IL CONCILIO VATICANO II, visto da Krancic e da Ravoni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Riceviamo da due amici queste vignette, che volentieri pubblichiamo (clicca sulle vignette per ingrandire).

 

da Alfio Krancic:

vk

 

 

e da Osvaldo Ravoni:

 


 

Montecatini, 4 dicembre 2 dicembre, 2012

 

Caro Direttore,

grazie per avermi dato la possibilità di leggere il bellissimo libro di P. Serafino M Lanzetta F. I “Iuxta Modum: il Vaticano II letto alla luce della Tradizione della Chiesa”(Ed. Cantagalli) che, oltre tutto, mi ha dato la possibilità di chiarire tante cose, prima fra tutte l’interpretazione di rottura di coloro che considerano il Concilio come una “Nuova Pentecoste” come se la Chiesa prima non fosse esistita; dice il Padre Lanzetta: “Perché…ha prevalso la rottura? A questa domanda non si può rispondere senza andare a quel ‘Mysterium iniquitatis’ che purtroppo asservisce e regna. Il Cardinal Suenens-Padre del rinnovamento pentecostale e non carismatico, come amava definirsi-in un’intervista dichiarò: ‘In Concilio ci siamo affidati docilmente allo Spirito Santo, e il Concilio ci ha condotti là dove non volevamo andare, o almeno, non pensavamo di andare…’ Il Concilio così rischia di diventare lo stesso Spirito Santo di cui parlava Gesù a Nicodemo. Per tanti il Concilio sarebbe divino e infallibile, ma a discapito di tutti gli altri. Invece, il Concilio non è lo Spirito Santo. Gesù aveva detto solo che lo Spirito Santo è come il vento: si sente la voce, ma non si sa da dove viene e dove va(Cfr. Giovanni, 3-8).Dobbiamo impegnarci perché finalmente si dilegui un eccessivo entusiasmo carismatico, ritornando al dogma della fede”.

Ecco, caro Direttore, questo significa parlar chiaro…avrei volentieri scritto una recensione ma, dopo quella, bellissima, di Piero Vassallo mi è sembrato inutile. Invio però un’altra vignetta quasi vergognandomene, dopo aver visto quella stupenda di Alfio Krancic, io sono solo un vecchio papirologo in pensione e faccio, ogni tanto, qualche vignetta così per diletto…Comunque venerdì 7 dicembre 2012 sarò a Firenze e così conoscerò sia il Padre Serafino che l’Avvocato Ruschi che, puntualmente mi invia le circolari della benemerita Comunione Tradizionale, vi andrò con il Prof. Vinicio Catturelli (173 anni in due) per cui se la nostra presenza non eleverà il tono dell’incontro, senz’altro eleverà la media dell’età’ delle persone partecipanti che, mi dicono, in genere, essere tante tra cui numerosissimi giovani e giovanissimi.

Un grazie di cuore

Prof. Osvaldo Ravoni


vr

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su