LA DELITTUOSA GNOSI DEL NOVECENTO – di Piero Vassallo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Piero Vassallo

 

vedi anche la nota breve di Piero Vassallo, sullo stesso argomento, col link per richiedere il saggio di Don Ennio Innocenti

libro gnosi

 

Il sonno della ragione genera i mostri è il titolo di un disegno concepito dall’ispanico Francisco Goya, per rappresentare le tragedie generate dalla modernità in fuga dal senso comune e dalla filosofia perenne.

Se non che il Novecento ha oltrepassato le più fosche previsioni del geniale pittore. La sterminata biblioteca del delirio o mal franzese si è rovesciata nelle spaventose macellerie aperte sull’ultimo tratto della via modernorum, il tempo dei sacrifici umani agli idoli generati durante la corsa della ragione verso lutopia.

In un film dellorrore sfilano i fantasmi del pensiero capovolto: la greve materia e i fantasmi dellinconscio, la superstizione del profitto e la smania dello scialo, luguaglianza e lo strapotere totalitario, la sfrenata libertà e il campo di concentramento, il sesso facile e i suoi laidi capovolgimenti, il sogno americano e la lebbra nucleare, il lugubre totalitarismo sovietico e lallegro totalitarismo della dissoluzione, il passo delloca e il tip tap nellobitorio hollywoodiano, le V2 germaniche e le bolle speculative di Bernard Madoff.

Adesso la pietà del pensiero esige la capacità di vedere il rapporto di causa ed effetto che si è stabilito tra le allegre utopie e le sciagure del secolo sterminato. Il rigetto degli errori funesti, è un compito che esige unenorme erudizione filosofica, una perfetta conoscenza della storia e un rigore spietato.

Per sfuggire allo sguardo della medusa gnostica occorre non lasciarsi ingannare neppure dalle arti raffinate: la languida poesia, che occulta pensieri mortiferi nel patetico cinguettio dei passeri solitari; la drammaturgia coinvolgente, che mette in scena i gemiti dei personaggi in cerca dautore; la retorica perbenista professata dal cantore della discarica e dei ragazzi di vita.

Lemergenza dellinganno vuole che il cammino chirurgico della fede sia battuto senza esitazioni e pentimenti. Occorre chiudere la devastante parentesi della teologia che predica il contraffatto ecumenismo nelluniversità San Raffaele. Eindispensabile che il clero e il laicato cattolici si stacchino, senza rimpianto, dalla stupida melassa che li inchioda allascolto devoto dei dialoghi criptici fra gli arconti alati e i depressi gondolieri di Massimo Cacciari e/o degli oscuri fonemi di Vito Mancuso.

Il nichilismo è una malattia che esclude il ricorso alle pomate e agli impiastri pseudoecumenici. Il pensiero di Ennio Innocenti, il più autorevole studioso delle moderna malattie del pensiero, pertanto, fa camminare il Novecento gnostico e il Novecento dellaperturismo cattolico sul filo di un rasoio, che decapita le concessioni al sale dolce della teologia conciliante.

La gnosi spuria il 900″, ultimo e conclusivo libro della laboriosa collana, che ha impegnato lautore per la durata di un trentennio, è una guida ideale allesplorazione delle fonti velenose che hanno ispirato gli architetti delle fabbriche dellorrore consumato nel xx secolo (non senza colpevoli distrazioni, fraintendimenti e applausi della curva cattoprogressista).

Per scoprire la filigrana superstiziosa e oscurantista delle rispettate ideologie moderne non sono necessarie le luci della dietrologia e i suggerimenti dei servizi segreti: don Innocenti dimostra che basta la lettura dei testi.

Le scorribande arcaiche dei pensatori allavanguardia, i voli dellattualità da Hegel a Marcione, dalla psicoanalisi pseudomistica di Jung e Hillman ai soffiatori di carboni, dai francofortesi al buon selvaggio, sono applaudite e condivise dal pubblico di palato indulgente solo perché proposte dalla edulcorante e schermante divulgazione giornalistica.

La Cristianità è rimasta a bocca aperta di fronte davanti alle splendide vesti propagandistiche indossate dallempietà del pensiero.

Accecata dalla pubblicità e assordata dagli applausi, una folla di teologi superficiali e conformisti ha creduto di vedere la luce nella manifestazioni delloscurantismo dantiquariato.

Un frastornato uditore di Martin Heidegger, Karl Rahner, ha creduto di udire la voce dellindeclinabile novità nelle fumose chiacchiere intorno al frammento di Anassimandro.

Lanticaglia si è travestita da scintillante novità teologica. Trasportato da applausi e consensi attoniti, Rahner ha trasferito il suo umiliante abbaglio nelle aule del Concilio ecumenico Vaticano II, dove le tesi dedotte dal pensiero della Grecia arcaica e dalla cieca avversione al tomismo, hanno rischiato di trascinare la teologia cattolica nel gorgo nichilista.

Lopera di don Innocenti, 464 avvincenti pagine, dunque, è uno strumento indispensabile al qualunque studioso che desideri esplorare lenorme sottosuolo neognostico, soggiacente alledificio delle filosofie e delle arti che hanno ispirato e guidato le danze macabre del secolo sterminato.

Filosofie e arti che tuttora spargono i veleni della stupidità e del vizio grazie al sostegno dei poteri forti, gli stessi che praticano lalchimia finanziaria e il signoraggio al fine di umiliare i popoli e renderli schiavi del vizio. Un fatto recentemente confermato dallidentità dei promotori di un convegno tenuto a Singapore e finalizzato alla propaganda della sodomia quale nobile strumento del sistema antivitale: i potenti padroni della finanza strozzina, Giorgio Soros in testa,.

Pubblicato da un istituto ecclesiastico senza fini di lucro, il libro di don Ennio non è in commercio ma si può ottenere inviando una offerta alla Sacra Fraternitas Aurigarum in Urbe, Via Capitan Bavastro 136, 00154 Roma.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su