Medjugorje: un falso dei carismatici. Ritrovato un prezioso libro sull’argomento  –  di Pucci  Cipriani

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Pucci  Cipriani

.

zzzzmed112a

.

Don Mario Faggi, che è stato ricordato la settimana scorsa (il 22 luglio) a Firenze, presso la chiesa di San Gaetano, nel trigesimo della sua morte, con una Messa di requiem “ad Memoriam” nel rito romano antico, era teneramente devoto alla Madonna, per cui aborriva quelle “false visioni” mariane frutto di credulità, di sentimentalismo e soprattutto di inganni dei carismatici. Cercavo, senza fortuna, in alcuni fascicoli che mi ha lasciato don Mario, un aureo libretto che gli (e mi) fu consegnata nel 1999 da Paolo Baroni, lo studioso dei messaggi subliminali e del satanismo, vedi su http://www.centrosangiorgio.com, e che riguardava, appunto, Medjugorje . Telefonai a Paolo Baroni ma mi disse che, ormai, quella pubblicazione sugli inganni Medjugorjani era, in effetti, introvabile.

Ho continuato nelle mie ricerche e, finalmente, eccoti sbucare da un sito tradizionalista, Salpan, quella pubblicazione che tanto colpì don Mario Faggi:

Apparition a Medjugorje” di Frère Michel de la Sainte Trinité (da uno studio pubblicato in fascicoli da “Contre – Reforme Catholique au xx Siècle” dal maggio 1984 al giugno 1985).

E’ stato tradotto in italiano dallo stesso Baroni, membro del meritorio Gruppo Reconquista e pubblicato, nel 1985, da “Contrattacco”, organo ufficiale di Reconquista.

Si tratta, praticamente, di una pubblicazione (31 capitoli) estremamente documentata scritta da un noto teologo e comprendente anche una biografia dei molti personaggi citati e una accurata bibliografia.

Posso assicurare che questo mio lavoro l’avrebbe voluto fare don Mario Faggi se le condizioni di salute glielo avessero permesso. Nel ricordo di un grande Maestro ed amico cerchiamo di dare noi un nostro contributo sulle 35.000 (sic) – trentacinquemila inquietanti apparizioni (?) di Medjugorje.

.

Per leggere il testo completo diApparition a Medjugorje” di Frère Michel de la Sainte Trinité, CLICCA QUI (cliccando poi sul riquadro in alto a destra “MEDJUGORJE”)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

15 commenti su “Medjugorje: un falso dei carismatici. Ritrovato un prezioso libro sull’argomento  –  di Pucci  Cipriani”

  1. Posseggo il magistrale “Medjugorje en toute vérité” del medesimo autore.
    Quella citata è altra pubblicazione?

    1. Caro Diego,
      Non credo sia opportuno che entrambi usiamo lo stesso nome: si creano inutili confusioni!
      Ci tengo a precisare (e se mento il Direttor Deotto potrà contraddirmi, avendo lui gli indirizzi di posta elettronica e conoscendo quindi la verità) che il “Diego” che scrive su questo sito da circa un anno e mezzo (io) NON è il “Diego” che ha scritto il commento delle 22:25.

  2. L’albero si riconosce dai frutti. Se ci sono conversioni, guarigioni, le “danze del sole”, si prega. si fa penitenza, dove sta l’inganno?

  3. luciano pranzetti

    Anch’io da tempo ho lo studio citato, scaricato da Salpan. org. Sarebbe da integrare con il successivo studio di Marco Corvaglia . “Medjugorie, è tutto falso” ed. Anteprima 2007 che riporta i più recenti approfondimenti sull’affare delle apparizioni.

  4. Francamente non capisco tutto questo zelo nel voler azzerare Medjugorje. Io dico sempre che se anche la Chiesa dicesse definitivamente che la Madonna lì non è mai apparsa, non rinuncerei per questo a compiacermi e a benedire il Cielo per le numerosissime autentiche conversioni che vi sono avvenute. Sorvolo sulle guarigioni ma sto a quanto la grazia di Dio ha operato nelle anime degli umili. Che a Medju e in riferimento ad esso ci siano fenomeni o parole – o quello che volete voi – non sempre in linea con quanto la Chiesa insegna, sarà anche vero, ma è compito dei sacerdoti intervenire per correggere e distinguere onestamente quello che è di fede da ciò che è opinione teologica oppure un evidente errore o eresia.
    Anch’io non posso sopportare p. Livio (Dio mi perdoni!). Medju però non coincide con l’interpretazione che questo sacerdote propina ogni giorno insindacabilmente dalla”sua”(purtroppo) radio…Però anche Radio Maria fa del bene!
    Accogliamo il TANTO bene e rigettiamo solo il male!
    p. Mario

  5. Gualtiero Comini

    Ribadisco che il sito mariano della Bosnia è luogo di preghiera.e di conversione. E chi ci va o ci andrà continuerà a farlo in barba a tutti coloro che non credono a quelle apparizioni. E che non sono obbligati ad andarci ma non possono impedire ad altri di andarci. E non temono il verdetto della Chiesa come fa qualcuno che spera che il verdetto sia negativo. Si augurino invece, con cristiana pazienza, che sia secondo verità. Viva Maria, aiuto dei cristiani.

  6. Sui danni dei carismatici sono pienamente d’accordo. Sono praticamrente una setta, il discernimento diventa davvero difficile: né c’è da aspettarsi granché di buono, se non per puro caso o per diabolico inganno, da qualcosa che nasce in ambito protestante, ergo eretico.
    Su Medjugorie ci andrei molto più prudente, invece. Ci sono luci e ombre, certo qualcosa che non va ci sarà anche (vedi il caso di Ivan e dei suoi shows personalistici ed eccessivi), ma dire che è tutta una menzogna… proprio no. Ho toccato con mano troppi buoni frutti di quell’albero, per poter pensare in coscienza che sia una mala pianta.
    La prudenza nella valutazione è necessaria: ma un fenomeno che dura da 34 anni e che riguarda più soggetti non penso possa essere sottomesso a un giudizio unico e omogeneo. Suppongo che quando la Chiesa potrà pronunciarsi, sarà una cosa articolata e complessa.
    Tenere lo sguardo su Fatima, in ogni caso, è certo il miglior modo per discernere ogni cosa nel modo migliore.
    Oremus. Un giorno…

    1. Sono d’accordo. Sono stata a Medjugorie e non ho avuto esperienze soprannaturali, ma vi ho trovato sobrietà e silenzio favorevoli al raccoglimento. Ho riflettuto che i cosiddetti veggenti sono cresciuti a pane e comunismo ed hanno avuto molti problemi con le autorità a causa di ciò, finché il comunismo è finito come regime e il business ha cominciato a marciare. Forse sono stati ingannati dal loro desiderio di sacro e poi non hanno avuto la forza di ritrattare? Riflettiamo anche che la zona del santuario è una enclave cattolica in una regione islamica, ricordiamo che vicino c’è Mostar… Osservo anche che Giovanni Paolo II raccomandava di tenere di conto quel che avveniva a Medjugorie; comunque si giudichi il suo pensiero, penso che volesse difendere l’importanza geopolitica del fenomeno…che molto disturba i post-comunisti e i loro amici. Mai come in questo caso si dovrebbe usare prudenza e dare tempo al tempo, perché rinnegare precipitosamente un luogo dove si va per fede potrebbe essere un…

  7. giorgio rapanelli

    … L’unico miracolo che per me conta è quello che vedo giornalmente con la Celebrazione Eucaristica. Nulla è superiore a questo. E nessuno è superiore al sacerdote che lo fa avvenire per grazia dello Spirito.

  8. La propaganda pro Medjugorje continua. C’è uno strano silenzio nei riguardi della scomparsa di un missionario abruzzese che si trovava a Medjugorje di nome Luciano Ciciarelli,sacerdote monfortano, il 2 agosto giorno dell’apparizione della gospa. La notizia ha fatto il giro del mondo tranne in Italia,dove se ne parla poco. Padre Luciano è molto conosciuto per le opere caritative che ha svolto in varie parti del mondo e per cercarlo sono scesi in campo polizia, esercito,droni,cani,cacciatori e anche la popolazione.La cosa inquietante è che altri prima di lui sono spariti e in seguito ritrovati morti,di cui due erano sacerdoti. Il problema del fenomeno (medianico?) medjugoriano è che nasce e si sviluppa nella disobbedienza e ha fatto il suo percorso a prescindere dalla Chiesa. In 34 anni quanti hanno difeso con convinzione l’onore della Vergine Maria? Quanti hanno vigilato attentamente? Favorendo di fatto chi per il prurito di sentire cose nuove si è rivolto alle favole e chi inseguiva il dio denaro.

  9. Il fenomeno è di certo di grossa portata ma mettendo da parte la mia personale opinione valuterei meglio se, questa ricerca del sacro a mezzo di veggenti e fenomeni speciali, non sia un po’ “colpa ” di chi non ha realmente trasmesso la specialità di Cristo. Mi riferisco a molti sacerdoti routinari che tiepidamente o troppo eruditamente spiegano ma non comunicano né con la vita né con le opere. Di qui o il Signore c’è la sta mettendo tutta con ogni mezzo e chissà quando capiremo se è tutto vero oppure mancano vignaioli validi e comunicativi. Pertanto lo smarrimento spirituale è spesso causa di truffe e imbonimenti che danno l’impressione di poter toccare quel Dio che, se solo molti capissero, compreso me, è vero reale e presente quanto dimenticato nelle liturgie ricche di estetica e abitudini ma che non danno le risposte ai drammi della gente. Dio fa miracoli ma questo sembra se lo siano dimentico tutti quasi fosse argomento marginale invece è priorità per la gente è non superstizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su