L’angolo di Gilbert K. Chesterton – Grandezza e attualità di uno scrittore cattolico – rubrica quindicinale di Fabio Trevisan

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

.

1° giugno 2017

.

IN DIFESA DELLA VITA

= = = = = = = = =     

di Fabio Trevisan

.

“Meglio un’ora, e poter piangere e combattere, piuttosto che questo infinito vuoto a misurare l’impero della notte”

.

.

Forse non tutti sanno che in età giovanile Gilbert Keith Chesterton (1874-1936) scrisse una poesia in difesa della vita umana (“By the babe unborn”). Prima del 1900 il grande saggista, romanziere e poeta inglese aveva dovuto fare i conti con l’eugenetica, ossia con il tentativo ideologico (supportato da pretese scientifiche) di determinare il controllo delle nascite. Erano i tempi in cui le teorie maltusiane si intrecciavano con l’evoluzionismo darwinista e le istanze del superuomo, costituendo una miscela esplosiva che lo stesso Chesterton denunciò con vigore e coraggio in opere come “Eugenetica e altri mali”, scritta precedentemente alla prima guerra mondiale e in innumerevoli articoli apparsi su riviste e giornali dell’epoca. Nella traduzione di Annalisa Teggi (che ha pure tradotto il poema epico “La ballata del cavallo bianco” del 1911) invito alla riflessione, collocandomi, come fece Chesterton, dalla parte del bambino non nato.

.

Dal bambino non nato

.

Se ci fossero alti tronchi d’albero e ciuffi d’erba bassa,

come nella fantasia di certe fiabe,

e se più oltre si scorgesse a tratti un mare blu

a rompere la pallida linea dell’orizzonte,

se ci fosse una palla di fuoco appesa in aria

a riscaldarmi durante il giorno,

e se una folta chioma verde ondeggiasse sulle valli,

là saprei cosa fare.

Me ne sto nel buio: sognando che esistano

grandi occhi severi o gentili,

e strade storte e porte silenziose,

e uomini vivi dietro ad esse.

Che venga la bufera: meglio un’ora,

e poter piangere e combattere,

piuttosto che questo infinito vuoto

a misurare l’impero della notte.

Penso che se mi permettessero

di stare in quel mondo

sarei buono per un tempo pari

a questo lungo giorno nel regno delle fate.

Non udrebbero da me una sola parola

di egoismo o disprezzo,

se solo riuscissi a trovare la porta,

se solo nascessi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

4 commenti su “L’angolo di Gilbert K. Chesterton – Grandezza e attualità di uno scrittore cattolico – rubrica quindicinale di Fabio Trevisan”

  1. Dal suo limbo, lungo giorno nel regno delle fate, risuona straziante il lamento di questo povero bimbo non nato e tristezza infinita è quella porta che non si trova e quell’offrire il suo silenzio per non disturbare, pur di vivere. Ma come possono disturbare i suoi occhi innocenti in cui splende lo sguardo di Dio? Come possono disturbare le sue manine che si appoggiano sul seno di sua madre mentre ne succhia il latte? E tutto il suo esserino in cui è impressa la meravigliosa bellezza della creazione e del suo Creatore? “Non udrebbero da me una sola parola di egoismo o disprezzo”, dice timidamente, nonostante tutto, nonostante che gli sia stato negato il mondo, che gli sia stata negata la vita: e come si fa a non piangere pensando che questa immane tragedia si ripete continuamente senza che chi dovrebbe alzi potente la voce denunciando l’enorme peccato?

  2. normanno Malaguti

    Sublime e straziante e, ahinoi, più che mai attuale. Gridiamo le parole del grande Chsterton, noi che siamo, vilmente, restati senza parole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su