Spunto di Riflessione: se Valeria Fedeli, paladina del gender, scrive la prefazione all’ultimo libro di Bergoglio – di Fra Cristoforo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Fra Cristoforo

.

.

Ce lo ha segnalato un lettore, che ringrazio davvero. La notizia è vomitevole. Ma allo stesso tempo ci fa riflettere, perché mette ancora una volta in luce le ambiguità di Omissis, che a tutti i costi ci vuole far andare a braccetto col mondo.

Bergoglio ha parlato diverse volte contro l’ideologia gender. Anche se molto timidamente, come è suo solito quando tratta temi caldi. Ma in questo suo nuovo libro “Imparare ad imparare”, ha voluto fortemente che la prefazione la scrivesse il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli (ma almeno la licenzia media poi ce l’aveva?), grande sostenitrice dell’insegnamento dell’ideologia gender nelle scuole (http://www.mainfatti.it/Papa-Francesco/Papa-Francesco-contro-teoria-gender-Ma-prefazione-nuovo-libro-e-di-Valeria-Fedeli_0238580033.htm).

Dunque, come è sua abitudine, da una parte Omissis dice una cosa, ma poi di fatto si fa sponsorizzare il libro da chi vuole propagare la perversione nelle scuole.

Cos’è? Dopo la correzione filiale cominciano a mancargli numeri?

Un po’ come quando ha affermato che Emma Bonino è una tra i “grandi dell’Italia di oggi” (http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/08/papa-francesco-napolitano-e-bonino-tra-i-grandi-dellitalia-di-oggi-con-loro-sindaco-di-lampedusa-giusy-nicolini/2442697/). Si. Emma Bonino. Che ha perso il conto di quanti aborti ha eseguito (http://citizengo.org/it/lf/38496-Sindaco-Sala-Emma-Bonino-10000-aborti-eseguiti-sua-consulente). Proprio una grande d’Italia.

.

fonte: Anonimi della Croce    

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

33 commenti su “Spunto di Riflessione: se Valeria Fedeli, paladina del gender, scrive la prefazione all’ultimo libro di Bergoglio – di Fra Cristoforo”

  1. La foto è veramente emblematica.

    DUE MOSTRI !

    Il libercolo poi ha questa consistenza: 71 pagine (scritte grosse…) compresa la prefazione della ministra con la terza media a 8 euri.

    Per leggere questo schifo si dovrebbero pagare 12 centesimi a pagina… ????

    il livello è il seguente:

    “Se uno ha imparato a imparare, – è questo il segreto, imparare ad imparare! – questo gli rimane per sempre, rimane una persona aperta alla realtà!” (by Francesco).

    Roba da dislessici patologici… e invece ce li ritroviamo uno ministro dell’istruzione e l’altro a fare finta di essere papa.

    Che sbrago!

    1. Il livello mi pare sia quello di uno scolaretto di II elementare.
      Oltre allo stile pietoso, all’iterazione cacofonica noto una serie di strafalcioni sintattici……La frase racchiude in sé una banalità.
      Da domani divento scrittrice anch’io…..
      Cosa dovremmo imparare? Il nuovo vangelo? Mah!

      1. Sì, quello di Martin Lutero. Che da domani comincia ad occupare una colonna del foglietto della messa nelle parrocchie (edito naturalmente dalle paoline…)

    1. Giova alle tasche di entrambi e contribuisce ad indottrinare le menti ingenue…..prima di tutto con il rimarcare che fra i due personaggi c’è un’intesa perfetta, a beneficio di coloro che magari nutrivano qualche riserva per la Fedeli o per Bergoglio.

  2. Sarebbe interessante sapere cosa ha scritto nella prefazione questa “gattolica” che fa venire il vomito per le cosiddette “battaglie di civiltà” Il massimalismo, il relativismo e tutte
    le introversione del pensiero sembrano non abbiano più alcun limite. Mano male che resta ancora qualche lumicino per proclamare la Verità.

  3. Luciano Pranzetti

    Un’ ulteriore prova della smaccata apostasìa che la Vergine de La Salette aveva annunciato. Una vergogna questo vicario venduto!

  4. Una cosa non capisco: in una foto el Che, nell’altra l’idra di Lerna, nella terza un surreale orticello. Che c’entrano istruzione e papa? Mah!

  5. Non so chi sia quel genio che ha avuto l’ideona della grafica inquietante di copertina (gliel’hanno commissionata? o è farina del suo sacco?).
    Una cosa è certa: se in giardino mi crescesse una piantina così serpiginosa, andrei subito a un vivaio per chiedere cosa le impedisca di crescere diritta, e come rimediare.

    Ma si sa, tutto si tiene. E se al grafico l’immagine non è stata espressamente commissionata, la sua percezione psicologica gli ha certo condotto inconsciamente la mano…

  6. La Chiesa e’ di Cristo! Noi siamo vigili e fedeli
    Ci sarà la resa dei conti.
    Non abbandoniamo la preghiera, l’adorazione

  7. Bergoglio è un finto cristiano, è un massone al servizio della finanza sionista mondiale per la sottomissione dei popoli al governo unico mondiale (NWO), e puntano pure all’eliminazione delle comunità nazionali e della Chiesa che è comunità dei cristiani cattolici.

  8. Fittipaldi ha da poco scritto sull’Espresso che Bergoglio è amatissimo dal suo gregge ma all’interno della Santa Sede i suoi nemici sono cresciuti, A me risulta il contrario, quant’è falso questo giornalista!.

  9. Riepilogando: abbiamo una maestra d’asilo che si spaccia per laureata e fa il ministro della pubblica istruzione; ed un perito chimico che non crede nel Dio Cattolico e fa il Papa.
    Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei

    1. Bravissimo Fabio : la sua conclusione è anche quella che conclude la presentazione di un articolo del professor Francesco Lamendola, apparso ieri su Una Vox nella rubrica “Salvare il seme”, rubrica che consiglio a tutti di seguire attentamente, poiché illumina la mente e riscalda il cuore (il tutto nella più integra e fedele Tradizione cattolica bimillenaria). Ecco il link: http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV2149_Lamendola_Non_ne_ha_diritto.html

      1. Francesco Retolatto

        Grazie Catholicus
        per questa
        informazione
        il professor Lamendola è una delle menti sane che restano all ‘Italia.
        Un saluto a te e a tutti i lettori di Riscossa Cristiana

  10. Alberto Giovanardi

    Signore, la nostra umana limitatezza non ci consente di comprendere per quale motivo Tu abbia consentito che al Soglio di Pietro ascendesse questo miserabile inviato -spero inconsapevole- del Maligno: l’unica risposta possibile risiede nell’imperscrutabilità del Tuo volere. Pertanto diciamo pure tutti insieme “Fiat voluntas Tua”, ma al tempo stesso, in nome del nostro libero arbitrio, nulla e nessuno potranno mai impedirci di lottare strenuamente a tutti i livelli, ognuno nel proprio àmbito, per screditare e sbugiardare l’impenitente eretico nella speranza che lui stesso liberi il più presto possibile la nostra Santa Chiesa dalla propria catastrofica presenza.

    1. jb Mirabile-caruso

      A. Giovanardi: “…in nome del nostro libero arbitrio, nulla e nessuno
      …………………… potranno mai impedirci di lottare strenuamente a tutti
      …………………….i livelli […] per screditare e sbugiardare l’impenitente
      …………………….eretico…”………………………………………………………….

      Convengo con Lei, signor Giovanardi, sul ruolo assolutamente ‘primario’ del nostro libero arbitrio nell’alterare – e potenzialmente persino capovolgere – quello che le più autorevoli profezie hanno indicato essere il nostro catastrofico destino.

      Ma che lo “smascheramento”- non tanto dell’impostore argentino, ma primariamente dei “pupari occulti” che lo pilotano da dietro le quinte – è compito strategicamente esclusivo della nostra Santa Chiesa, su questo non vedo ombra di dubbio. Occorrerà che la nostra azione converga sulla restituzione del Suo Papa, senza il quale Essa nulla ha potuto fin quì fare negli ultimi 59 lunghissimi anni e nulla potrà mai fare in futuro!

  11. L’unica risposta che riesco a darmi è che NSGC sta spiegando, in lungo ed in largo, ai vivi ed ai morti, qual è la situazione del Suo gregge e dei pastori del Suo gregge. E , implicitamente, sta spronando alla battaglia, ognuno al suo posto, ognuno con la sua armatura; senza strafare e senza omettere. Quando il momento chiama. Ogni Rosario recitato per la causa, con tutta la fede di cui disponiamo, è un’azione scolpita nei Cieli, al seguito di Maria e delle Schiere Angeliche. Ave Maria!

    1. Stefano Mulliri

      Brava Irina, concordo totalmente con lei e mi permetto di aggiungere che l’eloquenza di Dio è ancora più evidente nella pace che trasmettono quelli che Gli sono fedeli veramente come ad esempio il card. Sara. Preghiamo perché questo periodo di tenebre finisca presto.

    2. Concordo con Irina. Bella la sua definizione. Ognuno dignitosamente ritto al suo posto come sentinella che attende. Pronto all’azione quando il “momento chiama”
      E il Rosario tra le mani per impetrare l’abbreviamento del dolore per la Chiesa di Cristo.

  12. Mi sembra di rivedere Erode e Pilato che stringono amicizia nel mandare in Croce Nostro Signore. Tutto business, ma paga sempre Gesù.

  13. Non avete capito niente nessuno: Bergoglio, il prossimo 31 ottobre, per festeggiare i 500 anni della riforma del grande teologo Martin Lutero, annuncerà le sue nozze con Emma Bonino.
    Valeria Fedeli sarà uno dei due testimoni, l’altro nome è ancora top-secret !!!

    1. Napolitano? Obama?
      Noi ridiamo, intanto nel giro di un anno o due (il soggetto è sempre volutamente omesso) permetterà che i preti convolino a giuste nozze…. Vedremo matrimoni dello stesso sesso in chiesa (con la minuscola). Vedremo le nostre cattedrali ridotte a lupanari.

    2. Stiamo allo scherzo:

      Se non nominasse, quale secondo testimone, quel bell’esemplare di Eugenio Scalfari, questi potrebbe aversene a morte e non accettare più gli inviti al Santa Marta per altre intervistone in esclusiva fra vegliardi (dei veri scoop…), anche se gli fanno impennare le vendite del quotidiano!

    3. Chiedo scusa. Con tutto il rispetto per Ermengarda, credo sinceramente che un cristiano non dovrebbe esprimersi in questo modo.

  14. Giambattista Genovese

    Il prossimo di Bergoglio sarà un libro di cucina dal titolo: “Cosa Santa Marta cucinava quando invitava Gesù a casa sua”. Con la prefazione di Antonella Clerici.

  15. Credo che si debba dare una informazione corretta. Si tratta di un libro che raccoglie interventi pubblici del Santo Padre su tematiche educative. SI tratta quindi di testi già noti, raccolti da un curatore per la casa editrice. “In questo modo – dice il Papa – coltiviamo in noi il vero, il bene e il bello; e impariamo che queste tre dimensioni non sono mai separate, ma sempre intrecciate. Se una cosa è vera, è buona ed è bella; se è bella, è buona ed è vera; e se è buona, è vera ed è bella. E insieme questi elementi ci fanno crescere e ci aiutano ad amare la vita, anche quando stiamo male, anche in mezzo ai problemi. La vera educazione ci fa amare la vita, ci apre alla pienezza della vita!”. In questo passo centrale il Papa si rifà chiaramente alla dottrina dei trascendentali e della pienezza di vita, o ”
    beatitudo”, di San Tommaso d’Aquino. E se a fare notizia fosse piuttosto il prestarsi della ministra Fedeli a scrivere la prefazione a un libro che dà rilievo ai valori centrali sul piano educativo, e prima ancora sul piano metafisico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su