Il Padrone del Mondo. Profetico. Ma Benson non aveva previsto un’ipotesi che è qui, proprio ora – di Marco Tosatti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Marco Tosatti

.

.

Cari stilumcuriali, ho passato questi pochi giorni di riposo lontano dal computer e in compagnia di un libro che non avevo ancora letto, e che certamente molti di voi già conoscono, “Il padrone del mondo” di Robert Hugh Benson. Un’opera che secondo alcuni è servita – anche – di ispirazione a George Orwell per “1984”. Chi non lo avesse ancora letto, accolga il mio umile consiglio e lo legga. È stato scritto nel 1907, ed è un romanzo “distopico”, cioè che descrive una società immaginaria dai contorni opposti a quelli dell’utopia: cioè brutti.

L’ha scritto un sacerdote anglicano, figlio dell’arcivescovo di Westminster, e successivamente entrato nella Chiesa cattolica.

Era il 1907, e dunque Robert Hugh non aveva fatto in tempo a vedere (morirà nel 1914) la più spaventosa (fino ad allora) carneficina organizzata mai accaduta sulla faccia della terra, la Rivoluzione di Ottobre, il comunismo, il nazismo e la soffice dittatura del politically correct che ha preso silenziosamente il posto, o si è affiancata dolcemente a quegli abomini. Ma come vedrete, o avete già visto, l’ha profetizzata, fino alle case per l’eutanasia. Eppure Benson viveva nel cuore dell’Inghilterra vittoriana, e scriveva in un momento storico in cui il positivismo, la scienza e i progressi tecnici (che usa abilmente nel libro, sia in maniera positiva che negativa, distruzione aerea compresa…) sembravano garantire all’umanità grazie anche alla perdita di terreno delle “superstizioni” (leggi religioni) un futuro radioso e finalmente libero da ceppi secolari. Tutti elementi che rendono ancora più interessante la sua acuta visione profetica.

Leggendolo, per quello che riguarda la persecuzione della Chiesa, se decide di restare fedele a quanto insegnato e trasmesso, il che per il momento non sempre sembra sia il caso, anzi, mi è venuta in mente una frase del cardinale statunitense Francis George: “Mi aspetto di morire nel mio letto, il mio successore morirà in prigione a il suo successore morirà da martire nella pubblica piazza. Il suo successore raccoglierà i frammenti di una società distrutta e lentamente aiuterà a ricostruire la civiltà, come la Chiesa ha fatto così spesso nella storia umana”.

Sia George che soprattutto Benson, persone di fede integerrima, calcolavano la possibilità dell’apostasia per convenienza o per paura; ma non quella dell’apostasia interna, dell’astuzia dei chierici che affermano: non cambia nulla, e spargono semi di confusione. E soprattutto non tenevano in conto la possibilità di una Chiesa che invece di combattere a viso aperto lo Spirito del Mondo vi si assoggettasse. Barattando il martirio con gli applausi e gli elogi…

.

fonte: Sito dell’Autore

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

14 commenti su “Il Padrone del Mondo. Profetico. Ma Benson non aveva previsto un’ipotesi che è qui, proprio ora – di Marco Tosatti”

  1. non l’aveva prevista perché una chiesa del genere è fuori dal quadro delle possibilità di un cattolico, che crede, e professa la sua fede nella Chiesa “Una Santa Cattolica e apostolica”, per sempre. Questa chiesa che s’accomoda al mondo, non è certo la Chiesa della professione cattolica: fa solo parte dell’operazione ingannatrice del Padrone del Mondo!

  2. Piero Vassallo

    ho vissuto affacciato alla finestra del trimestrale cattolico Renovatio la crisi sessantottina, “madre” porno-giovanile della crisi cattolica
    ho conosciuto il dolore del card. Siri, spettatore del Vaticano II e della conseguente bazza progressista
    ho aderito alle tesi dei lefevriani e ho condiviso il loro dolore
    sono perciò convinto che la Chiesa cattolica sopravviverà alle manfrine sudamericane, manfrine messe in scena da attori (fortunatamente) più sciocchi e più incolti (dunque meno pericolosi) dei loro predecessori europei (Karl Rahner, Chiavacci ecc. ecc.)

    1. E’ una testimonianza la sua, caro professore, decisamente confortante e della quale faccio tesoro con affetto e fede.

  3. Luca Checcucci

    L’ho letto due volte in due traduzioni diverse. Per certi versi è sorprendente e veramente profetico. L’apostasia della Chiesa è nelle scritture :”Prima della venuta di Cristo, la Chiesa deve passare attraverso una prova finale che scuotera’ la fede di molti credenti. La persecuzione che accompagna il suo pellegrinaggio sulla terra svelera’ il “mistero d’iniquita’”, sotto la forma di una impostura religiosa che offre agli uomini una soluzione apparente ai loro problemi, al prezzo dell’apostasia dalla Verità. La massima impostura religiosa e’ quella dell’Anti-Cristo, cioe’ di uno pseudo-messianesimo in cui l’uomo glorifica se stesso al posto di Dio e del suo Messia venuto nella carne.” (Art. 675 del Catechismo C.C.). Ma Gesù ci ha garantito che “non prevalebunt”, che cioe’ almeno una parte della Chiesa gli restera’ fedele, che una partealmeno non tradirà. Ce ne saranno due allora ? Con a capo due papi ? Il dubbio mi inquieta un pochino, non so voi, perché la situazione mi sembra quanto meno attuale, e vista l’età di papa Benedetto saremmo alle “porte coi…

    1. in nessuna parte della Bibbia si dice che la Chiesa cadrà nell’ apostasia. O, se sbaglio, vorrei sapere dove. Ma è inutile cercare una tale assurdità: la Chiesa non può tradire e abbandonare il suo Sposo! Nella Bibbia si dice invece che ” prima della venuta del Signore e della nostra riunione con Lui, dovrà avvenire l’apostasia e dovrà esser rivelato l’uomo iniquo, il figlio della perdizione ” (2Tess.2), NON che la Chiesa cadrà nell’apostasia. ‘Questa’ chiesa nata dal concilio è dall’ origine, per natura sua, una chiesa apostatica, una massa di ribelli contro Dio e il suo Cristo, ma non è la Chiesa Santa di Dio, ci mancherebbe altro! I suoi papi sono i falsi profeti, che preparano la via alla rivelazione dell’ “uomo iniquo”, e saranno tutti distrutti e annientati dal soffio della bocca del Signore, insieme con il loro gregge…

  4. Infatti, mi ha per lungo tempo stupito come questo libro fosse fra i preferiti di Jorge Bergoglio. Ne il Padrone del Mondo, la Chiesa soccombe, ma combatte, fino all’ultimo! E’ papa un personaggio che opera strenuamente per la Chiesa. Come fa un Bergoglio ad esaltare questo libro? L’unica risposta che per ora sono stato in grado di darmi sta nel fatto che probabilmente Lui è più avanti di Benson, tiene conto del contesto attuale e si identifica in… o aspirerebbe a… Felsenburg, non nel Papa…

    1. Luca Checcucci

      La situazione attuale non collima granché con le visioni di Benson, se non nell’abiura di tanti sacerdoti. Bergoglio non può identificarsi con Giuliano Felsemburg perché costui è l’emblema della laicità. È qualcosa di diverso ma forse di peggiore. È. …..un cavallo di Troia.

  5. Ho letto il libro qualche anno fa e più passa il tempo, più lo ritengo impressionante nella sua visione profetica. Il finale, poi, è davvero inquietante.
    Caro Andrea, “come fa Bergoglio ad esaltare questo libro”? S’è mai accorto di come sia bravo a confondere le acque?

  6. Ho appena finito di leggere un libro che mi è piaciuto molto : “Quello che i cattolici devono sapere”, di Agostino Nobile, Edizioni Segno, Udine, 2015. Il libro tratta temi di grande attualità, anche se risale a due anni or sono, ed è molto utile per chi voglia individuare le vere ragioni dell’attuale declino della società occidentale, sia a livello politico che religioso. Un breve estratto ne rivelerà la lucidità e profondità di analisi, scevra da orientamenti ideologici :
    “Chi crede che l’ideologia gender sia caduta dal cielo come una pera matura, può anche utilizzare l’infamante aggettivo (complottismo, Nds). Ma dovrebbe chiedersi perché, nonostante la crisi economica che ha prodotto suicidi, milioni di disoccupati e ancora più milioni di lavoratori ce brancolano nel buio, nelle agende dei governi di tutto l’occidente la priorità è data alle differenze sessuali. Non solo. I nostri governi, mentre sacrificano gli imprenditori e indeboliscono l’economia aumentando le tasse, sovvenzionano a suon di milioni di euro le lobbies gay per indottrinare i nostri figli a partire dagli…

  7. …asili nido. Tutto questo è oscurato dai media internazionali, i quali invece promuovono articoli, libri, film, talk show e programmi televisivi squisitamente pro-gay. A questo punto – permetteteci la boutade – meglio complottasti che fessi”.
    A questa manovra da “rana bollita” (o finestra di Overton) dei media internazionali potremmo oggi aggiungere il lavaggio del cervello sull’obbligo di accettare l’invasione islamica afro-asiatica e la conseguente sostituzione etnica, culturale e religiosa dell’Europa, operazione giunta al parossismo in questi ultimi due anni, grazie anche al supporto fornito dal “papa tanto misericordioso”.
    La chiusura del libro rivela tutta l’onestà e il coraggio dell’autore :
    “Qualcuno … si chiederà se possiamo fare qualcosa per evitare questa nuova forma di schiavitù (il politically correct, Nds). Un modo c’è, anche se è un po’ difficile da realizzare, ma non vediamo alternative. … Il male si vince anche con l’onestà, l’intelligenza, e soprattutto col coraggio di cercare sempre la verità, facendola sentire anche a chi, per motivi ideologici o per…

  8. …pura idiozia, si tappa gli occhi e le orecchie”.
    Nds = nota del sottoscritto.
    Il lavoro di Agostino Nobile mi ricorda molto un altro simile saggio, stavolta di Quirino Maestrello, “L’autodemolizione della Chiesa Cattolica – ciò che un cattolico ha diritto di sapere”, edito tempo fa da Radio Spada.

  9. Nel romanzo,profeticamente Benson parla della Massoneria che non ha avuto l’intuizione di accogliere le donne nelle Logge Massoniche ” Strano che non ci abbiano pensato” dice uno dei protagonisti del libro. Ed invece sul finire del secolo scorso le donne le hanno accolte nelle Logge,eccome !!! Grande profeta Benson. Ed inoltre da molti articoli negli ultimi anni sulle attività delle Logge si è manifestata una pericolosità maggiore dei “fratelli in grembiulino” in quanto hanno incominciato ad ” uscire allo scoperto” con un’attività frenetica di BENEFICENZA, nel mondo , attraverso aiuti ad Ospedali ( in America), aiuto ad organizzazioni cattoliche ( donazioni non mi ricordo se all’Unitalsi oppure all’Oftal) ecc ecc Il tutto OVVIAMENTE per accreditarsi agli occhi del mondo come ORGANIZZAZIONE BENEFICA MERITORIA e nascondere la loro vera natura e fine istituzionale. Padre Pio convertì un famoso avvocato massone al quale chiese:” Quale è il fine della Massoneria, figlio ?” E lui rispose:” Combattere la Chiesa ( Cattolica ovviamente…)”…. L’astuta serpe….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su