Il governo ungherese e i migranti  –  di Andras Kovacs

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il Ministero degli Interni respinge le recenti accuse – riportate anche da organi di informazione italiana – di maltrattamenti ai migranti illegali.

di Andras Kovacs

.

z.hngrIl Governo ungherese respinge categoricamente le accuse contenute nel rapporto di Human Rights Watch, pubblicate mercoledì scorso (riportate anche nella stampa italiana), secondo le quali i migranti illegali al confine ungherese subiscono violenze sistematiche da parte delle autorità magiare.

La polizia magiara dall’inizio dell’anno ha intercettato 17.787 migranti irregolari. Otto di loro hanno sporto denuncia in merito all’operato delle forze dell’ordine in quattro casi diversi. Le denuncie sono state regolarmente inoltrate agli organi di garanzia, e le accuse — dopo indagini approfondite — si sono rivelate infondate in ognuno dei casi.

Le procedure in vigore sul confine meridionale del Paese sono pienamente in linea con il Codice di Schengen e la Convenzione di Ginevra. L’Ungheria continua a garantire il diritto dei profughi di accedere al territorio magiaro presso i regolari valichi di frontiera, e a proporre le richieste di asilo in modo legale.

Le persone che aspettano al confine o sul territorio magiaro ricevono un trattamento equo e umano. Allo stesso tempo le autorità ungheresi pretendono che tutti i migranti rispettino le leggi dell’Unione europea e dell’Ungheria.

Per leggere il comunicato ufficiale del Ministro degli Interni ungherese, clicca su: http://www.kormany.hu/en/ministry-of-interior/news/the-ministry-of-interior-rejects-the-claims-of-human-rights-watch

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

3 commenti su “Il governo ungherese e i migranti  –  di Andras Kovacs”

  1. …da noi (in Italia) hanno anche distrutto mobili e suppellettili degli alberghi che li ospitavano perché la posizione non era loro gradita (troppo lontana dal centro!): la bergogliodiosa accoglienza!

  2. Se uno Stato facente parte dell’UE non si mostra docile a sopportare le briglie della stessa o se, ancor peggio, mostra l’intenzione di scrollarsi di dosso le invadenti ‘tutele’ della stessa, non stupiscono le illazioni o le calunnie anche infamanti.
    Tutto come da copione.

  3. DEI MIGRANTI O FASULLI PROFUGHI ,NON NE POSSIAMO PIU’!
    VI E’ UN PERVERSO POTERE OCCULTO E MONDIALE CHE,SCIENTEMENTE, ORGANIZZA LO SFASCIO ECONOMICO,CULTURALE,RELIGIOSO DELL’OCCIDENTE!
    EVIDENTEMENTE QUESTO FA COMODO A TANTE STRUTTURE OCCIDENTALII MA DISTRUGGE IL NOSTRO TESSUTO SOCIALE E TUTTA LA NOSTRA CULTURA OLTRE ALL’ECONOMIA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su