IL FILOSOFO ROMANO AMERIO E L’OMOSESSUALITA COME VIOLAZIONE DELLA VERA NATURA UMANA – di don Marcello Stanzione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

PREMESSA: dopo il raduno di Roma, che ha visto dal 1° al 12 giugno la grande riunione di omosessuali, con la cordiale accoglienza di un Sindaco fellone e lo splendido silenzio di chi dovrebbe essere custode geloso della moralità, ora tocca a Milano.Sabato 25 giugno 2011 la carnevalata si snoderà da piazza Lima fino al Castello. Ancora una volta le Associazioni di “Gay” trasformeranno, per i loro biechi fini, degli esseri umani (che avrebbero diritto a essere aiutati), in tragici pagliacci che si esibiranno in oscene parate. Mentre si consuma questa violenza, ribadiamo che l’omosessuale è persona da aiutare, mentre la condanna dell’omosessualità è assolutamente chiara e indiscutibile. Deploriamo la violenza delle varie associazioni e movimenti che, organizzando queste squallide kermesse, mancano totalmente di rispetto e di carità verso persone già gravemente problematizzate.

PD

Siamo molto grati a Don Marcello Stanzione, che con diversi articoli ha approfondito l’argomento, portandoci parole chiare. Vi elenchiamo qui gli articoli già pubblicati:

– L’attacco omosessualista al vero legame genitoriale

– Quando il diavolo ti accarezza vuole l’anima

– Omosessualizzazione della Società

sul vizio dell’omosessualità, don Marcello Stanzione ci ha anche spiegato il giudizio di grandi Santi:

san Bernardino da Siena

beato Giovanni Paolo II

san Tommaso d’Aquino

san Giovanni Crisostomo

san Pio V

san Pier Damiani

(clicca sui nomi per leggere gli articoli)

======================

 

IL FILOSOFO ROMANO AMERIO E L’OMOSESSUALITA COME VIOLAZIONE DELLA VERA NATURA UMANA

 

di don Marcello Stanzione

 

amerioRomano Amerio nacque a Lugano dal medico condotto  Giuseppe e da Maria Moroni-Stampa  il 17 gennaio 1905, ed ivi morì il 16 gennaio 1997 alla vigilia dei suoi 92 anni. Il suo unico fratello, Franco, divenne sacerdote salesiano e fu per oltre 55 anni docente di filosofia al liceo salesiano di Valselice ed autore di vari testi scolastici assai apprezzati e di un libro di grande successo: “Il nuovo catechismo antico”, edito dalla Sei negli anni 70’. Romano studiò alla Cattolica di Milano, laureandosi in filosofia cum laude con una tesi sul pensiero religioso di Tommaso Campanella ed in seguito si laureò, sempre cum laude, all’università di Monaco di Baviera  in filologia classica, prima di diventare, nel 1951, per un biennio libero docente di storia della filosofia alla Cattolica.

In seguito preferì insegnare al liceo classico di Lugano. Consulente del vescovo di Lugano Angelo Jelmini durante i lavori della Commissione centrale preparatoria del Concilio ecumenico Vaticano II, Amerio fu per molti anni in stretta consonanza intellettuale e religiosa con il cardinale Giuseppe Siri. Oltre a “Stat Veritas” seguito a “Iota unum”, un classico di teologia cattolica postconciliare, edito anch’esso dalla  casa editrice Lindau di Torino, si devono ad Amerio un’imponente edizione critica in trentaquattro volumi degli scritti di Tommaso Campanella, tre volumi dedicati alle “Osservazioni sulla morale cattolica” di Alessandro Manzoni e importanti studi su Epicuro, Dante Alighieri, Giordano Bruno, Paolo Sarpi, Descartes e Giacomo Leopardi.

Riguardo all’omosessualità nella sua opera più importante, “Iota unum”, il grande filosofo cattolico scrive al riguardo una paginetta molto illuminante: “Non ci addentriamo nell’argomento della sodomia, in cui l’opinione della teologia secondò la propensione dello spirito del secolo, il quale disdisse dappertutto in Europa la legittimità dei rapporti omosessuali. Basterà rivelare anche qui la negazione delle nature, in particolare della struttura naturale e moralmente inviolabile dell’atto sessuale. Infatti si sostiene che eterofilia e omofilia sono soltanto due modi dell’identica dimensione sessuale e che la loro differenziazione sia un effetto di influssi puramente sociali. Così la sodomia, condannata severamente nella filosofia, nel costume e nella disciplina della Chiesa, cessa di essere una perversione per diventare un’espressione della sessualità e viene cancellata dal novero dei peccati che gridano vendetta al cielo (con l’omicidio volontario, l’oppressione dei poveri e la defraudazione delle mercede dell’operaio). La differenza naturale viene sopraffatta da una sofistica dell’amore, il quale viene fatto capace di instaurare una comunione spirituale di persone al di là delle guide naturali e in oltraggio dei divieti morali. Lo scandalo passò nella Chiesa olandese dai teologumeni alla prassi e si ebbero celebrazioni liturgiche dell’unione di omosessuali e persino una Missa pro homophilis che “Notitiae”, organo della Commissione per l’esecuzione della riforma dei riti, si trovò in obbligo di deplorare (marzo 1970, p. 102).”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su