L’ARCIVESCOVO DI BALTIMORA: “NEGLI STATI UNITI STA TORNANDO UN’INTOLLERANZA ANTICATTOLICA”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

fonte: Zenit, agenzia di notizie

 

ROMA, giovedì, 28 giugno 2012

 

 

Debutto questa mattina a Roma all’Associazione della Stampa Estera per il nuovo Osservatorio della Libertà Religiosa istituito dal Ministero degli Esteri in collaborazione con Roma Capitale.

Il coordinatore dell’Osservatorio, il sociologo torinese Massimo Introvigne, ha presentato la nuova istituzione e ha introdotto l’arcivescovo di Baltimora, William Lori, che è intervenuto sulle minacce alla libertà religiosa e ai diritti dei cristiani in Occidente.

“Può sembrare strano – ha detto Introvigne – che non partiamo dall’Africa o dall’Asia, di cui peraltro ci occuperemo ben presto, ma dall’Occidente e dagli Stati Uniti. Certamente l’Osservatorio non vuole interferire negli affari interni di alcun Paese. Ma vuole promuovere una seria meditazione sul fatto che la religione, e in particolare i cristiani, sono discriminati e vittime di episodi d’intolleranza anche nei Paesi occidentali”.

chdev“Negli Stati Uniti – ha detto monsignor Lori – c’è una vecchia tradizione di anticattolicesimo, storicamente superata con grandi sforzi grazie in particolare a un mio predecessore come arcivescovo di Baltimora, il cardinale James Gibbons (1834-1921). Ma ora questo anticattolicesimo ritorna. La Chiesa dà fastidio per il suo continuo richiamo al bene comune e ai diritti inviolabili della vita e della famiglia”.

L’arcivescovo ha denunciato le parti della riforma sanitaria del governo Obama che impongono anche a istituzioni della Chiesa di finanziare l’aborto e la contraccezione dei loro dipendenti, con un’eccezione solo per le “chiese” definite in modo “estremamente restrittivo”.

“Con questo – ha affermato l’arcivescovo – si vogliono espellere le Chiese da vasti campi della sanità e dell’assistenza. Ci stanno imponendo la scelta fra restare nelle sagrestie e fare qualcosa di contrario alla nostra coscienza”.

“La libertà religiosa – ha detto Introvigne – non è solo libertà di culto nel weekend. È libertà di comportarsi da persone religiose tutta la settimana, senza essere costretti su temi come la vita e la famiglia a comportamenti contrari alla propria fede. Senza paragonare questi episodi di discriminazione alle stragi di cristiani in Nigeria e altrove, dobbiamo ammettere che l’intolleranza e la discriminazione ci sono oggi anche in Occidente”.

“La riforma sanitaria Obama – ha concluso monsignor Lori – è solo la punta di un iceberg. Stiamo perdendo qualche cosa di fondamentale, la passione americana per la libertà religiosa. E questo succede anche in altri Paesi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su