodo della storia europea, il signor Viktor Orban sarà menzionato con grande onore. Però credo che anche dei nostri e quelli “occidentali” in generale che hanno sempre la bocca piena de nostri irrinunciabili valori di libertà alla occidentale, i quali anche se non hanno giurato sul Vangelo ma su la “santa costituzione più bella del mondo” anche se poi ne volevano fare carne da porco in barba a tutti i bei proclammi, anche se poi hanno finito di abbruttire la nostra povera patria, col matrimonio tra finocchi dopo divorzio abborto, e se gli assiste il santo pannella, anche l’eutanasia, si credo che anche questi ultimi saranno ricordati si con tutto l’onore che meritano per tutte le cose che hanno fatto. Gli uni e gli altri prottagonisti fino in fondo del loro ruolo, e degni servi del padrone a cui si sono sottomessi. Al signor Orban e a tutti i fratelli in Cristo dell’Ungheria gli auguri perchè Il Signore gli sostenga ancora nella loro resistenza alla dissoluzione in atto.

  8. Un’ombra si aggira per l’Europa…Patrick Dalroy vive e lotta insieme a noi! Un buon 2017 a tutti, un nuovo anno di guerra veramente Santa, alla faccia dei mediocri e dei tiepidi, coloro che saranno vomitati dalla bocca di Dio. Alla faccia di chi si dichiara cattolico e con disgustoso buonismo fa l’amico di tutti. Più Osteria Volante, meno trasmissioni televisive dove pontificano presunti cattolici.

  9. Una notizia bellissima e commovente per questa nostra terra ultimamente così martoriata e una grande speranza che la bella chiesa del Sacro Cuore di Tolentino dove, con il sostegno di Andrea Carradori, cerimoniere ed organista infaticabile, si celebra la Messa in rito antico, possa ritornare al suo splendore. E grazie all’Ungheria e al davvero onorevole Primo ministro Orban.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su