Ploumen, leader abortista olandese, premiata con la medaglia di San Gregorio Magno dalla Santa Sede – di Marco Tosatti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Marco Tosatti

.

.

Secondo notizie rimbalzate sui social media, e un video in cui la protagonista conferma il fatto, Lilianne Ploumen avrebbe ricevuto la medaglia di cavaliere dell’Ordine Pontificio di San Gregorio Magno.

La notizia è stata data ufficialmente prima da questo sito, il LepantoInstitute, e poi rilanciata su altre piattaforme. Lilianne Ploumen, già ministro olandese per il commercio e lo sviluppo alla cooperazione, è particolarmente attiva nella diffusione a livello mondiale dell’aborto, e dei diritti delle associazioni LGBT.  Nel video afferma che la medaglia “è un’alta distinzione dal Vaticano, dal Papa”. Un anno fa, dopo che Donald Trump aveva deciso di sospendere i fondi destinati alle organizzazioni che promuovono l’aborto all’estero, Ploumen ha creato una nuova ONG, chiamata “She decides” (Lei decide) raccogliendo oltre 300 milioni di dollari. Nell’ottobre in un articolo sul Financial Times aveva scritto che “la politica regressiva dell’America sull’aborto è una calamità per i diritti delle donne e delle ragazze che il resto del mondo deve contrastare”.

Ploumen è stata direttrice dei programmi di Cordaid, un’agenzia di aiuti cattolica olandese dal 2004 al 2007, che fu accusata di fornire fondi a Planned Parenthood, la multinazionale americana degli aborti, e fornire contraccettivi.

Nel settembre 2017 Ploumen faceva parte del gruppo centrale LGBTI delle Nazioni Unite. Nel febbraio 2010 aveva incitato attivisti LGBT a intervenire e interrompere una messa nella cattedrale di San Giovanni Battista, recando triangoli rosa e cartelli con la scritta “Gesù non esclude nessuno”. Era contraria all’insegnamento morale della Chiesa sull’omosessualità.

L’ordine equestre di San Gregorio fu stabilito nel settembre 1831, e viene conferito a persone per il loro servizio personale alla Santa Sede e alla Chiesa cattolica romana, tramite uno sforzo inusuale, il loro appoggio alla Santa Sede e i loro eccellenti esempi offerti nelle loro comunità e Paesi.

.

fonte: Sito dell’Autore 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

20 commenti su “Ploumen, leader abortista olandese, premiata con la medaglia di San Gregorio Magno dalla Santa Sede – di Marco Tosatti”

  1. e la chiamiamo ancora SANTA Sede? Questa è la Sporca Sede del Lerciume…Anche del nome dei Santi – di San Gregorio Magno poi.. – si servono per infiorarlo, senza pudore alcuno!
    Che cosa ha significato prendere possesso del LUOGO Santo, per profanarlo dando l’idea del rinnovamento nel nome della misericordia, di una chiesa finalmente al passo coi tempi e con la testa i nella m-da!…Democrazia voglio e non oppressione ! E se c’è SOPPRESSIONE, pazienza: W I DIRITTI!

  2. “L’ordine equestre di San Gregorio fu stabilito nel settembre 1831, e viene conferito a persone per il loro servizio personale alla Santa Sede e alla Chiesa cattolica romana, tramite uno sforzo inusuale, il loro appoggio alla Santa Sede e i loro eccellenti esempi offerti nelle loro comunità e Paesi.”

    Dal che si deduce che la Medaglia di San Gregorio Magno deve essere conferita a persone DEGNE del Sacro Cuore di Nostro Signore Gesù Cristo e NON con criteri da CIRCO EQUESTRE, come anche in questo caso.

    Ma che si vergognino tutti quanti – in ogni intima fibra – i guitti coinvolti in questo genere di operazioni pagliaccesche, dal primo (dal PRIMO …) all’ultimo!!!

    .

  3. E poi ci saranno i soliti normalisti che diranno che Bergoglio è malconsigliato o malservito dalle persone di cui si circonda: non si rendono conto che l’eresiarca argentino vuole questa oscena situazione e che se non gli andasse bene interverrebbe subito, come ha fatto con Sarah, con i FFI, con l’ordine di Malta e in tantissime altre occasioni?
    Che il Vaticano fosse diventato uno spaccio di patacche senza alcun valore era già ovvio da quando furono premiati comunistoidi come Prodi e Napolitano e che la cosa proseguisse in modo sempre peggiore era ovvio già da tempo: https://www.riscossacristiana.it/la-congiura-dei-pazzi-2-di-jerome-fandor/

  4. E’ avvenuta una conversione?Gli uomini sono liberi di scegliere.Ma se fai parte di una assemblea o chiesa cattolica non puoi scegliere di essere: Abortista,divorzista,gender,unioni civili dello stesso sesso, eutanasia ecc.Lo puoi fare ma sei fuori della comunità, sei scomunicato per propria colpa.Così i cattolici che votano per i partiti che sono contro la natura antropologica dell’uomo.

  5. Che il diavolo se li porti tutti, questi infami. Noi siamo Cattolici, e sappiamo cosa dobbiamo fare. E se gli altri vogliono essere sodomiti, adulteri, apostati e pazzi, facciano pure. Dal “papa” in giù. Quando il Signore Nostro verrà, darà a ciascuno il suo. E se tarda, meglio: avremo più tempo per convertirci.

  6. Stefano Mulliri

    Be questi sono i requisiti minimi per ottenere riconoscimenti dalla neochiesa omississiana, mica come i francescani dell’immacolata..

  7. Non stupiamoci della onorificenza attribuita dalla Santa Sede alla Ploumen, segnalo uno tra i tanti “scivoloni” in nome del politicamente corretto: Rita Levi-Montalcini, premio Nobel per la Medicina 1986, con oltre venti onorificenze tra lauree Honoris causa et similia, senatore a vita ecc., che nel suo libro “Elogio dell’imperfezione” scrive: «Per la religione invece mi ero trovata in imbarazzo la prima volta che mi era stata rivolta la domanda, perché sull’argomento avevo idee vaghe. Ero ebrea, israelita o che diavolo altro?» e nel libro intervista “Incontri con menti straordinarie” di Piergiorgio Odifreddi, alla domanda:”Crede in Dio?” risponde: «Sono atea. Non so cosa si intenda per credere in Dio».

    1. Sempre a proposito di correttezza politica, nel novembre 2015 la Gran Croce dell’Ordine Piano fu concessa a Gianfuffa , proprio mentre le sue trovate libertarie e laiciste sconvolgevano quei cattolici che avevano creduto nel progetto di Alleanza Nazional

  8. Doverosa aggiunta: Il Papa Paolo VI la nominò membro della Pontificia Accademia delle Scienze il 24 giugno 1974. Ella rispose alla domanda se un embrione poteva considerarsi una persona umana: “No assolutamente! E’ un ammasso di cellule indifferenziate.”

    1. La montalcini ha sbagliato anche dal punto di vista scientifico, oltre che da quello teologico e filosofico: non solo l’embrione è persona almeno quanto lo fosse la montalcini, ma le cellule embrionali NON sono cellule indifferenziate (a parte le cellule staminali, che sono un’esigua minoranza).
      Su di Montini è meglio calare un velo pietoso!

  9. Luciano Pranzetti

    Altro che! e, come tutti i papi CV2, sarà dichiarato santo. D’altra parte, eliminata la funzione dell’advocatus diaboli, chi potrà negare le benemerenze di chi deformò la santa Messa in chiave anglicana?

  10. Alberto Giovanardi

    I comportamenti eretici ma al tempo stesso imprevedibili, ondivaghi e incoerenti del Tiranno Supremo ci impediscono di comprendere cosa diavolo (termine non casuale) voglia e dove intenda arrivare. Pertanto i casi sono due (e “tertium non datur”): o è completamente pazzo -e allora deve essere destituito (ma da chi?)- oppure è stato mandato personalmente da Satana per distruggere la Santa Chiesa Cattolica. In questo caso l’unico destino che possiamo augurargli è di tornare al più presto dal suo Padrone.

  11. Normanno Malaguti

    Non stupiamoci più di nulla! Attendiamo al risposta dal Creatore, sperando che giunga fin quando potremo vederla su questa povera terra.

  12. Non c’è più nessun cattolico in Vaticano? E se ce n’è ancora qualcuno, cosa aspetta a ritirarsi? Non è complicità rimanere ancora là?
    Non ha ancora capito che è stata stipulata un’alleanza con satana, il quale sta usando tutte le armi per combattere Dio?
    Felice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su