Luci da Oriente. Intervista all’ambasciatore russo Alexey Komov

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il valore del matrimonio è prima sociale o religioso? Ambedue. La famiglia è il fulcro centrale della società umana. La società si sviluppa grazie alla famiglia tradizionale. Se vi sono problemi in famiglia, come se manca la madre o il padre, vi sono problemi nella società. La famiglia felice crea una società felice”.

Redazione

.

Proponiamo all’attenzione dei lettori questa intervista che Alexey Komov, presidente del Congresso Mondiale delle Famiglie, Ambasciatore all’ONU, ha rilasciato al quotidiano L’Adige, prima di partecipare, sabato 15 u.s., al convegno di Rovereto su “Russia ed Europa, la sfida del terzo millennio

 .

Alexey-Komov_rovereto_intervistaPremessa: di cosa si occupa esattamente lei all’ONU?
Sono Presidente del Congresso Mondiale delle Famiglie e come tale sono Ambasciatore all’ONU dove mi batto per tutte le tematiche che riguardano la famiglia.

1) Parliamo di aborto in Russia e delle strategie del governo russo per limitare il fenomeno.
Abortire dopo le 12 settimane è praticamente vietato e vi è un periodo di attesa di 1-2 settimane prima di poter abortire. Durante questo periodo si aiuta la donna mediante medici e psicologi e le si spiega la gravità dell’atto che propone di compiere. La donna viene anche sostenuta moralmente e materialmente e le si offrono alternative. Inoltre già dall’autunno scorso la pubblicità dell’ aborto è vietata in Russia.

a) Quanti sono gli aborti ogni anno?
Venti anni fa almeno 4 Milioni ed oggi 1,5 Milioni. Queste cifre riguardano solamente gli aborti chirurgici. Per gli aborti farmacologici, che sono certamente molti, non vi sono statistiche ufficiali. Esiste anche un forte movimento Pro life fondato da Padre Dimitriy Smirnov che è anche mio padre spirituale. Indubbiamente gli aborti sono in diminuzione per via delle attività del Governo e del Movimento Pro Life ma soprattutto perché la gente, il popolo comprende, sempre di più che l’ aborto è un omicidio. Padre  Dimitriy era una voce isolata fino a 4-5 anni fa ora il suo Movimento è fortissimo ed attivissimo.

b) C’è una campagna di educazione sessuale nelle scuole russe?
No, ma vi sono stati continui tentativi dagli anni ’90 ed ancora vi sono da parte delle ricche lobby internazionali dell’UE, dell’ONU, NGO’s collegate ad IPP ed altre organizzazioni simili, ma quello che va sottolineato è che ogni volta che vi sono questi tentativi, vengono combattuti e bloccati dalla gente normale. Il popolo russo ne ha abbastanza di queste lobbies.

c) Esistono dei sistemi per aiutare le donne in difficoltà  per una gravidanza?
Assolutamente sì e Padre Maxim Obukhov è stato il primo ad organizzare il grande network di strutture di aiuto alle madri in gravidanza.

d) Politiche più restrittive sull’interruzione di gravidanza potrebbero portare alla pratica dell’aborto clandestino?
No, è sufficiente vedere l’esempio della Polonia e dell’Irlanda. Chi afferma il contrario fa solo propaganda abortista.

Ma vi è il fenomeno dell’aborto clandestino in Russia?
No, non credo, poichè l’aborto è ancora permesso

2) Parliamo di famiglia. Lei in alcuni interventi e interviste in Italia parla di famiglia “tradizionale” e si riferisce a valori cristiani per sostenere la sua posizione.
Dunque, secondo una recente indagine, 77% dei Russi crede in Dio, 69% è battezzata cristiano-ortodossa, 5% mussulmana e 4% altre religioni come Cattolici, protestanti, ebrei e buddisti. 90% dei Russi credono nella famiglia tradizionale. Quindi è il nostro popolo che è convinto dei valori della famiglia naturale.

a) Ci spiega meglio cosa intende per famiglia tradizionale?
L’unione di un uomo e di una donna in matrimonio.

b) Il valore del matrimonio è prima sociale o religioso?
Ambedue. La famiglia è il fulcro centrale della società umana. La società si sviluppa grazie alla famiglia tradizionale. Se vi sono problemi in famiglia, come se manca la madre o il padre, vi sono problemi nella società. La famiglia felice crea una società felice.

c) Quali sono le strategie del governo Russo per sostenere la famiglia tradizionale? Che aiuti si danno alle coppie che desiderano avere un figlio? Numerose misure. Circa 10.000 dollari USA per il secondo figlio, terre per le famiglie con più di tre figli. Il nostro Governo continua a sviluppare leggi e misure per supportare la famiglia naturale.

3) Il sentimento religioso oggi in Russia: dopo l’esperienza dello statalismo e della chiusura ad ogni forma di spiritualità religiosa come è cambiato e che tipo di influenza ha sulla vita sociale?
Per 70 anni un regime comunista ed ateo ha ucciso milioni di persone e centinaia di migliaia di cristiani ed altri religiosi sono stati uccisi, internati nei Gulag e perseguitati. Adesso testimoniamo una rinascita spirituale della Russia con più di 30.000 chiese, 600 nuovi Monasteri ed adesso costruiremo 200 nuove Chiese solo a Mosca e sono soprattutto i giovani che tornano alla Chiesa ed a Cristo. Tutto ciò ha avuto e sta avendo un impatto molto positivo nella società russa.

4) Omosessualità: ci può spiegare nel dettaglio la vostra posizione in merito?
Gli omosessuali, lo ha detto il Papa Francesco: non possono essere giudicati per questo loro modo di essere.
Bisogna saper dividere il peccato dal peccatore. Il peccato va sempre condannato ed il peccatore può essere perdonato. Dobbiamo seguire il Vangelo e non accettare compromessi.

a) Quanto è vasto il fenomeno in Russia?
Statistiche parlano di circa il 2%

b) In che modo l’omosessualità può essere un pericolo per la famiglia tradizionale?
La famiglia naturale è composta da un padre ed una madre ed i figli hanno bisogno di tutti e due. Se vi sono problemi nelle famiglia, vi sono problemi per i figli e per la società. Famiglia felice = società felice.

 .

fonte: Notizie Pro-Vita

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

11 commenti su “Luci da Oriente. Intervista all’ambasciatore russo Alexey Komov”

  1. ma bisogna sentirselo dire che la famiglia e’ il pilastro della societa’??? Bisogna rendere pubblco che l’ ONU e’ stato descritto da un grande politco inglese
    con una locuzione idiomatica : wishfull thinking il che vuole dire la cosa che si pensa sia e invece quello che e’ realmente.
    Questo per dire che l’ONU non ha nessun potere. Pressocche’ inutile disturbarlo. La parte sana della societa’ deve pendre in mano le redini per far valere
    quelle regole e quei valori senza i quali si va verso lo sfacelo e il caos, dove nessuno puo’ essere felice.

  2. È incredibile come da un Paese dove per settant’anni ha imperversato l’ateismo vengono testimonianze di rinascita cristiana! Forse la fede ha bisogno di soffrire e di patire per tornare a risplendere. Viene da pensare che gli agi e l’eccessivo benessere materiale non sono altro che seduzioni diaboliche per allontanare gli uomini dalla retta via. Preghiamo la Madonna e tutte le schiere celesti perché nel combattimento contro il maligno che urge più che mai nel momento attuale di estrema confusione delle menti ci sorreggano e ci aiutino potentemente.

  3. Giorgio Rapanelli

    Proprio per la dittatura atea e la persecuzione religiosa oggi si ha una rinascita della fede e della fiducia in Dio. Ciò che dice l’intervistato mi trova completamente d’accordo. La lotta all’aborto, al divorzio, all’omosessualità, all’eutanasia si fa anche politicamente. E’ d’accordo pure il Papa, la massima autorità religiosa cattolica?…
    A Tolentino, in provincia di Macerata, si è aperta una chiesa greco ortodossa. Mi auguro che dia una spinta alla chiesa cattolica. Credo che seguirò i suoi servizi eucaristici, per riprendere la forza di cui mi sento carente.

  4. Sembra che il sangue versato dai martiri russi stia tangibilmente dando i suoi frutti di conversione: davvero sembra di vedere all’opera quella grazia che sovrabbonda dove ha abbondato il peccato. Davvero sembra che i ruoli tra Est ed Ovest si stiano sempre più invertendo. Pare infatti che l’ “Impero del male” si stia decisamente spostando verso Occidente negli ultimi decenni. Davvero c’è da credere che la salvezza per l’Europa verrà dalla Russia cristiana.

    1. Esatto, questa inversione è proprio sotto gli occhi di chi vuol vedere, e mi capita spesso di farlo notare alle persone con cui mi capita di parlare di certi temi … al che mi guardano un po’ sbigottite come se fossi un marziano….

  5. Sono rimasta sbalordita! E mi viene in mente Fatima: “…e infine la Russia si convertirà….”
    Sono quindi completamente d’accordo con quanto scrive Leo.
    Speriamo…

  6. Caro Leo,
    non dimentichiamo i “cattolici” USA che stanno combattendo una battaglia vera e propria a favore della “VITA” che nasce.
    La marcia su Washington ne e’ un esempio clamoroso, neppure un freddo cane, neve e vento sono riusciti a fermarli.
    Alvaro.

  7. Carla D'Agostino Ungaretti

    Vogliamo scommettere che dopo 70 anni di ateismo di stato, sarà proprio la Russia a dare al mondo la testimonianza di una vera metànoia cristiana? E’la dimostrazione che l’anelito di Dio è insopprimibile nel cuore umano e che il sangue dei martiri dei gulag ha fertilizzato il campo del Signore! L’Italia, terra del Papa, forse ci arriverà per ultima, ma ci arriverà anch’essa.

  8. La Russia di oggi dove la religione rifiorisce nel popolo è la conferma che tutte le società con troppo benessere sono
    destinate ad autodistruggersi perchè rifiutano limiti alle soddisfazioni egoistiche e il maligno suggerisce variazioni sempre
    più nefande agli appetiti mai soddisfatti: religione, morale, sacrifici e gratuità danno solo fastidio anzi suscitano reazioni
    sempre più violente contro il nocciolo duro dei cristiani e in particolare dei cattolici.

    Lo sapevamo da sempre, Gesù e la Bibbia ce lo hanno detto chiaramente.
    Per quanto riguarda la Russia in particolare la Madonna l’aveva detto: quel popolo sarà nuovo evangelizzatore!
    In Italia il popolo sta perdendo la fede. Ciascuno di noi deve fare la propria parte, poi sarà come Dio vorrà.
    Buona preghiera a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su