“Movebuntur omnia fundamenta terrae”, vacillano le fondamenta della terra. Una riflessione di Sua Santità Benedetto XVI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Redazione

.

zzbenedettoxviPoiché va tanto di moda parlare di problemi climatici e purtroppo assistiamo spesso a disastri naturali gravissimi, mentre i movimenti degli ambientalisti, ecologisti et similia non perdono occasione per pontificare in materia, proponiamo all’attenzione dei lettori questa riflessione di Sua Santità Benedetto XVI:

“E c’è anche un’ultima parola nel Salmo 81, “movebuntur omnia fundamenta terrae” (Sal 81,5), vacillano le fondamenta della terra. Lo vediamo oggi, con i problemi climatici, come sono minacciate le fondamenta della terra, ma sono minacciate dal nostro comportamento. Vacillano le fondamenta esteriori perché vacillano le fondamenta interiori, le fondamenta morali e religiose, la fede dalla quale segue il retto modo di vivere. E sappiamo che la fede è il fondamento, e, in definitiva, le fondamenta della terra non possono vacillare se rimane ferma la fede, la vera saggezza.”

Questi concetti sono stati esposti l’11 ottobre 2010 nella Meditazione del Santo Padre Benedetto XVI nel corso della prima congregazione generale dell’Assemblea speciale per il Medio Oriente del Sinodo dei Vescovi, di cui potete leggere il testo completo sul sito della Santa Sede, cliccando qui. Il passaggio citato si trova nel penultimo capoverso.

Ringraziamo l’amico Bruno Dente, che gentilmente ci ha rammentato questa meditazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

3 commenti su ““Movebuntur omnia fundamenta terrae”, vacillano le fondamenta della terra. Una riflessione di Sua Santità Benedetto XVI”

  1. giorgio rapanelli

    L’errore della Chiesa è voler capire le esigenze del mondo, scendendo nel mondo per cercare di adattarsi alle cose del mondo. Prendete la preghiera per la Pace. Se si parla di pace dove non crepitano le armi, si è d’accordo. Ma la pace deve essere interiore… Allora – mi chiedo – la pace a cui anela un cattolico è uguale alla pace che cerca un musulmano, un buddhista, un induista, un pellerossa, uno scintoista, eccetera?

  2. Oggi,facendo come sempre zapping alla radio, non so se era Radio Maria o Radio Mater, hanno
    ricordato le profezie di Fatima, quando Maria dice che “…il Signore è tanto offeso e se queste
    offese non cesseranno ci sarà un’altra guerra peggiore della prima..”
    E hanno ricordato anche il commento a questo segreto del Cardinale Ratzinger: “..non crediate
    che sia già tutto avvenuto di quanto dice Maria..”
    Non ho potuto sentire la conclusione di questa trasmissione perché dovevo andare via, però come
    non pensare alle offese che vengono fatte in continuazione a LUI, e proprio da quella che dovrebbe
    essere la SUA CHIESA???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su