“Omaggio” a Mawu – di Irma Trombetta Marzuoli

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Irma Trombetta Marzuoli

.

z.voodooO col Bene o col male! O con Cristo o contro! Non c’è una terra di nessuno! Nelle questioni spirituali è abolito lo spazio neutrale, scompare la Svizzera e non esiste la “non belligeranza”.

“Belligeriamo” tutti e senza tregua in una trincea assediata.

Appena commettiamo un peccato mortale si sbriciola un pezzo di muro difensivo e nel varco il Nemico passa; riacquistando la Grazia lo buttiamo di nuovo fuori, cementiamo la breccia, aumentiamo le provviste per la sopravvivenza ed infondiamo forza a chi combatte con noi.

I vertici della Chiesa di Roma hanno deciso di abbattere i bastioni ancora in piedi e di consegnarci all’assalitore mentre la stampa cattolica non si limita a farci intendere che la resa non c’è stata, ma ci vuol persuadere che chi ci assediava (e continua a farlo contro i pochi rimasti a combatterlo) è in realtà un amico.

Missioni Consolata, giornale dei missionari torinesi, ha pubblicato due articoli, uno sul Brasile, l’altro su Haiti nei quali esplicitamente elogia la santeria e il vudù come religioni (!) che la Chiesa cattolica (al contrario di quella protestante! Sic …) fa benissimo a non ostacolare più.

Pare siano finiti i tempi nei quali i sacerdoti cattolici le consideravano espressioni di puro satanismo. Oggi, finalmente, anche lì il dialogo… fino a far entrare in chiesa, durante la santa Messa, una parte dei loro riti quali l’uso dei tamburi.

Sia lodato Gesù Cristo, anzi Mawu!

Confesso di aver dovuto rileggere più volte i due lunghi dossier per assicurarmi di non aver preso lucciole per lanterne, santi per demoni!

Era però dall’articolo introduttivo che mi s’erano drizzate le antenne.

Possibile che i sacerdoti della Consolata, scrivendo della necessità di combattere chi sfrutta i popoli, avessero messo nel nutrito elenco, con maghi santoni e lobby varie, pure gli esorcisti?

Che i poveretti, vescovi in primis, fossero finiti nel calderone di pece bollente assieme ai maghi della TV, ad Otelma, alle multinazionali e ai palazzinari, mi aveva subito meravigliato, anche perché poche pagine più in là, nel reportage su Haiti, sarebbero stati incensati proprio i santoni e i loro adepti.

Spazio al vudù e randellate agli esorcisti!

Il cataclisma romano è così terrificante che il terremoto si avverte chiarissimamente anche molto lontano dall’epicentro.

Nel Vangelo cadono gli idoli; la Chiesa di Roma, oggi, li raccoglie, li spolvera e li rimette sull’altare assieme al Corpo di Cristo.

Nel Vangelo Gesù guarisce ed esorcizza; oggi la Chiesa di Roma lo confonde con un santone sporco di sangue di gallina.

Ben altro sangue c’ha salvato, ma Roma ha smarrito non solo la fede … ha perso completamente la testa!

Purtroppo non come san Paolo, sul cippo dei martiri, ma nelle acque della cloaca di satana!

Ci vorrà un grande “pescatore di uomini” per ritrovarla!

.

fonte: Ordine Futuro

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

6 commenti su ““Omaggio” a Mawu – di Irma Trombetta Marzuoli”

  1. Un bel casino, non c’è che dire, affidiamoci al Beato Michael Iwene Tansi, beatificato da Giovanni Paolo II durante un suo viaggio in Nigeria, che i riti pagani li interrompeva…con la forza, strappando le maschere agli stregoni, ben conscio di come venivano schiavizzati i più deboli, specie le donne. Mi è capitato di affidare una sua immaginetta ad alcune giovani nigeriane appena fuggite dalla strada, la loro schiavizzazione si serve a piene mani del “vudu” in salsa nigeriana. Ma il Beato viveva già mentre spirava l’aria della “inculturazione” e incompreso (non certo dai poveri) finì i suoi giorni in un convento trappista…

  2. E’ da tempo (quanto non so) che ‘Missioni Consolata’ è su posizioni ultra-moderniste. Ne ho letto qualche numero perché in parrocchia l’ho trovato tra le riviste a disposizione gratuita, poi ho smesso.

  3. “Spazio al vudù e randellate agli esorcisti!” : lo dicevbo in un mio precedente commento, su altro articolo : già Montini iniziò ad abbattere i bastioni, ad abbassare il ponte levatoio della città santa : NOM, uovo rito esorcistico, abolizione del latino, tutti “cavalli di Firsia” contro l’invasore satanico; adesso che quasi tutti gli ordini religiosi sono stati fagocitati da Belzebù, i loro giornali escono spudoratamente allo scoperto, forse consci che tra poco arriverà l’Anticristo e li ripagherà per il loro aiuto. Ma si sbagliano, eccome se si sbagliano : presto arriverà il castigo di Dio e sarà dies irae, dies illa, chi ha venduto l’anima al diavolo la perderà in eterno. Penso alle recenti notizie sulla Madonnina piangente sangue a Trevignano Romano : il Vescovo ha preso sul serio la cosa; i messaggi già a marzo parlavano di terremoti come segnale divino, per scuotere le coscienze, e di un evento che scuoterà le fondamenta di S. Pietro (prodromi degli ultimi tempi).

  4. giorgio rapanelli

    Se così fosse, la cosa sarebbe preoccupante. Ormai non mi meraviglio più di nulla. Andando sui “video” dei vari sistemi cattolici di battesimo, ho notato che alcuni di questi metodi lasciano il battezzando senza il sacramento e lo privano degli effetti del Battesimo stesso. Ormai, nella Chiesa cattolica è solo l’intenzione quella che conta. Se poi Cristo è presente non interessa i sacerdoti.

  5. Alcune osservazioni. 1. Per vedere i riti delle religioni afro non serve andare fino a Cuba; già in Italia sono praticati. 2. In alcune parrocchie milanesi capita di vedere sceneggiate del tipo “danze rituali per l’incontro con il divino”. 3. Ma perché scandalizzarsi? Stiamo raccogliendo i frutti di almeno 50 anni (circa) di sfascio liturgico, di sincretismo con tutte, ma proprio tutte, le fedi (perché in ognuna vi è un barlume di verità). E quindi? Ecco il risultato, condito dall’immancabile citazione biblica: 2o Libro di Samuele, cap. 6, vers. 12-14-15.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su