L’America ora è il più grande paradiso fiscale al mondo. Lo sapevi? – di Marcello Foa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Marcello Foa

.

zzzzprdsfsclBreve riepilogo. Da alcuni anni le grandi organizzazioni internazionali come l’OCSE, dietro impulso soprattutto degli Stati Uniti, hanno condotto una campagna per eliminare i paradisi fiscali nel mondo. E ci sono riusciti: anche la Svizzera, come noto, ha ceduto e dal 1° gennaio 2017 non sarà più possibile tenere conti segreti nella Confederazione elvetica.

Ha vinto l’Ocse, ha vinto l’America. Con un piccolo significativo dettaglio: le regole sulla trasparenza fiscale valgono per tutti ma… non per gli Stati Uniti.

Come spiega oggi il Corriere del Ticino

“solo quattro Paesi hanno rifiutato le norme. I primi tre sono il Bahrein, l’isoletta della Micronesia Nauru con i suoi 10 mila abitanti, l’altra isoletta di Vanuatu nel Pacifico meridionale. Il quarto – sembra incredibile ma è la realtà – è la nazione più potente del mondo: gli Stati Uniti d’America”.

E ancora:

Tra i casinò di Reno, in Nevada, ecco spuntare anche il trust nuovo di zecca di Rothschild, che sta trasferendo le fortune dei suoi facoltosi clienti dai paradisi offshore in declino come le Bermuda – soggetti alle nuove regole sullo scambio di informazioni – a quelli emergenti come il Nevada, escluso dalle norme sulla disclosure. Sì perché, come ammette tranquillamente il managing director di Rotschild Andrew Penney, «gli Stati Uniti sono il più grande paradiso fiscale al mondo».

Dunque:

Gli Stati Uniti sono la nuova terra promessa del segreto. Una meta imperdibile, come ha candidamente spiegato in una e-mail Bolton Global Capital, studio di consulenza finanziaria di Boston. Se un ricco messicano apre un conto corrente negli USA usando una società delle Isole Vergini Britanniche, al Governo di quest’ultimo Stato verrà comunicato solo il nome della società. Quindi le autorità messicane non sapranno mai chi è il vero intestatario del conto, perché le Isole Vergini trasmetteranno sì le informazioni sul conto, ma comunicando solo il nome della società. Un meccanismo praticamente perfetto.

Così, tanto per chiarire come si governa il mondo.

God Bless America!

Puoi seguirmi anche su Facebook (clicca qui!) e su twitter @MarcelloFoa

.

fonte: Il Giornale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

1 commento su “L’America ora è il più grande paradiso fiscale al mondo. Lo sapevi? – di Marcello Foa”

  1. Silvia Elena Masetti

    Il superconsumista consumatore nordamericano è consumato dai debiti, non ha soldi per consumare come ai bei tempi e per illuderlo di essere ancora superamericano (poveri cubani! ) consegna i risparmi alla Banca direttamente, forse credendo che sia nell’insieme dell’economia statunitense, invece gli economisti sono complici del sistema e non dicono la verità: gli Stati Uniti come Cuba , nessuna industria e solo servizi: camerieri, infermieri, venditori Molto economico! A che serve studiare tanto la colpa è della Cina, e gratis. A furia di delocalizzare le imprese i finanzieri corrotti delocalizzano i soldi e vivono degli interessi dei debiti. Chi osa pestare i piedi a questi controllori? Un tradimento: il capitalismo fa soldi vendendo l’economia e le persone dipendenti dalla medesima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su