Il trionfo del dott. Goebbels – di Pucci Cipriani

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Applicata in Belgio la legge che consente l’eutanasia sui minori

di Pucci Cipriani

.

z-eudef

.

Eccoci ci sono riusciti : erano imbarazzati, avevano paura – e non solo della reazione popolare – ad usare la siringa assassina su di un minore, un minore che loro dicono essere stato un “malato terminale“, ovvero uno che non ha, umanamente parlando, possibilità di guarigione, uno che allo stato costa un mucchio di quattrini, in un periodo di crisi come questo. E allora il coraggio se lo sono fatto e lo hanno fatto fuori. Per lui hanno deciso i due esseri che lo hanno messo al mondo e che io mi rifiuto di chiamare padre e madre, ma che chiamerò assassino A e assassino B di un ragazzo (o ragazza nessuno lo vuol dire, si sono, ora, “cuciti la bocca” dopo averlo strombazzato a tutti venti). Su di lui ecco i cinici dispensatori di morte, in nome dello Stato, che si accaniscono contro un essere umano che hanno deciso di ammazzare, a freddo, ma con il bollo della legalità con il timbro “delli superiori”, con la firma dei due esseri, assassino A e assassino B, con licenza di ordinare la morte, in base a una legge dello Stato del 2014 voluta dai socialisti, questi benefattori dell’umanità che quando sono o sono stati al potere hanno sempre portato fame, desolazione, morte e miseria.

E all’indomani i giornali del leccaculismo nazionale, al soldo del mondialismo, hanno titolato: “Belgio, prima eutanasia al mondo su un minore” mentendo ben sapendo di mentire. Tutti sanno che i dispensatori di morte non hanno fatto altro che ripercorrere il cammino del Nazismo (del resto il Nazismo altro non era che un “Socialismo Nazionale” o Nazionalsocialismo), ovvero attuando il programma Aktion T14 del 1938, allorché si eliminarono, con la stessa iniezione venefica, migliaia di bambini down, idrocefali, spastici… poi, per gradi, si passò anche ai minori non tedeschi, ovvero agli ebrei che, evidentemente, non corrispondevano ai canoni estetici della razza voluta dell’imbianchino austriaco… quindi alla soppressione, in nome della pietà e del risparmio dello Stato, anche degli adulti disabili psichici e fisici, malati lungodegenti o terminali… e quando i camion del Reich uscivano dagli “Istituti”, con il carico umano  destinato alle camere a gas, non ci furono voci di scienziati (quasi tutti piegati all’eugenetica) o di personalità della cultura che si levarono contro quell’atroce sterminio, ma una sola voce si levò alta, senza compromessi, intrepida, di fronte alla barbarie, di fronte a quel regime “Simia Dei” che, appunto, appariva come la Scimmia di Dio. Così l’arcivescovo Clemens August von Galen, il Leone di Munster, tuonò :

“Hai tu, o io, il diritto alla vita soltanto finché non siamo ritenuti produttivi da altri? Se si ammette il principio, ora applicato, che l’uomo improduttivo possa essere ucciso, allora guai a tutti noi, quando saremo vecchi o decrepiti. Se si possono uccidere esseri improduttivi, allora guai agli invalidi, che nel processo produttivo hanno impegnato le loro forze, le loro ossa sane, le hanno sacrificate e perdute. Guai ai nostri soldati che tornano in patria gravemente mutilati, invalidi: nessuno è più sicuro della propria vita” (A. C. von Galen, arcivescovo di Munster: omelia presso la chiesa di San Lamberto, 3 agosto 1941)

Ma i ciarlatani di oggi, appecorati dinanzi al potere, che leccano le terga ai gerarchi musulmani per farseli amici, non sanno cosa significasse, allora, usare quel tono contro il Reich, contro Hitler e il suo tristo codazzo. Senza contare che i nazisti , come i nuovi “nazionalsocialisti” di oggi, agivano con il bollo dello Stato e del Parlamento. Infatti Martin Bormann propose di impiccare subito “il Leone di Munster”, ma il più abile e astuto dottor Goebbels convinse Hitler a rimandare i conti in quanto, disse : “Se ora si procedesse contro von Galen tutta la Vestfalia sarebbe persa all’impegno bellico”…il programma eugenetico fu bloccato, mentre non soltanto le chiese cattoliche ma anche i luterani e gli ebrei diffondevano le omelie di von Galen: evidentemente il dialogo può esistere solo quando ci si presenta per quello che siamo, senza calabrachismi indecorosi e pagliacceschi…ogni riferimento al circo di Assisi è puramente voluto!

Ma oggi chi difende il morituro? Hanno detto di aver praticato l’anestesia prima di uccidere il ragazzo… ma non avevano detto che era refrattario ai farmaci? Assicurano che anche lui abbia dato il consenso… ma guarda! Immaginate il dialogo. “Noi oggi ti facciamo uccidere, soffri troppo” dicono l’assassino A e l’assassino B… “Ma io non sono d’accordo…ho paura” risponde il ragazzino, e allora d’impeto gli assassini A e B: “Vergogna…pensi alla tua paura, al tuo dolore…e al nostro, che sarà mille volte più grande del tuo, non ci pensi? Ingrato…tu, che, tra qualche minuto, dolcemente, sarai nel regno dei più…e noi qui a piangere a causa tua”. E l’assassino genitoriale A : “E allo Stato non ci pensi…sai quante risorse hai tolto al Governo, alla UE e agli immigrati che ci manda Bergoglio, lui che, poveretto vive in una locanda al Santa Marta e tu, qui, in un ospedale con tutti questi macchinari…non ti senti una piccola sanguisuga?”.

Silenzio si uccide.

Sembra ora essere la parola d’ordine dei giornalisti del regime Renzi – Verdini – Alfano: strombazzare, propagandare e poi gettare acqua sul fuoco. L’altra sera il beccamorto che leggeva il TG de “La 7” ha aperto con queste parole : “Prima di darvi la notizia faccio appello alla moderazione, al buon senso, in quanto bisogna pensare anche alla difficile scelta dei genitori etc. etc…”.

Ma l’uomo ha sempre peccato, dicono i “battelli senza vapore” di questa marmellata buonista. Certo, l’uomo ha sempre peccato. Lo dice anche il Vangelo: “Settanta volte sette”…ma con una differenza fondamentale. Il peccatore, il criminale, l’assassino, il furfante di un tempo sapeva di essere quello che era e si teneva alla larga dalla legge. Sapeva bene di averla infranta e – bon gré, mal gré – sapeva di essere un fuorilegge. Oggi, no. La gente fa come, per dirla con Dante, “Semiramis lussuriosa che libito fe’ lecito in sua legge”. Vuol rendere legali i vizi più turpi, i delitti più efferati come, ad esempio, oltre all’eutanasia, quello dell’aborto che, tanto per non dar nell’occhio, chiama IVG (Interruzione Volontaria Gravidanza), perché non venga in mente il bambino fatto a pezzi, o tracimato o morto per iniezione salina. La sodomia era solo un vizio che il Signore punì, a Sodoma, facendo scomparire sotto una pioggia di fuoco la città. No: ora chi, fino a pochi anni fa, contestava matrimonio e famiglia, ovvero i sodomiti, vuole un timbro di legalità, un timbrino, insomma affinché la sua turpitudine diventi legge dello Stato.

E poi i “cazzerellini tutto pepe e sale” (Carducci) che ti dicono: io abolirei l’obiezione di coscienza negli ospedali, perché l’aborto è una legge dello stato; e Beppino Englaro, quel personaggio che a me suscita il vomito che ti dice: “Se hanno rispettato la legge il discorso è chiuso”. E quell’altra, non ricordo se la Coscioni o la vedova Welby che ti dice: “Lo Stato non ha abbastanza risorse per curare questo tipo di malattie…”… Come ti direbbe un Mario Monti o una Fornero o, dal sarcofago, la mummia di Napolitano, o quel bel tomo di Ciampi, con la stessa faccia di tolla, per usare un eufemismo.

E la Chiesa? Un tempo la Chiesa era il baluardo dei deboli e degli oppressi. Alla Chiesa guardavano, con speranza e fiducia, il povero, l’oppresso, il diseredato. Nei sacerdoti avevano i loro difensori i più bisognosi di aiuto: i bambini non nati e i vecchi che arrivavano al traguardo finale con la speranza del paradiso, ma anche con il conforto dei Sacramenti…

Allora c’erano i von Galen, ma alle spalle avevano un Papa, un grande Papa, come il venerabile Pio XII, il “Pastor Angelicus” . E oggi? Oggi in un mondo in cui le leggi dello Stato, in nome della nuova paganità e degli immondi principi dell’Ottantanove, si dà licenza di uccidere, chi difende i deboli, i derelitti?

Chi ha difeso e difende tuttavia i cristiani che, quotidianamente, vengono uccisi e torturati dagli assassini islamici? Chi difende la vita dal concepimento fino alla morte naturale? Chi difende i cittadini, che hanno diritto alla sicurezza, dall’invasione montante e organizzata? Forse non abbiamo capito che i bambini non nati, che i vecchi, i malati terminali, i down, gli handicappati, gli spastici valgono assai meno degli aracnidi, delle migliaia di specie di insetti e di serpentelli che l’enciclica di Bergoglio, sulla raccolta della spazzatura differenziata, invita a difendere…

Un tempo la Chiesa incuteva rispetto con la sua maestà, oggi, ahimè, la Chiesa sembra diventata, grazie a tanti suoi ministri, un circo equestre…in partenza, dove i clown ballonzolano esterrefatti sulle macerie di quello che fu il grande edificio del Vaticano, e non riescono più a far ridere, ma incutono pietà, senza rispetto. Invano aspetteremmo un “chicchirichì” da chi ha ridotto così la casa del Signore. E invece, al massimo, si è sentito, appena, querulo, un coccodé…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

25 commenti su “Il trionfo del dott. Goebbels – di Pucci Cipriani”

  1. A questa gente (massoni, laicisti, modernisti ecc.) calza a pennello la profezia: “Intrabit sicut vulpis, regnabit sicut leo, morietur sicut canis”

  2. Quando dei frati pugliesi si recarono a San Giovanni Rotondo a incontrare padre Pio e s’inteattennero con lui parlando delle vittorie inarrestabili della Germania in campo bellico, quando la Germania sembrava ormai invincibile, il santo frate sannita del Gargano ribattè: La Germania e Hitler perderanno la guerra e faranno una bruttissima fine perché odiano la Chiesa, odiano il Papa e predicano il sangue e praticano atti contro l’Uomo. Sappiamo come andò. Costoro faranno una fine analoga. Sono giunto all’idea che l’eutanasia sia un modo per evitare la conversione in extremis, un modo per evitare la presa di coscienza del moribondo, un modo per evitare il pentimento. Il nazismo ha trionfato, purtroppo, come ha trionfato il comunismo è come ha trionfato la loro madre, la rivoluzione del 1789.

  3. naturalmente su questa legge empia c’è la firma di un re che si dice cattolico e la cui moglie ha il privilegio di indossare l’abito bianco quando si reca in visita al pontefice
    il leone di Munster tuonò, a Bruxelles semmai ci fosse stato un leone non ha nemmeno ha miagolato
    a Roma non v’è più alcun pontefice, solo un perito elettrotecnico argentino vestito più o meno da pontefice, che si spaccia per pontefice e molte anime trascinate nell’abisso credono ancora tale

  4. Ci arriveranno, ci arriveranno a riportare in auge il nazionalsocialismo. E non si dimentichi poi lo sterminio della razza slava (razza inferiore per l’imbianchino di cui sopra….) . E poi il progetto di schiavizzare i subumani non di razza ariana…. Il neopaganesimo impera…..

    1. E non solo loro. C’è un blocco europeo molto forte, direi granitico, fatto da Stati ormai perduti al nemico. E a proposito di granito e satanismo, non so se avete letto della meravigliosa cerimonia di inaugurazione al Gottardo (ex SAN Gottardo, ma evidentemente di santo non c’è più nulla): http://www.maurizioblondet.it/gottardo-consacrato-satana/ . Tale è l’Europa nella fase terminale della sua un tempo gloriosa vita: da Atene a Roma fino alle fogne, dalla res publica Christiana al dominio incontrastato del cornuto.

  5. Caro prof. Cipriani, giorno dopo giorno si cade sempre più in basso e d’altronde, quando la Santa Chiesa di Cristo si china all’altezza (anzi, alla bassezza) delle false religioni in una commistione sacrilega per invocare (rivolgendosi a chi, non si sa) esclusivamente la pace del mondo, aspettiamoci pure di tutto, anche l’inimmaginabile. Si tira in ballo pure San Francesco, profanandone la terra e travisandone l’ insegnamento e non essendo mai attenti ai segni, tranne quelli “dei tempi”, neanche ci si domanda come mai anni fa crollò proprio la basilica superiore a lui dedicata. Eppure nei secoli troppi ne aveva sopportati di terremoti…

    1. Guarda Tonietta, lo volevo scrivere io. Un consacrato morì nei giorni successivi sotto un crollo. Poi non ho osato…… Ma visto che hai avuto più coraggio di me……

  6. SPLENDIDO ARTICOLO, VERAMENTE ECCELLENTE!!!
    E l’argentino biancovestito pro-adulterio (caso per caso) e pro-profanazione del Santissimo Corpo di Cristo (caso per caso) anche ieri ha parlato contro la corruzione…ma su di quest’abominio e sulle decine di migliaia di bambini uccisi ogni giorno con l’aborto (contando solo quello chirurgico, perché quello chimico, altrettanto grave, ne ammazza molti di più) neppure mezza parola, anzi si è permesso di elogiare la Bonino, che si è sempre battuta e si batte tuttora per aborto ed eutanasia, definendola una dei grandi d’Italia.

    Quando il sale perde il suo sapore…ma in questo caso neppure questa frase rende bene l’idea: il sale è diventato VELENOSO e, scandalo dopo scandalo, guida le anime verso l’Inferno…con gli applausi dei papolatri!

  7. Fra l’altro l’ oscena “legge” belga (approvata con il silenzio di Bergoglio, che era troppo occupato a dire che non esiste un Dio cattolico e a condannare il proselitismo, e che in ogni caso non avrebbe mai cercato di impedire una legge omicida voluta dalla sinistra, per non indispettire Scalfari) NON prevede il consenso del minore, che può quindi essere ucciso anche CONTRO la sua volontà…quella “legge” prevede solo che il minorenne sia informato di ciò che stanno per fargli!
    Comunque Bergoglio dovrebbe spiegare a tutti di chi sarebbe il vicario dal momento che “non esiste un Dio cattolico”!
    Forse del “dio unico delle tre grandi religioni monoteiste”?
    Sembrerebbe di sì, visto che ha detto che i musulmani adorano il nostro stesso Dio…quindi se si può adorare Dio senza adorare Cristo (negazione implicita della divinità di Cristo) di chi sarebbe il vicario? Forse non lo sa neppure lui: a lui basta che i modernisti, i disinformati e i papolatri continuino a bersi le sue panzane!

  8. Pio XII era un testimone che imitava Nostro Signore – il gassista Bergoglio è la parodia e l’imitatore strampalato del gassista, messo in scena (negli anni Cinquanta) dal comico comunista Franco Parenti – il comico, almeno, faceva ridere
    grande Pucci, ad ogni modo

  9. L’eutanasia sarebbe sommamente immorale anche se fossero sempre e solo i pazienti a decidere di essere uccisi, ma non è così!
    Ricordiamo tutti il caso Englaro e il caso di Terry Schiavo: avevano forse chiesto loro di essere uccise in modo atroce: lasciate morire di fame e DI SETE?
    Terry ci ha messo circa due settimane a morire: una sofferenza atroce e lunghissima non richiesta da lei!
    Tutti i pazienti dichiarati non in grado di intendere e di volere verranno uccisi CONTRO la loro volontà se i loro tutori legali lo richiederanno e spesso quei tutori sono persone ansiose di ereditare o burocrati statali che se ne fregano del paziente…e, se sono di sinistra, potrebbero decidere di fare uccidere il paziente solo per far risparmiare soldi allo stato!
    E che dire dei medici che verranno OBBLIGATI ad uccidere e verranno puniti, magari radiati o incarcerati se si rifiuteranno?
    Resteranno solo medici disposti ad uccidere, che hanno tutti i mezzi e le conoscenze per uccidere i pazienti che…

  10. …che riterranno indegni di vivere, indipendentemente dalla volontà del paziente e indipendentemente dalla volontà dei suoi cari!
    Uccideranno IMPUNEMENTE (in modo attivo od omissivo) coloro che riterranno non degni di vivere o che, secondo loro, fanno spendere troppi soldi allo stato!
    In Belgio c’è una percentuale compresa dal 30% al 40% di eutanasie che non sono dichiarate alla commissione e che quindi sfuggono ad ogni controllo di legge: quei pazienti volevano veramente morire? Probabilmente no!
    In Belgio i pazienti possono essere uccisi con eutanasia alla prima diagnosi di Alzheimer o per una semplice depressione!
    Addirittura hanno messo sotto pressione genitori di figli disabili per convincerli a far praticare l’eutanasia al figlio/alla figlia.

  11. Purtroppo ogni pazzia parte da quei Paesi (Belgio e olanda in cima) dove il protestantesimo da secoli ha nutrito di errori le anime. Non è per caso che proprio in questi Paesi germanici nasca il nazismo e non è ancora morto, solo trasformato. Purtroppo questi Paesi calvinisti di stirpe, sono il cavallo di troia per far passare ogni orrore nel resto d’Europa, abbiamo visto il divorzio, l’aborto, le unioni tra pervertiti, l’eutanasia, nascere li, perchè i protestanti odiano la vita, il corpo, l’uomo come immagine di Dio, infatti i calvinisti non hanno immagini sacre. Tutto questo macello morale parte dall’eresia protestante iniziata con Lutero, quel Lutero che tanto ama il vescovo di Roma. E c’è chi ancora si affatica ad arrampicarsi sugli specchi per cercare dove questo vescovo non sia eretico.
    Chissà cosa dovrà ancora dire e fare per risvegliare questi zelanti rattoppatori di falle.

  12. Solo una precisazione: il progetto di eutanasia messo in atto dai nazisti si chiamava “Aktion T4” e non “Aktion T14” (come erroneamente indicato nel testo).

  13. Non Metuens Verbum

    Il signor Englaro è stato premiato (!) dalla parrocchia di Santa Tecla in Acireale e dal suo parroco Alfredo D’Anna.

  14. Ad ulteriore commento, oltre ai bellissimi che leggo (grazie a tutti, mi fate sentire un po’ meno solo), aggiungo l’eccellente intervento del giornalista Meotti de Il Foglio, che secondo me centrò in pieno il cuore del problema quando scrisse due anni fa: http://tinyurl.com/jaeg457 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su