Scienziati e televisione danno man forte all’ateismo – di Piero Nicola

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

… Soprattutto in questi tempi di ambiguità e di eterodossia, di fantasie su esseri portentosi di lontani pianeti, che allettano i miscredenti e i tanti credenti sui generis, dare per scontato che la vita possa trovarsi sparsa nell’universo genera un principio di incredulità, contribuisce all’errore per cui la vita possa essersi formata mediante una combinazione chimico-fisica spontanea.

di Piero Nicola

.

pntkplrNon passa qualche mese che astrofisici e scienziati loro solidali non annuncino e non avallino – mediante giornali e tivù – la possibilità della vita extraterrestre, possibilità verificata grazie a nuove scoperte astronomiche. Il che è un’azione ingannevole e sarebbe considerata tale, se non venisse spacciata per una cosa seria a masse ignoranti in materia di vita nell’universo, essendo colpevolmente negligenti rispetto a Dio, che si è rivelato loro e ha parlato loro.

  Il Creatore dice d’aver fatto dal nulla il mondo e la vita. Fin qui, non c’è, né vi sarà mai, barba di scienziato dei metodi scientifici che possa smentirLo. La nascita del tutto che esiste materialmente, e anche metafisicamente, sfugge affatto alla scienza, la quale invano ipotizza Big bang e altre forme di cominciamento. Ciò che produsse l’eventuale esplosione primitiva donde ebbe origine? E dove va a finire il prodotto del medesimo scoppio?

  Dalla Rivelazione si può dedurre che la vita venne creata solo sulla terra, ma, ammettendo che sia  stata creata anche altrove, magari con la possibilità di sua diffusione negli astri, resta il fatto per cui il principio vitale degli organismi viventi sfugge all’indagine degli scienziati. Esso può essere investigato dalla filosofia, ed è rivelato da Dio: il principio della vita risiede nell’anima creata da Lui. Dunque si tratta di un principio spirituale o metafisico.

  Perché questa precisazione? Che cosa ha a che fare con le proclamate ipotesi di vita su corpi celesti, le quali presentano condizioni fisiche che potrebbero ospitare la vita? La risposta sta nella suggestione, cui si presta la scienza cosiddetta ufficiale: la vita extraterrestre (e quindi anche la nostra) potrebbe essersi prodotta spontaneamente, con una casuale combinazione di sostanze inorganiche. L’escludere che la vita si debba al Creatore, induce bensì a supporre che l’uomo non sia stato creato. Le conseguenze, psicologicamente seducenti, sono: il primo posto dell’uomo nell’universo, la sua autonomia, la sua evoluzione, lo svincolamento dalla legge di Dio e il comodo, eventuale, mantenimento di un dio soltanto buono e tutt’altro che onnipotente, un dio spogliato delle vecchie superstizioni, mantenuto come una rassicurazione o per attaccamento sentimentale a cose dei nonni, a cose archeologiche e folcloristiche.

  Ho fatto un processo alle intenzioni? Ho pensato male del vasto pubblico? Soprattutto in questi tempi di ambiguità e di eterodossia, di fantasie su esseri portentosi di lontani pianeti, che allettano i miscredenti e i tanti credenti sui generis, dare per scontato che la vita possa trovarsi sparsa nell’universo genera un principio di incredulità, contribuisce all’errore per cui la vita possa essersi formata mediante una combinazione chimico-fisica spontanea.

  Infatti, l’ambiente favorevole all’essere atto a movere se ipsum, viene associato all’acqua. Per esempio, quanto si parlò, con vane felicitazioni, della presenza dell’acqua su Marte, costatata dalla sonda spaziale! Invece della vita nemmeno l’ombra! Adesso, si è scoperto un altro pianeta ospitale in un remoto sistema solare. Ma la virtù dell’acqua, di per sé composto chimico biologicamente nullo, suggerisce agli sprovveduti una stretta connessione con le cellule organiche, come loro seno, come loro madre, e questo suggerimento, anziché venire smentito, viene incoraggiato dagli ambigui mezzi di informazione.

  L’Enciclopedia Cattolica, alla voce VITA (coll. 1512-1514), ricordava che gli scienziati C.E. Guye, nel 1922, e Lecomte du Noüy, nel 1939, avevano stabilito la formazione casuale di una molecola proteica essere impossibile quanto lo è la formazione spontanea d’un orologio, pure molto meno complesso d’un vivente.

  La stessa Enciclopedia perviene a concludere che: “Grande è la ripugnanza degli scienziati ad accettare che esistano nel vivente principi e forze diverse dalle fisico-chimiche, che si possono misurare con appositi strumenti; eppure, se si vuole cogliere l’elemento fondamentale che caratterizza la vita, vi si è costretti, in nome di quella logica da cui non può prescindere nemmeno lo scienziato sperimentale.

  “Chi infatti considera con assoluta obiettività lo sviluppo e il modo d’operare di un qualsiasi organismo, deve ammettere una coordinazione, subordinazione e convergenza delle sue più svariate attività al bene del tutto. Ogni organismo, nonostante il numero senza numero delle cellule che forse lo compongono, si presenta come un’unità naturale, in cui le singole parti, macro o microscopiche, perdono la loro autonomia, fondendosi nella grande armonia del tutto”.

  La successiva scoperta del DNA, sostanza che presiede alla biosintesi delle proteine e dell’RNA (simile al DNA), non ha cambiato nulla. Potremmo, in qualche modo, paragonare il DNA al Big bang, a monte del quale, per la scienza sperimentale, non c’è che il mistero assolutamente insondabile: c’è Dio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

6 commenti su “Scienziati e televisione danno man forte all’ateismo – di Piero Nicola”

  1. ateismo – senza Dio. E molto piu facile dimostrare che Dio esiste che dimostrare il contrario
    Chi come me ha frequentato la montagna e’ abituato a raggiungere la cime e guardare lo spettacolo. E’ inevitabile pensare che non e’ possibile che tutto questo messo a disposizione di noi con una precisione matematica sia avvenuto per caso.
    Chi non crede in Dio non ha riflessione e vive come un ossano dico io. Termine inventato da me per quelli che non hanno sentimenti. Os bocca ano terminale
    vivono esclusivamente per far funzionare i due organi. Il cervello lo usano per srotolare la carta igienica. Esagerato? ma e’ cosi’

  2. Giovanni Novelli

    La conoscenza un tempo non era slegata dalla religione e scienza e sacro erano un tutt’uno almeno per quanto ho appreso e per quanto posso apprendere dalla discesa nella molteplicità della conoscenza quanto più si discosta da principio e verità, dato che dall’errore e dalla negazione si può pur cogliere la verità, forse, e cercare di ricondursi ad essa. In matematica c’è un metodo di dimostrazione detto per assurdo che ben si confà come parallelismo a livello concettuale. Parimenti nelle contraddizioni e nelle speculazioni che contorniano la vita di tutti i giorni forse è dato cogliere, per assurdo, quanto non è pur essendo presentato a gran voce come verità, scoperta o nuova illuminazione. Ma anche rifacendosi alla scienza ufficiale vi sono studi magari poco noti ma seri e con fondamenti matematici solidi che mostrano nell’ambito delle teorie sui sistemi complessi come la vita non si spieghi col caso.

  3. Ciò che produsse l’eventuale esplosione primitiva donde ebbe origine? E dove va a finire il prodotto del medesimo scoppio? Domandiamolo a Cecchi Paone ed egli nella sua onniscienza ci spiegherà tutto!

  4. Caro Sergente, ma lei dovrebbe essere promosso sul campo Generale, o Capo di Stato Maggiore. Veramente il mondo è pieno di “ossani” e non ce ne eravamo accorti, specialmente qua in Occidente, in quello che una volta era chiamato “mondo libero” e adesso è diventato “l’impero del male”, togliendo tale ruolo al blocco comunista dell’est. Evidentemente il principe di questo mondo arruola i suoi sicari oggi a destra, domani a manca. Ma non conosce, e non conoscerà mai, le “contromosse” della Divina Provvidenza (questo è un mio personale concetto), quelle che spiazzano sempre i suoi progetti (i famosi coperchi delle sue pentole, che non riesce a fare); e queste famose contromosse sono affidate alla Madonna dal Suo Divin Figlio, NSGC. Coraggio, quindi, e sempre avanti, in attesa del trionfo del Cuore Immacolato di Maria SS.ma. Buon lunedì di Pasqua.

  5. E’ vero, il mondo è pieno di ossani che srotolano carta igienica srotolando (solo al momento) il loro cervello! la divagazione pseudo-scientifica sugli extraterrestri che arrivano e pure rapiscono persone per sperimentare è un racconto fantastico che mi ha sempre fatto sobbalzare e ghignare sui resoconti, se non fosse la tragicità di coloro che “bevono” tali notizie.
    Il tragico sono anche degli pseudo-filoosfi che sono riusciti a pubblicare libri in passato, seguiti dal presente, in cui si racconta l’esistenza sulla Terra di essere extraterrestri che si sono impadroniti di altri ed ora muovono alla conquista del pianeta….
    Ricorda qualcuno, il film “l’invasione degli ultracorpi” ? Era affascinante, ma era fanta-scienza ! Ora si propina fantascienza per scienza e le patologie psichiatriche di questi pseudo-scienziati contribuiscono alle paranoie globali inerenti dominii sugli esseri umani.
    Tutto per far dimenticare il vero possesso e dominio (sempre tentato, mai riuscito in toto!) sulla Terra del Nemico di Dio , colui che fu omicida fin dal principio. L’autore ed ideatore di ogni filosofia omicida e distruttiva della vita, umana,vegetale od animale che sia ; oggi speculatore dell’ambientalismo per far disprezzare dal mondo religioso il sottile equilibrio meraviglioso che lega l’uomo,più perfetta creatura materiale al resto della imperfetta materia.

  6. Bello il dossier di Focus sulle serie tv: personaggi, costruzione trama, organizzazione e soprattutto che zone del nostro cervello stimolano…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su