Lega cattolica per la preghiera di riparazione. Notizie, avvisi e una lettura di formazione di Don Marino Neri sulla devozione riparatrice dei cinque sabati per il Cuore Immacolato di Maria

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

logodef

.

Gentili amici, questa settimana richiamiamo l’attenzione su un nuovo e importante impegno di preghiera, da assolvere a partire da dopodomani, sabato 6 giugno: la devozione riparatrice dei cinque sabati per il Cuore Immacolato di Maria. Su questa preghiera abbiamo già pubblicato un articolo (CLICCA QUI) su Riscossa Cristiana. In particolare, iniziando questa fruttuosa devozione da sabato 6 giugno, la concluderemo sabato 3 ottobre. Il giorno successivo, domenica 4 ottobre, si aprirà a Roma il Sinodo ordinario sulla famiglia, per il quale sappiamo quanto sia necessario pregare. Quale lettura di formazione proponiamo un articolo in cui Don Marino Neri ci guida alla conoscenza e alla pratica di questa devozione, per troppo tempo dimenticata.

.

NOTIZIE E AVVISI

– Nella chiesa di Incugnate, frazione di Truccazzano (MI), Venerdì 19 giugno, alle 20.30, S. Messa votiva al Sacro Cuore, seguita dall’Adorazione. Incugnate si raggiunge da Pozzuolo Martesana o da Truccazzano, con la strada provinciale 137. Per informazioni: Samuele Segneri, mail segneri.samuele@gmail.com

– Ogni primo venerdì del mese, nella parrocchia di Linarolo (Pavia), alle 16.30 si tengono la recita del Santo Rosario di riparazione e delle Litanie, e alle 17.00 la celebrazione della Messa in rito romano antico secondo le intenzioni della Lega per la preghiera di riparazione.

– Ogni venerdì un gruppo di fedeli si ritrova per la preghiera a Firenze, alle 18.30, nell’Oratorio di S. Francesco Poverino.

– Ogni venerdì un gruppo di fedeli si ritrova per la preghiera a Cremona. Per informazioni: Mauro Faverzani  – mauro.faverzani@gmail.com

– Ogni primo venerdì del mese viene celebrata la Santa Messa in rito antico alle 19.30 a Modena nella parrocchia dello Spirito Santo in via Fratelli Rosselli. Vi partecipano alcuni aderenti alla Lega di riparazione  secondo le intenzioni proposte dalla nostra iniziativa. Ricordiamo che nella medesima chiesa viene celebrata ogni domenica alle 17 la S. Messa (dal 2007) e, a richiesta, anche gli altri sacramenti.

– Se altri sacerdoti fossero disposti a fare lo stesso nella zona in cui operano, ce lo facciano sapere e provvederemo a darne comunicazione.

– Ricordiamo che è possibile anche il semplice incontro tra laici che preghino secondo le intenzioni della Lega come già indicato. Anche in questo caso, sarebbe utile segnalarcelo in modo da poterne dare comunicazione. Rimane il fatto che lo strumento più efficace per la diffusione è il passaparola, che sarebbe meglio chiamare apostolato.

– Nei limiti delle nostre forze, siamo a disposizione per incontrare gli amici che intendono impegnarsi in questa impresa. Per questo, si faccia riferimento all’indirizzo di posta elettronica della Lega di riparazione, legariparazione@email.it , e troveremo il modo e il tempo per farlo.

.

Paolo Deotto – Alessandro Gnocchi

Sia lodato Gesù Cristo 

zzzzMdFtm

.

La devozione riparatrice dei cinque sabati per il Cuore Immacolato di Maria 

di Don Marino Neri

.

La Madonna di Fatima, apparendo il 13 giugno 1917 a Lucia dos Santos, le disse: «Gesù vuole servirsi di te per farmi conoscere e amare. Egli vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato». E il 10 dicembre 1925 la Vergine riapparve a Lucia, insieme a Gesù Bambino, con un nuovo messaggio: «A tutti coloro che per cinque mesi, al primo sabato, si confesseranno, riceveranno la santa Comunione, reciteranno il Rosario e mi faranno compagnia per quindici minuti meditando i Misteri, con l’intenzione di offrirmi riparazioni, prometto di assisterli nell’ora della morte con tutte le grazie necessarie alla salvezza». Se tutti ben conoscono, per antica tradizione, la Grande promessa del S. Cuore di Gesù fatta a S. Margherita Maria Alacocque, questa di Fatima può certamente chiamarsi la Grande promessa del Cuore Immacolato di Maria.

Il primo novembre 1927, Lucia scrisse a Dona Maria Filomena Morais de Miranda, sua madrina alla Cresima:

“(…) Non so se conosci già la devozione riparatrice dei cinque sabati per il Cuore Immacolato di Maria. Dato che è recente, vorrei consigliarti di praticarla, perché è richiesta dalla Nostra Cara Madre Divina e Gesù ha manifestato il suo desiderio affinché venisse praticata. Inoltre, mi sembra che faresti bene, cara madrina, non solo a conoscerla ed a dare a Gesù la consolazione di praticarla, ma anche a farla conoscere e praticare da tanta altre persone. […] Essa consiste in questo: durante cinque mesi, nei primi Sabati, devi ricevere Gesù in Comunione, recitare un Rosario, fare compagnia alla Madonna per quindici minuti mentre mediti sui misteri del Rosario1 e confessarti. Questa confessione può essere fatta qualche giorno prima, e se in questa confessione precedente hai dimenticato la (richiesta) intenzione, si può offrire la confessione seguente per quest’intenzione, fermo restando che il primo Sabato la persona riceva la Santa Comunione in uno stato di grazia, con l’intenzione di compiere riparazione per le offese contro la Santissima Vergine, e che affliggono il Suo Cuore Immacolato. […] Io credo, mia cara madrina, che siamo fortunate ad essere in grado di dare alla Nostra Cara Madre Celeste questa prova d’amore, perché sappiamo che Ella desidera che gliela si offra. Per quanto mi riguarda, giuro che non mi sento mai così felice come quando si appresta il primo Sabato. Non è vero forse che la nostra felicità più grande è quella di appartenere interamente a Gesù e Maria, ed amarli, solo ed unicamente Loro, senza riserva? Lo vediamo così chiaramente nelle vite dei santi… Essi erano felici perché amavano, mia cara madrina, e noi dobbiamo cercare di amare come hanno fatto loro, non solo per avere Gesù, che è la cosa meno importante – perché se non l’avremo qui in terra, Lo avremo in cielo – ma per dare a Gesù e Maria la consolazione di essere amati… e che in cambio di questo amore Essi siano in grado di salvare tante anime. Addio, mia cara madrina, vi abbraccio nei santi Cuori di Gesù e Maria.”

Pertanto, in sintesi, per praticare la fruttuosa devozione dei primi cinque sabati del mese in onore del Cuore Immacolato di Maria, occorre:

1 – Confessione, fatta entro gli otto giorni precedenti o successivi, con l’intenzione di riparare le offese fatte al Cuore Immacolato di Maria. Se uno nella confessione si dimentica di fare tale intenzione, può formularla nella confessione seguente.

2 – Comunione, fatta in grazia di Dio con la stessa intenzione della confessione.

3 – La Comunione deve essere fatta nel primo sabato del mese.

4 – La Confessione e la Comunione devono ripetersi per cinque mesi consecutivi, senza interruzione, altrimenti si deve ricominciare da capo.

5 – Recitare la corona del Rosario, almeno la terza parte, con la stessa intenzione della confessione (cioè o i Misteri gaudiosi, o quelli dolorosi o gloriosi).

6 – Meditazione, per un quarto d’ora fare compagnia alla SS.ma Vergine meditando sui misteri del Rosario.

Un confessore di Lucia le chiese il perché del numero cinque. Lei lo chiese a Gesù, il quale le rispose: “Si tratta di riparare le cinque offese dirette al Cuore Immacolato di Maria:

  • Le bestemmie contro la sua Immacolata Concezione.
  • Contro la sua Verginità.
  • Contro la sua Maternità divina e il rifiuto di riconoscerla come Madre degli uomini.
  • L’opera di coloro che pubblicamente infondono nel cuore dei piccoli l’indifferenza, il disprezzo e perfino l’odio contro questa Madre Immacolata.
  • L’opera di coloro che la offendono direttamente nelle sue immagini sacre.

Adveniat Regnum tuum, Domine, adveniat per Mariam

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

7 commenti su “Lega cattolica per la preghiera di riparazione. Notizie, avvisi e una lettura di formazione di Don Marino Neri sulla devozione riparatrice dei cinque sabati per il Cuore Immacolato di Maria”

  1. Caro Diego, se vuole può contattarmi su questo indirizzo e-mail provvisorio : quotanovanta@yopmail.com . Inserisca pure il suo indirizzo e-mail privato, così potrò mettermi in contatto privatamente con lei. Grazie di nuovo per la sua fiducia ed amicizia

  2. “…ma per dare a Gesù e Maria la consolazione di essere amati… e che in cambio di questo
    amore Essi siano in grado di salvare tante anime. Addio, mia cara madrina, vi abbraccio nei
    santi Cuori di Gesù e Maria.”
    Che meraviglia questa spiegazione di Lucia!!
    Gesù e Maria sentono il “bisogno” di essere amati da noi!!
    Anche a S. Faustina lo dice Gesù!!
    Non è straordinariamente commovente questa Loro vicinanza umana, questo
    loro forte grande tenero amore per noi?
    Cerchiamo di non deluderLi!!

  3. Sono sempre più convinto che al Sinodo non accadrà apparentemente nulla di preoccupante. Avete sentito il dietrofront del card. Kasper? Hanno in mente qualcosa, aspettano qualcosa, sanno che la tempistica è sbagliata MA al momento opportuno torneranno proprio come il loro padrone fece con con Gesù! Intanto si accontentano di aver seminato zizzania e aver in qualche modo orientato la mente dei più deboli e fuorviati. Torneranno alla carica, se Dio lo permetterà. Comincio a pensare che in realtà sia stato sin dall’inizio SOLO questo il loro scopo: seminare zizzania, legittimare velatamente il vizio, diffondere messaggi ambigui e aspettare che vengano recepiti e diffusi da coloro che, anche inconsapevolmente e incautamente, li hanno accolti. Come qualcuno ha già detto, il fatto stesso di aver messo in discussione la dottrina è stato più che sufficiente! La semina dell’errore è di fatto AVVENUTA e, purtroppo, i frutti con tutta probabilità ci saranno. Il vero cavallo di Troia che vogliono usare è il Giubileo della Misericordia!

  4. Un sentito grazie, alla lega di riparazione, per offrire a tutti noi cattolici l’opportunità di partecipare, nel nostro piccolo, ai preparativi per il glorioso ritorno del nostro Signore Gesù Cristo; mantenedo viva la tradizione che da millenni giuda l’umanità verso la vita eterna.
    Fulvio

  5. Ma l’intenzione di riparare le offese bisogna comunicarla al confessore, oppure dobbiamo esprimerla nel nostro cuore?

  6. Maria Cristina

    Io l’intenzione la comunico al mio confessore però penso che possa essere anche solo espressa mentalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su