L’Occidente non ha più né guide né difensori – di Francesco Alberoni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L’invasione degli islamici avviene nel disinteresse dell’Europa e degli Usa

di Francesco Alberoni

.

zzzztrrrstIl Papa e il presidente Mattarella dicono che c’è una Terza guerra mondiale. No, sbagliano, non c’è nessuna Terza guerra mondiale.

Quello che è in atto è l’invasione dell’Europa da parte di popolazioni asiatiche ed africane. Un’Europa che non si difende e non le respinge, anzi le accoglie e le aiuta. I problemi nasceranno e diventeranno più gravi domani, quando queste popolazioni saranno aumentate enormemente e avranno dato luogo a nuove configurazioni e a nuovi conflitti etnici, religiosi e politici. Ma per ora né i governanti né gli intellettuali né i giornalisti europei se ne preoccupano.

No, non c’è una Terza guerra mondiale. C’è una invasione dell’Europa che avviene perché non c’è più il mondo libero e non c’è più una guida del mondo libero. Gli europei credevano sinceramente nel mondo libero e hanno lasciato volentieri agli Usa il compito di guidarlo e di difenderlo. Ma dopo la fine dell’Urss gli americani anziché creare una grande alleanza che comprendesse Europa e Russia, hanno rotto con il Cremlino e si sono appoggiati ai Paesi islamici.

Tutto è cominciato quando hanno armato i mujaheddin afghani contro i russi, poi hanno combattuto i regimi filorussi di Hussein, di Gheddafi e di Assad lasciando il campo libero alla Turchia, all’Arabia Saudita e al Califfato tanto in Medio Oriente come nel Nordafrica. Ed ora consentono che una organizzazione potentissima recluti e trasporti milioni di asiatici e di africani musulmani per portarli in Europa.

Il mondo libero non ha più una guida. Non costituiscono più una guida gli Usa che hanno tradito l’Europa, si sono posti in competizione con la Russia e pensano solo a fare affari con gli islamici. Non lo sono i leader europei compreso Renzi, che sembrano storditi, instupiditi, incapaci perfino di capire cosa succede. Non lo è la Germania, preoccupata solo di recuperare i crediti greci e di impadronirsi dei suoi porti e delle sue isole. Non lo è più nemmeno la Chiesa che ha un Papa anticapitalista e terzomondista favorevole all’invasione afro-islamica dell’Europa.

.

fonte: Il Giornale 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

21 commenti su “L’Occidente non ha più né guide né difensori – di Francesco Alberoni”

  1. Abbiamo seguito gli Usa, negli ultimi vent’anni, in guerre inutili, il cui scopo era solo quello di accontentare interessi particolari di lobby o regolare conti in sospeso. Gli Usa fanno il buono e il cattivo tempo, grazie all’ignavia e alla incapacita’ di noi europei, che subiamo tutte le conseguenze di decisioni errate prese oltreoceano. La verita’ e’ che la guerra fredda non e’ mai finita e l’atteggiamento rancoroso, degli Usa, nei confronti della Russia, mai sopito. Una societa’ individualista produce indifferenza e l’indifferenza favorisce una classe politica incapace ad affrontare la gravita’ del momento. Nell’ignavia generale si erge prepotente la voce del vescovo di Roma, che invece di porre chiarezza su situazioni conflittuali, si esprime per slogan, aggiungendo caos al caos. L’ultima esternazione appare chiara: “non accogliere i migranti e’ un crimine contro l’umanita’”. Mi chiedo se l’elezione di un tale Bergoglio non sia stata, essa stessa, un “crimine contro l’umanita’”

  2. Federico Fontanini

    Ho visto ora il film di Martinelli 11 settembre 1683 sul beato Marco di Aviano e la battaglia di Vienna con la sconfitta degli Ottomani. Allora si combatteva in nome di Dio e della difesa della civiltà cristiana. Oggi la conquista dell”Europa avviene nel nostro più completo menefreghismo. Quando le chiese saranno bruciate e il sangue scorrerà per le strade forse ci sveglieremo? Spero di sbagliarmi e che non si arrivi a tanto ma il timore è fondato.

    1. Quando le chiese saranno bruciate o trasformate in moschee, vescovi e preti si recicleranno in imam … non hanno la Fede, Lei crede che vorranno morire per essa? Io ne dubito.

  3. Enzo Ricciardi

    Queste amare riflessioni, mi sgomentano, perché sono anche mie. Siamo allo sbando. Che il Signore abbia pietà di noi. La maggior parte delle persone, sono all’oscuro e vivono come pecore che vanno al macello. Alcuni, con i quali si scambia qualche opinione, ti guardano quasi come uno svitato. Chi è al timone, si perde in utopiche illusioni, perdendo di vista gli scogli.

  4. Gli interessi che muovono la politica, sia degli USA, sia della UE nelle sue varie e apparenti ramificazioni aspettano la loro piena manifestazione. Per ora si possono fare solo supposizioni delle più svahriate tendenze e quindi non mi soffermo. Come cattolica, invece, mi sorprende (?), mi rattrista (?), o meglio, diciamo tutta la verità, mi disgusta il comportamento di colui che nostro Signore ha dato come guida sicura per tutta la Cristianità. Che dire? È come sentirsi orfani e ancora piccoli, soldati in battaglia senza comandante. Credo che veramente Dio ci abbia voluto punire. Mi costa molto scrivere queste considerazioni su colui che per i cattolici riveste una sacralità senza eguali sulla terra e vorrei, vorrei tanto sbagliarmi ma tutto sembra far convergere a un “giudizio” in tale direzione.

    1. Concordo pienamente con lei, Lia; è da tempo che ho dovuto fare questa amara considerazione, in ciò supportato da una lunga ed approfondita analisi storico-critica del modernismo cattolico dalle sue origini (Pio IX) a tutt’oggi, e non c’è possibilità alcuna di smentita. Quindi inutile impantanarsi su inutili slogan sessantottini (che ormai annoiano anche le pietre) o sul mito della falsa obbedienza, imposta da una combriccola d’ipocriti ingannatori ad un popolo bue destinato al macello. Chi può intendere si allontani da loro, li lasci andare da soli dove hanno scelto di andare.

  5. Con poche, semplici parole Alberoni riesce a definire il quadro strategico in maniera mirabile.
    Forse proprio nessuno poteva farlo come lo fa lui. E’ il suo mestiere, certo, ma è anche vero che egli ha percorso tutti gli ultimi cinquant’anni vivendoli dal di dentro. Da Trento ’68 in poi ha studiato sempre sul campo, sporcandosi le mani, come si dice.
    Non è mai stato organico a nessuno e oggi il suo pensiero appare libero come pochi. Onore a te, rettore; ti chiamavamo così’.

    1. Gentile Alberto, anche lei con “poche parole definisce” in
      maniera eccellente Alberoni e il suo articolo.
      Non posso che ringraziare Alberoni, lei e TUTTI gli altri
      commentatori.
      La conclusione che traggo io, è che la situazione è a dir
      poco tragica, allarmante.
      Se non fossi molto credente direi che è una situazione
      senza speranza, e questa sarebbe una dichiarazione
      blasfema.
      Dico quindi che spero in LUI, NEL SUO INTERVENTO.
      Perché umanamente credo che non ci sia più nulla da
      fare.

  6. Piero Vassallo

    nessuno si oppone seriamente alla “pacifica” invasione islamica – la difesa della nostra identità è affidata a un governo costituito da pecore matte – il delirio “ecumenico” ha stordito perfino la gerarchia cattolica – la politica italiana mette in scena dilettanti allo sbaraglio – spaventa l’intrepidezza “ecumenica” della signora Boldrini, che promette un futuro islamico agli italiani, e sorge la domanda: la presidentessa della camera conosce la dottrina maomettana? è al corrente della condizione femminile nei paesi islamici? o parla per procurare vento ecumenico alla sua autorevole lingua?

    1. ha ragione Sig. Vassallo, nessuno di oppone piu’ a questa invasione di Islamisti che abbiamo in Italia, non c’e’ piu’ sicurezza di niente, come ha scritto sembrerebbe che l’ ecumenismo partito dal clero lo hanno assorbito anche i governanti, che pensano solo a fare viaggi, e fare soldi, ma per la sicurezza dell’ Italia non gli importa niente, non si rendono contro di quello che veramente sta’ succedendo, e potrebbe succedere ancora di piu’ grave, per la sicurezza di chi ci governa, del clero e di tutti noi, insomma di tutta la popolazione, la Boldrini come tutti i potenti del resto, parlano per procurare vento ecumenico per la loro autorevole lingua.
      PACE E BENE

    2. Ma sì, se la Boldrini, … se la Signora Boldrini avrà ragione, fra le (poche) cose positive, ci sarà che la stessa Signora Boldrini sarà immediatamente rimossa e mandata a casa a tirar la pastasfoglia!

  7. Se questo “governo” di sciagurati “governerà” fino al 2018,dell’Italia cristiana e del popolo italiano rimarrà ben poca cosa.Bisognerebbe cambiare governo prima che la situazione diventi irreparabile…già si vede,nel malcontento degli italiani,i germi dello scontro sociale se non di una possibile guera civile.Il fatto dell’ivoriano diciottenne ospitato al Cara di Mineo che ha ucciso e derubato due coniugi anziani è gravissimo.
    Nella Costa d’Avorio non ci sono guerre da cui fuggire,quindi costui doveva essere subito rimpatriato e chissà quanti come lui non sono veri profughi.L’unico che parla chiaro (Salvini) viene subito tacciato dalla sinistra di essere uno sciacallo e di speculare sulle tragedie solo perchè
    denuncia la verità sacrosanta.Occorre augurarci che questo “governo” cada al più presto e si vada ad elezioni prima che mezza Africa si riversi in Italia.Nei piccoli comuni ormai ci sono più immigrati che abitanti…per di più i clandestini sputano anche nel piatto che gli si offre.

    1. Ho sempre letto e apprezzato i suoi interventi. Ha ragione nel dire che il problema principale e’ l’attuale governo, e ancor prima, aggiungo io, la rielezione di Napolitano. Il problema immigrati e’ europeo, ma l’atto di accusa, mosso alll’Europa, di non fare abbastanza , e’ un paravento per nascondere il deficit politico del governo. Purtroppo il caso citato fa notizia oggi, ma a breve sara’ gia’ dimenticato. Se invece le vittime fossero stati parenti di qualche politico a Montecitorio..

  8. Stiamo ormai scontando tutte le violenze, sopraffazioni e sfruttamento che il mondo occidentale ha perpetrato nei confronti del Sud del Mondo nei secoli scorsi. Invece di esportare lavoro il mondo occidentale ha preferito la connivenza con i regimi dittatoriali locali per una politica aggressiva ed egoista.
    Ora è la nemesi storica. Senza nemmeno usare le armi, i barconi riversano questi migranti sulle nostre coste, anzi sono le nostre navi di guerra che completano il loro lavoro…….la prossima fase sarà quando la situazione sarà fuori controllo e sarà il tempo della razzia e della violenza……
    E’ come essere in mezzo ai binari mentre il treno sta arrivando!

  9. Francesco Curridori su IlGiornale del 30/08/2015 ha pubblicato un’intervista al politologo Luttwak che dice le stesse cose dette da Alberoni, ma in modo molto più crudo e radicale:
    “L’Italia ha il Papa. E questo Papa ritiene che si debbano accogliere tutti. Del resto sin dall’inizio ha mandato il segnale sbagliato, quando fece il primo pellegrinaggio a Lampedusa…”
    I comunisti hanno sempre avuto il progetto di distruggere la società borghese, che oggi li aiuta. Gli americani non tollerano che l’Europa esista ancora ed abbia qualche simpatia per Russia e Cina. La Chiesa ha spesso parteggiato per gli invasori sperando di convertirli. Così si è creata una “santa alleanza” che nel giro di pochi anni ci porterà ad una tale disastro da farci rimpiangere le vecchie dittature. Ma sarà troppo tardi, con una gioventù drogata in cerca dello sballo rischiamo persino di preferire l’Islam al potere.

  10. massimo trevia

    caro riccardo,parlando molto chiaro,questi popoli ovviamente io non li avrei sfruttati,ma perché prima hanno cacciato gli europei e poi,invece di imparare a gestirsi,ora vengono in europa?inoltre,la maggior parte sono islamici e parlando dei nordafricani erano loro a venire a fare le razzie!noi (la francia per prima)abbiamo solo reagito!quindi,essendo che la loro miseria dipende molto dall’islam,che crea la non civiltà che da sempre crea,io dico di reagire,non di sentirsi in colpa!e come dimostra l’arroganza di questi africani,si meritano solo di essere messi sotto i tacchi!sono razzista?no:realista.e comunque ora ci dobbiamo salvare:anche a cannonate,se servisse!!!!! infatti sono islamici…per la maggior parte.

  11. Dopo il successo elettorale della Lega era prevedibile l’offensiva a tutto campo dell’ “arco costituzionale” , con l’appoggio della sedicente chiesa cattolica, contro Salvini e i suoi. E dopo Galantino, ecco Bergoglio a dar man forte con le sue minacciose sparate.
    Tieni duro, Salvini!

  12. Vittorio Deriu

    In quest’Europa scristianizzata e ormai allo sbando, il vuoto politico e morale è stato occupato dai sedicenti contestatori del ’68, che hanno preso il posto dei contestati (i cosiddetti “baroni”) nei più alti e ben retribuiti posti di comando della società attuale, diventando così i nuovi baroni che rispetto ai loro predecessori mancano il più delle volte di preparazione e di statura morale. Approfittando del menefreghismo o dell’apatia delle masse drogate da un fittizio benessere materiale e perciò preoccupate solo delle loro vacanze e dei loro cagnolini, questi cattivi maestri hanno consentito il dilagare di ideologie distruttive e amorali, lasciando campo libero all’invasione incontrollata degli islamici di tutte le fazioni, in ciò agevolati dalla resa incondizionata delle gerarchie ecclesiastiche orientate da un Papa che incoraggia il permessivismo in tutte le sue forme più deleterie. Non vorrei essere blasfemo, ma temo che il Padreterno si sia stancato di noi, abbandonandoci al nostro destino…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su