La normalizzazione gay va in onda in prima serata al game show di Gerry Scotti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Redazione

.

La normalizzazione LGBT va in onda in prima serata su Canale 5. Lo scorso 4 gennaio, protagonisti del popolare game show di Gerry Scotti The Wall, sono infatti stati Riccardo e Giuseppe, una coppia di uomini, uniti civilmente nel 2017 che, dopo aver rivelato la loro relazione, hanno ricevuto l’applauso di tutto lo studio, commentato così dal presentatore:

‘Ci fa piacere questo tributo che vi ha fatto il pubblico. Un grandissimo gesto di civiltà che ci fa piacere poter ospitare perché se no sembrava una discriminante, ma noi non ne abbiamo di nessun tipo. Ci fa molto piacere ospitarvi, siete belle ed eleganti’.

ALTRO TASSELLO

Alla fine la coppia non ha portato a casa nulla in termini di vincite, sbagliando le domande decisive del quiz, tuttavia con la loro presenza nella seguitissima fascia pre-serale e con il fragoroso tributo alla loro unione omosex ricevuto dallo studio si sono guadagnati la popolarità all’interno della comunità LGBT per aver posto un altro importante tassello al processo di normalizzazione delle unioni tra persone dello stesso sesso.

.

fonte: Osservatorio Gender – Famiglia Domani   

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

20 commenti su “La normalizzazione gay va in onda in prima serata al game show di Gerry Scotti”

  1. E pensare che una volta, prima che sicuramente glielo impedissero, Jerry Scotti mi piaceva quando chiudeva le trasmissioni dicendo “Che Dio ci benedica”…

  2. gerry scotti, un altro pagliaccio del Mainstream, fatto a suo tempo deputato da Craxi, e ora in servizio effettivo permanente presso la ditta berlusconi…Che porti soldi e audience, e gli omaggi – i suoi ‘piaceri’ – a tutte le perversioni sono funzionali allos dopo… Berlusconi e Mediaset, vadano all’inferno, come tutti gli altri, nessuna differenza……

  3. boicottiamo il riso scotti come la pasta barilla. Oggi l’unico che difende i valori del cristianesimo è Putin

    1. Concordo pienamente, del resto, mi sembra che Jerry abbia una relazione matrimoniale irregolare, e che tempo fa abbia chiesto che la Chiesa accettasse pubblicamente la cosa, o mi sbaglio? La salvezza dal moderno cesaropapismo satanico (Onu, Bergoglio, Ue) ci può arrivare solo dalla Russia e dagli stati ex comunisti suoi satelliti (Polonia, Ungheria); che il Signore dia loro la forza di abbattere il potere di satana che si è impossessato dei governi dell’Occidente e della ex Chiesa Cattolica, ridotta ad una grottesca parodia di sé stessa (opera del diavolo, scimmia di Dio, che Lo imita a rovescio)..

    1. Roberto. Berlusconi da tempo immemorabile ormai non è più il difensore della cristianità e della Legge morale naturale. Ha infatti imbarcato in Forza Italia una serie impressionante di politici atei e degni del peggiore Partito Radicale. Tanto è vero che quando si è trattato di votare leggi come le unioni civili ed altre ancora, Berlusconi ha dato libertà di coscienza e quindi di voto ad i suoi ed infatti così queste leggi sono passate grazie anche al contributo di Forza Italia…….Ed allora per chi votare ? Semplice. Per i tanto bistrattati Salvini e Meloni i quali con i loro partiti( pur con qualche eccezione di qualche onorevole ) che nella stragrande maggioranza dei loro onorevoli hanno difeso la famiglia, la vita, l’identità maschile e femminile, la legge morale naturale e la cristianità nelle votazioni nel Parlamento italiano e quello europeo. Carta canta , lo dicono le cifre alle votazioni parlamentari. Dai loro frutti li riconoscerete….Berlusconi ormai si richiama ai cattolici SOLO quando c’è da prendere voti…..

      1. Berlusconi sa che non potrà essere candidato a marzo e cercherà tutti i modi possibili perché dalle prossime elezioni non venga fuori un governo forte che duri 5 anni. Nemmeno di centrodestra. Perché lo sa che tra un lustro lui non sarà più da corsa. Votiamo Salvino e Meloni a palla, non votiamo il Berlusca.

      2. Ma, caro Nicola, questi si sono alleati tutti e tre. E per quanto io abbia simpatia per la Meloni, non mi sento di dare il voto a uno schieramento dove c’è un Silvio mostratosi ormai per quel che è. No no, la mia coscienza non me lo permette; ma poi, se andiamo a scavare, di questi ognuno ha le sue magagne e in.fin dei conti nessuno risponde alle mie esigenze, soprattutto di ordine morale. Come ho già detto in un mio precedente commento, credo che non voterò per nessuno. Ma davvero, se mi di presentasse un personaggio della levatura di Putin, gli darei la mia fiducia.
        Tuttavia, sappiamo sempre, cari amici, che non si può mai confidare pienamente negli uomini, ma solamente in Dio

        1. Un voto non dato è un voto regalato alla sinistra ed ai 5 stelle. Se tutti quelli come noi (che sanno cosa è la sinistra ed i radicali grillini nonché i partitini dell’ultra sinistra) si astenessero, daremmo campo libero a loro cara Tonietta. Meloni e Salvini non sono perfetti ma di meglio non c’è. NON ASTENIAMOCI.

  4. Lo sdoganamento televisivo furbo sull’ omosessualità è cominciato prima rispetto a questa trasmissione. É cominciato circa un mese fa alla trasmissione Boom ! su canale 9 , sotto la regia del conduttore Max Giusti che ha ” normalizzato” una coppia convivente omosessuale maschile attraverso parole carine di approvazione trattandoli con normalità al pari di una coppia uomo donna . Non solo ,ma lo sdoganamento è avvenuto anche attraverso i due amici della coppia omosessuale ( una coppia uomo donna) che li ha invitati ad unirsi a loro nella partecipazione alla trasmissione ( concorrono alla vittoria nella trasmissione 2 squadre che competono tra loro , composte da 4 persone) . A questo punto la strada è aperta e quindi aspettiamoci altre trasmissioni con coppie omo composte anche da due donne. Il maligno ha una fantasia…..

  5. Che lo show business sia strumento di satana non lo scopriamo certo ora. E che CHIUNQUE collabora con esso (in QUALSIASI maniera) si renda complice di satana, altrettanto. Nessuna illusione. È ora di fare scelte precise e definitive. E temo che, ormai, anche solo accendere la TV sia peccato mortale. Meglio non averla affatto.

  6. Solo due settimane prima era a presentare il “Concerto di Natale in Vaticano”. Sarà stato lì che ha imparato che “gay è bello”.

    Comunque… Non si può certo pretendere da Gerry Scotti e da canale5 più di quanto ci si dovrebbe attendere dalla Santa Sede.

    Senza scomodare il marcantonio nudo in posa erotica nel presepio, senza fare i nomi dei Mons. Paglia, Viganò, Ricca.. del segretario del Card. Coccopalmerio Mons. Capozzi e dei festini gay a base di cocaina al Palazzo dell’ex Sant’Uffizio… o di P. James Martin, consulente della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede…

    Senza notare tutto questo, basta vedere le immagini dell’accoglienza riservata dal Papa, Segreteria di Stato e Prefettura della Casa Pontificia alla coppia gay Xavier Bettel, Primo Ministro del Lussemburgo, e “suo marito” Gauthier Destenay in marzo…

    Gerry Scotti, a confronto, è un dilettante.

    1. Concordo pienamente con Nicola e contemporaneamente vorrei precisare (per catholicus) che la Chiesa è sempre una, cattolica, apostolica, romana e x conseguenza non può né potrà mai diventare ex: Evidentemente è la gerarchia che non è più cattolica ma ex. B sera a tutti. Christus vincit!

      1. Si, è vero, intendevo la gerarchia attuale, che però si spaccia per la vera Chiesa Cattolica. Quest’ultima, a mio, avviso, è nella diaspora, oscurata ed eclissata dalla banda di malfattori che dal 1958 si è impossessata del timone della barca di Pietro, facendo di tutto per farla naufragare sugli scogli dell’apostasia, dell’ecumenismo suicida, del filoliteranesimo, del filocomunismo. Il bello, o meglio il brutto, è che questi malfattori sembrano godere di forti appoggi, di origine preternaturale (cioè diabolica), ma alla fine soccomberanno alla forza del soprannaturale, dell’Altissimo, che invierà l’Immacolata a fare piazza pulita di tutti loro (ricordate cosa disse San Massimiliano Kolbe? “L’ecumenismo è nemico dell’Immacolata”, e san Pio X “L’ecumenismo è l’anticamera dell’ateismo”.

  7. normanno Malaguti

    Rivoltante, schifoso, dannante!
    Come i cartelli che siamo costretti a vedere per le strade, senza più un’ombra di pudore, per adulti e piccini!
    Ci salvi il Cuore Immacolato di Maria!

  8. Il paffuto presentATTORE che concludeva col suo bel “che Dio vi benedica” ha pestato una bella cacca… A questo punto, siamo noi, suoi attoniti spettatori, a pregare il Signore che gli metta una mano sulla testa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su