Strage al tribunale di Milano: un’altra occasione per riflettere sull’imbecillità nazionale – di Piero Laporta

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Strage al tribunale, non è la prima

di Piero Laporta

zztrbmln

.

Innanzi tutto va ricordato che non è la prima volta.

Reggio Emilia, 17 ottobre 2007, mattina. Clirim Fejzo, albanese, 40 anni, in tribunale per la causa di separazione dalla moglie, spara non appena la signora arriva col suo avvocato. Prima d’essere freddato dai carabinieri, l’albanese ferisce il legale della moglie, uccide costei e il fratello, ferendo infine un carabiniere.

Lezione appresa? Provvedimenti assunti? Esattamente come accade oggi a Milano: tanto bla bla; controlli intensificati più fastidiosi che efficaci, in attesa che le acque si calmino e tutto torni come prima.
Ieri sera l’imbecillità raggiunse quote siderali, durante una trasmissione di Rete4, il cui conduttore paragonava la stazione centrale di Milano, a suo dire carente di controlli, al tribunale meneghino. E poi la conclusione da premio Nobel per l’imbecillità: bisogna incrementare le polizie, dimenticando che da decenni ormai siamo il paese con più polizia al mondo rispetto al numero di cittadini e al territorio.
Al tribunale di Milano, come alla maggioranza dei tribunali italiani, si accede da due distinti ingressi: quello dei comuni cittadini e l’altro riservato a quanti in tribunale lavorano, magistrati, avvocati e impiegati. La sorveglianza sul primo ingresso è blanda, quella sul secondo inesistente… per proseguire la lettura, clicca qui

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Chi siamo

Ricognizioni è nato dalla consapevolezza che ci troviamo ormai oltre la linea, e proprio qui dobbiamo continuare a pensare e agire in obbedienza alla Legge di Dio, elaborando, secondo l’insegnamento di Solženicyn, idee per vivere senza menzogna.

Progetto Mondo piccolo

Vogliamo dimostrare che vivere guareschianamente è possibile, per questo collabora con i tanti mondi piccoli sparsi per tutta l’Italia: aziende agricole, produttori, artigiani e qualsiasi attività in linea con i principi di un mondo buono e a misura d’uomo, per promuoverne lo stile di vita e i prodotti. Scopri di più!

Emporio Mondo piccolo

Ti potrebbe interessare

Eventi

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Torna su