Raggiunte le 8.000 firme a sostegno dei Francescani dell’Immacolata !

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

francescani-dellImmacolata-468x268

 

.

Si è chiusa ieri 4 febbraio la petizione per chiedere le dimissioni di Padre Fidenzio Volpi dal suo incarico di commissario dei Francescani dell’Immacolata.

La notizia della petizione si è estesa presto in tutto il mondo, tanto che a sottoscriverla sono stati fedeli di ogni condizione sociale e professionale, di ogni età e livello culturale, residenti ai quattro angoli del pianeta, dalla Polonia al Brasile, dagli Stati Uniti all’Argentina, com’è possibile evincere dall’elenco on line, che è pubblico e consultabile da chiunque (Visualizza qui l’elenco firmatari).

 

fonte: Corrispondenza Romana

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

6 commenti su “Raggiunte le 8.000 firme a sostegno dei Francescani dell’Immacolata !”

  1. Il Vangelo (Mt 7,15) dice di guardarsi da coloro che “vengono in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci”.
    Insomma ci mette in guardia dai lupi.
    Di volpi parla solo in riferimento ad Erode (Lc 13,32) oppure “Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo”.(Mt 8.20)

  2. Oggi con i mezzi pubblicitari che disponiamo,deve assolutamente essere possibile impedire o quanto meno contrastare seriamente,le malefatte di un certo potere arbitrario della Chiesa. Una volta le persone senza alcun motivo venivano messe al rogo ma oggi,per fortuna,le cose sono cambiate.
    Aiutiamo in ogni modo i poveri francescani dell’immacolata che mi avevano fatto ritrovare la fede della mia giovinezza.
    Piergiorgio

  3. Carla D'Agostino Ungaretti

    Sono felice anche io di questa buona notizia. Spero che quel santo Ordine così carismatico, possa continuare a vivere la sua vocazione secondo lo spirito del suo Fondatore.

  4. Mi perdoni Piergiorgio.
    Lei dice “Una volta le persone senza alcun motivo venivano messe al rogo “.
    Le consiglio di documentarsi sulla Santa Inquisizione magari leggendo il libro di Rino Cammilleri, se mai riuscirà a trovarlo.
    Ci sono molti miti da sfatare, o meglio le famose Leggende Nere:
    – Conquistadores
    – Crociate
    – Inquisizione
    – Buio Medioevo
    – Reconquista
    Insomma è più facile dire che gli eretici venivano bruciati che documentare coi fatti e prove alla mano quello che è veramente accaduto.
    Lo slogan attecchisca subito, stare due ore a spiegare gli eventi e il momento storico, annoia la gente.
    Giordano Bruno venne condannato dopo un processo durato 8 anni.
    E sa chi fù l’inquisitore, il cattivone di turno?
    San Roberto Bellarmino.
    I fedeli potevano venir traviati come fù con l’eresia luterana.
    Insomma, allora la salvezza delle anime era più importante di quella del corpo.

  5. Tommaso Pellegrino

    La petizione è stata un’ottima iniziativa. L’ho firmata anch’io: voglio proprio vedere, però, quale effetto pratico potrà sortire.
    Tommaso Pellegrino – Torino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su