IN MEMORIA DI PINO RAUTI – di Piero Vassallo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Piero Vassallo


rauti


 

L’antifascismo viscerale, che disturba e affligge la cultura italiana, ha abbassato una fra le più acute intelligenze politiche alla figura del militante criminalizzato e irrealizzato.

Pino Rauti, fu protagonista di voli suggeriti dall’intrepidezza pensante e di cadute causate dal desiderio di occupare lo spazio dell’avanguardia esausta e proibita.

Alimentata dall’opinione dell’ultimo Mussolini, secondo cui  il fascismo non aveva distrutto ma purificato il socialismo,  Rauti aveva condiviso le ragioni della rivolta globale contro il capitalismo.

D’altra parte Rauti aveva aggiornato le pagine della Rivolta contro il mondo moderno, nelle quali Julius Evola narrava la decrepitezza della plutocrazia neo babilonese, ruspante in America.

Affascinato dalla profezia annunciante la virtuosa povertà dei futuri aristocratici e il benessere dei lavoratori aveva concepito un audace progetto tradizional-progressista.

Alla rischiosa escursione nel campo delle sintesi sembra alludere il nome gramsciano, Ordine nuovo, attribuito alla sua rivista, che fu cassa di risonanza dell’estremismo antimoderno.

La sconfittadi Rauti ha il nome del fragile ponte, che, segretario del Msi a tempo scaduto, gettò tra gli ultimi sogni del passato fascista e il declinante futuro del socialismo, ormai indirizzata alla metamorfosi francofortese.

Il tradizional-modernismo di Rauti era tuttavia sostenuto da un’erudizione ingente e animato da una scrittura tanto facile quanto rapinosa.

Riassunto spigoloso delle diverse e contraddittorie aspirazioni nutrite dalla corrente missina dei figli del sole, il progetto di Rauti destò una vasta eco negli ambienti giovanili, insoddisfatti e delusi dal tran-tran missino.

La dignità del disegno rautiano è dimostrato dall’accanimento persecutorio indirizzato contro di lui dai poteri dello stato e dagli organi della disinformazione progressista.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su