Pederastia fa rima con necrofilia. Il tenebroso & turpe delirio dei banditori pederastici – di Piero Vassallo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Se uno sarà di scandalo a uno di questi piccoli che credono in me, è meglio per lui che gli sia legata al collo una mola asinaria e sia precipitato nel fondo del mare”. (Mt., 18, 6)

“Dio li ha lasciati in balia dei desideri sfrenati dei loro cuori, fino all’immondezza che è consistita nel disonorare il loro corpo tra di loro, essi che scambiavano la verità di Dio con la menzogna e adorarono e prestarono un culto alle creature invece che al Creatore, che è benedetto nei secoli”. (Rom, 1, 24)

di Piero Vassallo

.

zzzzscdLa pornografica, demenziale Organizzazione Mondiale per la Sanità (Oms) ha diffuso un grottesco documento intitolato Standard per la sessualità in Europa. Il testo in questione intima agli stati nazionali di promuovere l’iniziazione alla masturbazione precoce degli alunni delle scuole elementari. Sullo sfondo lo scenario che prevede un futuro indirizzato alla denatalità attraverso la medicina pederastica e onanistica.

L’osceno, inquietante e criminale testo dell’Oms è citato e confutato da Gianfranco Amato, autore di un saggio, Omofobia o eterofobia?, edito in Verona da Fede & Cultura. Il testo è apprezzabile quantunque non siano comprensibili le anacronistiche bordate (di fonte pliniana?) contro il regime fascista, nello specifico non colpevole. Anzi.

Concepito dai poteri forti, il barbaro, infame progetto (dis)educativo contempla la corruzione dell’infanzia a spese del contribuente, frastornato e disarmato da una viscida e ossessionante campagna giornalistica, che concerta le voci squillanti nel tele-vespasiano a lode e gloria del vizio contro natura.

 Sorprendenti e inquietanti sono la blanda reazione del mondo cattolico all’infezione pederastica e la scarsa resistenza dei genitori italiani, che sembrano incapaci di vedere la cialtronesca diseducazione progettata e avviata contro i loro figli dai motori bancari (Georges Soros in prima linea) e industriali (Bill Gates, nel ruolo di seconda locomotiva) della cultura pederastica e nichilista. E dalla scuola postmoderna, in cui imperversano presidi e insegnanti favorevoli all’introduzione nei programmi d’insegnamento di giochi sessuali, quali il gioco del rispetto.

Gli scolaretti sono incoraggiati da pedagoghi di scuola onusiana & californiana “a consolidare la propria identità di genere e a favorire la convinzione il mio corpo appartiene a me quindi a conoscere la possibilità di relazioni con persone dello stesso sesso”.

I bambini, pertanto, devono essere informati – dalla scuola degli orchi democratici – sulle “aspettative di ruolo e comportamenti di ruolo rispetto all’eccitazione sessuale e alle differenze di genere” ed eventualmente/preferenzialmente sull’opportunità di svelare la propria omosessualità. 

Naturalmente i genitori degli scolari avviati alla corruzione non sono informati dell’esperimento gay condotto a danno della coscienza dei loro figli.

Un osservatore incline a giudicare realisticamente potrebbe dire in assoluta tranquillità che sulla bandiera dell’unione europea fiammeggia la squillante parola Culocrazia.

L’unione europea, infatti, “promuove una legislazione intesa alla piena equiparazione giuridica della famiglia composta da un uomo e una donna a quella omosessuale”.

A questo punto è utile rammentare che l’ascesa del Culo nel vessillo della rivoluzione moderna è stata preparata, negli anni Ottanta del secolo scorso, da una squadra di prestigiosi intellettuali suggestionati dai pederasti californiani, che Maurizio Blondet ha definito adelphi della dissoluzione.

L’ebrezza pederastica, associata al furore abortista, è indirizzata alla demolizione spirituale e fisica dell’onesta persona umana, oltre a incrementare il potere della suggestione maomettana.

In Italia tale progetto fu sostenuto e applaudito senza pudore da Sergio Quinzio, un funereo intellettuale adelphiano, al quale fu concesso di pubblicare, nelle seriose e sontuose pagine del Corsera, un’apologia dei rapporti omosessuali consapevolmente finalizzati alla trasmissione del mortale virus Hiv.

L’abusata e ingannevole parola gay deve essere pertanto sostituita dalla appropriata parola sad (lugubre) la più adatta a definire i viaggi nello sterco.

La resistenza cattolica al disordine deve fare un passo avanti, al seguito delle indicazioni proposte a tempo debito da padre Julio Meinvielle s. j., e prepararsi a confutare la perversa utopia dei postmoderni: il disegno incuboso, che contempla  un paradiso in terra costituito per la minoranza dei gaudenti illuminati dalla religione obituaria.

L’orizzonte dell’élite pederastica è una radunata di eletti eccitati e fanatizzati dal disordine sessuale e dal progetto di vivere in un regno al quale, oltre alli superiori, siano ammessi soltanto servi animaleschi, sopravvissuti ai colpi della falce abortista/malthusiana e programmati per l’utilità degli eletti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

16 commenti su “Pederastia fa rima con necrofilia. Il tenebroso & turpe delirio dei banditori pederastici – di Piero Vassallo”

  1. Articolo MAGISTRALE!
    “Pederastia fa rima con necrofilia”: GIUSTISSIMO: pederastia, sodomia, aborto, eutanasia e FIVET sono voluti dagli stessi poteri…e che dire di certe bestie sodomite che diffondono VOLONTARIAMENTE l’Aids con i loro osceni rapporti carnali?
    “L’abusata e ingannevole parola gay deve essere pertanto sostituita dalla appropriata parola sad (lugubre) la più adatta a definire i viaggi nello sterco.”: questa frase dovrebbe passare alla storia!
    Se solo gli italiani avessero un decimo della spina dorsale dei maomettani questo schifo non passerebbe: quale insegnante (o “esperto” appartenente alle associazioni LGBT) oserebbe entrare in classe a pervertire i bambini sapendo che potrebbe non uscirne sulle sue gambe a causa della visita di uno o più genitori giustamente furiosi?
    Qualcuno dei presenti crede che riusciranno ad imporre tutto ciò nelle scuole musulmane? Invece le “cattoliche” chineranno la testa: dovranno darsi da fare i genitori!

  2. Le strade sono due, caro professor Vassallo:
    1- quella Regale: il Cristo-Re (Re vittorioso, che ha combattuto e vinto l’Antico Avversario del genere umano per liberare quest’ultimo) incorona Regina la Chiesa, e la Madonna che ne è il “Tipo”. Lo sposo umano regna sulla “Chiesa Domestica”, cioè la famiglia, insieme alla sposa.
    2- quella strumentale: gli Illuminati (dalla pseudo-luce dell’Antico Avversario) odiano integralmente l’essere umano. Si dedicano a relazioni contro natura fra di loro – utilizzano in senso omosessuale i giovani “subalterni” (così come voleva fare il re locale con San Carlo Lwanga e compagni Martiri Ugandesi) – si negano e negano a chiunque la fondazione del regno domestico e la Sovranità su di esso.
    Devono restare solo pochi uomini-robot, appunto .
    Chi tendeva a questa mentalità non era certo il Fascismo, bensì l’ambiente militare prussiano – dall’800 e negli anni del Nazismo.

    1. Non basterà la macina al collo, per loro; ci sarà ben altro che il loro padrone e signore (omicida e menzognero fin dal principio) propinerà loro a titolo di mercede, di remunerazione per il loro sporco lavoro. Speriamo solo che si ravvedano in tempo !

  3. luciano pranzetti

    Chiesi a mons. Galantino, il segretario CEI che tanto s’infervora per l’inclusione dell’omosessualità nella categoria dell’amore, che cosa bisognerà fare, nello specifico del tema, di Gesù e di San Paolo. Non ho avuto risposta. Bravo Vassallo, belle e salate frustate in attesa di quelle che il Signore Iddio riserverà ai traditori della sua parola. Christus vincit.

  4. Approvare l’articolo è il minimo che si possa fare. Purtroppo andranno avanti e per i genitori saranno tempi duri. Più diabolico della violare l’innocenza è sicuramente cercare l’approvazione degli innocenti violati!

  5. giorgio rapanelli

    “Io sottoscritto Nazareno Agostini candidato consigliere della regione Marche nelle elezioni 2015 SE ELETTO NELL’ORGANIZZAZIONE E NELL’EROGAZIONE DEI SERVIZI REGIONALI E DIPENDENTI MI IMPEGNO SOLENNEMENTE CON IL POPOLO DELLA REGIONE MARCHE a favorire e promuovere la famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, naturalmente orientata all’accoglienza e alla protezione dei figli; a garantire il diritto della famiglia di scegliere e indirizzare in via prioritaria l’educazione generale dei figli, in particolare per quanto riguarda corsi, progetti e ogni altra attività svolta nelle scuole sui temi della sessualità e dell’affettività. In tal senso mi impegno a non finanziare né sponsorizzare progetti per le scuole fondati sulle teorie di genere.”
    Nazareno Agostini, già sindaco di Montelupone, assessore provinciale ed oggi consigliere provincia all’opposizione, è candidato in una liste che sostiene l’ex-premier regionale Spacca, cattolico, che governava la Regione…

  6. giorgio rapanelli

    … con il PD e che prima di essere sfiduciato dal PD ha firmato una delibera a favore del Gender. Nazareno Agostini ha scoperto questa delibera del Gender, taciuta da tutti, o sconosciuta ai più. Noi l’abbiamo conosciuta grazie ad Agostini. Ho visto l’impegno che Agostini ha preso con” Le Manif pour Tours”, di battersi pure in futuro, eletto o non eletto per la famiglia naturale e contro il Gender. Io cosa devo fare? Avevo deciso di votare Salvini alla Regione Marche. Però, prima di buon governo, di buona economia, di bloccare l’invasione malvagia dei migranti, utilizzati per distruggere le nostra identità, per creare confusione e per altre cose che non dico, a me interessa fermare ciò che è più distruttivo di divorzio e aborto, perché il Gender è obbligatorio nella scuola. Quindi, coerentemente, voto alla Regione Marche Nazareno Agostini.
    Quanto al demoniaco nel Gender, so cosa dico.

  7. Complimenti per l’articolo, veramente chiaro. Siamo in tempi terribili ove questa guerra ai valori e’ molto forte, dove l’unico impegno dei “potenti” e’ distruggere l’umanità, sia con guerre ma sopratutto con cambi di abitudini e di coscienze, smantellare in tutti i modi la difesa del corpo del pudore, ( cos’è ) e della vita..ma come popolo di Dio abbiamo il dovere e il diritto di opporci a queste nefandezze schifose, per ridare ai nostri figli la bellezza di essere donna e uomo!..

  8. per i genitori saranno tempi duri perchè i cattolici non si svegliano, invece di rimanere allibiti, si potrebbe ovunque aprire scuole paterne, con la collaborazione delle famiglie, con cattolici che invece di fare volontariato in parrocchia per gli immigrati, spendessero il tempo per costruire una scuola sana a misura di famiglia cattolica. Chi è professore, maestro, chi magari è in pensione, i sacerdoti, i frati, le suore, i vescovi, le famiglie si uniscano in questi progetti salva innnocenza e salva ragione (dei giovani). Perchè i figli del male sono sempre all’opera e i figli di Dio, invece sono paralizzati? Io sono disposta a fare la bidella gratis, o qualsiasi altra cosa, se solo trovassi qualche maestro che si spende per una scuola cattolica veramente cattolica. C’è chi già ci prova ad esempio la FSSPX, o altre scuole di tipo famigliare a Reggio Emilia, in Toscana, ma è ancora poco, ogni città dovrebbe fondarle, per salvare anime e cervelli.

  9. natale del grande

    Per forza il mondo islamico vede quello occidentale come “il grande satana”, con tali promettenti e candidi “esempi”!!! E non ci si venga a dire che anche queste aberrazioni non siano specificamente volute e programmate per la rovina scientifica del Cristianesimo e del concetto di “Uomo” nella sua accezione più alta, unici ed ultimi ostacoli alla barbarie del Grande Sigillo. Se si condizionano gli aiuti contro il terrorismo, come di recente accaduto in un paese africano, all’accettazione e diffusione di stili innominabili, ecco svelati gli artefici dell’inganno. Qui non é questione di “dietrologia” ma di matematica elementare: 1più 1 fa 2.

    1. Chi parlava di “Grande Satana”, con ottime ragioni, era il ragionante -anche se a modo suo- ambiente sciita (Teheran).
      Il mondo islamico a noi vicino, invece, si limita a ubbidire al dettato della Massoneria: “Andate, ricoprite numericamente i popoli cristiani, insegnate loro che “Non è lecito essere Cristiani” (come nel Primo e nel Terzo Secolo)”

  10. piero vassallo

    cari amici, il vero problema degli italiani è la denatalità, prodotto di un egoismo cieco e autodistruttivo – dal 1945 in poi è stata irrisa e penalizzata la politica demografica – la maledetta legge che legalizza l’aborto è stata promossa da un pugno di mascalzoni che hanno trascinato un popolo incosciente e abbandonato dai pastori – ogni figlio ucciso da madri dementi e sciagurate su istigazioni di un sistema incivile apre una breccia dalla quale passano fatalmente i nemici della nostra religione e della nostra storia – d’altra parte agisce un il clero che non osa ammonire sinistre persone quali la bonino anzi … questo clero incrementa la velocità della corsa al disastro – un esempio: la città di Genova, negli ultimi 40 anni è passata da quasi novecentomila abitanti a seicentomila – questo significa che 300.000 genovesi sonno stati uccisi nel ventre materno – il risultato? una città che invecchia, decade e intristisce grazie ai radicali lebbra nazionale colloquiante con un clero disarmato e…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su