Nuova, splendida serie della rivista “Controrivoluzione” – di Piero Vassallo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Marco Solfanelli, intrepido capofila dell’editoria fedele alla verità cattolica, ha proposto in questi giorni una nuova serie di Controrivoluzione, la prestigiosa e indomita  rivista fiorentina, fondata e diretta da Pucci Cipriani, uno fra i più autorevoli e generosi testimoni della tradizione italiana, oltre che scrittore obbediente alle severe leggi della bella lingua.

di Piero Vassallo

.

zzzzcntrnvsrControrivoluzione è erede e ideale continuatrice delle prestigiose riviste fiorentine – Il regno, La Voce, Il Leonardo, Lacerba – che hanno agitato e rinnovato la cultura italiana traendola dalla morta gora del positivismo e allontanandola dalle sentenze liberali sputate dal papa laico Benedetto Croce.

Il fascicolo numero 124 (la numerazione della nuova serie riparte dall’ultimo numero pubblicato nel 2010, per sottolineare la continuità) della prestigiosa e magnifica rivista controrivoluzionaria propone uno scintillante fondo del direttore e articoli di Massimo Viglione, Domenico Rosa, Domenico del Nero, Stefano Colombo, Roberto Dal Bosco e Gianandrea de Antonellis.

Coerente con la formula del visconte Louis de Bonald, intesa ad afferma il primato “dei diritti di Dio rispetto a quelli dell’uomo”, il direttore Cipriani propone un patriottismo realistico, indenne dalle elucubrazioni massoniche e giacobine, in cammino nella palude liberale e pseudo destra, dunque un patriottismo realistico, conforme all’idea tradizionale di Terra dei Padri: “secondo la definizione di Monsieur Charette, la Patria per noi sono le nostre case, la terra in cui ci sono le tombe dei nostri avi, i nostri villaggi … mentre per i giacobini la Patria è nella testa, per noi è sotto i nostri piedi”.

In tal modo Pucci indica la via d’uscita dal labirinto ideologico in cui si aggirano gli esponenti della destra velleitaria e confusionaria, macchina che avanza per effetto del pistone italiano e retrocede per il contraccolpo causato dal pistone massonico.

La destra missina, infatti, si è dimostrata incapace di distinguere e separare l’amor di patria dal nazionalismo, ideologia di stampo giacobino e marsigliese. Tale incapacitante confusione ha messo in scena la comica finale, il goffo e servile volo di Fini nell’uccelliera quirinalizia.

Massimo Viglione pubblica due interessanti saggi. Il primo, intitolato Il Papa re, celebra la memoria del Beato Pio IX rivendica la dottrina che stabilisce il primato dell’autorità cattolica, rammentando che “il Papa è re perché vicario in terra di Colui che è Re dei Re, Re dell’universo e Signore del Creato”. Il secondo saggio stabilisce la continuità delle rivolte del 1848 con le disgraziate insorgenze in Germania (nel 1517) e in Francia (nel 1789).

Magnifico il saggio Forteto oltre l’abisso, di Roberto Dal Bosco,  giovane e sagace erudito cui è affidato il ruolo di capofila  dell’intrepido popolo costituito dagli irriducibili fedeli alla tradizione italiana.

Dal Bosco introduce lo scabroso/spaventoso argomento della pedofilia praticata nella comunità progressista del Forteto e incensata dallo squillante delirio progressista, e cita, al proposito, una sentenza di Bartolomeo Giarrosi detto il Brandano, che descriveva (con quattrocento anni di anticipo) la follia galoppante nei nostri giorni: “Quando le carrozze viaggeranno senza cavalli, quando le donne porteranno la cresta come i galli, quando le macchie saranno giardini, sarà un vivere da assassini”.

Assassini dell’anima sono gli educatori progressisti al lavoro nella comunità del Forteto: “dove i bambini venivano portati a fare sesso con i genitori affidatari dello stesso sesso, una sorta di pseudo-incesto omofilo. Rodolfo Fiesoli, il vero dittatore della Comune, gode di una primazia sessuale sugli efebi che vi vivono. I bambini vengono disconnessi totalmente dalle famiglie di origine, vengono sfruttati in turni di lavoro massacranti, battuti, umiliati pubblicamente in allucinanti riti di autocritica”.

Parallelo all’infamia della pedagogia/pederastia trionfante nel Forteto corre la conclamata connivenza di una porzione  di un partito (il PCI-PDS-DS-PD) e della casa editrice bolognese Il Mulino e il silenzio dei cattolici fiorentini.

Commenta Dal Bosco: “Una rete fitta, immensa. Inspiegabile. Una rete che ha coperto uno dei più grandi orrori che la storia recente conosca”.

Completano il nuovo fascicolo della rivista di Cipriani interessanti saggi di Domenico Rosa (José Borgès martire controrivoluzionario)  di Domenico del Nero (Leopoldo tra storiografia e documenti autografi) di Stefano Colombo (La massoneria in Toscana, dove tutto ebbe inizio) e di Gianandrea de Antonellis (Chiesa e scienza in Europa nel secolo XVIII).

.

Controrivoluzione – rivista quadrimestrale – una copia euro 6,00 – abbonamento a tre numeri euro 15,00 – a sei numeri euro 30,00

Per acquisti on line del numero 124 o per sottoscrivere il conveniente abbonamento, visitate il sito di Controrivoluzione cliccando su http://www.controrivoluzione.it/abbonamento.htm

Trovate tutte le informazioni sulla Sede, il Comitato Scientifico, il Comitato di Redazione e il Direttore Responsabile cliccando su http://www.controrivoluzione.it/chisiamo.htm

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su