SOLIDARIETA’ A DON MAURIZIO PATRICIELLO. IL PUNTO DELLA SITUAZIONE E ALCUNE LETTERE INVIATE DAI NOSTRI LETTORI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

SOLIDARIETA’ A DON MAURIZIO PATRICIELLO. IL PUNTO DELLA SITUAZIONE E ALCUNE LETTERE INVIATE DAI NOSTRI LETTORI

 

dmp

 

 

L’articolo di don Stanzione sul caso di Don Maurizio Patriciello, il prete offeso dal prefetto di Napoli, e la lettera di solidarietà, sono stati in soli tre giorni oggetto di viva attenzione da parte dei nostri lettori. Oltre ottanta persone hanno già sottoscritto la lettera di solidarietà, e a ognuna di esse va il nostro ringraziamento.

Per quanto concerne l’adesione alla lettera di solidarietà, Vi ricordiamo che:

–   La raccolta di firme sarà aperta fino alla mezzanotte di domenica 28 ottobre. Trasmetteremo poi questa testimonianza di solidarietà a Don Maurizio Patriciello.

–    L’adesione comporta naturalmente l’indicazione del nome e cognome. Poiché alcune mail (poche) ci sono pervenute solo col nome di battesimo, oppure con un indicativo di casella di posta costituito da sigle o pseudonimi, non possiamo inserire i nominativi completi dei mittenti. Chiediamo perciò a quanti ci hanno inviato queste mail incomplete di voler gentilmente fare un nuovo invio, indicando nome e cognome.

Diverse mail erano accompagnate da brevi comunicazioni e commenti. Ne pubblichiamo qui alcune, quelle più significative. Alcune non sono pubblicabili per i toni un po’ troppo “accesi”.

Restiamo quindi in attesa di ulteriori adesioni e ringraziamo quanti già aderito e quanti vorranno aderire a questa testimonianza, mentre rinnoviamo a Don Maurizio Patriciello i nostri saluti e l’assicurazione della nostra vicinanza nella preghiera.

PD


====================

 

ALCUNI COMMENTI DEI LETTORI DI RISCOSSA CRISTIANA

 

Ho visto il filmato dell’episodio: ogni commento è superfluo La solidarietà è il minimo che possiamo offrire a questo nostro fratello


Sono vicina a don Maurizio Patriciello e senza parole per il comportamento del “signor prefetto”


Grande uomo don Maurizio, Dio ti benedica sempre.


Caro don Maurizio,

ho visto il video e trovo semplicemente vergognoso il comportamento da satrapo del prefetto di Napoli; lei ci ha dato un profondo esempio di carità cristiana e grande dignità umana di fronte a una palese manifestazione di prepotenza e di arroganza.


Cari amici,

vi ringrazio per l’iniziativa di solidarietà in favore di don Maurizio Patriciello, alla quale mi associo. Esprimo piena consapevolezza delle ragioni del sacerdote e massimo sdegno per la vergognosa ingiuria a lui arrecata dalla (ahimé ormai consueta) tracotanza del potere politico, spesso molto forte coi deboli e remissivo con i prepotenti.


Mi associo alla vostra iniziativa a sostegno del sacerdote offeso d a un signore che dovrebbe rappresentare lo stato italiano, ossia tutti noi. E’ un fatto gravissimo che ci auguriamo venga sanato dalla SIGNORA ministro dell’interno Cancellieri. Christus vincit


Molto volentieri sottoscrivo la lettera di solidarietà a don Maurizio Patriciello, offeso pubblicamente dal prefetto di Napoli, nonostante la sua opera meravigliosa e coraggiosa contro l’agire della camorra e per questo sempre in pericolo. Ce ne fossero molti come lui, sacerdoti e laici, non solo in Campania ma nell’Italia tutta.


Cosa c’è di offensivo o di irrispettoso nel chiamare “Signora” una donna, anche se è un Prefetto? Anche la Regina d’Inghilterra è chiamata “Madame” da chi le sta intorno. E’ il solito discorso: se a parlare fosse stato un musulmano, nessuno avrebbe fiatato, ma era un sacerdote cattolico e allora tutto è permesso.


Solidarietà a don Patriciello… bene ha fatto TV2000 nel tg delle 21
a sottolineare che il formalismo tende a sotterrare i roghi di scorie
pericolose – bravi


Questo il messaggio che ho appena inoltrato alla Presidenza della Repubblica.

Signor Presidente,
Le scrivo a seguito dell’increscioso episodio di inaudita ed ingiustificata violenza verbale ad opera del Prefetto di Napoli nei confronti di un Ministro di Dio che pure pacatamente e rispettosamente esprimeva il suo pensiero.
Considero, mi permetta Signor Presidente, offensivo e lesivo del buon nome delle Istituzioni Repubblicane e di tutto il Popolo Italiano un comportamento così violento e del tutto immotivato.
La prego pertanto di elevare la Sua autorevole voce a difesa di un Parroco, di un Cittadino di questa amata nazione offeso (e con lui tutti noi) dall’arroganza di un uomo indegno di rappresentare la Presidenza della Repubblica e lo Stato tutto.
Quest’uomo, ormai vicino alla pensione, deve rendere pubbliche scuse al gentile, pacato, correttissimo e, lui sì, vero servitore del Popolo Italiano, don Patriciello ed a tutti gli italiani per una così grave mancanza di rispetto.


Desidero esprimere la mia piena solidarietà a Don Marcello. Che vergogna signor prefetto, ha fatto proprio una bella figuraccia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su